Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Ricette, consigli, suggerimenti per le ricette della tradizione o per nuove idee in cucina. Aspettiamo le vostre domande e i vostri interventi.

maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda maxer » 18 apr 2020 08:45

picetto ha scritto:
lloyd142 ha scritto:Focaccia di Recco
.....
Crescenza 250 gr ( 400 gr se non avete la prescinsoeua)
.....

Questa la farò sicuramente, non vedo l'ora di provarla, grazie per la condivisione, un grandioso salutooooooo :lol: :lol: :lol:

..... già fatta !

Meravigliosa (la seconda volta) : la prima, errato ripieni, tradito da una crescenza troppo annacquata già in casa (occhio alla scelta ...)

La seconda, con un grande squacquerone di Romagna, ha raggiunto la perfezione : divorata ancora calda, rischiando l' ustione, questa fugassa è stata un piacere !

ebbene confesso : l' ha fatta la moglie, io con gli impasti ci sono negato, anzi di più, non c' ho mai provato :oops:
carpe diem 8)
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 18 apr 2020 22:09

maxer ha scritto:
picetto ha scritto:
lloyd142 ha scritto:Focaccia di Recco
.....
Crescenza 250 gr ( 400 gr se non avete la prescinsoeua)
.....

Questa la farò sicuramente, non vedo l'ora di provarla, grazie per la condivisione, un grandioso salutooooooo :lol: :lol: :lol:

..... già fatta !

Meravigliosa (la seconda volta) : la prima, errato ripieni, tradito da una crescenza troppo annacquata già in casa (occhio alla scelta ...)

La seconda, con un grande squacquerone di Romagna, ha raggiunto la perfezione : divorata ancora calda, rischiando l' ustione, questa fugassa è stata un piacere !

ebbene confesso : l' ha fatta la moglie, io con gli impasti ci sono negato, anzi di più, non c' ho mai provato :oops:

Io oggi ho potuto acquistare solo una semplice crescenza, lo squacquernone posso solo immaginarlo :evil: , particolarmente in questo periodo, spero che non sia annacquata! Complimenti alla moglie :P :P :P
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 19 apr 2020 11:23

Immagine

Treccia di pan brioche alle mele e marmellata di arancia
200 gr farina 00
200 gr manitoba
1 cucchiaino di malto
15 gr di lievito di birra
150 ml di latte tiepido
100+120 gr zucchero
100 gr. burro
1 uovo piccolo
Buccia di limone grattugiata
3 mele
1 cucchiaino di cannella
Marmellata di arancia
Zucchero di canna per spolverare

Miscelare le farine assieme al malto in una ciotola. Unire il burro sciolto al microonde e appena tiepido, il latte in cui avremo sciolto il lievito, lo zucchero( 100 gr), l’uovo e la buccia di limone. Lavorare bene l’impasto fino a quando sia liscio ed elastico , poi fare una palla e lasciarlo a riposare coperto con pellicola, nel forno con la luce accesa fino al raddoppio ( circa 2 ore)
Intanto tagliare le mele a cubetti e spadellarle con 120 gr. di zucchero , il succo di mezzo limone e la cannella per una decina di minuti e lasciare raffreddare.
Riprendere l’impasto, dargli un paio di pieghe e poi stenderlo col mattarello in forma rettangolare alta circa ½ cm. Tagliare tre strisce e farcirle con le mele e la marmellata , poi richiuderle spennellando poco latte sui bordi , saldandole bene e intrecciarle. Disporre la treccia su una placca rivestita di cartaforno e lasciar lievitare ancora circa mezz’ora coperto con pellicola. Riprendere la treccia e spennellarla con latte e 1 tuorlo e cospargerla con zucchero di canna. Cuocerla in forno statico a 180° per circa 30/35 minuti.
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 20 apr 2020 20:29

lloyd142 ha scritto:Immagine

Treccia di pan brioche alle mele e marmellata di arancia
200 gr farina 00
200 gr manitoba
1 cucchiaino di malto
15 gr di lievito di birra
150 ml di latte tiepido
100+120 gr zucchero
100 gr. burro
1 uovo piccolo
Buccia di limone grattugiata
3 mele
1 cucchiaino di cannella
Marmellata di arancia
Zucchero di canna per spolverare

Miscelare le farine assieme al malto in una ciotola. Unire il burro sciolto al microonde e appena tiepido, il latte in cui avremo sciolto il lievito, lo zucchero( 100 gr), l’uovo e la buccia di limone. Lavorare bene l’impasto fino a quando sia liscio ed elastico , poi fare una palla e lasciarlo a riposare coperto con pellicola, nel forno con la luce accesa fino al raddoppio ( circa 2 ore)
Intanto tagliare le mele a cubetti e spadellarle con 120 gr. di zucchero , il succo di mezzo limone e la cannella per una decina di minuti e lasciare raffreddare.
Riprendere l’impasto, dargli un paio di pieghe e poi stenderlo col mattarello in forma rettangolare alta circa ½ cm. Tagliare tre strisce e farcirle con le mele e la marmellata , poi richiuderle spennellando poco latte sui bordi , saldandole bene e intrecciarle. Disporre la treccia su una placca rivestita di cartaforno e lasciar lievitare ancora circa mezz’ora coperto con pellicola. Riprendere la treccia e spennellarla con latte e 1 tuorlo e cospargerla con zucchero di canna. Cuocerla in forno statico a 180° per circa 30/35 minuti.
. Ne immagino il meraviglioso sapore e profumo, Lloyd sei e sarai sempre il numero 1, Re incondizionato della sezione ricette. Domani sera farò la tua Focaccia di Recco. Un grandioso saluto :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 20 apr 2020 21:44

picetto ha scritto: Domani sera farò la tua Focaccia di Recco. Un grandioso saluto :lol: :lol: :lol:


Ho dimenticato di scrivere sulla ricetta che prima di infornarla, devi strappare la sfoglia in diversi punti in modo da far uscire il vapore...
Ciao!!

p.s Per un buon risultato tira la pasta facendola diventare sottilissima infilando il dorso delle mani sotto e tirandola garbatamente fino a quando diventa trasparente e quasi impalpabile 8) :wink:
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 21 apr 2020 12:54

lloyd142 ha scritto:
picetto ha scritto: Domani sera farò la tua Focaccia di Recco. Un grandioso saluto :lol: :lol: :lol:


Ho dimenticato di scrivere sulla ricetta che prima di infornarla, devi strappare la sfoglia in diversi punti in modo da far uscire il vapore...
Ciao!!

p.s Per un buon risultato tira la pasta facendola diventare sottilissima infilando il dorso delle mani sotto e tirandola garbatamente fino a quando diventa trasparente e quasi impalpabile 8) :wink:

Grazie per la precisazione, seguiró con precisione. Meno male che sono passata ed ho potuto leggere. Penso che sia una sorta di pasta matta. Io tiro in questo modo la pasta quando faccio lo strudel e viene sottilissima al limite della rottura. Non vedo l'ora di provarla! :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 21 apr 2020 23:07

Quando non hai un cazzo da fare per colpa del virus e allora qualsiasi diversivo e' manna..
A meta' strada tra merenda e fotografia...Scegliete voi se preferite lo scatto o la merenda :D :D

Immagine
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda maxer » 22 apr 2020 01:18

lloyd142 ha scritto:Quando non hai un cazzo da fare per colpa del virus e allora qualsiasi diversivo e' manna..
A meta' strada tra merenda e fotografia...Scegliete voi se preferite lo scatto o la merenda :D :D

Immagine


..... Ettore Merisi, il Caravaggio di Legnano .....

... :!: arte :shock: :shock: arte :!: arte :shock: :shock: arte :!: ...
carpe diem 8)
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 22 apr 2020 15:48

maxer ha scritto:
lloyd142 ha scritto:Quando non hai un cazzo da fare per colpa del virus e allora qualsiasi diversivo e' manna..
A meta' strada tra merenda e fotografia...Scegliete voi se preferite lo scatto o la merenda :D :D

Immagine


..... Ettore Merisi, il Caravaggio di Legnano .....

... :!: arte :shock: :shock: arte :!: arte :shock: :shock: arte :!: ...


Io mi tufferei in quella foto :) :) :), queste sono le nature morte che preferisco! Soggetto e foto che fanno venire l'acquolina in bocca, complimenti! :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 22 apr 2020 22:55

La mia prima focaccia di Recco, grazie Lloyd, meravigliosa, spero di poter trovare la certosa al più presto per replicarla :P :P :P Purtroppo avevo solo farina tipo 1, non ero sicura di riuscire a fare un buon lavoro con la farina sbagliata, ma il risultato è stato stupefacente!
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
ValentinaPizzetta
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 mag 2020 18:11

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda ValentinaPizzetta » 11 mag 2020 18:40

Ciao a tutti!

Come tutti gli italiani in questi tempi di Covid anch'io mi sono dedicata a fare pizze e focacce a tutto spiano :D

I risultati sono stati quasi sempre molto buoni, ma ieri mi sono veramente superata!

Guardate qua che meraviglia

Immagine

Ho trovato la ricetta di questa pizza qui -> https://vivalafocaccia.com/ricette/ricetta-pizza-napoletana-semplice-5-minuti/e l'ho seguita praticamente alla lettera, ho solo fatto riposare l'impasto un giorno in meno in frigo, cioè 6 giorni invece di 7. So che sembra pazzesco far lievitare una pizza tanto a lungo, ma alla fine il lavoro da fare è davvero poco, basta solo aspettare!
"Ho dei gusti semplicissimi; mi accontento sempre del meglio".
(Oscar Wilde)
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda maxer » 11 mag 2020 21:08

ValentinaPizzetta ha scritto:
Ciao a tutti ! ...

..... Valentina, benvenuta nel Forum, nel purtroppo ristretto angolo delle "Ricette" !

A prima vista, la tua pizzetta (... :wink: ...), con il suo bel cornicione, pare essere proprio buona : complimenti, perché fare una pizza può essere un' arte

Perché dicevo purtroppo 'ristretto angolo delle ricette' ?
Secondo me, molti appassionati non hanno mai avuto la grande soddisfazione che si prova ad abbinare una buona bottiglia ad un piatto preparato in casa da noi stessi, sia per noi che per altri
E senza esser nemmeno costretti a dover cucinare pietanze stellari o richiedenti abilità o ingredienti particolari
Basterebbe provarci, certo avendone il tempo, ma soprattutto la voglia .....

e spesso il vino abbinato sembra più buono :D
carpe diem 8)
ValentinaPizzetta
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 mag 2020 18:11

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda ValentinaPizzetta » 12 mag 2020 12:18

Grazie per il benvenuto :)

In effetti non sono granché ad abbinare i vini. E poi con l'estate che avanza ho voglia soprattutto di birra :D
"Ho dei gusti semplicissimi; mi accontento sempre del meglio".
(Oscar Wilde)
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 16 mag 2020 21:46

Risotto con germogli di luppolo selvatico ( a Milano li chiamiamo Luartis

Immagine
Immaginefallout laser minigun

Risotto con germogli di luppolo selvatico
Oggi ho fatto un giro in Valle Ticino. Costeggiando le innumerevoli gore destinate all’irrigazione dei campi, e’ praticamente impossibile non imbattersi nei viluppi di questa pianta rampicante e infestante che , specialmente dove sono presenti dei rovi, prolifica abbondantemente. E’ sufficiente staccare le punte dei viluppi e in qualche minuto se ne hanno a sufficienza per farci una frittata o un risotto.
X4
Un mazzetto di germogli di luppolo selvatico ( dalle nostre parti e' conosciuto come Luartis o Urtis)
320 gr. di riso
50 gr. di speck tagliato a striscioline
50 gr di burro
1 bicchiere di vino bianco
Parmigiano grattugiato
50 gr di Casera ( Formaggio valtellinese) ma va bene anche dell’asiago o della fontina
Sale /pepe
Lavare i germogli di luppolo e bianchirli n acqua salata per un paio di minuti. Scolarli tenendo da parte l’acqua di cottura che ci servira’ per cuocere il riso.
In una casseruola sciogliere meta’ del burro e tostarvi il riso. Dopo un paio di minuti, sfumare col vino. Quando questi e’ evaporato, unire un mestolo alla volta l'acqua di cottura dei germogli stessi ben calda . Verso meta’ del tempo di cottura, unire il luppolo e lo speck terminando la cottura. Fuori dal fuoco, mantecare con il rimanente burro, il parmigiano e il Casera regolando eventualmente di sale e unendo qualche giro di mulinello di pepe nero.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda gianni femminella » 19 mag 2020 07:13

Bravo Ettore. A leggere in giro sembra quella che qui chiamano asparagina, ma dalla foto sembra essere un'altra cosa. Se ho tempo ne cerco e poi ti mando una foto.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda Alberto » 22 mag 2020 12:23

lloyd142 ha scritto:Risotto con germogli di luppolo selvatico ( a Milano li chiamiamo Luartis

Immagine
Immaginefallout laser minigun

Risotto con germogli di luppolo selvatico
Oggi ho fatto un giro in Valle Ticino. Costeggiando le innumerevoli gore destinate all’irrigazione dei campi, e’ praticamente impossibile non imbattersi nei viluppi di questa pianta rampicante e infestante che , specialmente dove sono presenti dei rovi, prolifica abbondantemente. E’ sufficiente staccare le punte dei viluppi e in qualche minuto se ne hanno a sufficienza per farci una frittata o un risotto.
X4
Un mazzetto di germogli di luppolo selvatico ( dalle nostre parti e' conosciuto come Luartis o Urtis)
320 gr. di riso
50 gr. di speck tagliato a striscioline
50 gr di burro
1 bicchiere di vino bianco
Parmigiano grattugiato
50 gr di Casera ( Formaggio valtellinese) ma va bene anche dell’asiago o della fontina
Sale /pepe
Lavare i germogli di luppolo e bianchirli n acqua salata per un paio di minuti. Scolarli tenendo da parte l’acqua di cottura che ci servira’ per cuocere il riso.
In una casseruola sciogliere meta’ del burro e tostarvi il riso. Dopo un paio di minuti, sfumare col vino. Quando questi e’ evaporato, unire un mestolo alla volta l'acqua di cottura dei germogli stessi ben calda . Verso meta’ del tempo di cottura, unire il luppolo e lo speck terminando la cottura. Fuori dal fuoco, mantecare con il rimanente burro, il parmigiano e il Casera regolando eventualmente di sale e unendo qualche giro di mulinello di pepe nero.

Sbavooo... :P
Risotto coi bruscandoli, uno dei classici immarcescibili anche della cucina veneta.
E no gianni, non sono asparagina...anche con quella/quelli si fa il risotto, però! :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda maxer » 22 mag 2020 15:12

Alberto ha scritto:
lloyd142 ha scritto:Risotto con germogli di luppolo selvatico ( a Milano li chiamiamo Luartis)

Immagine
Immagine[url=https://falloutfacts.com/top-10-fallout-weapons]fallout laser minigun[/url


Sbavooo... :P
Risotto coi bruscandoli, uno dei classici immarcescibili anche della cucina veneta.
E no gianni, non sono asparagina ... anche con quella/quelli si fa il risotto, però ! :wink:

..... questa volta tocca a me correggerLa, professore :

la dizione corretta, in una sana e ruspante lingua veneta è : " BRUSCANDOI ", senza la 'elle'

senza se e senza ma :wink:
carpe diem 8)
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 24 mag 2020 16:07

Coniglio disossato in porchetta:
Immagine

Coniglio in porchetta:
1 coniglio da 1.3/1.5 kg
150/200 grammi di pancetta tesa a fette
Salvia/rosmarino/alloro/timo
1 spicchio d’aglio
50 gr. di mollica di pane bianca
Olio EVO
1 bicchiere di vino bianco
Sale/pepe
1 cipollotto fresco

Operazione principale : Disossare completamente il coniglio cercando di tenerlo il piu’ intero possibile. Armatevi di pazienza e di un coltello da disosso che tagli, perche’ per farla bene ci vogliono circa 15/20 minuti. Fatta questa operazione, stendere tutta la polpa su un doppio foglio di alluminio cercando di dare una forma rettangolare regolare. Salare e pepare la carne e massaggiarla con meta’ del trito fatto con gli odori indicati , lo spicchio d’aglio e il pane ammollato in un paio di cucchiai di latte e strizzato. Sopra questo, stendere meta’ delle fette di pancetta e poi ancora il trito di erbe rimanente. Preparare intanto un doppio foglio di carta da forno piuttosto grande e appoggiarlo su un piano Stendervi sopra le rimanenti fette di pancetta cercando di fare anche in questo caso un rettangolo . Aiutandosi con l’alluminio formare un rotolo con il coniglio e trasferirlo poi ,eliminando l’alluminio, sulle fette di pancetta. A questo punto avvolgere il tutto nella carta forno e formare un bel caramellone, legando il tutto con spago da cucina. Posizionare il rotolo in una placca da forno, unire un giro d’olio, il vino, e un cipollotto tagliato in due e cuocere in forno ventilato a 180° per 1 h e 15 minuti girando a meta’ cottura.
Togliere dal forno e lasciar raffreddare su un piatto. Eliminare la cartaforno e riposizionare sulla placca il rotolo di coniglio rimettendolo per una decina di minuti sotto il grill per farlo colorire bene. Servire con patate al forno o del pure’ di patate
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda Alberto » 24 mag 2020 20:52

Inizio anch'io a scrivere in questo bel thread... :D
Oggi manzo all'olio:
Muscolo di manzo "lardellato" con un trito di aglio e acciughe sott'olio, e ben legato con spago; rosolatura in casseruola della carne abbastanza decisa (no infarinatura), aggiunta delle verdure (sedano-carota-cipolla classici) tritate grossolane come per fare il brasato, e di una foglia di alloro, il tutto fatto andare per 1-2 minuti ancora a fuoco vivo prima di sfumare con vino bianco. Una volta evaporato l'alcol, aggiunta di olio E.V. ed acqua in egual misura, fino a coprire per 2/3 la carne. Cottura della carne per 2-2:30 h, ma non di più perché le fette dovranno rimanere belle compatte. Verdure e liquido di cottura passati immediatamente al cutter, assieme a qualche cappero (occhio a non esagerare...così come prima con le acciughe) e qualche foglia di prezzemolo, e poi rimessi sul fuoco a ridurre. Carne tagliata a fette messa in pirofila e ben ricoperta dalla salsa, consigliato il riposo di almeno mezza giornata (io l'ho preparata stamattina per stasera); si riscalda facilmente al microonde, come per tutti i brasati e similari. Abbinamento: Bourgueil Galichets, Domaine de la Chevalerie, 2015 (combo non malaccio, vino in sé piuttosto anemico).
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda lloyd142 » 24 mag 2020 21:52

Alberto ha scritto:Inizio anch'io a scrivere in questo bel thread... :D


Finalmente!!! Lazzaroni!!! :D :D :D
Mi sembrava di predicare nel deserto....
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda Alberto » 24 mag 2020 23:33

Alberto ha scritto:Inizio anch'io a scrivere in questo bel thread... :D
Oggi manzo all'olio:
Muscolo di manzo "lardellato" con un trito di aglio e acciughe sott'olio, e ben legato con spago; rosolatura in casseruola della carne abbastanza decisa (no infarinatura), aggiunta delle verdure (sedano-carota-cipolla classici) tritate grossolane come per fare il brasato, e di una foglia di alloro, il tutto fatto andare per 1-2 minuti ancora a fuoco vivo prima di sfumare con vino bianco. Una volta evaporato l'alcol, aggiunta di olio E.V. ed acqua in egual misura, fino a coprire per 2/3 la carne. Cottura della carne per 2-2:30 h, ma non di più perché le fette dovranno rimanere belle compatte. Verdure e liquido di cottura passati immediatamente al cutter, assieme a qualche cappero (occhio a non esagerare...così come prima con le acciughe) e qualche foglia di prezzemolo, e poi rimessi sul fuoco a ridurre. Carne tagliata a fette messa in pirofila e ben ricoperta dalla salsa, consigliato il riposo di almeno mezza giornata (io l'ho preparata stamattina per stasera); si riscalda facilmente al microonde, come per tutti i brasati e similari. Abbinamento: Bourgueil Galichets, Domaine de la Chevalerie, 2015 (combo non malaccio, vino in sé piuttosto anemico).

lloyd142 ha scritto:Finalmente!!! Lazzaroni!!! :D :D :D
Mi sembrava di predicare nel deserto....

Eh!
Infatti, vedi che per l'emozione :mrgreen: mi sono dimenticato di riportare un passaggio fondamentale della ricetta... :roll:
Una volta tirata, la salsa tende sicuramente a separare un po' l'olio; il "rimedio" è quello di aggiungere un po' di pangrattato e volendo anche un po' di parmigiano (io ho optato per entrambi...ma comunque non bisogna esagerare con le dosi) e fare andare a fuoco basso ancora 2-3 minuti girando bene col cucchiaio o addirittura con la frusta...la salsa ridiventa omogenea, oltre a tirare ulteriormente fino alla consistenza ottima per nappare le fette di carne.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda maxer » 24 mag 2020 23:57

lloyd142 ha scritto:
Alberto ha scritto:Inizio anch'io a scrivere in questo bel thread... :D


Finalmente!!! Lazzaroni!!! :D :D :D
Mi sembrava di predicare nel deserto....

..... però vogliamo le foto ! .....

( Prossima volta ? :roll: )

io non le so ancora postare : ma è a causa di quelle che Ettore fa sempre bella figura :D
carpe diem 8)
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 28 mag 2020 23:02

Alberto ha scritto:
lloyd142 ha scritto:Risotto con germogli di luppolo selvatico ( a Milano li chiamiamo Luartis

Immagine
Immaginefallout laser minigun

Risotto con germogli di luppolo selvatico
Oggi ho fatto un giro in Valle Ticino. Costeggiando le innumerevoli gore destinate all’irrigazione dei campi, e’ praticamente impossibile non imbattersi nei viluppi di questa pianta rampicante e infestante che , specialmente dove sono presenti dei rovi, prolifica abbondantemente. E’ sufficiente staccare le punte dei viluppi e in qualche minuto se ne hanno a sufficienza per farci una frittata o un risotto.
X4
Un mazzetto di germogli di luppolo selvatico ( dalle nostre parti e' conosciuto come Luartis o Urtis)
320 gr. di riso
50 gr. di speck tagliato a striscioline
50 gr di burro
1 bicchiere di vino bianco
Parmigiano grattugiato
50 gr di Casera ( Formaggio valtellinese) ma va bene anche dell’asiago o della fontina
Sale /pepe
Lavare i germogli di luppolo e bianchirli n acqua salata per un paio di minuti. Scolarli tenendo da parte l’acqua di cottura che ci servira’ per cuocere il riso.
In una casseruola sciogliere meta’ del burro e tostarvi il riso. Dopo un paio di minuti, sfumare col vino. Quando questi e’ evaporato, unire un mestolo alla volta l'acqua di cottura dei germogli stessi ben calda . Verso meta’ del tempo di cottura, unire il luppolo e lo speck terminando la cottura. Fuori dal fuoco, mantecare con il rimanente burro, il parmigiano e il Casera regolando eventualmente di sale e unendo qualche giro di mulinello di pepe nero.

Sbavooo... :P
Risotto coi bruscandoli, uno dei classici immarcescibili anche della cucina veneta.
E no gianni, non sono asparagina...anche con quella/quelli si fa il risotto, però! :wink:

Deliziosoooo, mia mamma li chiamava bruscandoli, mio padre vitardi! Di fatto si trovano al Nord e al Sud, unisce l'Italia intera! Io forse sono come loro, un mix di Nord e Sud! Si tratta di luppolo selvatico che io adoro! Sapore forte e delicato contemporaneamente! Questo risotto é delizioso! Complimenti grande Lloyd!
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 28 mag 2020 23:15

lloyd142 ha scritto:Coniglio disossato in porchetta:
Immagine

Coniglio in porchetta:
1 coniglio da 1.3/1.5 kg
150/200 grammi di pancetta tesa a fette
Salvia/rosmarino/alloro/timo
1 spicchio d’aglio
50 gr. di mollica di pane bianca
Olio EVO
1 bicchiere di vino bianco
Sale/pepe
1 cipollotto fresco

Operazione principale : Disossare completamente il coniglio cercando di tenerlo il piu’ intero possibile. Armatevi di pazienza e di un coltello da disosso che tagli, perche’ per farla bene ci vogliono circa 15/20 minuti. Fatta questa operazione, stendere tutta la polpa su un doppio foglio di alluminio cercando di dare una forma rettangolare regolare. Salare e pepare la carne e massaggiarla con meta’ del trito fatto con gli odori indicati , lo spicchio d’aglio e il pane ammollato in un paio di cucchiai di latte e strizzato. Sopra questo, stendere meta’ delle fette di pancetta e poi ancora il trito di erbe rimanente. Preparare intanto un doppio foglio di carta da forno piuttosto grande e appoggiarlo su un piano Stendervi sopra le rimanenti fette di pancetta cercando di fare anche in questo caso un rettangolo . Aiutandosi con l’alluminio formare un rotolo con il coniglio e trasferirlo poi ,eliminando l’alluminio, sulle fette di pancetta. A questo punto avvolgere il tutto nella carta forno e formare un bel caramellone, legando il tutto con spago da cucina. Posizionare il rotolo in una placca da forno, unire un giro d’olio, il vino, e un cipollotto tagliato in due e cuocere in forno ventilato a 180° per 1 h e 15 minuti girando a meta’ cottura.
Togliere dal forno e lasciar raffreddare su un piatto. Eliminare la cartaforno e riposizionare sulla placca il rotolo di coniglio rimettendolo per una decina di minuti sotto il grill per farlo colorire bene. Servire con patate al forno o del pure’ di patate
Cercavo proprio questa ricetta e l'ho trovata quí, fornita dal grande Lloyd, ora non ho più scuse! Devo avventurarmi nella difficile impresa di disossare il coniglio! Saró in grado?
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2717
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2019/2020

Messaggioda picetto » 28 mag 2020 23:21

maxer ha scritto:
lloyd142 ha scritto:
Alberto ha scritto:Inizio anch'io a scrivere in questo bel thread... :D


Finalmente!!! Lazzaroni!!! :D :D :D
Mi sembrava di predicare nel deserto....

..... però vogliamo le foto ! .....

( Prossima volta ? :roll: )

io non le so ancora postare : ma è a causa di quelle che Ettore fa sempre bella figura :D
Su, forza, fotooo! Impegnatevi! :P :P :P

Torna a “Ricette: le vostre richieste”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite