NAV : LA NOTTE di CURADEN....pag 21

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
alì65
Messaggi: 11975
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda alì65 » 02 feb 2014 14:59

arnaldo ha scritto:.......ALPHONSE MELLOT - Sancerre La Moussiere 2012 - verdolino. Siamo nelle entree' di gamme di Alphonse. Questo serve per "tararsi" sui vini della casa. Agrumato e finemente aromatico.Trasuda mineralita' e come ovvio adesso sbilanciato su acidita'/sapidita'.Ma è cristallino al 1000%.Meglio tra un paio di anni.
FRANK CORNELISSEN - Nerello SoloxgliAmici 2006 - Ogni tanto riappare Frank.IL naso è il suo.In bilico tra il feccino e quel fruttino macerato che va' e viene a braccetto con acetiche riunite.....pero' vedo che qualcuno gradisce e mi adeguo. In bocca è rustico,tannico,sapido e mistico. Grazie Frank per questo SoloxgliAmici....chissa' per i nemici invece.... :roll: :roll:
az agr ROAGNA - Barolo La Rocca e la Pira Riserva 1996 - granato con riflessi aranciati. Il Capo c'è rimasto molto male.Io provo un po' a parare i colpi. Naso discretamente muto dove s'intravvede qualche tono agrumato e di fine floreale...bocca non incazzata/tannica ma delicata,sapida,con tannini finissimi e una scia minerale che prolunga la persistenza. Col senno di poi (ma è una mia considerazione) forse andava stappato un giorno prima ( e non alle 17 dello stesso giorno) tantopiu' se da magnum.....doveva lavorare di piu' al contatto con l'aria...ma ripeto....è una mia idea........
az agr GALARDI - TerraDilavoro 2009 - rubino intenso.Naso chiuso a riccio,quasi totalmente.....qualche sbuffo fruttato ed erbaceo ma poca roba (ricordi dal Vinitaly 2013 dove feci una piccola verticalina....stesse sensazioni).....in bocca il vino è scomposto...difficile da interpretare....pare scisso.....con l'acidita' che va ' in contromano rispetto a tutto il corredo.....
deve necessariamente fondersi bene il tutto....e va' quindi aspettato almeno 10 anni belli belli..tantopiu' se da magnum.......
az agr STELLAdiCAMPALTO - Rosso di Montalcino 2008 - rubino con sfumature granato, quasi trasparente. Naso goloso con cenni quasi di salamoia (da Cote Du rhone sud....)....poi con l'aria si riaggiusta su toni terrosi, di frutta rossa quasi disidratata, spezie in grani. In un annata strana per Montalcino, Stella ha tirato fuori un piu' che dignitoso e beverino Rosso, giocato su sale e un pizzico di dolcezza che non guasta per invogliarne il riassaggio.....bevuto in un amen assieme all'agnello (graditissimo dal sottoscritto).........
.........


Aldo, io ho pareri opposti su questi vini, provo a farmi capire:
-Mellot la 2012 è stata un'annata abbastanza brutta se non peggio, questo vino rimane sul "minerale" acido più che altro per la non maturazione delle uve; per me rimarrà così e non sarà mai godibile
-Cornelissen, qui non avrei mezze misure, più acetiche direi aceto, è quello che sarà fra poco; lo si poteva intravedere già da subito, altro che naturalità, qui siamo a dei livelli di pulizia di cantina sotto i piedi, mio padre faceva un vino meno acetico di questo, nonostante un po' lo fosse, e dopo qualche anno un ottimo aceto
-Roagna penso che alcuni vini siano diventati migliori dopo la 01 se non la 04; mi ricordo una 99 in tutta la gamma imbevibile e mi chiedevo come si faceva a fare sta roba (manifestazione in azienda mi sembra di ricordare Vino e Design).....ero imbarazzato da cosa dire al banchetto
-Galardi, finito il vino che era negli anni 2000, produzione aumentata di molto (la notorietà a volte gioca brutti scherzi) e vino molto più diluito, poca complessità ed assolutamente insignificante
per me questo vino non sarà mai a livello degli anni migliori, così è e così rimarrà
-Stella ha creato un vino (come molte volte gli capita) sul generis, non del tutto convincente, anche se una volta su tre l'ho trovato migliore
provato il Brunello stesso anno molto meglio del rosso ma non del tutto convincente; però mi sembra stia trovando una strada dove trovare la combinazione giusta....dopo tanti tentativi, forse, ci sta riuscendo....

in linea generale penso che un vino storto subito lo sarà, in qualche modo, anche dopo; come dicono molti un vino se è buono lo è già da subito, il fatto di doversi equilibrare la trovo una forzatura o un modo molto diplomatico per evitare di scrivere che il vino non è buono, Aldo, in questo, è un gran maestro!!!! :wink:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
uz
Messaggi: 519
Iscritto il: 02 dic 2007 12:40

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda uz » 03 feb 2014 01:52

Una volta tano mi trovo in parziale e amichevole disaccordo con le note di Aldo, ma, effettivamente, è stato difficile confrontarsi data la confusione che regnava sovrana.
Non credo proprio di essere un amante dei vini di Cornelissen. Il tipo mi è simpatico, ma non ho mai bevuto un suo prodotto che mi desse soddisfazione.Tuttavia questo Nerello solo per gli amici aveva una buona bevibilità e soprattutto non presentava alcuna volatile in eccesso. Un po' di volatile c'era, siamo d'accordo, ma assolutamente entro quei limiti fra i quali qualunque produttore gioca, con l'effetto di dare spinta olfattiva e freschezza al vino. Piuttosto, sia al naso che in bocca, presentava una bella nota di macchia mediterranea. Non un campione di struttura, ma piacevole. C'è da dire che il tavolo era diviso in due parti e questo vino in particolare è stato gustato diversamente a seconda di quando è stato servito, se all'inizio o alla fine della bottiglia.
Casommai ho trovato una volatile in eccesso nel Bradisismo e una sensibile volatile nel Gemola. Il Gemola non mi sembrava così erbaceo. Certamente il 2003 è stato un anno difficile sui colli Euganei e certamente la maturazione delle uve non è stata ottimale, ma tutto sommato mi sembrava un vino tecnicamente ben gestito. Proprio quella voltaile che rilevavo conferiva comunque una buona freschezza ad un vino che davvero rischiava una cottura inaccettabile. Diciamo un vino di compromesso, ma un compromesso intelligente.
E' la terza volta che bevo il Rosso di Montalcino di Stella di Campalto, sempre da magnum, e devo dire che questa è la volta in cui l'ho trovato migliore, più disteso e rilassato. Concordo con Aldo sulla speziatura che effettivamente è un tratto abbastanza caratteristico di questo 2008. Altre versioni sono diverse. Un Rosso davvero sui generis anche nel panorama ilcinese e questo, a mio personalissimo avviso, fa parte del fascino di questo vino che pongo sul gradino più alto del podio assieme alla Malvasia di Zidarich. Sono assolutamente convinto che i bianchi macerati siano un tipo specifico di vino, un po' come i vini in ossidazione controllata dello Jura o come le basse gradazioni e i residui zuccherini dei Riesling tedeschi tradizionali. Si potrebbro tirar fuori molte altre specificità che dipendono da tecniche e tradizioni che obbligano ad un cambio di mentalità. C'è poco da fare: nel vino, come in tutte le cose, spesso si devono cambiare i parametri di giudizio, altrimenti ci sfuggono le peculiarità di ciò che si presenta ai nostri sensi. A mio avviso questa Malvasia è un vino eccellente e non solo per i caratteri organolettici che Aldo giustamente riconosce e con i quali concordo, ma anche per la struttura stessa del vino, tutta giocata sulla sapidità e mineralità evidentemente calcarea. Per me un vino così è molto buono già ora, così come negli anni a venire e, appunto, "sarà interessante seguirlo nella sua evoluzione".

...e come sempre, un grande grazie e ancora auguri al nostro Max-Pil! :D
uriuz
pil44
Messaggi: 1849
Iscritto il: 24 set 2007 10:34
Località: Rossano Veneto
Contatta:

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda pil44 » 03 feb 2014 08:56

un grazie a tutti per la bella partecipazione.....

il gruppo negli unltimi anni si è ingrossato e mi dispiaceva un sacco lasciare fuori qualcuno e anche fare due sere mi sembrava di dividere gli amici in squadre......

peccato per la concomitante cena, di solito è un posto tranquillo e si stà bene....poi il fatto che aldo e company si sia messo su lato opposto del tavolo cero non aiutava la comunicazione... :D :D

visto il numero ho dovuto pescare in cantina nagnum o bottiglie doppie.....e non è che avessi molta scelta....direi scelte quasi obbligate....

i bianchi mi sono piaciuti tutti moltissimo....menzione al buntsandstein di Frank John gigantesco cantiniere di Markus Molitor che lavora una piccola tenuta sul Palatinato e produce questo riesling assolutamente rispettendo i canoni della biodinamica e facendo fare al vino una leggera macerazione sulle bucce.....in questo vino e nella malvasia di zidarich macerazione fatta benissimo che accresce la complessità del vino e diventa macerazione a scopo migliorativo e non macerazione fortemente caratterizzante..

sui rossi, grossa sorpresa da Frank che ho trovato ben fatto e molto buono, come tipico dei suoi vini ( anche se la bottiglia era in piedi da due anni) aveva molto residuo, quindi primi bicchieri ok....ultimi bicchieri un pò di feccino...
grande macchia mediterranea e bocca interessante....

roagna anche il giorno dopo era tale e quale ennesima delusione da questo produttore di cui ho bevuto cose meravigliose e merde cosmiche ( si può dire merde??? :shock: ) questo non sapeva di nulla, ma non aveva neanche la struttura o i tannini....
la bottiglia era visivamente a posto anche il colore non era male...boh....

ho trovato il resto dei rossi tutti di buon livello ( il bradisismo forse aveva qualche problema ), ben fatti e soddisfacenti....
il terra di lavoro è molto buono per nulla diluito, molto elegante bei profumi ( anche il giorno dopo), di sicuro è un pò sopravvalutato ma è un ottomi vino e ho buone speranze che le bottiglie del 2009 che sostano sui miei scaffali possano darmi qualche bella soddisfazione in futuro...

molto buono invece il rosso di stella, questo è il suo vino e per me tra i primi tre o quattro rossi di montalcino in assoluto sempre in tutte le annate. Vino che mi piace moltissimo e che cerco di non farmi mai mancare.

sulle vette del piacere la malvasia di Zidarich vino assolutamente fantastico :D :D :D oggi vino della giornata.....

che dire grazie ancora a tutti, spero vi siate divertiti anche se la bolgia regnava sovrana....alle nostre prossime riunioni cercherò di portare qualche chicca per farmi perdonare le scelte fatte l'altra sera che sono state quasi obbligatorie.... :D :D

un saluto a tutti........
Massimo Arsie
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda marwine » 03 feb 2014 15:44

Solo grazie,Max :wink:
La serata è stata divertente,calda e incasinata.Ma era una festa,in fondo 8)
Scelte stimolanti sui vini;se qualcuno non è stato all'altezza,dipende da lui... Sono parecchio in sintonia con le note di uz,ma non è una novità che il giovine ci capisca... :D
Su tutti la Malvasia,vino di grande energia,sfaccettato e cangiante. Bella tutta la batteria bianca,comunque.
Sui rossi:pur sapendo tu cosa ho detto in passato dei bicchieri bevuti di Cornelissen,sarò stato fortunato ad essere servito per secondo/terzo,ma come hai sentito dirmi alla cieca,la Sicilia c'era tutta,ed il vino era gradevole,con il tratto mediterraneo a dominare.Buono il Rosso di Montalcino,pur in un'espressione molto personale,ben meglio della bottiglia bevuta insieme la scorsa settimana.La mia delusione è stata Roagna,che ogni tanto mi ha regalato bevute memorabili.
Bradisismo e Gemola possono andare a braccetto,rappresentano sempre una certezza,al di là dell'annata ...
Galardi io l'ho sempre provato così,arcigno,scuro,con l'inchiostro e il goudron a segnare il passo.
A presto,prestissimo ... :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
littlewood
Messaggi: 1968
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda littlewood » 03 feb 2014 19:42

intanto grazie a massimo per la serata perche' anche se a volte ci ''tiriamo,, e sempre un piacere! Io saro' un po' di parte perche' sono vini che sono fatti da persone che considero amici ,ma fra tutti il vino che ho preferito e stata la malvasia di zidarich .Cambiava profumi ogni quarto d'ora quel cavolo di vino!Io mi sto' sempre piu' innamorando di questa tipologia di vini e credo che nella categoria di vini ''arancio,, non ce ne sia per nessuno in giro per il mondo!Mi e' pure piaciuto come tante altre volte il rosso di Stella che una volta in una serata vorrei confrontare con quello di salvioni o di poggio di sotto ,ma che resta per me uno dei migliori 5 della tipologia.Un discorso a parte merita il vino di Cornelliussen.Certo la bottiglia che abbiamo bevuto venerdi e una di quelle di Frank meno peggio ,ma per uno come me che e' andato a trovarlo in azienda rimane incomprensibile come in un posto fantastico ,oserei dire magico dove ha l'azienda riesca a fare vini cosi! E' una cosa incomprensibile o forse e' piu' semplice di quello che penso... :evil: :evil: :evil: alla prossima ragazzi!
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda arnaldo » 03 feb 2014 19:48

Azz...puo' essere che non c'ho capito na mazza... :roll: :roll: mi sa' che devo tornare ai banchetti di FrenK........e vabbe'..facciamo questo sforzo....dovro' farmi largo in mezzo a quei capannelli che si formano davanti ai suoi banchetti..... :roll: :roll: ma lo faccio...giusto per spirito di sacrificio ma anche di aggiornamento..... :D :D vai....resettiamo.......Frenk...arrivooo :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda arnaldo » 03 feb 2014 19:51

pil44 ha scritto:
peccato per la concomitante cena, di solito è un posto tranquillo e si stà bene....poi il fatto che aldo e company si sia messo su lato opposto del tavolo cero non aiutava la comunicazione... :D :D

...


Ti confesso che non pensavo di trovarmi con altre 15 persone circa...non le ho contate....si era veramente in tanti e quando si era arrivati c'erano liberi quei posti li'....oppure uno random in mezzo al tavolo........e come dici tu......la sala stipata con altre compagnie non ci ha permesso di comunicare.....pazienza....ma bene lo stesso......

ps ad un certo punto ho visto due gnocche che venivano dalla Vs parte.....(non sapevo che dietro di Voi c'era la porta della toilette).....allora ho fatto cenno a Marco che stavano arrivando incontro a Voi....ma tanto era il casino che non Vi siete nemmeno accorti....Vi ho anche chiamato.... :D :D

vedrai che all'OMOB di Elena li' potremo comunicare meglio....
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12216
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda Alberto » 03 feb 2014 20:14

Un grazie a Max per la cena, come al solito divertente; non ho preso note sui vini e quindi vado di estrema sintesi...bianchi da doppia bottiglia 0,75 tutti e tre da buoni a molto buoni, compreso il Mellot che risentito il giorno dopo pur in un quadro di verticalità estrema e di "bozzolo" giovanile ha dato begli sprazzi aromatici "bianchi", di fiori e pesca; gli altri due, il riesling Buntsandstein 2011 e la malvasia 2010 di Benny Zidarich li definirei ciascuno un manuale della propria tipologia, in particolare ho apprezzato il naso dal ventaglio aromatico ampissimo e cangiante del carsolino, ed il rigore quasi monacale della bocca del tedesco.
Rossi, tutti da magnum, per me generalmente sottotono: forse ero distratto, forse ero in giornata-no, ma su alcuni vini non sposo i giudizi positivi di altri che mi hanno preceduto negli interventi. In particolare, su Roagna (profumi quasi "soffocati" e tannino per me troppo amaro, tutt'altro che fine) e su Galardi (acetica preoccupante, oltre il limite della fallanza). I veneti, da par loro, poco attraenti...peccato... :roll:
Dopo tanti anni sono tornato a bere un vino di Cornelissen e ragazzi, che vi devo dire, quel rosso "amicale" del 2006 a me invece non è per niente dispiaciuto, se non altro i parametri di pulizia ed appunto l'acetica erano centrati, e non sembrava per nulla evoluto...anzi pareva parecchio giovane ancora. Carina poi la speziatura quasi rodanesca, con una beva non impegnativa nonostante la stazza alcolica a 15% in etichetta, nel merlot Romain 2009 di Paolo Rodaro.
Non senza fascino, va detto, il RdM 2008 di Stella di Campalto, soprattutto alla distanza nel bicchiere: non un vino dalla grande materia (non lo scambi di certo per un Brunello!)...non estroverso o "in your face", ma quasi sussurrato, tutto da leggere in filigrana. Direi, tutto considerato, che è stato il rosso della serata: mi sarebbe piaciuto riassaggiarlo dopo 24 o 48 ore.
Una menzione finale per la sublimazione della malvasia passita di Salvatore d'Amico nelle vinacce distillate dal maestro dei maestri, Gianni Vittorio Capovilla: che grande grappa! :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
le coude fou
Messaggi: 59
Iscritto il: 22 mar 2011 17:28

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda le coude fou » 04 feb 2014 16:54

Anche se arrivo lungo ormai, un doveroso grazie a Max per la serata.
Sui vini non aggiungo niente ( mi sembra ormai sia stato detto tutto quello che c'era da dire) tranne aggiungermi al giudizio unanime sulla Malvasia di Zidarich ( per fortuna ne ho un pò a casa) anche se la sua Vitoska non mi sembra sia da meno.
Piaciuto molto anche il riesling soprattutto per i richiami finali agrumati in bocca.
Sui rossi Stella di Campalto, riconferma di quanto assaggiato da poco, freschezza in primis unita ad una materia molto elegante.
Avatar utente
uz
Messaggi: 519
Iscritto il: 02 dic 2007 12:40

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda uz » 04 feb 2014 19:47

Alberto ha scritto:Una menzione finale per la sublimazione della malvasia passita di Salvatore d'Amico nelle vinacce distillate dal maestro dei maestri, Gianni Vittorio Capovilla: che grande grappa! :D


Ah sì! La Malvasia era davvero buonissima e ho trovato ecomiabile da parte di Salvatore proporcela in tandem con la grappa ottenuta dalle stesse vinacce.
Non c'è nessuno come Capovilla che sappia mantenere il varietale della materia da cui parte. Questa grappa, in particolare era entusiasmante: hai notato come, una volta sparita dalla bocca la sensazione alcolica, comunque equilibratissima, ti rimanevano tutti gli aromi della Malvasia, e con che persistenza? Veramente grande grappa. Da un'ottima materia evidentemente.
uriuz
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda marwine » 04 feb 2014 19:58

uz ha scritto:
Alberto ha scritto:Una menzione finale per la sublimazione della malvasia passita di Salvatore d'Amico nelle vinacce distillate dal maestro dei maestri, Gianni Vittorio Capovilla: che grande grappa! :D


Ah sì! La Malvasia era davvero buonissima e ho trovato ecomiabile da parte di Salvatore proporcela in tandem con la grappa ottenuta dalle stesse vinacce.
Non c'è nessuno come Capovilla che sappia mantenere il varietale della materia da cui parte. Questa grappa, in particolare era entusiasmante: hai notato come, una volta sparita dalla bocca la sensazione alcolica, comunque equilibratissima, ti rimanevano tutti gli aromi della Malvasia, e con che persistenza? Veramente grande grappa. Da un'ottima materia evidentemente.


Assaggiarla e risputarla nelle vasche in cantina ... mi sa che le ho fatto del bene ... :mrgreen: 8) :D
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
pil44
Messaggi: 1849
Iscritto il: 24 set 2007 10:34
Località: Rossano Veneto
Contatta:

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda pil44 » 05 feb 2014 14:29

marwine ha scritto:
uz ha scritto:
Alberto ha scritto:Una menzione finale per la sublimazione della malvasia passita di Salvatore d'Amico nelle vinacce distillate dal maestro dei maestri, Gianni Vittorio Capovilla: che grande grappa! :D


Ah sì! La Malvasia era davvero buonissima e ho trovato ecomiabile da parte di Salvatore proporcela in tandem con la grappa ottenuta dalle stesse vinacce.
Non c'è nessuno come Capovilla che sappia mantenere il varietale della materia da cui parte. Questa grappa, in particolare era entusiasmante: hai notato come, una volta sparita dalla bocca la sensazione alcolica, comunque equilibratissima, ti rimanevano tutti gli aromi della Malvasia, e con che persistenza? Veramente grande grappa. Da un'ottima materia evidentemente.


Assaggiarla e risputarla nelle vasche in cantina ... mi sa che le ho fatto del bene ... :mrgreen: 8) :D



e la pipì dove la hai fatta?????

:D :D :shock:
Massimo Arsie
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda arnaldo » 05 feb 2014 18:50

Taci che pian pianino rimetti il naso nel forum....dai...forza.. :D :D i tuoi commenti ci mancano.,...... :D :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
uz
Messaggi: 519
Iscritto il: 02 dic 2007 12:40

Re: NAV : A VOLTE RITORNANO......pag 19

Messaggioda uz » 05 feb 2014 18:55

marwine ha scritto:
uz ha scritto:
Alberto ha scritto:Una menzione finale per la sublimazione della malvasia passita di Salvatore d'Amico nelle vinacce distillate dal maestro dei maestri, Gianni Vittorio Capovilla: che grande grappa! :D


Ah sì! La Malvasia era davvero buonissima e ho trovato ecomiabile da parte di Salvatore proporcela in tandem con la grappa ottenuta dalle stesse vinacce.
Non c'è nessuno come Capovilla che sappia mantenere il varietale della materia da cui parte. Questa grappa, in particolare era entusiasmante: hai notato come, una volta sparita dalla bocca la sensazione alcolica, comunque equilibratissima, ti rimanevano tutti gli aromi della Malvasia, e con che persistenza? Veramente grande grappa. Da un'ottima materia evidentemente.


Assaggiarla e risputarla nelle vasche in cantina ... mi sa che le ho fatto del bene ... :mrgreen: 8) :D


Come le api??? :shock:
uriuz
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 18 feb 2014 19:42

Chissa' stasera la brava Elena cosa ci prepapera' di buono 8) 8) 8)
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:09

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:11

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:12

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:13

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:14

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:16

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:17

Immagine
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda arnaldo » 22 feb 2014 13:51

Pur con qualche defezione dell'ultimo istante...e qualche malaticcio :D è uscita una serata davvero carina chez Helene: un goloso risotto al Bastardo del Grappa e Noci, e poi un classico Pasticcio al radicchio di Treviso hanno allietato i presenti,con carrellata di soppressa al coltello e una sfilza di formaggi stagionati e un delizioso caprino affinato di fossa dal timbro fume'......un grazie sincero e doveroso ai Padroni di Casa,come al solito attenti e premurosi..........e pure qualche vinello altresi' piacevole, e un paio o forse tre mostri fuori concorso rispetto agli altri.....
Partenza ottima con il Pas Dose' Brut di Olivier Pere. Non lo scopriamo certo ora Pere,distribuito dal bravo VDV, questo mi piace molto per quella sua nettezza/franchezza,diciamo droiture minerale floreale che invoglia la beva...e infatti......
UN rigoroso quanto intatto Vorberg 2003 di TERLANo, che credevo piu' avanti in tutta onesta',lascia capire quanto lavori bene questa storica e pluripremiata Cantina Altoatesina, tutto giocato sui toni floreali,nessun cenno di troppa maturazione o calore, e chiusura tipicamente ammandorlata.....poi un dignitoso Traminer Aromatico 2009 di CASTEL RAMETZ,dico dignitoso perchè discretamente eseguito,forse troppo spostato su toni di caramella,poco varietale (quello buono),con grassezza e rotondita' dovute ad una lieve maturazione tardiva e un eccesso di alcool nel finale. Di altro livello/pianeta la Malvasia 2011 di MATHIAS SKERLY. Non conoscevo il produttore (micro) quindi ringrazio Littlewood (il ns uomo della macerazione....). Alla giusta temperatura di servizio (non fredda,anzi direi quasi calda :D ) rivela splendidi profumi di arancia,mandarino,erbe ,una qualche spezia, e rimane cosi' per tutta la serata...la beva è tipica ma non rugosa come altre,direi soffice ma precisa,ha stoffa,polpa e allungo. Un gran bel vino.Produttore da seguire, con prezzi,mi dicono,molto interessanti.
Chiusa la parentesi bianca, siamo partiti in quarta coi rossi. Il rossese 2008 Testalonga di Perrino è uscito dal bozzolo quasi preoccupante che aveva allora registrato il buon Castagno nella megaverticalona di qualche annetto fa. Ora rimanda note di pesca,foglie secche,china,spezie macinate, il colore è aranciato trasparente (molto bello) in bocca è sapido,intenso e decisamente tipico. A me è piaciuto bene.......Poi breve saltino in Rodano, dove Chateau de Valcombe produce il Prestige, taglio di syrah e grenache,qui nell'annata 2008. Grafitoso,dal frutto scuro, non molto concessivo ha una certa grinta in bocca,con lieve tannicita',ma senza tanti slanci,pur senza avere alcuna stortura. Forse solo un vino equilibrato ma nulla piu'.
Poi due baroli da annate calde. Delusione cocente per FENOCCHIO,produttore che amiamo un po' tutti,sul forum. Il Villero 2007 è spiazzante tanto ha questo naso surmaturo,poco Nebbiolo, largo e sfacciato. In bocca ancor piu'.Durissimo riconoscerlo se non per un tannino che morde,ma pure l'alcool,frutto debordante e una traccia quasi di surmaturazione.Immaginatevi le nostre facce alla destagnolatura.........Meglio, il Barolo 2003 di Paolo Conterno. Alt,nulla di trascendentale. Pero' almeno non ci sono note stonate. Stile moderno,che puo' piacere o meno, pero' buona evoluzione,tannino quasi risolto e .......si passa oltre.. :D
IL campione della serata: CLOS ROUGEARD - Le Bourg 2006. Vittoria a mani basse. Spiazzante. Durissima dire Cabernet Franc.
Parte foxi,pelliccia,cuoio,poi col calore va' su toni dolci,speziati,pare quasi un pinot nero di stampo moderno, note quasi di tamarindo,e frutti ammiccanti,insomma tutto meno l'erba del franc.Bocca vigorosa,ampia,si espande al palato, ha ancora quella nota fruttata che richiede vetro e tempo, e diventera' ancor piu' grande.......ma grande fin d'ora....ben sopra i 90 pt....grandi i Fratelloni........
Altro Monstre che in quell'anno fece man bassa di premi: Nino Negri e il suo SFursat 5 stelle 2001. Vigoroso fin dall'attacco. Naso pieno,rigoroso ma pare ti molli un pugno da un momento all'altro. Frutta scura macerata,grafite,fondente,china,tannino,calore,intensita',allungo...un grande Nebbiolo di Valtellina e ottima evoluzione nel corso di questi anni.....bel vino,pure qui sui 90 pt ci stanno tutti........
E poi i due vecchietti. Dico con Soddisfazione che la mini gara è stata STRA-vinta da Pio Cesare, Barolo 1983. Aranciato,splendido nei suoi profumi speziati in grani,autunnali, ma via via sempre piu' freschi e balsamici, di resina dolce e agrumi, dal sorso fresco e minerale, e via via dalla scia salata, gran bel vino,,,,,e complimenti a Pio Cesare, ma pure al Papa' di Helene che ha voluto condividerlo con Noi........per la cronaca l'altro della tenzone era lo Gevrey Chambertin Tete de Cuvèe 1983 produttore tale Christian Michel....a posto pure questo,scheletrico,dai toni autunnali di fruttini disidratati,foglie,the',rimandi polverosi,bocca acida,quasi troppa, e poco a corredo,segno di uno smagrimento che suggerisce tempi di consumo piu' brevi rispetto al sommo Barolo. Bene, e megli cosi'.... :D :D
Chiusura con i Galani di Carnevale e un mieloso Torcolato 2004 di FIRMINO MIOTTI (e di sua figlia Franca) tanto dolce quanto poco aiutato dalle altre componenti,rendendo quindi questo vespaiolo passito poco emozionante e direi trascurabile.
Ma era durissima arrivare con qualsiasi altro vino dopo il Bourg, il 5stelle2001,il PioCesare 1983......bel podio,bella serata,e poi alla fine,ancora la dannata pioggia e Fognini che becca 6/1 6/1 da Dolgopolov.....stasera tuta felpata e Sanremo!!! :D :D :D
Grazie Helene,un saluto ai ragazzi e alla prossima!!!!
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13242
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 19

Messaggioda Kalosartipos » 22 feb 2014 17:30

arnaldo ha scritto:...stasera tuta felpata e Sanremo!!! :D :D :D

Ma per pietà!!!
:?
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
GabrieleB.
Messaggi: 929
Iscritto il: 02 lug 2012 14:57

Re: NAV : LA NOTTE di HELENE.....pag 20

Messaggioda GabrieleB. » 22 feb 2014 18:21

Belle note Aldo come sempre :wink: !Grazie per la condivisione!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: apple, beluga, Biavo, giacomo, maxer e 39 ospiti