Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 10367
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda zampaflex » 14 giu 2022 11:52

GabrieleB. ha scritto:Vincitore assoluto di giornata Bollinger RD.Semplicemente la bottiglia perfetta, sotto ogni aspetto.


Era pura dinamite all'uscita sul mercato, un carrarmato; mi ricordo bevuta in una sciampagnata, tenuto lì per un'ora nel bicchiere e non cedeva. Comprato subito :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Ziliovino
Messaggi: 3385
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Ziliovino » 24 giu 2022 18:28

Champagnata e mangiata di pesce, si è bevuto:

Champagne Philippe Starck 2012 Brut Nature - Roederer. Per la 2006 scrissi che aveva poco carattere e speravo che l'annata migliore desse la spinta... leggermente meglio, ma confermo l'impressione. Capiamoci: è fatto piuttosto bene, e lo stacco di carattere con il classico stile della maison è netto, qui il sorso è tagliente, si scorge la sapidità, la bolla è tendente al cremoso ma ancora migliorabile, naso sul confetto, poco mobile e senza l'allungo al sorso. centrato come aperitivo, comunque.

Champagne La Closerie Les Béguines Extra brut - Jerome Prevost. L.C09. Presumibilmente annata 2009, i riflessi dorati nel calice dimostrano l'invecchiamento, anche al naso parte maturo, comunque senza ossidazioni, risvegliandosi pian piano: prima frutta secca, poi zenzero candito, e ancora la buccia di mandarino fino alla pesca bianca. Bollicina cremosa, medio corpo, col tempo tenderà a spegnersi sulla noce. La solita eccezione alla regola che i 100% meunier sono una hahata pazzesca :-)

Champagne La Grande Dame Brut 1995 - Veuve Clicquot. Anche qui il colore è carico e dorato, già alla vista la bollicina è evanescente e la cosa verrà poi confermata al sorso, al naso regalerà comunque ancora il classico biscotto plasmon, note di malto e leggere di fungo champignon. Presa per i capelli... confidavo fosse in forma migliore.

Champagne Ambonnay Rosé - André Beaufort. Bottiglia acquistata da lui nel 2016, quindi calcolatevi voi gli anni dalla sboccatura. Appena stappato schiuma a gò-gò in stile podio di formula uno, brutto segno, caccio il naso nel bicchiere ed eccolo lì, foxy, birra kriek e fragolino del contadino, altro brutto segno... la variabilità su questo produttore mi ha alquanto scassato i kabasisi, soprattutto perchè quando becchi la bottiglia giusta... Comunque ho disperato troppo presto: l'ultimo bicchiere si era ripulito quasi (quasi) del tutto, regalando un rosato eclettico con la fragolina selvatica, le erbe aromatiche ed il leggero rabarbaro, al sorso c'è struttura, ricorda una ginger ale a tratti, un profilo affascinante rafforzato dal luminoso color rosso-ramato carico. L'ultimo bicchiere poteva giocarsi la vittoria di questa tappa con Prevost, ma se si tiene conto della partenza finisce indiscutibilmente sul secondo gradino del podio, peccato. Sperando di riuscire ad organizzare una successiva tappa sciampagnosa a breve...
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 09 lug 2022 18:26

Ieri serata con gli amici più cari, in 4, abbiamo cominciato con un Latitude di Larmandier Bernier, per poi proseguire con Egly Ouriet Brut Grand Cru, una Genette 2014 di Vincent Charlot, un Dom Perignon vintage 2012 (l’abbiamo comprato tutti mesi fa ma nessuno aveva avuto ancora il ‘coraggio’ di sacrificarne una per capire come è messo anche se appena uscito). Alla fine abbiamo aperto una bottiglia di Remy Massin Cuvee Aristide, ma la maledizione che lo perseguita ha colpito anche questa volta: è già la terza volta che lo apriamo al momento sbagliato e finisce sempre che la bottiglia resta piena)
Recensioni non ne so fare, accontentavi delle impressioni di un dilettante. Le prime due bottiglie, complice anche la stanchezza del venerdì, le ho sentite poco. Larmandier per me era una novità, molto intenso, gourmand, addirittura mi sembrava di sentire la botte, anche se non c’era.. però, per quanto mi riguarda, la prima bottiglia mi fa sempre poco effetto, ho bisogno di aver già mangiato e bevuto per sentire i sapori. Egly Ouriet, stranamente, non l’ho nemmeno sentito passare.. e dire che è uno dei miei champagne preferiti. Poi con le costine cotte a bassa temperatura e ripassate sul fuoco, Vincent Charlot la Genette 2014, produttore di Mardeuil che conosco molto bene, e che non ha tradito le attese; Menieur biodinamico buonissimo, intenso, vinoso, perfetto con la carne. Infine il DP 2012, che mi sono bevuto praticamente da solo con un mio amico (agli altri due stanno sul cazzo le grandi maison), per me grandissima annata; non sono un esperto di DP, tutt’altro, ma questo è comunque il mio preferito, anche più del 2008, per un motivo preciso: con il 2008, bevuta una mezza bottiglia sono sazio, con questo qui mi sono pentito di non aver portato una seconda boccia ;-)
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 22 lug 2022 17:17

Una domanda: posto che 2008 e 2012 sono due grandi annate, come siamo messi con le successive? Quali sono quelle che hanno sfornato/sforneranno grandi millesimati?
gpetrus
Messaggi: 2925
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gpetrus » 22 lug 2022 17:23

daziggio974 ha scritto:Una domanda: posto che 2008 e 2012 sono due grandi annate, come siamo messi con le successive? Quali sono quelle che hanno sfornato/sforneranno grandi millesimati?

Dalle guide dicono 2015
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 10367
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda zampaflex » 22 lug 2022 17:58

gpetrus ha scritto:
daziggio974 ha scritto:Una domanda: posto che 2008 e 2012 sono due grandi annate, come siamo messi con le successive? Quali sono quelle che hanno sfornato/sforneranno grandi millesimati?


Dalle guide dicono 2015


Secondo me, 2014 e 15 consentiranno buone uscite (non ottime, salvo occasionali exploit), 16 un po' meno, 17 mah, 18 invece ha più possibilità di fare bene.
Niente per ora comunque a livello delle due succitate.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
ORSO85
Messaggi: 2219
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Località: provincia di Modena
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ORSO85 » 22 lug 2022 20:12

Ma la 2012 com’è rispetto alla 2008?
Ne ho prese poche….le risorse sono quelle che sono…
[email protected] - https://www.instagram.com/tanadelvino/
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 23 lug 2022 00:28

Non sono certo la persona più adatta per formulare giudizi, però 2008 ne ho bevuto parecchio di tutti le Marche e la prima parola che mi viene in mente è ‘potenza’, pienezza espressiva, mentre i 2012 che ho bevuto sono improntati più all’eleganza. Però potrei aver detto una [email protected], non fidarti delle mie parole ;-) comunque i 2012 importanti che ho comprato sono ancora tutti nella cantinetta, sto aspettando
Trabateo
Messaggi: 187
Iscritto il: 10 mar 2022 17:57
Località: Milano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Trabateo » 27 lug 2022 07:28

Olivier Pere et Fils - Origine
Ottimo entry level dal buon rapporto qualità-prezzo
Bollicina fine e persistente, naso con tostature delicate, bella beva con l'acidità che accompagna la complessiva morbidezza di questo champagne.
Ottimo aperitivo
Un passo alla volta, un respiro alla volta.
Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...
Trabateo
Messaggi: 187
Iscritto il: 10 mar 2022 17:57
Località: Milano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Trabateo » 31 lug 2022 21:50

Olivier Père et Fils - Grand Vintage 2015 - sb 2020
Bollicina bella bella, fine e persistente
Passaggio in freezer, naso che passa dai lieviti, ai canditi, frutta secca e poi al caramello.
Bella acidità agrumata (limone) per poi ammorbidirsi con note mielose.
Un po' corto, non mi ha soddisfatto pienamente.
Sinceramente, al momento, gli preferisco l'Origine
Un passo alla volta, un respiro alla volta.
Tanto se non sopravvivi alla pallottola più vicina alla fronte, non devi preoccuparti di quella dopo...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 10367
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda zampaflex » 04 ago 2022 18:12

Domaine Nowack - Extra brut blanc de blanc La Tuilerie 2014 (dég. 01/19)

Pescato da carta dei vini con poche alternative, inizia duro, facendo temere la consueta situazione dei bdb dei piccoli récoltant, spesso una spremuta di limone e poco più. Pian piano nella serata sembra arrotondarsi, e comunque non cede. Molto pulito, mano ferma ed elegante.
Portato a casa, il giorno dopo aumenta il volume, si fa più pieno e convincente, smussa leggermente gli spigoli, e piace di più.
Sicuramente da attendere ancora per la piena espressività, non avrà il fruttato di un Agrapart, ma merita l'acquisto.

:D :D :D :) +
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 04 ago 2022 19:06

Pescato da carta dei vini con poche alternative, inizia duro, facendo temere la consueta situazione dei bdb dei piccoli récoltant, spesso una spremuta di limone e poco più. Pian piano nella serata sembra arrotondarsi, e comunque non cede.


prendo a prestito questa frase perché oggi, pranzo di pesce, siamo partiti con un Pierre Moncuit BdB Grand Cru, buono, per carità, ma abbastanza basico.

poi siamo passati ad un Tarlant Cuvee Louis 2004, che ci ha ricordato subito perché ci piace tanto lo champagne.. non vorrei dire [email protected]@te e vi prego di bastonarmi senza pietà quando cedo alla tentazione, però a me ha ricordato per certi versi il P2 di Dom Perignon, ovvero quando il naso ti annuncia subito che non si tratta del solito vino facile, ma che c'è da lavorare per raccapezzacirsi, tra odori inconsueti e sapori che cambiano ad ogni sorso. la giudico una grande bottiglia, complessa e fascinosa, di quelle che continui a sorseggiare perché ogni volta trovi qualcosa di nuovo. non di quelle da bere a secchiate fino a stare male, ma più di quelle da centellinare. ne avrei presa un'altra, ma dovevamo tornare al lavoro. secondo me un ottimo rapporto qualità prezzo, visti i prezzi che girano.

nota a margine: il ristorante si trova in una zona dove non c'è problema a spendere cifre importanti per il vino, qui anche i bar lungo la strada tengono in fresca Dom Perignon e Bollinger R.D. per aperitivi in allegria e capita non di rado di vedere stappare i P2 per fare gli sboroni. il ristorante in questione, pur non essendo uno stellato, è molto valido, si mangia davvero bene e una stellina se la meriterebbe; la carta dei vini è sempre stata molto ricca, ci si poteva davvero sbizzarrire. ciò premesso, oggi avevamo intenzione di festeggiare ed ero pronto ad aprire in due come una mela (cit.) la carta di credito, ma.... la carta dei vini non lo consentiva, è stata di recente pesantemente ridimensionata e la bottiglia più cara era il Tarlant di cui sopra (che si trova a meno di 100 euro su internet). Ho chiesto spiegazioni al personale, il proprietario mi ha risposto che non riescono a trovare le bottiglie di pregio ad un prezzo ragionevole, che i prezzi sono schizzati alle stelle e non possono uscire a 400 e oltre per un Dom o un Krug, quindi non li comprano. :shock:
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 10367
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda zampaflex » 05 ago 2022 11:14

daziggio974 ha scritto:nota a margine: il ristorante si trova in una zona dove non c'è problema a spendere cifre importanti per il vino, qui anche i bar lungo la strada tengono in fresca Dom Perignon e Bollinger R.D. per aperitivi in allegria e capita non di rado di vedere stappare i P2 per fare gli sboroni. il ristorante in questione, pur non essendo uno stellato, è molto valido, si mangia davvero bene e una stellina se la meriterebbe; la carta dei vini è sempre stata molto ricca, ci si poteva davvero sbizzarrire. ciò premesso, oggi avevamo intenzione di festeggiare ed ero pronto ad aprire in due come una mela (cit.) la carta di credito, ma.... la carta dei vini non lo consentiva, è stata di recente pesantemente ridimensionata e la bottiglia più cara era il Tarlant di cui sopra (che si trova a meno di 100 euro su internet). Ho chiesto spiegazioni al personale, il proprietario mi ha risposto che non riescono a trovare le bottiglie di pregio ad un prezzo ragionevole, che i prezzi sono schizzati alle stelle e non possono uscire a 400 e oltre per un Dom o un Krug, quindi non li comprano. :shock:


Peggio delle cavallette!!! :evil:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
littlewood
Messaggi: 2665
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda littlewood » 05 ago 2022 17:34

daziggio974 ha scritto:
Pescato da carta dei vini con poche alternative, inizia duro, facendo temere la consueta situazione dei bdb dei piccoli récoltant, spesso una spremuta di limone e poco più. Pian piano nella serata sembra arrotondarsi, e comunque non cede.


prendo a prestito questa frase perché oggi, pranzo di pesce, siamo partiti con un Pierre Moncuit BdB Grand Cru, buono, per carità, ma abbastanza basico.

poi siamo passati ad un Tarlant Cuvee Louis 2004, che ci ha ricordato subito perché ci piace tanto lo champagne.. non vorrei dire [email protected]@te e vi prego di bastonarmi senza pietà quando cedo alla tentazione, però a me ha ricordato per certi versi il P2 di Dom Perignon, ovvero quando il naso ti annuncia subito che non si tratta del solito vino facile, ma che c'è da lavorare per raccapezzacirsi, tra odori inconsueti e sapori che cambiano ad ogni sorso. la giudico una grande bottiglia, complessa e fascinosa, di quelle che continui a sorseggiare perché ogni volta trovi qualcosa di nuovo. non di quelle da bere a secchiate fino a stare male, ma più di quelle da centellinare. ne avrei presa un'altra, ma dovevamo tornare al lavoro. secondo me un ottimo rapporto qualità prezzo, visti i prezzi che girano.

nota a margine: il ristorante si trova in una zona dove non c'è problema a spendere cifre importanti per il vino, qui anche i bar lungo la strada tengono in fresca Dom Perignon e Bollinger R.D. per aperitivi in allegria e capita non di rado di vedere stappare i P2 per fare gli sboroni. il ristorante in questione, pur non essendo uno stellato, è molto valido, si mangia davvero bene e una stellina se la meriterebbe; la carta dei vini è sempre stata molto ricca, ci si poteva davvero sbizzarrire. ciò premesso, oggi avevamo intenzione di festeggiare ed ero pronto ad aprire in due come una mela (cit.) la carta di credito, ma.... la carta dei vini non lo consentiva, è stata di recente pesantemente ridimensionata e la bottiglia più cara era il Tarlant di cui sopra (che si trova a meno di 100 euro su internet). Ho chiesto spiegazioni al personale, il proprietario mi ha risposto che non riescono a trovare le bottiglie di pregio ad un prezzo ragionevole, che i prezzi sono schizzati alle stelle e non possono uscire a 400 e oltre per un Dom o un Krug, quindi non li comprano. :shock:

Ma la cuvee Luis nn e' millesimato....anzi lo ha fatto millesime' solo nel 96 se ben ricordo...e' una cuvee di 3 annate...
cascinafrancia71
Messaggi: 181
Iscritto il: 11 giu 2015 21:39

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda cascinafrancia71 » 05 ago 2022 17:39

littlewood ha scritto:[

Ma la cuvee Luis nn e' millesimato....anzi lo ha fatto millesime' solo nel 96 se ben ricordo...e' una cuvee di 3 annate...[/quote]

In realtà può essere tutte e tre le cose: un insieme di più annate (la terzultima versione - cinque annate diverse); un insieme di due annate (2002/2003), la penultima versione; e un millesimato come per la 2004 (e, quando vorranno farla uscire, la 96 e pure, se non erro, una 2002).
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8390
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda andrea » 05 ago 2022 17:55

cascinafrancia71 ha scritto:
littlewood ha scritto:Ma la cuvee Luis nn e' millesimato....anzi lo ha fatto millesime' solo nel 96 se ben ricordo...e' una cuvee di 3 annate...


In realtà può essere tutte e tre le cose: un insieme di più annate (la terzultima versione - cinque annate diverse); un insieme di due annate (2002/2003), la penultima versione; e un millesimato come per la 2004 (e, quando vorranno farla uscire, la 96 e pure, se non erro, una 2002).

Ecco, mi pare che Benoit abbia da parte uno stock di 96 che, forse, farà uscire... chissà quando...
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 05 ago 2022 21:59

Grazie delle informazioni. Prima di questo avevo bevuto un Vigne d’antan e uno Zero, entrambi, nelle rispettive categorie, mi avevano impressionato. Abbiamo in programma di aprire un BAM!, ma già così mi pare di poter dire che è un grande produttore.
cascinafrancia71
Messaggi: 181
Iscritto il: 11 giu 2015 21:39

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda cascinafrancia71 » 06 ago 2022 13:08

andrea ha scritto:
cascinafrancia71 ha scritto:
littlewood ha scritto:Ma la cuvee Luis nn e' millesimato....anzi lo ha fatto millesime' solo nel 96 se ben ricordo...e' una cuvee di 3 annate...


In realtà può essere tutte e tre le cose: un insieme di più annate (la terzultima versione - cinque annate diverse); un insieme di 8) 8) due annate (2002/2003), la penultima versione; e un millesimato come per la 2004 (e, quando vorranno farla uscire, la 96 e pure, se non erro, una 2002).

Ecco, mi pare che Benoit abbia da parte uno stock di 96 che, forse, farà uscire... chissà quando...


Confermo e pure assaggiato... 8) 8) 8) L'uscita non credo sia affatto in forse, no; il quando.... eh.... va savoir...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 14059
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Kalosartipos » 06 ago 2022 13:12

cascinafrancia71 ha scritto:il quando.... eh.... va savoir...

Quando si comprerà la Lamborghini..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Alessio
Messaggi: 303
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55
Località: Paris
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Alessio » 06 ago 2022 17:45

In degustazione da Tarlant trovammo il BAM parecchio deludente, ok per provare una cosa diversa ma a quel prezzo per me non ha senso. Comprammo un po’ di tutto proprio ad eccezione del BAM. Detto ciò’ non che abbia provato grandi soddisfazioni con Tarlant di recente
daziggio974
Messaggi: 42
Iscritto il: 07 lug 2022 18:34

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda daziggio974 » 06 ago 2022 21:44

Ho preso un paio di queste Cuvee Louis, vediamo se si conferma

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ORSO85 e 142 ospiti