Cosa avete cucinato nel 2018?

Ricette, consigli, suggerimenti per le ricette della tradizione o per nuove idee in cucina. Aspettiamo le vostre domande e i vostri interventi.

lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 05 apr 2018 22:43

Qualche piatto fatto tra Natale 2017 e adesso...
Ma ormai si parla cosi' tanto di cucina...soprattutto in TV che vien quasi la nausea... e di conseguenza la voglia di condividere che e' prossima allo zero.

Comunque....

Petto d'oca fumè con lenticchie, collo d'oca farcito e terrina d'anitra ai pistacchi
Immagine

Camembert in crosta....bello sbrodoloso :D :D
Immagine

Oca con le verze ( a Mortara lo chiamano Rago' d'oca)
Immagine

Caponata
Immagine

Ciuppin
Immagine

Baguettes
Immagine
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 15 apr 2018 18:36

Immagine

Risotto con aglio orsino e pomodori secchi ( x2)

180 gr di riso
2 cucchiai di pesto di aglio orsino
1 manciata di pomodori Pachino secchi
1/2 bicchiere di vino bianco
1 noce di burro
40 gr di Parmigiano
2 cucchiai di olio
Brodo vegetale

Per il pesto
Una bella manciata di foglie di Aglio Orsino
noci
pinoli
Pecorino
Olio
sale/pepe
Mettete tutto nel bicchiere del Frullino ad immersione e poi regolatevi con l'olio giusto per ottenere una salsa della giusta consistenza.


Tostate il riso nell'olio e poi sfumatelo col vino. Una volta evaporato l'alcool, unite i pomodori secchi triturati finemente e portatelo a cottura unendo brodo all'occorrenza. A fuoco spento, mantecatelo con burro, parmigiano e il pesto di aglio orsino.
Ha un sapore molto buono e il gusto di aglio rimane ma risulta molto piu' sfumato e gradevole rispetto all'aglio tradizionale
Per chi non sapesse cos'e' l'aglio orsino....
Immagine
Si trova da adesso fino a fine maggio circa piu' o meno fino a 1000 metri di altezza nei boschi umidi vicino a fonti di acqua.
Vanta una serie infinita di proprieta' officinali. Date un'occhiata qui di seguito e correrete a fare scorta di questo magico dono dei nostri boschi!! :-)
1) una forte azione antibiotica e antimicotica;
2) la capacità, verificata a livello medico, di abbassare naturalmente, e senza effetti collaterali dannosi per l'organismo, il tasso di colesterolo cattivo nel sangue;
3) la capacità di svolgere una sviluppata azione di purificazione del sangue;
4) è in grado di operare una naturale ed efficace disintossicazione da parassiti e funghi nocivi talvolta presenti nell'organismo umano;
5) riduce la presenza di metalli pesanti nel sangue;
6) contiene vitamine essenziali e minerali in elevatissime quantità;
7) ha proprietà disinfettanti e protegge il nostro organismo da attacchi esterni curandone i danni già avvenuti attraverso la distruzione di batteri e germi patogeni
8 ) ha una forte azione diuretica, che permette ai nostri reni di funzionare al meglio e di depurare il nostro organismo dalle sostanze di scarto;
9) vanta proprietà fortemente depurative e ipotensive, cioè di regolazione e normalizzazione del battito cardiaco;
10) è ricco di vitamina A, di vitamina B, di vitamina C, di vitamina PP e di simil-ormoni, utili anche durante il periodo della menopausa;
11) ha proprietà contro la caduta repentina dei capelli e infine
12) ha caratteristiche lenitive e depurative per ogni tipo di pelle.
Insomma....Lubrifica, purifica tartifica, allunga, allarga, fa crescere la barba e generi diversi.... cosa volete di piu'??? :D :D :mrgreen:

p.s. ATTENZIONE ATTENZIONE....a non confonderlo col MUGHETTO che ha un aspetto molto simile, e che prolifica piu' o meno nello stesso habitat ma che, contrariamente all'aglio orsino e' TOSSICO E NON COMMESTIBILE.
E' pero' sufficiente annusare le foglie ed eventualmente masticarne una. Se sentite il classico odore e gusto di aglio siete a cavallo!!
maxer
Messaggi: 2439
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda maxer » 16 apr 2018 14:33

lloyd142 ha scritto:Qualche piatto fatto tra Natale 2017 e adesso...
Ma ormai si parla cosi' tanto di cucina...soprattutto in TV che vien quasi la nausea... e di conseguenza la voglia di condividere che e' prossima allo zero.

Comunque....

Petto d'oca fumè con lenticchie, collo d'oca farcito e terrina d'anitra ai pistacchi
Immagine

Camembert in crosta....bello sbrodoloso :D :D
Immagine

Oca con le verze ( a Mortara lo chiamano Rago' d'oca)
Immagine

Caponata
Immagine

Ciuppin
Immagine

Baguettes
Immagine

Quanto tempo prima devo prenotare per quattro a cena ? :P :D :P
carpe diem 8)
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 23 apr 2018 09:53

lloyd142 ha scritto:Qualche piatto fatto tra Natale 2017 e adesso...
Ma ormai si parla cosi' tanto di cucina...soprattutto in TV che vien quasi la nausea... e di conseguenza la voglia di condividere che e' prossima allo zero.

Comunque....

Petto d'oca fumè con lenticchie, collo d'oca farcito e terrina d'anitra ai pistacchi
Immagine

Camembert in crosta....bello sbrodoloso :D :D
Immagine

Oca con le verze ( a Mortara lo chiamano Rago' d'oca)
Immagine

Caponata
Immagine

Ciuppin
Immagine

Baguettes
Immagine


lloyd142, capisco che si parla tanto in tv e sul web di cucina, tutti postano, è vero, ma il tuo sapere e la grande esperienza culinaria che ci dispensi non è mai esagerata! In giro si trova tanta immondizia con ricette improbabili! Non si capisce che la buona cucina non è la bella foto di un piatto ben impiattato, la cosa più importante è la ricetta! Tu ci doni cultura, ricette meravigliose, ricche di anni di esperienza, mi hai insegnato anche cos'è l'aglio orsino, non lo avevo mai visto! Grazie

P.S.
Ti prego, continua a postare le tue ricette!

Un grandioso saluto
Maria Grazia
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 11 mag 2018 20:23

I romani del Forum alzeranno a ragione qualche sopracciglio....non fosse altro per il fatto che questa e' "roba loro"
Comunque....fatta la debita tara al fatto che sono un milanese e quindi le procedure non saranno quelle ortodosse, condivido queste due ricette poiché:
a) sono due colonne portanti della cucina italiana tradizionale
b) magari...qualcuno a cui non vengono proprio bene, potra' trovare qualche spunto e , Vi confermo che cosi' vengono davvero bene.
A mio parere, con questi piatti fatti con tre ingredienti, la differenza viene fatta dalla qualita' di questi ultimi. Trovate del pecorino e del guanciale coi controcazzi e , assieme a una buona pasta ( io ho usato quella del pastificio De Rosa di Gragnano) non potrete sbagliare

Cacio e pepe
Immagine


x 4
350 grammi di spaghetti ( o rigatoni, o tonnarelli ecc ecc)
Pepe nero in grani
80 gr di Pecorino Romano grattugiato
40 gr di Parmigiano grattugiato
Mettere al fuoco una capace pentola con acqua e portarla ad ebollizione. Unire poco sale ( poco eh..che poi ci pensa il pecorino a dare sapidita') e cuocervi la pasta.
Intanto in una padella tostate il pepe nero che avrete pestato al mortaio non proprio finemente , per qualche minuto a fuoco basso. In una boule miscelate i due formaggi e aggiungete poco alla volta dell'acqua di cottura della pasta, girando il composto con una spatola, fino ad ottenere un piccolo impasto morbido ma ancora compatto. Fermate la cottura della pasta 1 minuto prima rispetto al tempo indicato dal produttore e trasferitela nella padella con il pepe senza sgrondarla piu' di tanto ( tenetevi l'acqua dove l'avete cotta che poi ci serve) e portatela a cottura, spadellandola, unendo all'incirca uno o due mestoli di acqua poco alla volta. Se la pasta e' di buona qualita', si formera' gia' una bella cremina data dall'amido rilasciato. A questo punto spegnete il fuoco ( e' la cosa piu' importante ) e unite in padella l'impasto di formaggio. Cominciate a stemperarlo con un forchettone e unite poco alla volta dell'acqua di cottura della pasta continuando a girare e a spadellare fino a quando raggiungerete la giusta densita' del composto.
A piacere, servite unendo ancora un po' di pepe.


Carbonara
Immagine

Per ogni commensale servono:
90/100 gr di Spaghetti ( o bucatini...tonnarelli ecc ecc)
1 Tuorlo
50 gr di Guanciale
30 gr di Pecorino Romano
10 gr di Parmigiano
Pepe
sale ( poco)
Mettete la pasta a cuocere in acqua a cui avrete aggiunto poco sale.
In una padella fate prendere calore al guanciale tagliato a listarelle assieme a del buon pepe nero pestato di fresco.
Intanto in una boule stemperate il tuorlo assieme ai formaggi. ottenendo un piccolo impasto e tenete da parte.
Quando la pasta e' quasi cotta sgrondatela dall'acqua ( che dovete tenere) e passatela in padella con il guanciale. Continuate a spadellare unendo poco alla volta l'acqua di cottura fino ad ottenere un bell'effetto cremoso. A questo punto togliere dal fuoco, attendere un paio di minuti ( per evitare che l'uovo si rapprenda a mo' di frittata ) e unire il composto di uovo e formaggi , aggiungendo acqua di cottura poco alla volta , mantecando fino ad ottenere la consistenza desiderata.
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 13 mag 2018 19:17

Immagine

Pancotto Pugliese
Un classico piatto della tradizione pugliese...povero e ricchissimo al medesimo tempo che condensa il meglio dei prodotti di questa magnifica regione.
Se vi piacciono le verdure, provatelo!!
x2
250/300 gr. cicoria ( catalogna)
1 zucchina
1 patata
2 spicchi di aglio
1 peperoncino
1 manciata di pomodori secchi
pane di Altamura raffermo ( io ho usato un semplice pane di grano duro)
olio Evo
parmigiano/pecorino
sale/pepe

Mettere al fuoco una casseruola con acqua salata e portare ad ebollizione. Unire la patata tagliata a tocchi. Dopo 5 minuti, aggiungere la cicoria lavata e tagliata grossolanamente , assieme alla zucchina tagliata a rondelle e lasciar cuocere per circa 15 minuti.
Intanto, in una padella far prendere calore assieme a 4/5 cucchiai di buon olio pugliese, a un paio di spicchi di aglio a cui si sia levata l'anima , al peperoncino sminuzzato e ai pomodori secchi tagliati a striscioline
Tagliare a pezzi 2/3 fette di pane e aggiungerle alla verdura in ebollizione per un paio di minuti, poi con una schiumarola trasferire tutta la verdura e il pane che intanto si sara' ammollato, nella padella con il soffritto di aglio e peperoncino. Aggiungere qualche cucchiaio di formaggio grattugiato , regolare di sale e pepe e un mestolo o due dell'acqua di cottura delle verdure tenendo il tutto di consistenza piuttosto morbida. Impiattare e gustare caldo caldo unendo un giro di olio a crudo.
ORSO85
Messaggi: 832
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda ORSO85 » 14 mag 2018 08:21

Post spettacolare, complimenti per le ricette e la passione!
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8666
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda beluga » 22 mag 2018 18:59

Belle ricette complimenti.

Dico la mia sulla Gricia sperimentata ormai da molti anni, preparazione non ortodossa.

Metto maggiorana fresca e uno spicchio di aglio a crudo in olio di qualità per un’ora almeno. Preferisco il Valentini ma la scelta è personale.
Faccio rosolare guanciale, pancetta sapida e poca pancetta affumicata a bassa temperatura fino farla diventare croccante.
Elimino il grasso cotto e la metto ad asciugare sulla carta.
Cuocio al dente spaghetti artigianali.
Unisco l’olio a crudo e pecorino romano.
Copro con il guanciale croccante.
Niente pepe.
Me ne importo
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:19

Immagine

PANE CON FARINA DI CASTAGNE E LIEVITO MADRE
Una volta era considerato pane dei poveri perchè si utilizzava la farina di castagne in sostituzione della più costosa farina bianca. Oggi è l'opposto! In Calabria si usano fare dei piccoli panini, non un grande pane.
"La farina di castagne è una buona fonte di sali minerali, tra cui magnesio, zolfo, potassio, ferro e calcio, oltre a un discreto apporto vitaminico del gruppo B, in particolare vitamine B1, B2, e vitamina C".
Ho fatto varie prove prima di raggiungere il risultato ottimale
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:21

Immagine

RISOTTO CON FINOCCHIETTO SELVATICO

Chiedo scusa per la grandezza delle immagini, ma si caricano solo così :oops:
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:26

Mele cotogne cotte al forno

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:28

LONZA DI MAIALE AL FORNO RIPIENA DI PRUGNE SECCHE

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:32

Insalata di pasta mediterranea con piccantino calabrese, pomodori secchi, olive infornate, capperi e tranci di tonno sott'olio

Immagine

Immagine
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 29 ott 2018 20:35

PEPERONI A CORNETTO RIPIENI DI PANE RAFFERMO, OLIVE NERE, CAPPERI, FILETTI DI SGOMBRO O TONNO ECC.

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 05 nov 2018 20:00

Immagine

STRUDEL DI MELE LEGGERO CON FARINA INTEGRALE BIOLOGICA, POCO ZUCCHERO DI CANNA, POCO OLIO, UVA PASSA, PINOLI E CANNELLA
Questa è una ricetta antica.
Lo strudel di mele era molto amato della mia mamma, è sempre stato decantato e narrato ogni particolare durante la preparazione. Quando era viva non lo avevo mai fatto, mangiavo quello che preparava lei che era BUONISSIMOOOOOO. Ho provato a rifarlo tantissime volte seguendo la sua ricetta (trascritta in modo incompleto) e cercando di ricordare le sue parole, ma non era mai come quello! Mi chiedevo in cosa sbaglio? Tenta e ritenta, dopo anni, finalmente ci sono riuscita e oggi il mio strudel è perfetto per tramandare la ricetta materna, è come quello che preparava mia madre, mia nonna e la zia Olga, la piú brava! Questa è una variante dietetica per chi predilige un'alimentazione più sana e attenta. Poi c'è l'originale e la versione salata.

http://picetto.blogspot.com/2018/11/strudel-di-mele-leggero-con-farina.html
https://www.youtube.com/watch?v=oSIj1KfCRww
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 18 dic 2018 14:26

Immagine

Un classico Natalizio nel caso ci fosse qualcuno che si vuole cimentare....

Mostarda di mandarini.
Mandarini a piacere ( io ne ho fatti una dozzina. Siamo solo in due ad amarla...)
Zucchero ( 50% del peso dei mandarini)
il succo di un altro mandarino
Essenza di senape

Lavate bene i mandarini ,asciugateli e fateli marinare per 24 h nello zucchero. Lo zucchero provvedera' a disidratarli.
Passate le 24 h. , trasferiteli in una casseruola assieme a tutto lo zucchero. Unite il succo del mandarino aggiuntivo e portate lentamente all'ebollizione il tutto . Lasciate sobbollire per 5 minuti e spegnete lasciando la casseruola scoperta a raffreddare per 24 h.
Ripetete la stessa manovra altre due volte lasciando passare sempre 24 h tra una bollitura e l'altra.
Alla fine della terza bollitura lasciate raffreddare , trasferendo poi la frutta nei vasetti e colmando con lo sciroppo.
Unite l'essenza di senape. Io ne ho messe 2 GOCCE nel vasetto piccolo e 3 nel vasetto grande....sperando di aver centrato la quantita' esatta per avere un giusto mix tra dolcezza e piccantezza.
Lasciate maturare almeno una settimana e poi.... a Natale vi diro' come e' venuta.
ATTENZIONE: L'essenza di senape e' considerata veleno. Cercate di non passarci sopra il naso quando la mettete nei vasetti per evitare di svenire o nel migliore dei casi di farvi venire i lucciconi agli occhi... E' veramente mefitica ma soprattutto davvero pericolosa!!!
Avatar utente
picetto
Messaggi: 2630
Iscritto il: 05 nov 2007 12:05
Località: Calabria
Contatta:

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda picetto » 30 dic 2018 21:18

lloyd142 ha scritto:Immagine

Un classico Natalizio nel caso ci fosse qualcuno che si vuole cimentare....

Mostarda di mandarini.
Mandarini a piacere ( io ne ho fatti una dozzina. Siamo solo in due ad amarla...)
Zucchero ( 50% del peso dei mandarini)
il succo di un altro mandarino
Essenza di senape

Lavate bene i mandarini ,asciugateli e fateli marinare per 24 h nello zucchero. Lo zucchero provvedera' a disidratarli.
Passate le 24 h. , trasferiteli in una casseruola assieme a tutto lo zucchero. Unite il succo del mandarino aggiuntivo e portate lentamente all'ebollizione il tutto . Lasciate sobbollire per 5 minuti e spegnete lasciando la casseruola scoperta a raffreddare per 24 h.
Ripetete la stessa manovra altre due volte lasciando passare sempre 24 h tra una bollitura e l'altra.
Alla fine della terza bollitura lasciate raffreddare , trasferendo poi la frutta nei vasetti e colmando con lo sciroppo.
Unite l'essenza di senape. Io ne ho messe 2 GOCCE nel vasetto piccolo e 3 nel vasetto grande....sperando di aver centrato la quantita' esatta per avere un giusto mix tra dolcezza e piccantezza.
Lasciate maturare almeno una settimana e poi.... a Natale vi diro' come e' venuta.
ATTENZIONE: L'essenza di senape e' considerata veleno. Cercate di non passarci sopra il naso quando la mettete nei vasetti per evitare di svenire o nel migliore dei casi di farvi venire i lucciconi agli occhi... E' veramente mefitica ma soprattutto davvero pericolosa!!!


Che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Questa si che è Alta cucina!
maxer
Messaggi: 2439
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda maxer » 30 dic 2018 23:54

lloyd142 ha scritto:Immagine

Unite l'essenza di senape. Io ne ho messe 2 GOCCE nel vasetto piccolo e 3 nel vasetto grande .... sperando di aver centrato la quantita' esatta per avere un giusto mix tra dolcezza e piccantezza.

ATTENZIONE: L'essenza di senape e' considerata veleno. Cercate di non passarci sopra il naso quando la mettete nei vasetti per evitare di svenire o nel migliore dei casi di farvi venire i lucciconi agli occhi ... E' veramente mefitica ma soprattutto davvero pericolosa !!!

Complimenti :!:

Io consumo in casa la mostarda solo a Natale/Capodanno.
Però con un piccolo particolare rispetto alla tua.

Vado dal mio pizzicagnolo di fiducia, che ormai, visto il periodo, sa già quello che gli chiederò.
Acquisto mezzo kg di mostarda di frutta varia intera, quindi ci dirigiamo in silenzio nel retrobottega.
Qui avviene il miracolo : la sua boccettina di estratto di senape è pronta per immettere 10 - 12 gocce di questo liquido paradisiaco nella vaschetta della mia mostarda.
Sempre in religioso silenzio e badando che gli altri clienti non si accorgano di questi movimenti sospetti, ringrazio, pago e mi allontano felice :lol:

Quando la degusto, piango come un coccodrillo, ma godo come un riccio :mrgreen:
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 31 dic 2018 14:33

maxer ha scritto:
Io consumo in casa la mostarda solo a Natale/Capodanno.
Però con un piccolo particolare rispetto alla tua.

Vado dal mio pizzicagnolo di fiducia, che ormai, visto il periodo, sa già quello che gli chiederò.
Acquisto mezzo kg di mostarda di frutta varia intera, quindi ci dirigiamo in silenzio nel retrobottega.
Qui avviene il miracolo : la sua boccettina di estratto di senape è pronta per immettere 10 - 12 gocce di questo liquido paradisiaco nella vaschetta della mia mostarda.
Sempre in religioso silenzio e badando che gli altri clienti non si accorgano di questi movimenti sospetti, ringrazio, pago e mi allontano felice :lol:

Quando la degusto, piango come un coccodrillo, ma godo come un riccio :mrgreen:


10/12 gocce su mezzo chilo di frutta, onestamente mi sembrano tantissime.
Comunque complimenti per lo stoicismo!!! Io sono certo non ci riuscirei... Gia' con tre gocce quando mordo un mandarino e' come se mi stessero trapanando il cervello... quel poco che me ne rimane... :D :D
maxer
Messaggi: 2439
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda maxer » 31 dic 2018 15:03

lloyd142 ha scritto:
maxer ha scritto:
Io consumo in casa la mostarda solo a Natale/Capodanno.
Però con un piccolo particolare rispetto alla tua.

Vado dal mio pizzicagnolo di fiducia, che ormai, visto il periodo, sa già quello che gli chiederò.
Acquisto mezzo kg di mostarda di frutta varia intera, quindi ci dirigiamo in silenzio nel retrobottega.
Qui avviene il miracolo : la sua boccettina di estratto di senape è pronta per immettere 10 - 12 gocce di questo liquido paradisiaco nella vaschetta della mia mostarda.
Sempre in religioso silenzio e badando che gli altri clienti non si accorgano di questi movimenti sospetti, ringrazio, pago e mi allontano felice :lol:

Quando la degusto, piango come un coccodrillo, ma godo come un riccio :mrgreen:


10/12 gocce su mezzo chilo di frutta, onestamente mi sembrano tantissime.
Comunque complimenti per lo stoicismo!!! Io sono certo non ci riuscirei... Gia' con tre gocce quando mordo un mandarino e' come se mi stessero trapanando il cervello... quel poco che me ne rimane... :D :D

Il mio è ormai in disuso :shock:
Per cui riesco a strapazzarmi cervello, papille e pancino con questa masochistica mostarda afrodisiaca :D
Solo in tale periodo di feste però, altrimenti so che non sopravviverei .....
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 476
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda lloyd142 » 05 gen 2019 22:56

Immagine

Spaghetti allo scoglio.

Un classico della nostra cucina a cui pero' , per poterlo cucinare al meglio, bisogna applicare qualche regola ferrea!!
Da non confondere con la pasta alla marinara in cui, diversamente da questa in cui si parte spadellando crostacei e molluschi, questi vengono affogati in una base di pomodoro.
Tra le due versioni, questa e' quella che preferisco perché e' una versione piu' maschia in cui la rosolatura di scampi,gamberi,calamari e seppie in olio all'aglio regala al piatto una nota tostata ....quasi fume' che mi piace sempre trovare.
Comunque....

x4

4 scampi
4 gamberoni
Code di gambero
seppioline
calamari
cozze
200 gr di polpa di pomodoro
olio EVO
2 spicchi d'aglio
1/2 bicchierino di Cognac
prezzemolo
basilico
sale
pepe
peperoncino.

Pulite crostacei e molluschi. Tagliate a meta' gli scampi. Lasciate interi i gamberoni, e sgusciate invece le code di gambero.
Tagliate seppie e calamari a pezzi non troppo piccoli e pulite le cozze.
In una larga padella scaldate bene l'olio assieme a due spicchi di aglio che lascerete ben imbiondire. Quando saranno ben colorati eliminateli e unite all'olio poco peperoncino e in una sola volta tutti i crostacei e i molluschi . Continuate la cottura
a fuoco molto alto lasciando che i liquidi emessi si riducano . Quando crostacei e molluschi sono ben rosolati e cominciano ad attaccarsi alla padella, sfumate col Cognac fiammeggiando. Unite poi la polpa di pomodoro e proseguite la cottura a fuoco basso per circa 15 minuti.
Intanto fate aprire le cozze in un'altra padella in un paio di cucchiai di olio. Non appena aperte, toglietele dal fuoco e recuperate il liquido che hanno rilasciato, filtrandolo e unendolo alla salsa di crostacei in cottura. Assaggiate ( l'acqua delle cozze e' già salata di suo) e regolate eventualmente di sale e pepe. Intanto cuocete degli spaghetti o linguine o altra pasta lunga . Una volta cotta la pasta, scolatela e spadellatela assieme al sugo unendo le cozze e un altro poco di olio. Fuori dal fuoco aggiungere prezzemolo e basilico .
Buon appetito.

La versione marinara parte invece da una base di olio e aglio , a cui si aggiunge del pomodoro . Dopo una quindicina di minuti si aggiungono i vari molluschi e crostacei che quindi fanno una cottura pochèe. Si aprono sempre a parte le cozze e si aggiungono poco prima della fine della cottura della salsa unendo anche la loro acqua.

Sembrano due modi abbastanza simili, ma se avrete modo di provarle, troverete che i sapori cambiano completamente a seconda della versione che sceglierete.
maxer
Messaggi: 2439
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2018?

Messaggioda maxer » 06 gen 2019 02:53

Konkordo con te sulla migliore e più piacevole appetibilità dei veri "spaghetti allo scoglio".
Quasi sempre nei ristoranti si trovano in carta degli spaghetti allo scoglio che altro non sono che semplici e molto meno gustosi "spaghetti alla marinara".
Due sole piccole differenze con la tua ottima ricetta : per rendere ancora più 'maschio' e affumicato il sapore, al posto del cognac io sfumo con del whisky Caol Ila non eccessivamente torbato, inoltre non aggiungo basilico (solo perché non mi piace ...)
carpe diem 8)

Torna a “Ricette: le vostre richieste”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti