LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12807
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Kalosartipos » 01 ago 2018 05:07

Allez..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
eternauta67
Messaggi: 73
Iscritto il: 07 nov 2011 17:54

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda eternauta67 » 02 ago 2018 13:52

Marco, ma ti hanno lasciato solo?
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12807
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Kalosartipos » 02 ago 2018 13:59

eternauta67 ha scritto:Marco, ma ti hanno lasciato solo?

:(
Combriccola di astemi.. :roll:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 27886
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda vinogodi » 02 ago 2018 14:37

...ieri sera, 1° Agosto (quindi una bevuta di agosto:

- APERITIVO: Magnum Champagne Caillez Lemaire BRut :D :D :D :)

- Egly Ouriet VP (doppia bottiglia) :D :D :D :D
- Selosse Initial :D :D :D :D :)
- Réserve Louis XV DE Venoge 2006 (doppia bottiglia) : :D :D :D :D
- Cuvée Louise Pommery 2004 : :D :D :D :D
- Perrier Jouet Belle Époque 2011 : :D :D :D :)
- Comte Tattinger 2006 : :D :D :D :)
- Dom Perignon 2004 : :D :D :D :D
- Oenoteque Collection 2002 Dumenil :D :D :D :D :)
- Cristal 2009 : :D :D :D :D
- Krug Vintage 2004 : :D :D :D :D :)

FINALE: Memor 2009 Nicola Ferri (doppia bottiglia) con i formaggi : :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2719
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Ludi » 03 ago 2018 07:14

Ieri interessante visita a Cantina Margò, piccolo produttore umbro del "circuito" ViNatur.
Il proprietario, Carlo Tabarrini, è giovane, simpatico, entusiasta, ma soprattutto ha l'umiltà di riconoscere che sta ancora inseguendo il vino che vorrebbe fare, avvicinandovisi passo passo. Produzione da garagiste.
Abbiamo assaggiato un po' di tutto: il Surlie 2016, frizzante metodo ancestrale che non produce più, molto simile ad una birra geuze (non è necessariamente una critica); il Trebbiano 2017, davvero un gran bel vino, forse il migliore, sette giorni di macerazione sulle bucce, delicato al naso ma con una freschezza invidiabile in bocca, molto elegante e composto per la tipologia; il Grechetto 2017, volatile un po' fuori controllo e leggero residuo zuccherino, si beve ma solo per appassionati; il Rosato 2017, bellissimo colore, naso e bocca valentiniane (anche se Carlo si arrabbia, notando che se un Sangiovese umbro assomiglia ad un Montepulciano abruzzese c'è qualcosa che non va); il Rosso 2017, Sangiovese in purezza, anche questo molto piaciuto, apparentemente semplice nei profumi fruttati ma fa immaginare un ottimo futuro; le riserve di Trebbiano e di Sangiovese 2015, in affinamento, molto animali, al momento un po' indecifrabili; il metodo classico rosé 2017, ancora ovviamente sulle fecce, anche qui volatile un po' ingombrante; il rosato 2016, in chiara fase di chiusura, per me potrà ben evolversi.
Visita durata complessivamente tre ore e mezzo, decisamente piacevole. Carlo è uno sperimentatore, a mio avviso sta trovando gradualmente la giusta misura e può fare grandissime cose.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7164
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda zampaflex » 03 ago 2018 09:59

Vignai da Duline - Morus Alba 2014

L'altra sera, ristorante stellato a Como con carta dei vini francamente non all'altezza, ma me l'ero studiata prima e ho deciso di provare questo che finora non avevo nemmeno assaggiato.

Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo, e va detto che i ragazzi sono riusciti a contenere il vegetale classico del Sauvignon locale e dare una spinta fruttata ben matura con l'apporto del Friulano. Buona completezza e sufficiente complessità. Bocca piuttosto magra, di media lunghezza, con chiusura su sapidità e amari fini.
Bene con il menù di pesce che abbiamo scelto.

:D :D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
eternauta67
Messaggi: 73
Iscritto il: 07 nov 2011 17:54

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda eternauta67 » 03 ago 2018 11:01

vinogodi ha scritto:...ieri sera, 1° Agosto (quindi una bevuta di agosto:

- APERITIVO: Magnum Champagne Caillez Lemaire BRut :D :D :D :)

- Egly Ouriet VP (doppia bottiglia) :D :D :D :D
- Selosse Initial :D :D :D :D :)
- Réserve Louis XV DE Venoge 2006 (doppia bottiglia) : :D :D :D :D
- Cuvée Louise Pommery 2004 : :D :D :D :D
- Perrier Jouet Belle Époque 2011 : :D :D :D :)
- Comte Tattinger 2006 : :D :D :D :)
- Dom Perignon 2004 : :D :D :D :D
- Oenoteque Collection 2002 Dumenil :D :D :D :D :)
- Cristal 2009 : :D :D :D :D
- Krug Vintage 2004 : :D :D :D :D :)

FINALE: Memor 2009 Nicola Ferri (doppia bottiglia) con i formaggi : :D :D :D :)


Non poteva mancare la risposta dell'altro grande Marco del Forum.

Posso chiederti tra i vari Champagne a cui hai dato 4 faccine, dovendone scegliere uno, cosa prenderesti?
Grazie
vinogodi
Messaggi: 27886
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda vinogodi » 03 ago 2018 11:19

eternauta67 ha scritto:
vinogodi ha scritto:...ieri sera, 1° Agosto (quindi una bevuta di agosto:

- APERITIVO: Magnum Champagne Caillez Lemaire BRut :D :D :D :)

- Egly Ouriet VP (doppia bottiglia) :D :D :D :D
- Selosse Initial :D :D :D :D :)
- Réserve Louis XV DE Venoge 2006 (doppia bottiglia) : :D :D :D :D
- Cuvée Louise Pommery 2004 : :D :D :D :D
- Perrier Jouet Belle Époque 2011 : :D :D :D :)
- Comte Tattinger 2006 : :D :D :D :)
- Dom Perignon 2004 : :D :D :D :D
- Oenoteque Collection 2002 Dumenil :D :D :D :D :)
- Cristal 2009 : :D :D :D :D
- Krug Vintage 2004 : :D :D :D :D :)

FINALE: Memor 2009 Nicola Ferri (doppia bottiglia) con i formaggi : :D :D :D :)


Non poteva mancare la risposta dell'altro grande Marco del Forum.

Posso chiederti tra i vari Champagne a cui hai dato 4 faccine, dovendone scegliere uno, cosa prenderesti?
Grazie
...Egly Ouriet per gli "artigiani" e Luis XV De Venoge fra le maisons ... almeno in questa specifica occasione. La grande sorpresa è stato il Collection Dumenil che in qualcuno ha preferito a Krug , senza lasciarsi condizionare dall'etichetta. Io ho preferito leggermente Krug .
PS: quelli che ho scelto , tra l'altro, erano i migliori Q/P della serata , segnale forte...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
eternauta67
Messaggi: 73
Iscritto il: 07 nov 2011 17:54

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda eternauta67 » 03 ago 2018 11:56

vinogodi ha scritto:
eternauta67 ha scritto:
vinogodi ha scritto:...ieri sera, 1° Agosto (quindi una bevuta di agosto:

- APERITIVO: Magnum Champagne Caillez Lemaire BRut :D :D :D :)

- Egly Ouriet VP (doppia bottiglia) :D :D :D :D
- Selosse Initial :D :D :D :D :)
- Réserve Louis XV DE Venoge 2006 (doppia bottiglia) : :D :D :D :D
- Cuvée Louise Pommery 2004 : :D :D :D :D
- Perrier Jouet Belle Époque 2011 : :D :D :D :)
- Comte Tattinger 2006 : :D :D :D :)
- Dom Perignon 2004 : :D :D :D :D
- Oenoteque Collection 2002 Dumenil :D :D :D :D :)
- Cristal 2009 : :D :D :D :D
- Krug Vintage 2004 : :D :D :D :D :)

FINALE: Memor 2009 Nicola Ferri (doppia bottiglia) con i formaggi : :D :D :D :)


Non poteva mancare la risposta dell'altro grande Marco del Forum.

Posso chiederti tra i vari Champagne a cui hai dato 4 faccine, dovendone scegliere uno, cosa prenderesti?
Grazie
...Egly Ouriet per gli "artigiani" e Luis XV De Venoge fra le maisons ... almeno in questa specifica occasione. La grande sorpresa è stato il Collection Dumenil che in qualcuno ha preferito a Krug , senza lasciarsi condizionare dall'etichetta. Io ho preferito leggermente Krug .
PS: quelli che ho scelto , tra l'altro, erano i migliori Q/P della serata , segnale forte...


Grazie per i consigli Marco
Ziliovino
Messaggi: 3092
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Ziliovino » 03 ago 2018 15:11

Immagine

Immagine

Immagine



Per non continuare ad annoiarci con i soliti Monfortini, Sassicaii e Montrachetti :-) per il mio compleanno ho obbligato la compagnia di sbevazzoni a bere rosato:

Rosé Brut D'Araprì
una bollicina decisamente di carattere (da Montepulciano e pinot nero), sicuramente non tesa ma che gioca su corpo e larghezza, con un piacevole amaricante accennato finale, ma direi che il tutto contro ogni previsione sta in piedi, chiede il cibo a gran voce.

Franciacorta Riserva Anna Maria Clementi Rosé Extra Brut 2008 Cà del Bosco
Pettinato e senza sbavature, gioca tutto sull'eleganza e sulla bolla cremosa, ha però poco carattere ed è cortino in bocca. Direi che nonostante tutto (vedasi anche il prezzo...) è uno dei migliori Franciacorta assaggiati, superato in scioltezza da un AMC blanc agée bevuto un annetto fa.

Champagne Belle Epoque Rosé Brut 2002 Perrier Jouet
Lamponi, fiori, gesso, spezie orientali, finezza ed eleganza in bocca, non avrà il carattere di un Egly o un Selosse ma avercene... direi sciampo da riccone sullo yacht.

Piemonte Rosato Rosa del Rosa 2017 Proprietà Sperino
Sarà il più semplice della serata, fruttini rossi e caramellina, bocca fresca, senza slanci, svolge il compitino... Qualcuno me ne parlò piuttosto bene, mah.

Vin de France Rosé d'un jour Grolleau gris 2017 Ferme de la Sansonnière
Questo sarà invece il vino più eclettico, con un naso intenso che sa di rose, cenni selvatici come di uva americana, nota aromatica dolce, non pulitissimo, bocca dal residuo zuccherino abbondante che però ben si sposa col crudo e melone. Peccato che il giorno successivo la nota sporca/selvatica prenda il sopravvento.

Rioja vigna tondonia rosado gran reserva 08 Lopez de Heredia
decisamente aperto e disteso, ha la fragranza di un rosato d'annata (gli anni sul groppone sono 10...) declinati in una bella spezia, pompelmo rosa, teso e sapido, elegante ed affascinante, per me vincitore della serata.

Montepulciano d'Abruzzo Cerasuolo 1979 Valentini
Non male il colore, concede tè ed erbe amare, ma l'ossidazione è abbondante... mi piace il rischio, ma oggettivamente le speranze erano pochine.

Tavel 2016 Domaine L'Anglore
Da magnum, colorone da schiava altoatesina (ma non la kretzer...), amarene, un cenno di smalto, bocca avvolgente e ricca mantenendo buona freschezza, c'è anche il tannino, sul finale leggero amarognolo.Trova maggiore equilibrio e distensione scaldandosi, direi meglio a temperatura di cantina che freddo. Di carattere parecchio diverso da un 2012 bevuto in precedenza, e che ho preferito, che sia stato un Vintage? non sapevo facesse due versioni...

Il Sodaccio 1990 Montevertine
Integrissimo, ci ha lasciato sbavare pochi minuti e poi: TAPPO. Che dite me lo cambia se chiamo in azienda? qui in bergamasca ultimamente c'è una certa incidenza di TCA con Montevertine mi sembra :-(

Moscato d'Asti Lumine 2015 Ca'd'Gal
Era finito sotto la (purtroppo piccola) catasta dei grandi formati, ma devo dire che a differenza delle 0,75 ha retto molto bene, sempre una delizia.

Finale con rhum JM 1998...
Ultima modifica di Ziliovino il 03 ago 2018 15:39, modificato 1 volta in totale.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
gpetrus
Messaggi: 2409
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda gpetrus » 03 ago 2018 15:17

zampaflex ha scritto:Vignai da Duline - Morus Alba 2014

L'altra sera, ristorante stellato a Como con carta dei vini francamente non all'altezza, ma me l'ero studiata prima e ho deciso di provare questo che finora non avevo nemmeno assaggiato.

Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo, e va detto che i ragazzi sono riusciti a contenere il vegetale classico del Sauvignon locale e dare una spinta fruttata ben matura con l'apporto del Friulano. Buona completezza e sufficiente complessità. Bocca piuttosto magra, di media lunghezza, con chiusura su sapidità e amari fini.
Bene con il menù di pesce che abbiamo scelto.

:D :D :D :)

Malvasia .....no friulano. Il morus è un uvaggio di sauvignon e malvasia. È un vino che se dimenticato in cantina offre spunti molto interessanti.
landmax
Messaggi: 992
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda landmax » 03 ago 2018 15:33

gpetrus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Vignai da Duline - Morus Alba 2014

L'altra sera, ristorante stellato a Como con carta dei vini francamente non all'altezza, ma me l'ero studiata prima e ho deciso di provare questo che finora non avevo nemmeno assaggiato.

Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo, e va detto che i ragazzi sono riusciti a contenere il vegetale classico del Sauvignon locale e dare una spinta fruttata ben matura con l'apporto del Friulano. Buona completezza e sufficiente complessità. Bocca piuttosto magra, di media lunghezza, con chiusura su sapidità e amari fini.
Bene con il menù di pesce che abbiamo scelto.

:D :D :D :)

Malvasia .....no friulano. Il morus è un uvaggio di sauvignon e malvasia. È un vino che se dimenticato in cantina offre spunti molto interessanti.


E aggiungo, a conferma di quel che dice gpetrus, che nelle 4/5 annate in cui l'ho assaggiato l'ho sempre trovato molto ricco e polposo (che non vuol dire alcolico) e certamente da invecchiamento (ho ancora due bottiglie di 2013 che prima o poi aprirò). Probabilmente la 2014 fa storia a sè, a causa dell'annata storta... sentir dire "Morus Alba" accanto a "bocca piuttosto magra" par quasi un ossimoro! :wink:
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11295
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Alberto » 03 ago 2018 16:07

zampaflex ha scritto:Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo

Ma anche no.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Ale Lenzi
Messaggi: 51
Iscritto il: 18 lug 2017 15:00

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Ale Lenzi » 03 ago 2018 16:20

2004 Fontodi Vin Santo del Chianti Classico
Colore mogano luminoso con riflessi ambrati. Naso molto intenso di datteri e fichi secchi, poi resina e caramello, mandorla tostata e caffè ma anche confettura di more e leggera speziatura dolce. Il sorso è ricco, concentrato, profondo e tridimensionale, ovviamente la dolcezza è tanta ma bilanciata da una certa acidità e dei percettibili tannini fini e piacevoli, alcool integrato alla perfezione, finale lunghissimo ma per niente stucchevole, un nettare in tutti i sensi.
'Mazza che bono......
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7164
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda zampaflex » 03 ago 2018 17:52

gpetrus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Vignai da Duline - Morus Alba 2014

L'altra sera, ristorante stellato a Como con carta dei vini francamente non all'altezza, ma me l'ero studiata prima e ho deciso di provare questo che finora non avevo nemmeno assaggiato.

Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo, e va detto che i ragazzi sono riusciti a contenere il vegetale classico del Sauvignon locale e dare una spinta fruttata ben matura con l'apporto del Friulano. Buona completezza e sufficiente complessità. Bocca piuttosto magra, di media lunghezza, con chiusura su sapidità e amari fini.
Bene con il menù di pesce che abbiamo scelto.

:D :D :D :)

Malvasia .....no friulano. Il morus è un uvaggio di sauvignon e malvasia. È un vino che se dimenticato in cantina offre spunti molto interessanti.

Ops, grazie per la precisazione. Mi sembrava infatti un po' tanto aromatico, per la quota non di sauvignon... :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7164
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda zampaflex » 03 ago 2018 17:53

landmax ha scritto:
gpetrus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Vignai da Duline - Morus Alba 2014

L'altra sera, ristorante stellato a Como con carta dei vini francamente non all'altezza, ma me l'ero studiata prima e ho deciso di provare questo che finora non avevo nemmeno assaggiato.

Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo, e va detto che i ragazzi sono riusciti a contenere il vegetale classico del Sauvignon locale e dare una spinta fruttata ben matura con l'apporto del Friulano. Buona completezza e sufficiente complessità. Bocca piuttosto magra, di media lunghezza, con chiusura su sapidità e amari fini.
Bene con il menù di pesce che abbiamo scelto.

:D :D :D :)

Malvasia .....no friulano. Il morus è un uvaggio di sauvignon e malvasia. È un vino che se dimenticato in cantina offre spunti molto interessanti.


E aggiungo, a conferma di quel che dice gpetrus, che nelle 4/5 annate in cui l'ho assaggiato l'ho sempre trovato molto ricco e polposo (che non vuol dire alcolico) e certamente da invecchiamento (ho ancora due bottiglie di 2013 che prima o poi aprirò). Probabilmente la 2014 fa storia a sè, a causa dell'annata storta... sentir dire "Morus Alba" accanto a "bocca piuttosto magra" par quasi un ossimoro! :wink:


Eh già
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7164
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda zampaflex » 03 ago 2018 17:54

Alberto ha scritto:
zampaflex ha scritto:Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo

Ma anche no.


Alberto, non salvi nulla della '14?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11295
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Alberto » 03 ago 2018 18:14

zampaflex ha scritto:
Alberto ha scritto:
zampaflex ha scritto:Annata fresca, che per le ultime produzioni friulane alle prese con temperature africane potrebbe rivelarsi positivo

Ma anche no.


Alberto, non salvi nulla della '14?

No, non è che non salvo nulla; dico solo che il Friuli è una zona al limite per la viticoltura per quanto riguarda la piovosità annua, soprattutto quella in autunno...quindi un'annata lì in realtà non è mai troppo secca... :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Spectator
Messaggi: 3694
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Spectator » 03 ago 2018 18:39

..Barbera d'Alba 2013-C.F.,G.Conterno. Bella bocca,intensa ,ampia ,con piacevoli tannini gia' belli levigati ; profumi..pochi,qualche fiore rosso e un pizzico di spezie; ma, a un rosso/corposo quasi freddo da frigo :) ..nn si poteva chiedere di piu'. Ottimo abbinamento..con pasta al forno/domenicale.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2719
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Ludi » 03 ago 2018 19:02

Oggi gita da Fongoli, biodinamico di Montefalco che a me piace davvero tanto. Tra gli assaggi: Laetita Bullarum 2017, Trebbiano Spoletino rifermentato in bottiglia, dissetante come pochi; Laetitia 2017, stesso vitigno con breve macerazione sulle bucce, molto elegante e di gran carattere; Maceratum 2017, ancora TS con macerazione più lunga, maggior complessità e netto grip tannico; Montefalco Rosso Riserva Serpullo 2014, per me assieme a quello di Antano una delle migliori interpretazioni di questa tipologia; Sagrantino 2011, frutto e cenere ma grande spigliatezza in bocca; Sagrantino Fracanton 2013, vinificato in anfora, un vino che può far ricredere chi non ama il Sagrantino per quanto si declina sull'eleganza più che sulla muscolarità, pur non rinunciando alla croccantezza del frutto (tra l'altro, prima volta che percepisco l'anguria in un Sagrantino); qui gli ovvi referenti sono Bea ed anche Tenuta Bellafonte.
Angelo Fongoli e la moglie sono persone squisite, e la cantina è anche molto bella da visitare.
ZEL WINE
Messaggi: 6999
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda ZEL WINE » 04 ago 2018 12:23

DP 92
Chardonnay Tasca Botrytis cinerea 91
Apice 14
BM salvioni 13
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
merlotto85
Messaggi: 116
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda merlotto85 » 04 ago 2018 13:01

ZEL WINE ha scritto:DP 92
Chardonnay Tasca Botrytis cinerea 91
Apice 14
BM salvioni 13



Due note sull apice 14...come era?
Francesco M
Messaggi: 265
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Francesco M » 04 ago 2018 13:01

Ludi ha scritto:Oggi gita da Fongoli, biodinamico di Montefalco che a me piace davvero tanto. Tra gli assaggi: Laetita Bullarum 2017, Trebbiano Spoletino rifermentato in bottiglia, dissetante come pochi; Laetitia 2017, stesso vitigno con breve macerazione sulle bucce, molto elegante e di gran carattere; Maceratum 2017, ancora TS con macerazione più lunga, maggior complessità e netto grip tannico; Montefalco Rosso Riserva Serpullo 2014, per me assieme a quello di Antano una delle migliori interpretazioni di questa tipologia; Sagrantino 2011, frutto e cenere ma grande spigliatezza in bocca; Sagrantino Fracanton 2013, vinificato in anfora, un vino che può far ricredere chi non ama il Sagrantino per quanto si declina sull'eleganza più che sulla muscolarità, pur non rinunciando alla croccantezza del frutto (tra l'altro, prima volta che percepisco l'anguria in un Sagrantino); qui gli ovvi referenti sono Bea ed anche Tenuta Bellafonte.
Angelo Fongoli e la moglie sono persone squisite, e la cantina è anche molto bella da visitare.


questo me lo segno
La ragione ha torto
Avatar utente
picenum
Messaggi: 860
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda picenum » 06 ago 2018 14:36

Ludi ha scritto:Ieri interessante visita a Cantina Margò, piccolo produttore umbro del "circuito" ViNatur.
Il proprietario, Carlo Tabarrini, è giovane, simpatico, entusiasta, ma soprattutto ha l'umiltà di riconoscere che sta ancora inseguendo il vino che vorrebbe fare....
Visita durata complessivamente tre ore e mezzo, decisamente piacevole. Carlo è uno sperimentatore, a mio avviso sta trovando gradualmente la giusta misura e può fare grandissime cose.
assolutamente concordo con te anche se già ora è per me tra le migliori realtà umbre in senso assoluto. bevuto diverse annate vecchie di sangiovese devo dire belle (2009, 2011) il grechetto 2013 e 2014 così come il trebbiano ad avercele ora (sulla 2014 assaggiata in cantina non avrei scommesso una lira, ... dopo un anno stappato a casa una cosa incredibile. tutte le sue bottiglie evolvono bene, anzi abbisognano di vetro per me).
la riserva di trebbiano che fa legno vorrei riprovarla. ho un ricordo molto bello ma non era ancora imbottigliata. mi sembrava veramente tanta tanta roba.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2719
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI AGOSTO 2018

Messaggioda Ludi » 06 ago 2018 14:40

Verget, Pouilly Fuissé La Roche Terroirs de Vergisson 2009: ben lontano dall'eleganza di un bianco della Cote d'Or, è buono ma si avvicina alla fine della sua vita....leggera, incipiente ossidazione.
Strappelli, Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Riserva Celibe 2007: fruttatone, un po' brutale nell'approccio. Piaciuto solo un po'.
Castello di Lispida, Amphora 2009: questo invece mi è piaciuto molto: raffinato ed elegante, con quel giusto grip tannico da bianco macerato.
Dettori Rosso 2005: bottiglia non a posto, peccato....
R. Haart, Piesporter Goldtropfchen Kabinett 2008: idrocarburo godurioso, dolcezza misurata, grande freschezza. Con pane integrale, burro demi sel e alici del Cantabrico goduria pura.
Collard Picard, Cuvée Prestige S.A.: gran bello champagne di un produttore che mi piace molto.
Vacheron, Sancerre Les Romains 2012: una mineralità classica ed austera, una freschezza invidiabile, una pulizia di sorso assoluta.
Poggio di Sotto, BdM Riserva 1995: davvero fantastico nel suo dialogo tra note terziarie di cassetto della nonna e incenso ed una vivace, struggente nota fruttata. Grandissimo vino.
Cossart Gordon, Madeira Torrontez 1977: una sola domanda: ma perchè hanno espiantato il Torrontez? Grandissimo vitigno, sublime nettare.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti