Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda pippuz » 04 feb 2013 16:58

Unodimille ha scritto:
pippuz ha scritto:
Unodimille ha scritto:Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Di piscio felino nei Sancerre e Pouilly-Fumè non ce n'è proprio.


Sono "pienamente d'accordo a metà con te" :D
Sul Pouilly si, non su alcuni Sancerre neppure troppo datati dove la nota di pipì era evidente.
Oppure c'era quella carogna del mio gatto che mentre degustavo pisciava sotto la sedia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Può essere, oppure produttore sbagliato. :wink:

Tieni conto che la nota "soft" (foglia di pomodoro, per capirci) ad esempio su Dagueneau (Pouilly) e su Pinard (Sancerre) se ne trova abbastanza; mentre sui Sancerre di stile diverso (Cotat, Labaille, Vatan e altri) zero.
E' una questione di stile del produttore più che di vitigno. Però la pipì di gatto no, li sarebbe il caso che il produttore si facesse qualche domanda.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
vinogodi
Messaggi: 28607
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vinogodi » 04 feb 2013 17:26

Unodimille ha scritto:
pippuz ha scritto:
Unodimille ha scritto:Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Di piscio felino nei Sancerre e Pouilly-Fumè non ce n'è proprio.


Sono "pienamente d'accordo a metà con te" :D
Sul Pouilly si, non su alcuni Sancerre neppure troppo datati dove la nota di pipì era evidente.
Oppure c'era quella carogna del mio gatto che mentre degustavo pisciava sotto la sedia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
...non mi stupirebbe: Poncho e Polpetta la fanno sempre , quando vedono sul tavolo Sauvignon italici... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 931
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 04 feb 2013 20:25

pippuz ha scritto:
Unodimille ha scritto:
pippuz ha scritto:
Unodimille ha scritto:Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Di piscio felino nei Sancerre e Pouilly-Fumè non ce n'è proprio.


Sono "pienamente d'accordo a metà con te" :D
Sul Pouilly si, non su alcuni Sancerre neppure troppo datati dove la nota di pipì era evidente.
Oppure c'era quella carogna del mio gatto che mentre degustavo pisciava sotto la sedia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Può essere, oppure produttore sbagliato. :wink:

Tieni conto che la nota "soft" (foglia di pomodoro, per capirci) ad esempio su Dagueneau (Pouilly) e su Pinard (Sancerre) se ne trova abbastanza; mentre sui Sancerre di stile diverso (Cotat, Labaille, Vatan e altri) zero.
E' una questione di stile del produttore più che di vitigno. Però la pipì di gatto no, li sarebbe il caso che il produttore si facesse qualche domanda.


Si, in effetti parlando di Sancerre avrò collezionato si e no una ventina di assaggi e purtroppo non erano produttoti top come quelli da te menzionati...anzi, la maggior parte bevuti in Costa Azzura, pagati un sacco di grano con ben poche soddisfazioni. Ricordo che il più eclatante con la pipì di gatto era molto giovane e in bocca risultava molto verde (per non essere offensivo) magari era un'annata dove il produttore aveva anticipato sia vendemmia che vendita.
Iwan56
Messaggi: 2442
Iscritto il: 13 nov 2010 00:14

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Iwan56 » 04 feb 2013 21:11

Il De La Tour di Villa Russiz (bevuto parecchie volte tranne le ultime annate) è senz'altro un gran bel vino.
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gobrish » 05 feb 2013 12:04

ma nel Sancerre viene usato un clone particolare?
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gabriele succi » 05 feb 2013 15:29

gobrish ha scritto:ma nel Sancerre viene usato un clone particolare?

In genere, per le vigne nuove, usano i cloni di origine francese (entav 242, 376 e 530)...
...che però vengono usati anche in Nuova Zelanda...

:roll:

Poi ci sono i vigneti vecchi che erano fatti con marze di selezione massale...
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gobrish » 05 feb 2013 16:15

gabriele succi ha scritto:
gobrish ha scritto:ma nel Sancerre viene usato un clone particolare?

In genere, per le vigne nuove, usano i cloni di origine francese (entav 242, 376 e 530)...
...che però vengono usati anche in Nuova Zelanda...

:roll:

Poi ci sono i vigneti vecchi che erano fatti con marze di selezione massale...


Grazie. :)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Francvino » 05 feb 2013 16:19

Ci sono diverse interpretazioni alla domanda.

Per il Gambero è il Sauvignon di Volpe Pasini. Almeno per quest'anno.

Per i naturalisti oltranzisti: nessuno. E' una specie che tende a stipicizzare il contesto e diluire la tradizione. Va ripudiata a prescindere a meno che non sia un po' brettato (o almeno con una volatile di 0,90 g/lt). In quel caso se ne può parlare ma solo dicendo: "senti che bel sauvignon, pare la malvasia ( o trebbiano o fiano o verdicchio o garganega o tocai, insomma un vitigno autoctono bianco a piacere) di mio nonno".

Per Vittoxx e l'AVR il problema non si pone: sauvignon e Italia non possono stare mai nella stessa frase. Oppure, in funzione di ossimoro a forte valenza negativa, va usato con parsimonia quando si vuol indicare un vino di grande cattiveria organolettica. "Marchese, senta che Greco di Tufo: pare un sauvignon italiano".

Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

:D
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Palma » 05 feb 2013 16:33

Francvino ha scritto:Ci sono diverse interpretazioni alla domanda.

Per il Gambero è il Sauvignon di Volpe Pasini. Almeno per quest'anno.

Per i naturalisti oltranzisti: nessuno. E' una specie che tende a stipicizzare il contesto e diluire la tradizione. Va ripudiata a prescindere a meno che non sia un po' brettato (o almeno con una volatile di 0,90 g/lt). In quel caso se ne può parlare ma solo dicendo: "senti che bel sauvignon, pare la malvasia ( o trebbiano o fiano o verdicchio o garganega o tocai, insomma un vitigno autoctono bianco a piacere) di mio nonno".

Per Vittoxx e l'AVR il problema non si pone: sauvignon e Italia non possono stare mai nella stessa frase. Oppure, in funzione di ossimoro a forte valenza negativa, va usato con parsimonia quando si vuol indicare un vino di grande cattiveria organolettica. "Marchese, senta che Greco di Tufo: pare un sauvignon italiano".

Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

:D

La cosa bella poi è che tutto ciò porterà poi qualcuno a dire che sono oltranzista verso il sovignone, anche senza averlo scritto in prima persona :D
In realtà non mi pronuncio essendo assolutamente ignorante in materia e contando di rimanerlo, però mi sembra una volta di averne beccato uno buono. Sto parlando seriamente, ma non ne sono sicurissimo.
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Baroloonline » 05 feb 2013 16:39

Saurint di Miani.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
benux
Messaggi: 601
Iscritto il: 21 apr 2010 12:50

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda benux » 05 feb 2013 17:26

io adoro il Ronco delle Mele di Venica :D
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda il chiaro » 05 feb 2013 21:44

Bevuto oggi a pranzo il maciete fumé 2010 di Gini: gran bel vino, minzioni feline, bosso, foglie di pomodoro completamente banditi, mineralità in stile soft-riesling e poi agrume giallo su tutto. Legno non percepibile.
Gran bel vino e per me sorpresona.
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gabriele succi » 05 feb 2013 22:31

Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3409
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda videodrome » 05 feb 2013 22:48

Baroloonline ha scritto:Saurint di Miani.

concordo, mi hai preceduto
vinogodi
Messaggi: 28607
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vinogodi » 05 feb 2013 23:13

gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
...bevuto qualche vecchio Fiorano Semillon oppure supermaturo Trebbiano di Valentini?... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Palma » 05 feb 2013 23:22

gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.

Ce l'hai?
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12510
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda l'oste » 05 feb 2013 23:49

vinogodi ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
...bevuto qualche vecchio Fiorano Semillon oppure supermaturo Trebbiano di Valentini?... 8)

Ecco, per quanto di bianchi ne beva pochi, hai nominato proprio due superlativi assoluti.
Il Fiorano '71 del quale sarò per sempre riconoscente a fratello Aramis, mi torna ancora in mente, naso e bocca per quanto era sorprendente. Pure il Trebbiano '88 del Mestro non scherza...
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5612
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda meursault » 06 feb 2013 01:52

l'oste ha scritto:
vinogodi ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
...bevuto qualche vecchio Fiorano Semillon oppure supermaturo Trebbiano di Valentini?... 8)

Ecco, per quanto di bianchi ne beva pochi, hai nominato proprio due superlativi assoluti.
Il Fiorano '71 del quale sarò per sempre riconoscente a fratello Aramis, mi torna ancora in mente, naso e bocca per quanto era sorprendente. Pure il Trebbiano '88 del Mestro non scherza...


Ma il Succi si fa un po' prendere dall'orgoglio romagnolo......
Diciamo che è uno dei bianchi più buoni mai fatti in Italia, senza bisogno di nominare il "migliore di sempre" o altro.
Oltre a quelli nominati ci potrebbe essere anche qualche vecchio Gravner, magari anche qualche Chardonnay di Tasca in edizione "particolare", poi non so, un Villa Bucci 1988 non vogliamo mettercelo?
E Vintage Tunina 1983 fa schifo?
Ed il Fiorano 1971?
Secondo me ad aver avuto la possibilità di sentire tutto lo scibile conservato a puntino, singole annate come quelle nominate sarebbero senza dubbio ascrivibili alla categoria dei grandissimi vini, quello che manca a mio avviso è la continuità.
Cioè è difficile trovare anche solo una singola etichetta, Trebbiano a parte probabilmente, che abbia avuto un periodo relativamente lungo di eccellenza.
Il Vintage Tunina è eccelso solo in 2/3 annate anni 80/90, il Ronco del Re solo in un paio, lo Chardonnay siciliano in un isolato caso, Villa Bucci idem, e così via.....siamo insomma un po' legati all'episodio, forse anche al caso, all'intuito di qualche produttore illuminato in determinate circostanze.
Ultima modifica di meursault il 06 feb 2013 12:19, modificato 1 volta in totale.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
vinogodi
Messaggi: 28607
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vinogodi » 06 feb 2013 09:11

meursault ha scritto:
l'oste ha scritto:
vinogodi ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
...bevuto qualche vecchio Fiorano Semillon oppure supermaturo Trebbiano di Valentini?... 8)

Ecco, per quanto di bianchi ne beva pochi, hai nominato proprio due superlativi assoluti.
Il Fiorano '71 del quale sarò per sempre riconoscente a fratello Aramis, mi torna ancora in mente, naso e bocca per quanto era sorprendente. Pure il Trebbiano '88 del Mestro non scherza...


Ma il Succi si fa un po' prendere dall'orgoglio romagnolo......
Diciamo che è uno dei bianchi più buoni mai fatti in Italia, senza bisogno di nominare il "migliore di sempre" o altro.
Oltre a quelli nominati ci potrebbe essere anche qualche vecchio Gravner, magari anche qualche Chardonnay di Tasca in edizione "particolare", poi non so, un Villa Bucci 1988 non vogliamo mettercelo?
E Vintage Tunina 1983 fa schifo?
Secondo me ad aver avuto la possibilità di sentire tutto lo scibile conservato a puntino, singole annate come quelle nominate sarebbero senza dubbio ascrivibili alla categoria dei grandissimi vini, quello che manca a mio avviso è la continuità.
Cioè è difficile trovare anche solo una singola etichetta, Trebbiano a parte probabilmente, che abbia avuto un periodo relativamente lungo di eccellenza.
Il Vintage Tunina è eccelso solo in 2/3 annate anni 80/90, il Ronco del Re solo in un paio, lo Chardonnay siciliano in un isolato caso, Villa Bucci idem, e così via.....siamo insomma un po' legati all'episodio, forse anche al caso, all'intuito di qualche produttore illuminato in determinate circostanze.
..."illuminata" considerazione: concordo...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Alberto Piede
Messaggi: 252
Iscritto il: 04 set 2009 10:48
Località: Verona

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Alberto Piede » 06 feb 2013 09:23

il chiaro ha scritto:Bevuto oggi a pranzo il maciete fumé 2010 di Gini: gran bel vino, minzioni feline, bosso, foglie di pomodoro completamente banditi, mineralità in stile soft-riesling e poi agrume giallo su tutto. Legno non percepibile.
Gran bel vino e per me sorpresona.


Bevuto poco tempo fa in cantina a Monteforte con Marwine, mi tocca darti ragione :D
Non l'avevo mai bevuto prima quindi non so come siano le altre annate, ma questo è proprio buono.
Comunque nella mia esperienza il peggior Sauvignon in tema di note "feline" rimane un Sauvignon Smaragd della Wachau assolutamente innavicinabile!
un bel piatt de busecca con dent i borlott
un oss buss cont intorna el risott
un litrott de quel bon cont'on bel minestron
fan content ogni milaneson
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13169
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Kalosartipos » 06 feb 2013 09:37

Alberto Piede ha scritto:Comunque nella mia esperienza il peggior Sauvignon in tema di note "feline" rimane un Sauvignon Smaragd della Wachau assolutamente innavicinabile!

Un vero e proprio "Sauvignon del katze" :lol:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 931
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 06 feb 2013 09:39

Alberto Piede ha scritto:
il chiaro ha scritto:Bevuto oggi a pranzo il maciete fumé 2010 di Gini: gran bel vino, minzioni feline, bosso, foglie di pomodoro completamente banditi, mineralità in stile soft-riesling e poi agrume giallo su tutto. Legno non percepibile.
Gran bel vino e per me sorpresona.


Bevuto poco tempo fa in cantina a Monteforte con Marwine, mi tocca darti ragione :D
Non l'avevo mai bevuto prima quindi non so come siano le altre annate, ma questo è proprio buono.
Comunque nella mia esperienza il peggior Sauvignon in tema di note "feline" rimane un Sauvignon Smaragd della Wachau assolutamente innavicinabile!



In questo senso il peggiore che abbia mai bevuto è il Picol di La vis 2008. Una pisciazza in tutti i sensi :D
panzer
Messaggi: 58
Iscritto il: 07 lug 2012 16:15

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda panzer » 06 feb 2013 10:41

.
Ultima modifica di panzer il 09 feb 2019 09:38, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
La Volpe
Messaggi: 820
Iscritto il: 26 feb 2008 11:40
Località: Valenza (Al)

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda La Volpe » 06 feb 2013 10:45

...bhe anche in Monferrato teniamo i gatti lontani dai vigneti 8) :wink:

Non sarà sicuramente uno dei migliori, ma ricordo con grande interesse (sopratutto in base al prezzo..) il Sauvignon di Grillo.
Mi sa che da ora in poi scriverò DRC accanto a tutti i titoli dei post...è un po' come le tette negli spot. Attirano l'attenzione.
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda de magistris » 06 feb 2013 11:56

meursault ha scritto:
l'oste ha scritto:
vinogodi ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
Francvino ha scritto:Per me: il Ronco del Re di Castelluccio bevuto solo da magnum e con almeno 15 anni sulle spalle, avendo l'accortezza di scegliere solo le annate felici ma non chiedermi quali perché è passato così tanto tempo che non lo bevo che non me le ricordo più.

L'81 è il miglior bianco italico di sempre e riga.
...bevuto qualche vecchio Fiorano Semillon oppure supermaturo Trebbiano di Valentini?... 8)

Ecco, per quanto di bianchi ne beva pochi, hai nominato proprio due superlativi assoluti.
Il Fiorano '71 del quale sarò per sempre riconoscente a fratello Aramis, mi torna ancora in mente, naso e bocca per quanto era sorprendente. Pure il Trebbiano '88 del Mestro non scherza...


Ma il Succi si fa un po' prendere dall'orgoglio romagnolo......
Diciamo che è uno dei bianchi più buoni mai fatti in Italia, senza bisogno di nominare il "migliore di sempre" o altro.
Oltre a quelli nominati ci potrebbe essere anche qualche vecchio Gravner, magari anche qualche Chardonnay di Tasca in edizione "particolare", poi non so, un Villa Bucci 1988 non vogliamo mettercelo?
E Vintage Tunina 1983 fa schifo?
Secondo me ad aver avuto la possibilità di sentire tutto lo scibile conservato a puntino, singole annate come quelle nominate sarebbero senza dubbio ascrivibili alla categoria dei grandissimi vini, quello che manca a mio avviso è la continuità.
Cioè è difficile trovare anche solo una singola etichetta, Trebbiano a parte probabilmente, che abbia avuto un periodo relativamente lungo di eccellenza.
Il Vintage Tunina è eccelso solo in 2/3 annate anni 80/90, il Ronco del Re solo in un paio, lo Chardonnay siciliano in un isolato caso, Villa Bucci idem, e così via.....siamo insomma un po' legati all'episodio, forse anche al caso, all'intuito di qualche produttore illuminato in determinate circostanze.


sarebbe illuminata considerazione se aveste avuto cura di cercare ogni tanto non solo i Montrachet di Ramonet ma anche, per esempio, i vecchi Vadiaperti...
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti