Bevessimo a Maggio 2024

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
L_Andrea
Messaggi: 270
Iscritto il: 18 mar 2021 08:15

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda L_Andrea » 13 mag 2024 16:03

Domenica nella cornice del castello di Novara si è tenuta la manifestazione Taste Alto Piemonte e ne ho approfittato per vedere che aria tira.
Sul versante Boca solite conferme di Barbaglia e Carloneche svettano. In entrambi i casi la mano del produttore si sente su tutta la gamma e sfornano dei bei gioiellini. L' unico appunto è che in tutto onestà non sento lo stacco che giustifica la differenza di prezzo tra i due produttori.
Altro produttore veramente valido già ampiamente citato è Francesco Brigatti con il Ghemme e il Motziflon veramente brillanti e golosi.
Sul versante Gattinara mi è spiaciuto vedere Luca Calligaris con il solo coste del sesia nell annata 2021 per colpa della grandine (solamente un migliaio scarso di bottiglie prodotte).
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13452
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda l'oste » 13 mag 2024 17:43

L_Andrea ha scritto:Domenica nella cornice del castello di Novara si è tenuta la manifestazione Taste Alto Piemonte e ne ho approfittato per vedere che aria tira.
Sul versante Boca solite conferme di Barbaglia e Carloneche svettano. In entrambi i casi la mano del produttore si sente su tutta la gamma e sfornano dei bei gioiellini. L' unico appunto è che in tutto onestà non sento lo stacco che giustifica la differenza di prezzo tra i due produttori.
Altro produttore veramente valido già ampiamente citato è Francesco Brigatti con il Ghemme e il Motziflon veramente brillanti e golosi.
Sul versante Gattinara mi è spiaciuto vedere Luca Calligaris con il solo coste del sesia nell annata 2021 per colpa della grandine (solamente un migliaio scarso di bottiglie prodotte).

Motziflon inizia ad essere proprio una bontà in crescita costante.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
L_Andrea
Messaggi: 270
Iscritto il: 18 mar 2021 08:15

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda L_Andrea » 13 mag 2024 20:47

l'oste ha scritto:
L_Andrea ha scritto:Domenica nella cornice del castello di Novara si è tenuta la manifestazione Taste Alto Piemonte e ne ho approfittato per vedere che aria tira.
Sul versante Boca solite conferme di Barbaglia e Carloneche svettano. In entrambi i casi la mano del produttore si sente su tutta la gamma e sfornano dei bei gioiellini. L' unico appunto è che in tutto onestà non sento lo stacco che giustifica la differenza di prezzo tra i due produttori.
Altro produttore veramente valido già ampiamente citato è Francesco Brigatti con il Ghemme e il Motziflon veramente brillanti e golosi.
Sul versante Gattinara mi è spiaciuto vedere Luca Calligaris con il solo coste del sesia nell annata 2021 per colpa della grandine (solamente un migliaio scarso di bottiglie prodotte).

Motziflon inizia ad essere proprio una bontà in crescita costante.

Difatti andrò a trovarlo in cantina il prima possibile :mrgreen:
Avatar utente
MrLuDac
Messaggi: 15
Iscritto il: 02 ago 2017 14:46

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda MrLuDac » 13 mag 2024 23:46

Bevute sparse degli ultimi giorni degne di nota per un motivo o per l'altro...

Maccario Dringenberg Posaù 2020
Bella bottiglia, 14,5 apparentemente non percepiti, vegetale fine che rinfresca il sorso, bel naso di pepe e frutti di bosco

Massetino 2021
Solite perplessità per vini che hanno queste quotazioni. Ben fatto, naso complesso e piacevole, al sorso setoso e pieno, dai 15,5 in etichetta mi aspettavo più fatica immediata, mentre la inevitabile pesantezza arriva dopo un paio di calici e non invoglia a proseguire

Weingut Heinz Velich TO 2021
Vino che mi aspettavo di facile beva, caratteristica che ho trovato senza che sfociasse in eccessiva semplicità. Bel naso, al sorso piuttosto appagante per verticalità ed anche, discretamente, per lunghezza. Rapporto qualità prezzo ottimo

Estate Argyros Santorini 2021
Stupidamente assaggiato e poco apprezzato a valle di innumerevoli altri calici...per fortuna ritrovato il giorno dopo, bevuto con calma, dimostra di avere stoffa, seppur con lieve spiazzante aroma sulfureo al naso, con rimandi tropicali coerenti col sorso, lungo, sapido ed estremamente pieno.
ferrari federico
Messaggi: 56
Iscritto il: 31 gen 2024 18:15

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda ferrari federico » 14 mag 2024 14:02

Ma quanto sono buoni questi vini di Les Cretes! Lo chardonnay cuvée bois è senza dubbio uno dei migliori vini bianchi in Italia; la Petite Arvine è uno dei miei vini bianchi italiani preferiti.
Questo Val d’Aosta Torrette superiore 2022 è una delizia: profumato e morbido come un Beaujolais nouveau, dal retrogusto amarognolo come un Grasparossa, beverino e facile (nonostante i 14 gradi adì alcool) come un Lago di Caldaro, mi riconcilia al verbo “poco tannino, molti antociani”!
L’uva Petite rouge, infatti, mi appare come una variante più easy e forse ancora più fruttata del Gamay…
Il colore è rubino compatto; il bouquet - esuberante - vede tutto il ventaglio aromatico dei piccoli frutti rossi, lampone e fragola in particolare modo.
La beva, vista anche la gradazione alcoolica, è “pericolosa”…
91/100 è il mio giudizio.
Vulpes
Messaggi: 92
Iscritto il: 10 mar 2023 23:04

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda Vulpes » 16 mag 2024 13:39

Italia purtroppo uscita maluccio dalla bevuta di ieri...

2017 Paleo, Le Macchiole
Prima volta che lo bevo Il naso é molto seducente...il legno si sente, ma esce anche tanto la frutta rossa matura, il tabacco, e in generale quella solaritá toscana. Al palato invece rispetta poco le attese per me...piu legno che altro, manca in tensione e complessita che mi aspettavo. Difetti di gioventu o proprio stile? :D :D :D :)

2017 Pondok Rug, Keermont
100% CF sud-africano, 22 mesi in barriques, non troppe aspettative, attacca con un frutto quasi candito, ciliegia e lampone, e un po' di salvia. Piano piano pero mi conquista con la sua succositá di frutta, ha assorbito il legno meglio dell'italiano, si beve con estremo piacere e senza pensieri (e anche senza troppe emozioni). Buono, e prezzo onesto (40EUR). :D :D :D :) +

2021, Massetino, Masseto
Tanto legno, prugna e ciliegia dolci. Bocca morbida, ma piacevolmente strutturata dai tanti tannini. Un ottimo vino, ma davvero anonimo. Qualita prezzo terribile secondo me, ma stile che é piaciuto abbastanza agli stranieri al tavolo. :D :D :D

2013, Verite, Le Desir
Cab Franc/Merlot blend dalla Sonoma Coast. Voluttuoso, seducente, un naso balsamico, confettura di more, ma anche una nota rinfrescante mentolata e di alloro. Palato al tempo stesso saturante e fresco, che vira su lati saporiti quasi da Syrah. Goduria da bere. :D :D :D :D :)
piergi
Messaggi: 2662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda piergi » 17 mag 2024 13:18

Demetra 2019- Antico castello
Mosca bianca irpina!
Falanghina da vigne aziendali, quindi non un riempitivo commerciale da uve beneventane ma esemplare irpino.
Teso e minerale, la parte fruttata, di nespola non troppo matura, rimane sempre in sottofondo mentre si evidenza una bella nota sulfurea e carnosa, abbastanza peculiare!
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
ioenontu
Messaggi: 180
Iscritto il: 18 mar 2019 21:41

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda ioenontu » 17 mag 2024 13:49

vorrei condividere un lutto: Chambertin Trapet 2004... tappo maledetto... lasciato li un giorno aperto sperando nel miracolo ma nulla... :cry: :cry: :cry:
risotto, brasato o lavandino?
alleg
Messaggi: 809
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda alleg » 17 mag 2024 14:12

ioenontu ha scritto:vorrei condividere un lutto: Chambertin Trapet 2004... tappo maledetto... lasciato li un giorno aperto sperando nel miracolo ma nulla... :cry: :cry: :cry:
risotto, brasato o lavandino?


Risotto o brasato vanno bene entrambi. Il TCA se ben ricordo sparisce col calore. O me lo sono sognato?
fabrizio leone
Messaggi: 1478
Iscritto il: 06 giu 2012 15:00
Località: san Colombano al lambro ( MI )

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda fabrizio leone » 18 mag 2024 11:52

Domaine Alain jeanniard
Bourgogne
Hauntes cotes de Nuit 2021

Delizioso
Chardonnay di carattere e classe
Al naso polvere pirica burro
In bocca freschezza da vendere. Sorso verticale. Finale lungo
Una goduria

Cambia continuamente nel calice

A mio avviso delizioso
piergi
Messaggi: 2662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda piergi » 18 mag 2024 15:38

Fontalloro 2004- fattoria di Felsina

D'improvviso mi ha colto la nostalgia, il sentimento della memoria di quando la vita era più semplice, le responsabilità minori, la capa più fresca.
Per ritornare a quei momenti cosa meglio di un buon vecchio supertuscan?
Un vino capace di riportarmi ai quasi albori della mia passione enoica.
Certo il rischio che il ricordo sia idealizzato e che gli anni abbiano cambiato i miei gusti e le mie traiettorie esistenziali è vivo e tangibile, ma procedo comunque allo stappo.
Colore irrealmente vivo e vitale un bel rosso rubino, nessuna bordeggiatura granata.
Al naso belle note di viola, cuoio e una puntina di vaniglia.
In bocca il vino è fresco e arioso, garrigue, viola ma soprattutto tantissima arancia rossa matura, un tannino vivace che spinge a continuare il sorso.
Finale lungo e empireumatico.
Conclusioni? Era meglio se non lo aprivo, siamo partiti insieme ma dopo 20 anni lui sta molto meglio di me!
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13452
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda l'oste » 18 mag 2024 16:14

piergi ha scritto:Fontalloro 2004- fattoria di Felsina

D'improvviso mi ha colto la nostalgia, il sentimento della memoria di quando la vita era più semplice, le responsabilità minori, la capa più fresca.
Per ritornare a quei momenti cosa meglio di un buon vecchio supertuscan?
Un vino capace di riportarmi ai quasi albori della mia passione enoica.
Certo il rischio che il ricordo sia idealizzato e che gli anni abbiano cambiato i miei gusti e le mie traiettorie esistenziali è vivo e tangibile, ma procedo comunque allo stappo.
Colore irrealmente vivo e vitale un bel rosso rubino, nessuna bordeggiatura granata.
Al naso belle note di viola, cuoio e una puntina di vaniglia.
In bocca il vino è fresco e arioso, garrigue, viola ma soprattutto tantissima arancia rossa matura, un tannino vivace che spinge a continuare il sorso.
Finale lungo e empireumatico.
Conclusioni? Era meglio se non lo aprivo, siamo partiti insieme ma dopo 20 anni lui sta molto meglio di me!

Fontalloro secondo me è uno dei più sottovalutati vini toscani. Meglio così, costo ancora accettabile, non avendo avuto endorsment dai guru dell'etichetta famosa di sta cippa, tipo quelli che sbavano solo per il Sassicaia.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 9104
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda arnaldo » 18 mag 2024 16:55

L_Andrea ha scritto:Domenica nella cornice del castello di Novara si è tenuta la manifestazione Taste Alto Piemonte e ne ho approfittato per vedere che aria tira.
Sul versante Boca solite conferme di Barbaglia e Carloneche svettano. In entrambi i casi la mano del produttore si sente su tutta la gamma e sfornano dei bei gioiellini. L' unico appunto è che in tutto onestà non sento lo stacco che giustifica la differenza di prezzo tra i due produttori.
Altro produttore veramente valido già ampiamente citato è Francesco Brigatti con il Ghemme e il Motziflon veramente brillanti e golosi.
Sul versante Gattinara mi è spiaciuto vedere Luca Calligaris con il solo coste del sesia nell annata 2021 per colpa della grandine (solamente un migliaio scarso di bottiglie prodotte).

Carlone costa.meno della Barbaglia, giusto???
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
piergi
Messaggi: 2662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda piergi » 18 mag 2024 17:16

l'oste ha scritto:
piergi ha scritto:Fontalloro 2004- fattoria di Felsina

D'improvviso mi ha colto la nostalgia, il sentimento della memoria di quando la vita era più semplice, le responsabilità minori, la capa più fresca.
Per ritornare a quei momenti cosa meglio di un buon vecchio supertuscan?
Un vino capace di riportarmi ai quasi albori della mia passione enoica.
Certo il rischio che il ricordo sia idealizzato e che gli anni abbiano cambiato i miei gusti e le mie traiettorie esistenziali è vivo e tangibile, ma procedo comunque allo stappo.
Colore irrealmente vivo e vitale un bel rosso rubino, nessuna bordeggiatura granata.
Al naso belle note di viola, cuoio e una puntina di vaniglia.
In bocca il vino è fresco e arioso, garrigue, viola ma soprattutto tantissima arancia rossa matura, un tannino vivace che spinge a continuare il sorso.
Finale lungo e empireumatico.
Conclusioni? Era meglio se non lo aprivo, siamo partiti insieme ma dopo 20 anni lui sta molto meglio di me!

Fontalloro secondo me è uno dei più sottovalutati vini toscani. Meglio così, costo ancora accettabile, non avendo avuto endorsment dai guru dell'etichetta famosa di sta cippa, tipo quelli che sbavano solo per il Sassicaia.

Si, sempre stato un grandissimo Q/P
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13452
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda l'oste » 18 mag 2024 19:54

piergi ha scritto:
l'oste ha scritto:
piergi ha scritto:Fontalloro 2004- fattoria di Felsina

D'improvviso mi ha colto la nostalgia, il sentimento della memoria di quando la vita era più semplice, le responsabilità minori, la capa più fresca.
Per ritornare a quei momenti cosa meglio di un buon vecchio supertuscan?
Un vino capace di riportarmi ai quasi albori della mia passione enoica.
Certo il rischio che il ricordo sia idealizzato e che gli anni abbiano cambiato i miei gusti e le mie traiettorie esistenziali è vivo e tangibile, ma procedo comunque allo stappo.
Colore irrealmente vivo e vitale un bel rosso rubino, nessuna bordeggiatura granata.
Al naso belle note di viola, cuoio e una puntina di vaniglia.
In bocca il vino è fresco e arioso, garrigue, viola ma soprattutto tantissima arancia rossa matura, un tannino vivace che spinge a continuare il sorso.
Finale lungo e empireumatico.
Conclusioni? Era meglio se non lo aprivo, siamo partiti insieme ma dopo 20 anni lui sta molto meglio di me!

Fontalloro secondo me è uno dei più sottovalutati vini toscani. Meglio così, costo ancora accettabile, non avendo avuto endorsment dai guru dell'etichetta famosa di sta cippa, tipo quelli che sbavano solo per il Sassicaia.

Si, sempre stato un grandissimo Q/P

Mi restano un paio di bottiglie pre 2000, un '94 (sempre oltre l'eccellenza) e una '99.
Alla prossima grigliata con agnello, una la sacrifico, mi hai messo la voglia.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
L_Andrea
Messaggi: 270
Iscritto il: 18 mar 2021 08:15

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda L_Andrea » 18 mag 2024 20:15

arnaldo ha scritto:
L_Andrea ha scritto:Domenica nella cornice del castello di Novara si è tenuta la manifestazione Taste Alto Piemonte e ne ho approfittato per vedere che aria tira.
Sul versante Boca solite conferme di Barbaglia e Carloneche svettano. In entrambi i casi la mano del produttore si sente su tutta la gamma e sfornano dei bei gioiellini. L' unico appunto è che in tutto onestà non sento lo stacco che giustifica la differenza di prezzo tra i due produttori.
Altro produttore veramente valido già ampiamente citato è Francesco Brigatti con il Ghemme e il Motziflon veramente brillanti e golosi.
Sul versante Gattinara mi è spiaciuto vedere Luca Calligaris con il solo coste del sesia nell annata 2021 per colpa della grandine (solamente un migliaio scarso di bottiglie prodotte).

Carlone costa.meno della Barbaglia, giusto???

Si c'è un certo stacco di prezzo, almeno a livello di franco Cantina. E non mi sembrava di trovare questa differenza anche nel bicchiere almeno sulle ultime annate. Non ho idea se con un po' di anni in bottiglia si possa sentire maggiormente :roll:
piergi
Messaggi: 2662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda piergi » 18 mag 2024 22:46

l'oste ha scritto:
piergi ha scritto:
l'oste ha scritto:
piergi ha scritto:Fontalloro 2004- fattoria di Felsina

D'improvviso mi ha colto la nostalgia, il sentimento della memoria di quando la vita era più semplice, le responsabilità minori, la capa più fresca.
Per ritornare a quei momenti cosa meglio di un buon vecchio supertuscan?
Un vino capace di riportarmi ai quasi albori della mia passione enoica.
Certo il rischio che il ricordo sia idealizzato e che gli anni abbiano cambiato i miei gusti e le mie traiettorie esistenziali è vivo e tangibile, ma procedo comunque allo stappo.
Colore irrealmente vivo e vitale un bel rosso rubino, nessuna bordeggiatura granata.
Al naso belle note di viola, cuoio e una puntina di vaniglia.
In bocca il vino è fresco e arioso, garrigue, viola ma soprattutto tantissima arancia rossa matura, un tannino vivace che spinge a continuare il sorso.
Finale lungo e empireumatico.
Conclusioni? Era meglio se non lo aprivo, siamo partiti insieme ma dopo 20 anni lui sta molto meglio di me!

Fontalloro secondo me è uno dei più sottovalutati vini toscani. Meglio così, costo ancora accettabile, non avendo avuto endorsment dai guru dell'etichetta famosa di sta cippa, tipo quelli che sbavano solo per il Sassicaia.

Si, sempre stato un grandissimo Q/P

Mi restano un paio di bottiglie pre 2000, un '94 (sempre oltre l'eccellenza) e una '99.
Alla prossima grigliata con agnello, una la sacrifico, mi hai messo la voglia.

99...slurp!!
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11946
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda zampaflex » 19 mag 2024 18:58

ioenontu ha scritto:vorrei condividere un lutto: Chambertin Trapet 2004... tappo maledetto... lasciato li un giorno aperto sperando nel miracolo ma nulla... :cry: :cry: :cry:
risotto, brasato o lavandino?


Mettine un terzo in una bottiglietta di PET con del domopak (cellophan) appallottolato. Un po' di TCA questa combinazione te lo toglie. Agitare, lasciare riposare, testare. Così forse riesci a gustartene un po'.
Sul calore non saprei.
Non progredi est regredi
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11946
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda zampaflex » 20 mag 2024 20:02

@gianni femminella - SANGIOVESE ALARM!

Pasetti - Collecivetta 2022
Vino preso per un pranzo con parenti in ristorante da tanti coperti, sperando di cadere bene, e per fortuna ha svolto benissimo il suo onesto e sporco lavoro, grazie ad una buona pulizia, tanto sapore e una sapidità eccellente. Per il suo costo, vicino al single digit, complimenti vivissimi.
:D :D :D :)

Castello di Monsanto - Chianti Classico Riserva 2016
Una spremuta di ciliegia, ribes, lampone, melograno, fragrante e succulenta. Complessità ancora lontana causa giovinezza pimpante, tenuta garantita da una enorme freschezza spina dorsale di una permanenza sul palato ragguardevole.
La classica bottiglia col buco.
:D :D :D :) ++

Saracco - Moscato d'autunno 2019
Dopo alcune edizioni un po' mosce, un po' dolci (non provate tutte, saltato qui e là), questa sfodera una leggerezza ed una sapidità spettacolari, da garganella. Agrumi vari, salvia, componenti distese e felicemente equilibrate. Bentornato ai livelli che gli competono.
:D :D :D :D ++
Non progredi est regredi
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 3575
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda gianni femminella » 20 mag 2024 22:32

@zampaflex NEBBIOLO ALARM

Langhe Nebbiolo 2020 Rivella Serafino
Qui c'è lo zampino di un amico del nord. L'ho assaggiato stasera, mi riservavo, e mi riservo, di mettere due note domani sera.
Roma, fecisti patriam diversis gentibis unam
Rutilio Namaziano, de reditu
Ziliovino
Messaggi: 3561
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda Ziliovino » 21 mag 2024 09:32

Immagine

Immagine


Saar Kallstadter Annaberg Riesling Spatlese trocken 2012 - Koheler Ruprecht. Al naso frutta fresca, con la pera in primo piano, spezie più che idrocarburi, sorso con una certa ruvidità a centro bocca a rovinare un poco il quadro. Non mi ha entusiasmato troppo.

Champagne carte noir Brut - Veuve Cheurlin. Lo stesso in versione demi-sec è stato trascurabilissimissimo, questo invece per onesti sedicieuroecinquanta direi che non è male, fruttini rossi al naso, piacevole scia sapida al sorso, bolla migliorabile ma direi che si lascia bere.

Rosso di Montalcino 2019 - Baricci. Questo fa decisamente il verso al Nebbiolo si Sandri bevuto poco tempo fa: fruttini rossi, bella speziatura profonda, saporito al sorso col tannino che ancora rinvigorisce la beva. Appagante.

Roccamonfina Sphaeranera 2018 - I Cacciagalli. Avevo provato tutta la linea in un paio di occasioni anni fa, e mi avevano colpito per solarità e golosità. Poi passarono alle anfore e macerazioni lunghe, vini incupiti parecchio, lasciai perdere... ed ecco che mi imbatto in questa bottiglia, bollino della Velier, mi son detto riproviamo dai: parte cupo e radicoso, poi pian piano si apre un poco, ma non abbastanza per me... meglio al sorso, ma rimane nella media. Peccato.

Trentino Muller Thurgau 2022 - F.lli Pelz. Visto che i miei genitori al ristorante hanno bevuto questo vitigno per vent'anni, glielo conferisco, come souvenir dalla Val di Cembra, e devo dire che è fatto piuttosto bene, agrumato, teso, serio, lo attenderei volentieri ancora qualche anno per vedere quello che succede.

Champagne Non Dosé 2002 - Olivier Pere e Fils. Preso qui sul forum anni fa, è nel bicchiere come ce lo si aspetta: è maturo al punto giusto con creme, nocciole, biscotti, sorso teso ma ormai disteso, bolla cremosa, ritorni di spezia dolce, c'è giusto una nota lattica che va e viene ma è sopportabile. E' sulle ossidazioni si, ma ancora vitale. Bella bevuta.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 755
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda emigrato » 21 mag 2024 10:00

Ziliovino ha scritto:Rosso di Montalcino 2019 - Baricci. Questo fa decisamente il verso al Nebbiolo si Sandri bevuto poco tempo fa: fruttini rossi, bella speziatura profonda, saporito al sorso col tannino che ancora rinvigorisce la beva. Appagante.

Il povero Nello si sta rivoltando nella tomba.... :lol:
Ziliovino
Messaggi: 3561
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda Ziliovino » 21 mag 2024 11:33

emigrato ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Rosso di Montalcino 2019 - Baricci. Questo fa decisamente il verso al Nebbiolo si Sandri bevuto poco tempo fa: fruttini rossi, bella speziatura profonda, saporito al sorso col tannino che ancora rinvigorisce la beva. Appagante.

Il povero Nello si sta rivoltando nella tomba.... :lol:



Ziliovino ha scritto:
Langhe Nebbiolo 2020 - Elio Sandri. ... Bella bevuta ... con una sua identità, che non gioca a fare il Barolino, e non ne è neppure lo scarto.



non ho scritto nebbioleggia... :|
il concetto era quello qui sopra, sostituisci Brunellino a Barolino.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 3575
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda gianni femminella » 21 mag 2024 12:25

Ziliovino ha scritto:
emigrato ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Rosso di Montalcino 2019 - Baricci. Questo fa decisamente il verso al Nebbiolo si Sandri bevuto poco tempo fa: fruttini rossi, bella speziatura profonda, saporito al sorso col tannino che ancora rinvigorisce la beva. Appagante.

Il povero Nello si sta rivoltando nella tomba.... :lol:



Ziliovino ha scritto:
Langhe Nebbiolo 2020 - Elio Sandri. ... Bella bevuta ... con una sua identità, che non gioca a fare il Barolino, e non ne è neppure lo scarto.



non ho scritto nebbioleggia... :|
il concetto era quello qui sopra, sostituisci Brunellino a Barolino.


Grazie della precisazione, anche io avevo frainteso. Ora quello che intendevi è chiaro. E hai ragione due volte, poiché anche io e alcuni amici vediamo il rosso di Baricci come un piccolo Brunello.
Roma, fecisti patriam diversis gentibis unam
Rutilio Namaziano, de reditu
Nexus1990
Messaggi: 1340
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: Bevessimo a Maggio 2024

Messaggioda Nexus1990 » 21 mag 2024 13:06

Ziliovino ha scritto:
emigrato ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Rosso di Montalcino 2019 - Baricci. Questo fa decisamente il verso al Nebbiolo si Sandri bevuto poco tempo fa: fruttini rossi, bella speziatura profonda, saporito al sorso col tannino che ancora rinvigorisce la beva. Appagante.

Il povero Nello si sta rivoltando nella tomba.... :lol:



Ziliovino ha scritto:
Langhe Nebbiolo 2020 - Elio Sandri. ... Bella bevuta ... con una sua identità, che non gioca a fare il Barolino, e non ne è neppure lo scarto.



non ho scritto nebbioleggia... :|
il concetto era quello qui sopra, sostituisci Brunellino a Barolino.

Il comitato dei sangiovesisti aveva già deliberato: al rogo.
Ma le nuove prove che hai prodotto ti hanno salvato. Tutto è bene quel che finisce bene :D

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea, andrea94, emigrato, Klaus81, MrLuDac, pedro65it e 82 ospiti