vigna rionda

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
chambertin
Messaggi: 210
Iscritto il: 05 dic 2008 13:59

Re: vigna rionda

Messaggioda chambertin » 06 apr 2011 20:11

manichi ha scritto:
chambertin ha scritto:
manichi ha scritto:Insomma via quando si parla di Piemonte intervieni per decantare la bontà dei vini dell'azienda che commercializzi....


Guarda che non ho cominciato io a parlare della bontà del Monprivato... leggi bene prima di parlare a vanvera... io decantavo solo il valore della Vigna Rionda... e poi se proprio lo vuoi sapere io commercializzo anche Schiavenza e altre aziende di langa... e non mi sono mai messo a fare pubblicità... e poi fatti un giro in rete e vedi cosa si dice di Mascarello, ciò che dico io in confronto sono bazzecole...! 8)

E per puro caso prendendo spunto dal fatto che nel 1979 ha vinificato la Vigna Rionda ha iniziato a parlare di quanto è bravo Mascarello[/quot

Bè? Ho detto forse una CAZZATA?!? :mrgreen:
vinogodi
Messaggi: 28622
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: vigna rionda

Messaggioda vinogodi » 07 apr 2011 00:20

chambertin ha scritto:
manichi ha scritto:
chambertin ha scritto:
manichi ha scritto:Insomma via quando si parla di Piemonte intervieni per decantare la bontà dei vini dell'azienda che commercializzi....


Guarda che non ho cominciato io a parlare della bontà del Monprivato... leggi bene prima di parlare a vanvera... io decantavo solo il valore della Vigna Rionda... e poi se proprio lo vuoi sapere io commercializzo anche Schiavenza e altre aziende di langa... e non mi sono mai messo a fare pubblicità... e poi fatti un giro in rete e vedi cosa si dice di Mascarello, ciò che dico io in confronto sono bazzecole...! 8)

E per puro caso prendendo spunto dal fatto che nel 1979 ha vinificato la Vigna Rionda ha iniziato a parlare di quanto è bravo Mascarello[/quot

Bè? Ho detto forse una CAZZATA?!? :mrgreen:




....è che con un nick come il tuo , sei poco credibile a parlare di Langa... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
chambertin
Messaggi: 210
Iscritto il: 05 dic 2008 13:59

Re: vigna rionda

Messaggioda chambertin » 07 apr 2011 00:43

vinogodi ha scritto:
chambertin ha scritto:
manichi ha scritto:
chambertin ha scritto:
manichi ha scritto:Insomma via quando si parla di Piemonte intervieni per decantare la bontà dei vini dell'azienda che commercializzi....


Guarda che non ho cominciato io a parlare della bontà del Monprivato... leggi bene prima di parlare a vanvera... io decantavo solo il valore della Vigna Rionda... e poi se proprio lo vuoi sapere io commercializzo anche Schiavenza e altre aziende di langa... e non mi sono mai messo a fare pubblicità... e poi fatti un giro in rete e vedi cosa si dice di Mascarello, ciò che dico io in confronto sono bazzecole...! 8)

E per puro caso prendendo spunto dal fatto che nel 1979 ha vinificato la Vigna Rionda ha iniziato a parlare di quanto è bravo Mascarello[/quot

Bè? Ho detto forse una CAZZATA?!? :mrgreen:




....è che con un nick come il tuo , sei poco credibile a parlare di Langa... 8)


E' VEROOOOOOOOO!!!!!! Datemi la Bourgogne....!!! tutta la vitaaaaaaaaaa!!!!!! :roll:
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: vigna rionda

Messaggioda Palma » 07 apr 2011 12:54

Rimango convinto che a volte certi fans un po' troppo spinti facciano più male che bene ai vini da loro difesi, però quasi, quasi, un Monprivato 2004 (esaurito, ma facilmente trovabile) ed un 2006 me li prendo, assaggio e se davvero sono grandi (i miei dubbi riguardano una possibile eccessiva magrezza), provvederò ad un acquisto più corposo. E quelle tappate me le faccio cambiare da Chambertin, al limite con dei Schiavenza :mrgreen:
ex Victor
Extreme fighet du chateau
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: vigna rionda

Messaggioda yuzu » 07 apr 2011 14:28

chi è causa del suo mal pianga se stesso!

sono anni che qualcuno (me compreso) va dicendo che gli aumenti di mascarello (mauro) conterno (roberto) e giacosa (bruna/o) sono totalmente ingiustificati..
ma sul forum son sempre in tanti a dire che è giusto sia così.

per me non lo è, perchè come ho detto mille volte i tanto decantati borgogna costano una frazione di questi vini.. monfortinio e ca di morissio costano ormai franco cantina più dei vini base di DRC (echezeaux e GE)
non parliamo poi di clos st jacques di rousseau, bonnes mares di roumier, ecc.. con una bottiglia di monfortino compro 2/3 di questi gioielli (parliamo sempre prezzi franco cantina) o addirittura una cassa del mio meursault preferito (coche dury)
sono prezzi folli..

una piccola nota sulle parcelle, cascina francia è in posizione sfortunata, come vi potrà testimoniare qualsiasi produttore di barolo.. credo che l'invecchiamento dei vini ottenuti da questa parcella (o forse dalla mano di roberto conterno) stiano iniziando a dimostrarlo.. ma ci vuole ancora del tempo.. noto però che son sempre di più ad esprimere perplessità. vedremo
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: vigna rionda

Messaggioda pippuz » 07 apr 2011 14:32

yuzu ha scritto:sono anni che qualcuno (me compreso) va dicendo che gli aumenti di mascarello (mauro) conterno (roberto) e giacosa (bruna/o) sono totalmente ingiustificati

Io non dico niente, non li compro più; fine della storia.

Ah Falletto (et. bianca) 2007 registra un aumento del ... 42% :lol: :lol: :lol:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12518
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: vigna rionda

Messaggioda l'oste » 07 apr 2011 14:51

Palma ha scritto:Rimango convinto che a volte certi fans un po' troppo spinti facciano più male che bene ai vini da loro difesi, però quasi, quasi, un Monprivato 2004 (esaurito, ma facilmente trovabile) ed un 2006 me li prendo, assaggio e se davvero sono grandi (i miei dubbi riguardano una possibile eccessiva magrezza), provvederò ad un acquisto più corposo. E quelle tappate me le faccio cambiare da Chambertin, al limite con dei Schiavenza :mrgreen:

A furia di peana sul forum, ecco perchè Giacosa aumenta ogni anno i listini...
Da maestro a Master, in economia. Ma temo che non sia Bruno a determinare la pianificazione economica e di marketing.
Non sono un grande acquirente di barolo, tolto Burlotto, Brovia (che hanno prezzi molto più accessibili) e qualche Cascina Francia in grande annata. E' un fatto di gusti, ma anche economico, visto che purtroppo aumentano pure i produttori di borgogna rossi. Ma almeno quelli non lo fanno perchè leggono il forum.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: vigna rionda

Messaggioda yuzu » 07 apr 2011 15:25

pippuz ha scritto:
yuzu ha scritto:sono anni che qualcuno (me compreso) va dicendo che gli aumenti di mascarello (mauro) conterno (roberto) e giacosa (bruna/o) sono totalmente ingiustificati

Io non dico niente, non li compro più; fine della storia.

Ah Falletto (et. bianca) 2007 registra un aumento del ... 42% :lol: :lol: :lol:

a beh, ma sul non comprarli è ovvio.. io in azienda compro baroli da 15 a 37 euro.. quelli che maggiormente valgono ogni centesimo speso!
fino a poco fa monprivato sotto i 50 si poteva comprare.. ormai neanche quello per quanto mi riguarda.
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: vigna rionda

Messaggioda Palma » 07 apr 2011 15:31

l'oste ha scritto:
Palma ha scritto:Rimango convinto che a volte certi fans un po' troppo spinti facciano più male che bene ai vini da loro difesi, però quasi, quasi, un Monprivato 2004 (esaurito, ma facilmente trovabile) ed un 2006 me li prendo, assaggio e se davvero sono grandi (i miei dubbi riguardano una possibile eccessiva magrezza), provvederò ad un acquisto più corposo. E quelle tappate me le faccio cambiare da Chambertin, al limite con dei Schiavenza :mrgreen:

A furia di peana sul forum, ecco perchè Giacosa aumenta ogni anno i listini...
Da maestro a Master, in economia. Ma temo che non sia Bruno a determinare la pianificazione economica e di marketing.
Non sono un grande acquirente di barolo, tolto Burlotto, Brovia (che hanno prezzi molto più accessibili) e qualche Cascina Francia in grande annata. E' un fatto di gusti, ma anche economico, visto che purtroppo aumentano pure i produttori di borgogna rossi. Ma almeno quelli non lo fanno perchè leggono il forum.


Ma riguardo alle ultime produzioni direi che per lo meno critiche e peana si equivalgono, ma probabilmente prevalgono le prime, anche e soprattutto relative a scelte commerciali e gestionali un po' strampalate. Non credo che il forum abbia la benchè minima influenza su Giacosa.
Mi dispiace ovviamente quando i vini aumentano, ma se gli aumenti sono alla fonte ed il vino viene comunque venduto devo ammettere che hanno ragione loro ed anche senza questi aumenti il prezzo finale salirebbe, solo che la maggior percentuale di guadagno andrebbe ai vari intermediari. Per riprendere un esempio di Yuzu, Coche farà pure prezzi molto bassi, ma poi i suoi vini raggiungono tutte altre quotazioni di mercato ed allora io preferirei che ci guadagnasse di più lui. ovvio che poi ci siano altre dinamiche e che di sicuro lui non lo fa per beneficenza, ma in linea di principio la vedo così.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: vigna rionda

Messaggioda Palma » 07 apr 2011 15:33

yuzu ha scritto:
pippuz ha scritto:
yuzu ha scritto:sono anni che qualcuno (me compreso) va dicendo che gli aumenti di mascarello (mauro) conterno (roberto) e giacosa (bruna/o) sono totalmente ingiustificati

Io non dico niente, non li compro più; fine della storia.

Ah Falletto (et. bianca) 2007 registra un aumento del ... 42% :lol: :lol: :lol:

a beh, ma sul non comprarli è ovvio.. io in azienda compro baroli da 15 a 37 euro.. quelli che maggiormente valgono ogni centesimo speso!
fino a poco fa monprivato sotto i 50 si poteva comprare.. ormai neanche quello per quanto mi riguarda.


Ovvio che ognuno faccia le sue valutazioni e decida di comprare ciò che ritiene valga il prezzo richiesto, senza dover giustificare perchè uno sì ed uno no. Tranne che per Pippuz ovviamente :mrgreen:
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12518
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: vigna rionda

Messaggioda l'oste » 07 apr 2011 16:34

Palma ha scritto:
l'oste ha scritto:
Palma ha scritto:Rimango convinto che a volte certi fans un po' troppo spinti facciano più male che bene ai vini da loro difesi, però quasi, quasi, un Monprivato 2004 (esaurito, ma facilmente trovabile) ed un 2006 me li prendo, assaggio e se davvero sono grandi (i miei dubbi riguardano una possibile eccessiva magrezza), provvederò ad un acquisto più corposo. E quelle tappate me le faccio cambiare da Chambertin, al limite con dei Schiavenza :mrgreen:

A furia di peana sul forum, ecco perchè Giacosa aumenta ogni anno i listini...
Da maestro a Master, in economia. Ma temo che non sia Bruno a determinare la pianificazione economica e di marketing.
Non sono un grande acquirente di barolo, tolto Burlotto, Brovia (che hanno prezzi molto più accessibili) e qualche Cascina Francia in grande annata. E' un fatto di gusti, ma anche economico, visto che purtroppo aumentano pure i produttori di borgogna rossi. Ma almeno quelli non lo fanno perchè leggono il forum.


Ma riguardo alle ultime produzioni direi che per lo meno critiche e peana si equivalgono, ma probabilmente prevalgono le prime, anche e soprattutto relative a scelte commerciali e gestionali un po' strampalate. Non credo che il forum abbia la benchè minima influenza su Giacosa.
Mi dispiace ovviamente quando i vini aumentano, ma se gli aumenti sono alla fonte ed il vino viene comunque venduto devo ammettere che hanno ragione loro ed anche senza questi aumenti il prezzo finale salirebbe, solo che la maggior percentuale di guadagno andrebbe ai vari intermediari. Per riprendere un esempio di Yuzu, Coche farà pure prezzi molto bassi, ma poi i suoi vini raggiungono tutte altre quotazioni di mercato ed allora io preferirei che ci guadagnasse di più lui. ovvio che poi ci siano altre dinamiche e che di sicuro lui non lo fa per beneficenza, ma in linea di principio la vedo così.

Forse per le ultime annate c'è maggior spirito critico, dovuto appunto anche all'aumento eccessivo dei prezzi.
Il forum su Bruno Giacosa non ha sicuramente alcuna influenza, ma non sarei così sicuro di affermare la stessa cosa per i validi uomini di mercato che lavorano per lui (che saluto cordialmente se stanno lurkando).
Proprio sul forum -a questo mi riferisco principalmente- c'è stato un periodo lungo di "alta moda giacosiana", con svariate super verticali organizzate qua e là.
Spesso se ad una bicchierata non c'era una bottiglia di Giacosa, con precedenza per le vecchie annate -magari decrepite ma ben pagate- e soprattutto le E.R., la bicchierata in questione era considerata monca, soprattutto per il paragone con altri barolo o barbaresco invece presenti. Frasi tipo "si, buono tizio ma Giacosa..." avevano creato un trend in impennata notevole sulla ricerca e vendita (anche sul compra&vendi).
Siccome poi, come dici, quando si diventa fans (o si spende tanto denaro), si perde irrimediabilmente obbiettività, molti giudizi venivano lasciati in sospeso, si salvava la bocca o il naso e comunque si diceva che "le altre volte che l'ho bevuta era "over 95".
Adesso forse la moda è passata, poi conta anche la crisi e con vini a metà del prezzo -e pure meno- si gode come ricci ugualmente.

Sul discorso aumento prezzi Fabrizio, sono in totale e triste accordo con te, visto che spesso ci guadagnano tanti trader, dealer e furber (la borgogna è un esempio lampante) e non sempre i produttori (non è il caso però di Giacosa, che aumenta alla fonte e poi lo ricaricano pure i venditori).
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: vigna rionda

Messaggioda davidef » 07 apr 2011 16:47

l'oste ha scritto: Spesso se ad una bicchierata non c'era una bottiglia di Giacosa, con precedenza per le vecchie annate -magari decrepite ma ben pagate- e soprattutto le E.R., la bicchierata in questione era considerata monca, soprattutto per il paragone con altri barolo o barbaresco invece presenti. Frasi tipo "si, buono tizio ma Giacosa..." avevano creato un trend in impennata notevole sulla ricerca e vendita (anche sul compra&vendi).
Siccome poi, come dici, quando si diventa fans (o si spende tanto denaro), si perde irrimediabilmente obbiettività, molti giudizi venivano lasciati in sospeso, si salvava la bocca o il naso e comunque si diceva che "le altre volte che l'ho bevuta era "over 95".
Adesso forse la moda è passata, poi conta anche la crisi e con vini a metà del prezzo -e pure meno- si gode come ricci ugualmente.



io penso che la "moda" giacosiana non sia passata...penso piuttosto che siano finite le bottiglie di giro che venivano scambiate sempre tra le stesse mani, provenienti da alleggerimenti di cantina e perchè no, anche da qualche lotticino farlocco come ampiamente dimostrato mi sembra.

il forum vive di mode, spesso queste mode sono anche alimentate in modalità loop chiuso dalla disponibilità di bottiglie sul compra&vendi o su qualche abituale enoteca amica, finito il giro finita la moda, poi invece chi fa una programmazione di cantina seria le bottiglie le aveva prima e le ha anche adesso senza smanie eccessive.

per quanto mi riguarda ho qualcosa di Giacosa messo via ma senza fare salti mortali, se mi viene proposto all'uscita a prezzi vantaggiosi acquisto, le etichette bianche non le compero perchè c'è molto di buono da prendere in giro a meno, alle etichette rosse riconosco una buona certezza sul mantenimento del valore (sempre utile se si vuole alleggerire o scambiare e negli anni non si sa mai) ed allora fino ad un certo punto la spesa può essere sostenuta; ai prezzi attuali ultimi però faccio selezione severa e ragiono con orizzonti ben più ampi spostando il confronto sul valore di acquisizione di altre bottiglie fascia medio-alta in altre zone.
paolo7505
Messaggi: 1626
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: vigna rionda

Messaggioda paolo7505 » 07 apr 2011 17:09

yuzu ha scritto:una piccola nota sulle parcelle, cascina francia è in posizione sfortunata, come vi potrà testimoniare qualsiasi produttore di barolo.. credo che l'invecchiamento dei vini ottenuti da questa parcella (o forse dalla mano di roberto conterno) stiano iniziando a dimostrarlo.. ma ci vuole ancora del tempo.. noto però che son sempre di più ad esprimere perplessità. vedremo



Marco mi sembra che tu stia sostenendo una personale crociata contro la Cascina Francia, e sinceramente non ne capisco il motivo.
Il Monfortino prodotto con uve proveninti da questo cru ti può piacere meno (o anche non piacere affatto) di quello antecedente all'acquisizione della cascina, e questo è più che legittimo, il Cascina Francia non è sicuramente un mostro di continuità, e anche questo è più che vero, ma dire (se non ho capito male) che i vini proveninti da questa parcella non invecchiano bene, mi sembra veramente una castroneria. Io ho bevuto Monfortini 82 e 85 veramente stratosferici, ai primissimi posti dei vini di Langa, e dei rossi in generale, da me bevuti. Non ho provato il Monfortino 78, ma più bevitori esperti, equilibrati e solitamente affidabili lo ritengono praticamente un vino "perfetto". Come fai a dire che non da vini che possono invecchiare bene, in base a cosa lo dici?

E poi chi sono gli altri che esprimono perplessità? Mi sembra fino ad ora di aver sentito solo te, anzi sul forum c'è chi ritiene la Cascina Francia la miglior parcella di Langa e non solo :?
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.

Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.
Josh Kronfeld (All Black)
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: vigna rionda

Messaggioda Palma » 07 apr 2011 17:09

davidef ha scritto:
l'oste ha scritto: Spesso se ad una bicchierata non c'era una bottiglia di Giacosa, con precedenza per le vecchie annate -magari decrepite ma ben pagate- e soprattutto le E.R., la bicchierata in questione era considerata monca, soprattutto per il paragone con altri barolo o barbaresco invece presenti. Frasi tipo "si, buono tizio ma Giacosa..." avevano creato un trend in impennata notevole sulla ricerca e vendita (anche sul compra&vendi).
Siccome poi, come dici, quando si diventa fans (o si spende tanto denaro), si perde irrimediabilmente obbiettività, molti giudizi venivano lasciati in sospeso, si salvava la bocca o il naso e comunque si diceva che "le altre volte che l'ho bevuta era "over 95".
Adesso forse la moda è passata, poi conta anche la crisi e con vini a metà del prezzo -e pure meno- si gode come ricci ugualmente.



io penso che la "moda" giacosiana non sia passata...penso piuttosto che siano finite le bottiglie di giro che venivano scambiate sempre tra le stesse mani, provenienti da alleggerimenti di cantina e perchè no, anche da qualche lotticino farlocco come ampiamente dimostrato mi sembra.

il forum vive di mode, spesso queste mode sono anche alimentate in modalità loop chiuso dalla disponibilità di bottiglie sul compra&vendi o su qualche abituale enoteca amica, finito il giro finita la moda, poi invece chi fa una programmazione di cantina seria le bottiglie le aveva prima e le ha anche adesso senza smanie eccessive.

per quanto mi riguarda ho qualcosa di Giacosa messo via ma senza fare salti mortali, se mi viene proposto all'uscita a prezzi vantaggiosi acquisto, le etichette bianche non le compero perchè c'è molto di buono da prendere in giro a meno, alle etichette rosse riconosco una buona certezza sul mantenimento del valore (sempre utile se si vuole alleggerire o scambiare e negli anni non si sa mai) ed allora fino ad un certo punto la spesa può essere sostenuta; ai prezzi attuali ultimi però faccio selezione severa e ragiono con orizzonti ben più ampi spostando il confronto sul valore di acquisizione di altre bottiglie fascia medio-alta in altre zone.


Per quanto mi riguarda posso dire di aver avuto la fortuna di bere parecchie bottiglie reperite parecchio tempo fa ed in forma splendida che hanno regalato grosse emozioni. Sicuramente bottiglie prese in qua ed in là senza grandi garanzie non sempre hanno dato quanto dovuto e per questo oggi non faccio pazzie per averne altre. Giacosa tra l'altro è sempre stato molto comprato negli States e così spesso si trovano bottiglie con storie chilometriche alle spalle ed il rischio davvero non vale la candela.
Tornando al discorso dell'Oste invece ritengo che i commenti entusiastici (devo però dire che le grandi riuscite passate, non tutte per carità, li meritano, per me) possano aver influito a far aumentare i prezzi sui vari compra-vendi ed anche ad aver fatto venir l'acquolina in bocca a qualche taroccatore, ma non credo che influenzino in alcun modo le scelte aziendali che vengono fatte da persone su cui nutro parecchi dubbi, ma che comunque risultano perfettamente legittime, di certo continuando su questa strada io non sarò più un acquirente di questi vini.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: vigna rionda

Messaggioda davidef » 07 apr 2011 17:13

scusate la domanda banale, il Collina Rionda è il Vigna Rionda giusto ?

possibile che abbia visto passare '82 Collina Rionda sul foruma 500€ ? :shock:
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: vigna rionda

Messaggioda pippuz » 07 apr 2011 17:14

davidef ha scritto:scusate la domanda banale, il Collina Rionda è il Vigna Rionda giusto ?

possibile che abbia visto passare '82 Collina Rionda sul foruma 500€ ? :shock:

Si, direi di si.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: vigna rionda

Messaggioda davidef » 07 apr 2011 17:16

pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:scusate la domanda banale, il Collina Rionda è il Vigna Rionda giusto ?

possibile che abbia visto passare '82 Collina Rionda sul foruma 500€ ? :shock:

Si, direi di si.



a questo punto siamo arrivati ?...bene direi, bene bene, mi salta fuori un bel week-end con signora in qualche welness adeguato con una bozza..... 8) 8)
Avatar utente
Pigigres
Messaggi: 3757
Iscritto il: 10 feb 2010 20:17
Località: Mediolanum

Re: vigna rionda

Messaggioda Pigigres » 07 apr 2011 17:22

pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:scusate la domanda banale, il Collina Rionda è il Vigna Rionda giusto ?

possibile che abbia visto passare '82 Collina Rionda sul foruma 500€ ? :shock:

Si, direi di si.

http://www.gamberorosso.it/grforum/view ... 82#p847360
In this land
There shall be one cigarette to two men,
To two women one half pint of bitter
Ale. In this land
No man has hired us.
Our life is unwelcome, our death
Unmentioned in "The Times."
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: vigna rionda

Messaggioda marwine » 07 apr 2011 17:40

meursault ha scritto:
pippuz ha scritto:Io il 2004 l'ho assaggiato due volte, l'ultima in cantina da Mascarello ed è buonissimo, niente da dire anzi ... ce ne sarebbe da dire, visto che a me i Baroli "chiari, luminosi ed eleganti" come quello piacciono un botto.

Però comprenderai anche tu che dopo qualche annata con problemi di tappi o peggio e con la prospettiva di non vedersi cambiare le bottiglie uno ci vada un po' più cauto (è il mio caso, sono un privato).
Detto questo, sarei ben felice di spendere 60-70 € per un vino come quello che per quanto mi riguarda i Barolo et. bianca di Giacosa (che sono pure più cari) non li vede neanche.


Tutti d'accordo.
Però più di un utente, non io, ha riscontrato problemi sulla 2004, non sto parlando del tappo.


Cimice ? :D :D
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: vigna rionda

Messaggioda yuzu » 08 apr 2011 11:40

paolo7505 ha scritto:
yuzu ha scritto:una piccola nota sulle parcelle, cascina francia è in posizione sfortunata, come vi potrà testimoniare qualsiasi produttore di barolo.. credo che l'invecchiamento dei vini ottenuti da questa parcella (o forse dalla mano di roberto conterno) stiano iniziando a dimostrarlo.. ma ci vuole ancora del tempo.. noto però che son sempre di più ad esprimere perplessità. vedremo



Marco mi sembra che tu stia sostenendo una personale crociata contro la Cascina Francia, e sinceramente non ne capisco il motivo.
Il Monfortino prodotto con uve proveninti da questo cru ti può piacere meno (o anche non piacere affatto) di quello antecedente all'acquisizione della cascina, e questo è più che legittimo, il Cascina Francia non è sicuramente un mostro di continuità, e anche questo è più che vero, ma dire (se non ho capito male) che i vini proveninti da questa parcella non invecchiano bene, mi sembra veramente una castroneria. Io ho bevuto Monfortini 82 e 85 veramente stratosferici, ai primissimi posti dei vini di Langa, e dei rossi in generale, da me bevuti. Non ho provato il Monfortino 78, ma più bevitori esperti, equilibrati e solitamente affidabili lo ritengono praticamente un vino "perfetto". Come fai a dire che non da vini che possono invecchiare bene, in base a cosa lo dici?

E poi chi sono gli altri che esprimono perplessità? Mi sembra fino ad ora di aver sentito solo te, anzi sul forum c'è chi ritiene la Cascina Francia la miglior parcella di Langa e non solo :?

perchè crociata Paolo, ogni tanto ribadisco dei concetti perchè nel mondo del vino ci vogliono tantissimi anni per capire le cose.. ed è interessante secondo me tornare su certi argomenti.. valutare una vigna è un esercizio che presuppone la disponibilità di una serie storica importante di vini prodotti..

prendi ad esempio giacosa.. oggi leggo che è sempre meno "di moda" sul forum.. quando qualche annetto fa esprimevo le mie forti perplessità sui vini degli ultimi 15 anni, diciamo post 96, sul cambio di vigneti, ecc. la gente mi prendeva per "eretico", perchè ero uno dei pochissimi a criticare il "maestro". ebbene per me sta semplicemente venendo a galla un fenomeno evidentissimo già anni fa.. e col tempo questo sarà sempre più evidente.. l'azienda giacosa per come la intendiamo noi non esiste più. esiste un'azienda industriale vocata alla commercializzazione di un altro tipo di vini. ben fatti, ma diversi.

discorso simile, anche se solo in parte, può esser fatto per il monfortino. Questo vino si è giustamente meritato un posto nell'olimpo dei vini italiani per i grandi esemplari del passato.. ma giudicarlo oggi è cosa ben diversa. è innegabile che sia un vino in divenire e, di conseguenza, ancora da capire a fondo.
nel 74 abbiamo avuto il cambio di vigna (da uve acquistate si è passati ad uve di proprietà provenienti da un nuovo vigneto), poi c'è stato il passaggio di mano, dal padre giacomo al figlio conterno, che su alcuni punti ha idee profondamente diverse. in più è cambiato (come dicevo prima) il paesaggio, con forti implicazioni sul modo di far vino. insomma, cambiamenti importanti che rendono più complesso valutare un vigneto.

un'unica avvertenza mi sento di farti.. il fatto che in 2 annate storicamente eccezionali (come la 82 e la 85) sia venuto un grande vino, non è conferma della grandezza di un vigneto.. anzi, forse un parametro importante è la costanza qualitativa che un vigneto riesce a darti anche in condizioni difficili. nè di conforto può essere l'opinione di un forum, in cui si hanno più competenti "degustatori" che non "selezionatori di vigneti". chiedi un pò ai vari produttori di langa cosa pensano di quel vigneto e vedrai..

ripeto, sono discrosi difficili perchè ragioniamo su archi temporali lunghissimi, in cui abbiamo vini vecchi fatti in un certo modo che risultano già leggibili, altri fatti in epoca più recente di cui dobbiamo proiettare la futura evoluzione. è chiaro che quest'ultimo tipo di valutazioni è influenzato notevolmente dal bagaglio di esperienze che uno ha accumulato negli anni..
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3410
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: vigna rionda

Messaggioda videodrome » 08 apr 2011 14:10

yuzu ha scritto:
con una bottiglia di monfortino compro 2/3 di questi gioielli (parliamo sempre prezzi franco cantina) o addirittura una cassa del mio meursault preferito (coche dury)
sono prezzi folli..


Senza far polemiche, ma se con 220 eu (prezzo all'incirca di un Monfortino) mi fai avere una cassa da 6 di Mersault di Coche Dury, la piglio al volo.
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: vigna rionda

Messaggioda yuzu » 08 apr 2011 14:29

videodrome ha scritto:
yuzu ha scritto:
con una bottiglia di monfortino compro 2/3 di questi gioielli (parliamo sempre prezzi franco cantina) o addirittura una cassa del mio meursault preferito (coche dury)
sono prezzi folli..


Senza far polemiche, ma se con 220 eu (prezzo all'incirca di un Monfortino) mi fai avere una cassa da 6 di Mersault di Coche Dury, la piglio al volo.

nessuna polemica, sono cifre che conoscono tutti gli appassionati..
monfortino franco cantina costa 210/220
village coche dury 25, bonnes mares roumier 65, e così via..

diverso è entrare nelle politiche commerciali di ciascuna azienda, ognuno è libero di fare come crede.
può anche essere che roberto conterno abbia ragione a alzare sempre i prezzi e siano invece i vari roumier, coche dury, rousseau, ecc. dei fessi che fanno far soldi anche a chi vende i loro vini. ma può anche essere di no.. il tempo ci dirà
Avatar utente
fable_81
Messaggi: 3254
Iscritto il: 15 ott 2008 11:07
Località: Calcinato (BS)

Re: vigna rionda

Messaggioda fable_81 » 08 apr 2011 15:31

yuzu ha scritto:
videodrome ha scritto:
yuzu ha scritto:
con una bottiglia di monfortino compro 2/3 di questi gioielli (parliamo sempre prezzi franco cantina) o addirittura una cassa del mio meursault preferito (coche dury)
sono prezzi folli..


Senza far polemiche, ma se con 220 eu (prezzo all'incirca di un Monfortino) mi fai avere una cassa da 6 di Mersault di Coche Dury, la piglio al volo.

nessuna polemica, sono cifre che conoscono tutti gli appassionati..
monfortino franco cantina costa 210/220
village coche dury 25, bonnes mares roumier 65, e così via..

diverso è entrare nelle politiche commerciali di ciascuna azienda, ognuno è libero di fare come crede.
può anche essere che roberto conterno abbia ragione a alzare sempre i prezzi e siano invece i vari roumier, coche dury, rousseau, ecc. dei fessi che fanno far soldi anche a chi vende i loro vini. ma può anche essere di no.. il tempo ci dirà


Marco quello che dici è verissimo, però per me comune mortale quei prezzi franco cantina sono pura utopia :D !
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
https://instagram.com/fable_81/
paolo7505
Messaggi: 1626
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: vigna rionda

Messaggioda paolo7505 » 08 apr 2011 16:29

yuzu ha scritto:un'unica avvertenza mi sento di farti.. il fatto che in 2 annate storicamente eccezionali (come la 82 e la 85) sia venuto un grande vino, non è conferma della grandezza di un vigneto.. anzi, forse un parametro importante è la costanza qualitativa che un vigneto riesce a darti anche in condizioni difficili. nè di conforto può essere l'opinione di un forum, in cui si hanno più competenti "degustatori" che non "selezionatori di vigneti". chiedi un pò ai vari produttori di langa cosa pensano di quel vigneto e vedrai..


Certo Marco, ma se rileggi quello che ti ho scritto, io non ho affermato che in 2 annate storicamente eccezionali sia venuto un grande vino, io ho detto che Monfortino 82 e 85 sono un grande vino ora, in questo momento, e infatti ho contestato la tua affermazione che il cru Cascina Francia non dia vigni longevi! :wink:
Chi sono poi i produttori di Langa che hanno una non alta reputazione del Vigneto (credo si possa dire, non penso sia reato pensare che un vigneto è meglio di un altro, anzi per esempio a me molto francamente Elio Altare ha detto che secondo lui Brunate, dove lui non ha vigne e produce una piccolissima quantita di vino prodotto con uve altrui, è un cru molto migliore di Arborina, sua etichetta di spicco) perchè io non ne ho mai sentito parlare male...........

P.S.
Si dai la parola "crociata" era una canzonata......... :mrgreen:
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.



Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.

Josh Kronfeld (All Black)
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: vigna rionda

Messaggioda yuzu » 08 apr 2011 16:48

paolo7505 ha scritto:
yuzu ha scritto:un'unica avvertenza mi sento di farti.. il fatto che in 2 annate storicamente eccezionali (come la 82 e la 85) sia venuto un grande vino, non è conferma della grandezza di un vigneto.. anzi, forse un parametro importante è la costanza qualitativa che un vigneto riesce a darti anche in condizioni difficili. nè di conforto può essere l'opinione di un forum, in cui si hanno più competenti "degustatori" che non "selezionatori di vigneti". chiedi un pò ai vari produttori di langa cosa pensano di quel vigneto e vedrai..


Certo Marco, ma se rileggi quello che ti ho scritto, io non ho affermato che in 2 annate storicamente eccezionali sia venuto un grande vino, io ho detto che Monfortino 82 e 85 sono un grande vino ora, in questo momento, e infatti ho contestato la tua affermazione che il cru Cascina Francia non dia vigni longevi! :wink:
Chi sono poi i produttori di Langa che hanno una non alta reputazione del Vigneto (credo si possa dire, non penso sia reato pensare che un vigneto è meglio di un altro, anzi per esempio a me molto francamente Elio Altare ha detto che secondo lui Brunate, dove lui non ha vigne e produce una piccolissima quantita di vino prodotto con uve altrui, è un cru molto migliore di Arborina, sua etichetta di spicco) perchè io non ne ho mai sentito parlare male...........

P.S.
Si dai la parola "crociata" era una canzonata......... :mrgreen:

attenzione, non ho detto che i vini dal vigneto francia non siano longevi a causa del vigneto.. è chiaro che conta moltissimo anche la mano del produttore..
se tu ad esempio ti adoperi per avere vini pronti e di immediato impatto commerciale (che so, tipo clerico, di cui ho fatto una verticale un paio di sere fa), il vino poi non regge nel tempo come dovrebbe.. anche se vinifichi da vigna rionda, tanto per riavvicinarci al soggetto del thread.

quello che io affermo del vigneto francia è la posizione non ottimale.. questo puoi notarlo anche tu se vai a vederlo. e questo ti confermeranno tutti i produttori.. e con questo credo di aver risposto alla tua domanda.. in altre parole, farei prima a dirti chi mi ha detto che è un bel vigneto o in una buona posizione.. ma nessun produttore da me visitato me l'ha mai detto..

io rimango scettico sui vini di questa cantina non solo per il vigneto, ma soprattutto perchè esamino le riuscite dei 2 vini nel corso del (quasi) trentennio di storia.. perdonami se mi ripeto, ma quanti cascina francia memorabili ci ricordiamo? quante annate invece deludenti? appena uscito è un vino piacevolissimo, ma com'è un cascina francia con 10-15 anni sulle spalle?? ahi ahi ahi
se passiamo al monforrtino? un grande 85.. un buon 82, che però rimane inferiore al granbussia e al collina rionda pari annata, e poi? monfortino 90? solo un vino ok, mentre collina rionda 90 è una favola.. monfortino 89 non pervenuto, mentre collina rionda e granbussia son 2 vini fantasmagorici.. monfortino 78 vs collina rionda 78? non parlimamo poi di annate buone ma non eccezionali.. monfortino 88 mediocre ad esser gentilli.. 93 già calante.. idem per la 95.. e la 97 com'è? 98? (davvero niente di che, molto meglio il mascarello). monfortino 99 suscita moltissime perplessità (eppure l'annata non è affatto male), monfortino 2000? buono appena uscito.. morbido e rotondo.. ma come diventerà secondo te? ti sembra un barolo classico che invecchierà bene? nutro fortissimi dubbi.. vi ricordate com'era un monfortino un tempo? si diceva che non andasse bevuto prima che fosse maggiorenne.. a me la 2000 (ultima annata assagiata) mi sembrava pronto appena immesso sul mercato.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AmoSlade, gpetrus, JMB, pie2014 e 9 ospiti