Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Questo spazio è dedicato solo ai racconti delle vostre esperienze enogastronomiche nei ristoranti, pizzerie, trattorie, wine bar dove siete stati, che vi hanno soddisfatto molto, abbastanza o per niente. E' importante motivare sempre le critiche positive o negative.

Avatar utente
darkshadow
Messaggi: 1284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:42
Località: Deiva Marina (Liguria)
Contatta:

Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda darkshadow » 18 mar 2019 00:22

La felicità è solo l'infelicità che sta dormendo.

Dio esiste...ma non sei tu quindi rilassati.

Cerco Brunello 1979 Case Basse Soldera.
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4134
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda Wineduck » 18 mar 2019 01:01

Una grande perdita :cry:

RIP
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
divino59
Messaggi: 1594
Iscritto il: 06 giu 2007 17:54
Località: Ruvo di Puglia
Contatta:

Re: Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda divino59 » 18 mar 2019 11:17

Dispiace tantissimo.
egio
Messaggi: 1171
Iscritto il: 09 set 2009 12:15
Località: Bologna

Re: Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda egio » 18 mar 2019 17:23

Un posto magico, del cuore. Davvero triste.
maxer
Messaggi: 2546
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda maxer » 18 mar 2019 19:16

Luciano Zazzeri e la sua Pineta di Marina di Bibbona mi riportano alla mente una delle più belle "zingarate" passate assieme agli amici.

Oltre dieci anni fa (2007 o 2008, non ricordo) Marco Vinogodi (e chi se non, ma chi l' avrebbe mai detto .....) aveva organizzato una visita alla Tenuta dell' Ornellaia, rivelatasi fantastica, con la partecipazione di una ventina di forumisti del Gambero (di cui allora non conoscevo nemmeno l' esistenza) più una decina di infiltrati fra cui noi quattro amici nordici, primo nucleo storico della colonna trentina.

Tempo solare : dopo una splendida visita ai vigneti di Bolgheri, ci siamo trovati seduti all' aperto in cinque tavoli, su ognuno dei quali troneggiavano due magnum 1995 : una di Ornellaia e una di Masseto :shock:
Ottimo pranzo toscano completo e bevute le due magnum in sei.
Nel tardo pomeriggio, al momento dei saluti, pensavamo di dover dividere il conto o almeno un fisso anche simbolico. Invece niente, neanche un passaggio in cantina per un celato invito all' acquisto.

Quando si dice signorilità e ospitalità d' altri tempi
!

Sulla via del ritorno, dopo aver a lungo cercato e fissato le stanze per la notte, essendo un po' provati per affrontare il viaggio verso il nord, è riaffiorata una certa fame e sete ..... :wink:
Dopo le solite animate discussioni su dove dirigerci per la cena, si è deciso di scegliere lo stellato nei paraggi che ci veniva indicato dalle guide: non potevamo rovinare la giornata fino ad allora meravigliosa.

E quale ristorante se non la Pineta di Luciano Zazzeri, di cui avevamo solo sentito parlare ?

Ricordo indelebile di un fritto sublime, di antipasti di pesce crudo e di una grigliata eccezionali !
Il tutto innaffiato da ottimo Champagne, Vintage Tunina di Jermann e Chardonnay Löwengang di Alois Lageder : puro piacere, in compagnia dei miei tre amici, compagni eletti di avventure enoiche.

A fine cena (quasi le 23.00) era comparso Luciano, che ci aveva intrattenuto per oltre un' ora con la sua innata capacità di racconto e la sua semplicità di pescatore : si vedeva che era contento di stare con degli ospiti (a quel punto diventati suoi "amici") contenti.

Quella giornata non me la dimenticherò mai : è stata una delle più belle esperienze della mia vita nel mondo del vino e del cibo : per le sorprese, le persone, i posti, i vini, la compagnia, la scoperta della Pineta.

Grazie Luciano

Ti sia lieve la terra
carpe diem 8)
brunelloDOC
Messaggi: 1361
Iscritto il: 04 ago 2009 09:49

Re: Oggi è morto un grande artigiano ristoratore

Messaggioda brunelloDOC » 19 mar 2019 14:35

darkshadow ha scritto:https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/19_marzo_17/addio-luciano-zazzeri-pescatore-una-stella-grande-chef-e269c518-48f7-11e9-a798-307a3434e14a.shtml?fbclid=IwAR1GEUtpX-tGTTpNeNA8Yvn0aAwwOwuKEEDv4KA6qAxh6iapmoVPqQtFZ4c

R.I.P.


Ne ho letto ieri, sul Tirreno, dove veniva dato amplissimo spazio alla vicenda e all'uomo.
E subito, mentre leggevo, mi è tornata in mente la scomparsa di un altro grande Toscano, Sauro Brunicardi della leggendaria Mora di Ponte a Moriano, che si tolse la vita gettandosi nel Serchio.
I perché di quel gesto non sono mai emersi.
Normalmente - se questo avverbio si può utilizzare in certi casi - lo si fa per una situazione critica del locale, oppure se un medico ti dice di punto in bianco che ti rimangono pochi mesi di vita, e che non saranno i migliori. Almeno la prima ipotesi è da escludere per entrambi. La seconda, non valse per Brunicardi. Per Zazzeri è presto per dire.

Il mio ricordo va alla persona, che riusciva ad essere semplice e signorile allo stesso tempo.
Una grande perdita, per tutti coloro che ha fatto stare bene con il suo lavoro/passione.
Riposa in pace.
«C’è un solo posto al mondo dove il quotidiano si specchia così compiutamente nel sublime, in un mirabile intreccio di natura e cultura…è la Toscana….» Stendhal
"D'accordissimo, Axel" Il Cacciatore

Torna a “Ristoranti: le vostre opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti