Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Questo spazio è dedicato solo ai racconti delle vostre esperienze enogastronomiche nei ristoranti, pizzerie, trattorie, wine bar dove siete stati, che vi hanno soddisfatto molto, abbastanza o per niente. E' importante motivare sempre le critiche positive o negative.

Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Judasric » 17 dic 2008 15:02

Tornato di recente da Taberna Recina due volte. Buono come sempre. Menzione per gli gnocchi con il sugo di stufato di coda.

Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.

L'Osteria Pistoia poi è un locale carino, fa soprattutto cucina romana, a dispetto del nome. Ho mangiato un ottimo piatto di rigatoni con la pajata ( quella legale ). Servizio gentile e prezzi nella media.
Una buona opzione per chi sta in zona, ossia Monteverde - Portuense.

Al ceppo ai Parioli, non rientra sicuramente tra i "no blasonati", ma mi scoccia aprire un thread apposito.
Vi ho cenato con soddisfazione. Menù molto vario, sia sulla carne che sul pesce.
Ho degustato:
una terrina di patate e porcini con salsa di scalogni
mezzi paccheri alla ricciola e frutti di mare
filetto di maiale al miele e peperoncino con belga candita
tortino di pere all'amaretto con crema alla vaniglia.

Ho trovato tutto ottimo. Piatti di sostanza, senza troppi gnè gnè.

Bevuti un Fiano Marsella (30) e un Brunello Brunelli 2001 (52), scelti da una carta per tutti i gusti e tutte le tasche. Col dolce un sempre particolare Greco di Bianco di Stelitano.

Il locale ha una piacevole informale eleganza. Servizio gentile e professionale. Forse quella sera un po' in affanno con tutti i tavoli occupati. Un cameriere in più avrebbe giovato.

Sicuramente molto molto consigliato.

Damè a via Po. Locale molto bello, un mio amico direbbe da fighetti. Arredamento moderno, sedie in pelle comode come si deve. Io ci sono stato per un aperitivo, ma si pranza ( e credo cena) anche. Servizio molto impostato. Con il mio martini rosso mi hanno fatto gradire una fetta di bresaola piena di burrata, e un cucchiaio ( molto scenografico ) con una crema di credo avogado, colorato con aceto balsamico e fetta d'ananas a lato.
Martini 4 euro, cockatail 8.
Ci ritornerò per ampliare l'esperienza.
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25099
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda tenente Drogo » 17 dic 2008 17:28

Judasric ha scritto:
Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.



Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
amica speck
Messaggi: 2951
Iscritto il: 06 giu 2007 11:57
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda amica speck » 17 dic 2008 17:39

tenente Drogo ha scritto:
Judasric ha scritto:
Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.



Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.

A Tene', oggi nun te va proprio de fa gnente! :P

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c'era un tempo sognato
che bisognava sognare
Avatar utente
jbg
Messaggi: 1924
Iscritto il: 06 giu 2007 14:53
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda jbg » 17 dic 2008 17:41

amica speck ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Judasric ha scritto:
Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.



Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.

A Tene', oggi nun te va proprio de fa gnente! :P


hai ragione, è svogliato
Avatar utente
amica speck
Messaggi: 2951
Iscritto il: 06 giu 2007 11:57
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda amica speck » 17 dic 2008 17:45

jbg ha scritto:
amica speck ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.

A Tene', oggi nun te va proprio de fa gnente! :P


hai ragione, è svogliato

Questi giovani forumisti non sanno più cosa sono i sacrifici; vogliono sempre la pappa pronta! Ai miei tempi si doveva lavorare sodo e stare sempre sul pezzo ... tzè! 8)

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c'era un tempo sognato
che bisognava sognare
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Judasric » 08 gen 2009 17:30

tenente Drogo ha scritto:
Judasric ha scritto:
Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.



Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.


Sta sull'Appia Antica, all'inizio. Dieci metri prima che ci sia la biforcazione Appia - Ardeatina. Sulla destra.
Avatar utente
libera
Messaggi: 4633
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda libera » 08 gen 2009 18:03

Judasric ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Judasric ha scritto:
Ritorno anche da Priscilla. Sempre stessi piatti in menù e quindi non si sbaglia. Pappardelle al cinghiale, pollo alla romana, tiramisù. Tutto da leccarsi i baffi. Con vino anonimo, ma potabile, 25 euro incluso il caffè! Direttore di sala questa volta Zuzù.



Priscilla non mi ricordo piu' dove sta, ma non mi va di guardare indietro nelle pagine
un Martini se mi dici dov'e'

N.


Sta sull'Appia Antica, all'inizio. Dieci metri prima che ci sia la biforcazione Appia - Ardeatina. Sulla destra.


Certo che come tempi di reazione.. direi che non sei il massimo della tempestività!.. :P
Nihil difficile volenti


La coerenza è l'ultimo rifugio delle persone prive d'immaginazione
Oscar Wilde

L'ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili, il pessimista sa che purtroppo è vero.
R. Oppenheimer
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7584
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Tex Willer » 18 gen 2009 20:14

Andato in settimana da Mamma Angelina. Mi sarebbe piaciuto assaggiare l'amatriciana ma non ci sono riuscito perchè il sapore è stato maledettamente coperto dalla quantità industriale di peperoncino utilizzata,Che poi lo chef abbondi con il peperoncino lo ha confermato chi,accanto a me,ha preso gli spaghetti con le vongole. Molto bene i secondi piatti con un fritto di paranza e guancia di chianina,molto buoni e gustosi(i calanari leggermente gommosi..). Dolce nella norma(creme brule e crostata)caffè offerto,gentilezza e professionalità. Conto 70 euro in due,compreso vino ed acqua. Tornerò raccomandando il peperoncino :evil:
Quando ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte,ma io sono sempre riuscito a trovarli.
Woody Allen
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7584
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Tex Willer » 26 gen 2009 20:27

Pranzo di lavoro da Trimani in Via Goito. Non parlo di quello che abbiamo mangiato:qui si viene per spizzicare qualcosa ed approfittare della buona cantina e dell'ottima scelta al bicchiere.
Vorrei parlare del servizio:io ed i miei ospiti siamo stati fatti accomodare nella sala interna,accanto ad una coppia di giovani spagnoli. Ebbene,la cameriera ha passato dieci minuti a cercare di spiegare a quei malcapitati i piatti del giorno e quelli del menu,senza riuscirci. Ad un certo punto,spazientita,se ne è andata lasciandoli da soli con la carta che chiaramente non comprendevano. Risultato:i due ,dopo pochi minuti,si sono alzati e se ne sono andati.
La cameriere,non contenta,è venuta da noi a prendere l'ordinazione lamentandosi del tempo che aveva perso per quei due,che non si decidevano ad ordinare qualcosa!!. Mi domando come a Roma,vicino alla stazione,non ci siano menu in spagnolo o in tedesco,solo in inglese. Perchè non esiste nel personale qualcuno che parli altre lingue,oltre l'italiano e l'inglese(non vi dico come lo parlava la cameriera). Parliamo di spagnolo,non di cinese. E poi la cortesia e la disponibilità sotto zero,veramente imbarazzanti. Ho avuto l'impressione di un locale lasciato un pò a se stesso.
Quando ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte,ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Woody Allen
minardi
Messaggi: 1508
Iscritto il: 30 giu 2008 19:05
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda minardi » 26 gen 2009 21:29

Io sono stato più volte in Spagna, e con gli spagnoli ci si intende benissimo parlando un italo-spagnolo maccheronico

Se i due clienti non riuscivano a capire niente o erano deficienti loro o era deficiente la cameriera

Oooohhh, spagnoli, non cinesi

Inoltre quando giro all'estero nei ristoranti quando va bene trovo i menu in inglese, e già mi sembra tanto
Di certo non si trovano in italiano né in spagnolo (e neanche in francese o in tedesco, se è per questo)
Né si trovano camerieri che parlino spagnolo o italiano

Vabbè buttare cacca su Roma e sull'Italia, e molte volte lo si fa a ragione, ma questa tirata che hai fatto, caro Tex, mi sembra davvero pretestuosa
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7584
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Tex Willer » 26 gen 2009 22:00

minardi ha scritto:Io sono stato più volte in Spagna, e con gli spagnoli ci si intende benissimo parlando un italo-spagnolo maccheronico

Se i due clienti non riuscivano a capire niente o erano deficienti loro o era deficiente la cameriera

Oooohhh, spagnoli, non cinesi

Inoltre quando giro all'estero nei ristoranti quando va bene trovo i menu in inglese, e già mi sembra tanto
Di certo non si trovano in italiano né in spagnolo (e neanche in francese o in tedesco, se è per questo)
Né si trovano camerieri che parlino spagnolo o italiano

Vabbè buttare cacca su Roma e sull'Italia, e molte volte lo si fa a ragione, ma questa tirata che hai fatto, caro Tex, mi sembra davvero pretestuosa

Da Trimani ci vado spesso quando ho qualche cliente che arriva alla stazione Termni. Mi (ci)ha creato imbarazzo la poca disponibilità a farsi capire della cameriera,la sua maleducazione. Se tu fossi stato li con noi avresti capito meglio cosa intendo dire.
Riguardo al menu,siccome da Trimani c'è un menu fisso ed un menu dei piatti del giorno e siccome si trova accanto alla stazione,cioè in luogo turistico per definizione,tutto sommato fare il menu fisso in più lingue non sarebbe stato male ne costoso. Alle volte basta poco per mettere a proprio agio i nostri ospiti,non ti pare?
Resta il fatto che i due turisti se ne sono andati:questo è il peggior risultato che si potesse ottenere.
Quando ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte,ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Woody Allen
minardi
Messaggi: 1508
Iscritto il: 30 giu 2008 19:05
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda minardi » 27 gen 2009 11:55

Sulla maleducazione della cameriera non essendo presente non posso giudicare, ma ti credo sulla parola, non ho motivo di dubitarne

E certo, sì, sarebbe bello se ci fosse il menu multilingue

Ma da come l'hai posta tu sembra che tutti i ristoranti del mondo abbiano menu multilingue e personale poliglotta, cosa che assolutamente non è

Nei paesi di lingua inglese il menu è praticamente sempre SOLO in inglese. E nei paesi con altre lingue, nella stragrande maggioranza dei casi, se c'è (cosa peraltro non frequentissima) un menu in lingue diverse da quella madre, in genere c'è solo in inglese. Così come il personale parla in genere solo l'inglese, come lingua extra (quando lo parla)

Insomma, non mi sembra che la situazione di Trimani sia scandalosa come la prospetti tu, ma assolutamente normale (a parte l'eventuale maleducazione)

Resto comunque perplesso sull'incapacità di comunicare di una italiana e due spagnoli, con lingue così simili
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7584
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Tex Willer » 27 gen 2009 12:02

minardi ha scritto:Sulla maleducazione della cameriera non essendo presente non posso giudicare, ma ti credo sulla parola, non ho motivo di dubitarne

E certo, sì, sarebbe bello se ci fosse il menu multilingue

Ma da come l'hai posta tu sembra che tutti i ristoranti del mondo abbiano menu multilingue e personale poliglotta, cosa che assolutamente non è

Nei paesi di lingua inglese il menu è praticamente sempre SOLO in inglese. E nei paesi con altre lingue, nella stragrande maggioranza dei casi, se c'è (cosa peraltro non frequentissima) un menu in lingue diverse da quella madre, in genere c'è solo in inglese. Così come il personale parla in genere solo l'inglese, come lingua extra (quando lo parla)

Insomma, non mi sembra che la situazione di Trimani sia scandalosa come la prospetti tu, ma assolutamente normale (a parte l'eventuale maleducazione)

Resto comunque perplesso sull'incapacità di comunicare di una italiana e due spagnoli, con lingue così simili

Notavo solo che alle volte ci vorrebbe molto poco per migliorare un servizio:per la poca disponibilità della cameriera invece ci vorrebbe solo qualcuno che controllasse meglio il personale.
Poichè per lavoro mi reco spesso in Austria ed in Germania ho notato che i menu-base plurilingue ci sono,anche in luoghi sperduti tra la montagne. Il turismo in questi luoghi è un bene prezioso e la cura di questi dettagli spesso può fare la differenza.
Quando ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte,ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Woody Allen
minardi
Messaggi: 1508
Iscritto il: 30 giu 2008 19:05
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda minardi » 27 gen 2009 12:09

Tex Willer ha scritto:
minardi ha scritto:Sulla maleducazione della cameriera non essendo presente non posso giudicare, ma ti credo sulla parola, non ho motivo di dubitarne

E certo, sì, sarebbe bello se ci fosse il menu multilingue

Ma da come l'hai posta tu sembra che tutti i ristoranti del mondo abbiano menu multilingue e personale poliglotta, cosa che assolutamente non è

Nei paesi di lingua inglese il menu è praticamente sempre SOLO in inglese. E nei paesi con altre lingue, nella stragrande maggioranza dei casi, se c'è (cosa peraltro non frequentissima) un menu in lingue diverse da quella madre, in genere c'è solo in inglese. Così come il personale parla in genere solo l'inglese, come lingua extra (quando lo parla)

Insomma, non mi sembra che la situazione di Trimani sia scandalosa come la prospetti tu, ma assolutamente normale (a parte l'eventuale maleducazione)

Resto comunque perplesso sull'incapacità di comunicare di una italiana e due spagnoli, con lingue così simili

Notavo solo che alle volte ci vorrebbe molto poco per migliorare un servizio:per la poca disponibilità della cameriera invece ci vorrebbe solo qualcuno che controllasse meglio il personale.
Poichè per lavoro mi reco spesso in Austria ed in Germania ho notato che i menu-base plurilingue ci sono,anche in luoghi sperduti tra la montagne. Il turismo in questi luoghi è un bene prezioso e la cura di questi dettagli spesso può fare la differenza.


Guarda che stavo per farti proprio l'esempio di Austria e Germania, dove ho passato le ultime due vacanze: in molto posti ho trovato SOLO il menu in tedesco. Spesso anche in inglese. Quasi mai in altre lingue (solo una volta, su una trentina di esperienze) in italiano

Comunque sul concetto generale sono d'accordissimo con te. Solo che quella di Trimani non mi sembrava una eccezione da segnalare al pubblico ludibrio, semmai la norma
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7584
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Tex Willer » 27 gen 2009 12:41

minardi ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
minardi ha scritto:Sulla maleducazione della cameriera non essendo presente non posso giudicare, ma ti credo sulla parola, non ho motivo di dubitarne

E certo, sì, sarebbe bello se ci fosse il menu multilingue

Ma da come l'hai posta tu sembra che tutti i ristoranti del mondo abbiano menu multilingue e personale poliglotta, cosa che assolutamente non è

Nei paesi di lingua inglese il menu è praticamente sempre SOLO in inglese. E nei paesi con altre lingue, nella stragrande maggioranza dei casi, se c'è (cosa peraltro non frequentissima) un menu in lingue diverse da quella madre, in genere c'è solo in inglese. Così come il personale parla in genere solo l'inglese, come lingua extra (quando lo parla)

Insomma, non mi sembra che la situazione di Trimani sia scandalosa come la prospetti tu, ma assolutamente normale (a parte l'eventuale maleducazione)

Resto comunque perplesso sull'incapacità di comunicare di una italiana e due spagnoli, con lingue così simili

Notavo solo che alle volte ci vorrebbe molto poco per migliorare un servizio:per la poca disponibilità della cameriera invece ci vorrebbe solo qualcuno che controllasse meglio il personale.
Poichè per lavoro mi reco spesso in Austria ed in Germania ho notato che i menu-base plurilingue ci sono,anche in luoghi sperduti tra la montagne. Il turismo in questi luoghi è un bene prezioso e la cura di questi dettagli spesso può fare la differenza.


Guarda che stavo per farti proprio l'esempio di Austria e Germania, dove ho passato le ultime due vacanze: in molto posti ho trovato SOLO il menu in tedesco. Spesso anche in inglese. Quasi mai in altre lingue (solo una volta, su una trentina di esperienze) in italiano

Comunque sul concetto generale sono d'accordissimo con te. Solo che quella di Trimani non mi sembrava una eccezione da segnalare al pubblico ludibrio, semmai la norma

Nessun pubblico ludibrio. Ho voluto segnalare soltanto un episodio che mi è capitato davanti agli occhi,che è stato imbarazzante per me e per i miei ospiti,e che sono sicuro si sarebbe evitato se alcuni piccoli particolari fossero stati affrontati per tempo. E' una critica costruttiva,non fine a se stessa. Quanto costerà far tradurre e stampare in 4 lingue un menu di 5 pagine? Quanto buon senso ci vuole per cercare di risolvere una incomprensione in maniera cortese?
Migliorare sempre qualcosa,qualche piccolo particolare,non accontentarsi del successo ma cercare sempre di dare qualcosa di più è un modo per restare sempre sulla cresta dell'onda.
Quando ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte,ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Woody Allen
Avatar utente
carlo59
Messaggi: 4021
Iscritto il: 09 ott 2007 10:48
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda carlo59 » 16 feb 2009 18:01

Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.
viva li porci...
Picchio

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Picchio » 16 feb 2009 18:05

carlo59 ha scritto:Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.


mi avevano parlato di questo posto
e mi avevano detto che era un po' caro
ma non mi sembra dal tuo racconto
Avatar utente
carlo59
Messaggi: 4021
Iscritto il: 09 ott 2007 10:48
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda carlo59 » 16 feb 2009 18:06

ciro9999 ha scritto:
carlo59 ha scritto:Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.


e imparate a beve er vino!
sei grande e grosso!

:lol: :lol: :lol:

hai ragggggionne... un giorno o l'altro lo faro'!!!!!
viva li porci...
Avatar utente
carlo59
Messaggi: 4021
Iscritto il: 09 ott 2007 10:48
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda carlo59 » 16 feb 2009 18:11

Picchio ha scritto:
carlo59 ha scritto:Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.


mi avevano parlato di questo posto
e mi avevano detto che era un po' caro
ma non mi sembra dal tuo racconto


I prezzi dei primi raggiungono al max 12 Euro, come piu' o meno i secondi (tranne la tagliata di manzo che era 18,50 Euro); la scelta e' tra 6/7 primi e 5/6 secondi che ruotano sempre su piatti tipici regionali.
E' sicuramente da provare; si passa una buona serata senza spendere l'ira di Dio e mangiando comunque abbondante e bene.
La cucina e' a vista, e ci sono parecchi prodotti regionali (dal vino a vari generi alimentari) da comprare direttamente.
viva li porci...
Picchio

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda Picchio » 16 feb 2009 18:24

uno di questi giorni ci vado, mi hai incuriosito....
e poi mi dai un senso di sicurezza
non mi sembri uno che racconta "storie"
sarà per via della tua barba bianca...


ottimo contributo Carlo...
Avatar utente
brifazio
Messaggi: 8399
Iscritto il: 06 giu 2007 13:20
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda brifazio » 16 feb 2009 20:11

ciro9999 ha scritto:
carlo59 ha scritto:Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.


e imparate a beve er vino!
sei grande e grosso!

Ci sono solo vini del Lazio, e lui beve solo francesi.

Carlo, che acqua era?
Avatar utente
carlo59
Messaggi: 4021
Iscritto il: 09 ott 2007 10:48
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda carlo59 » 16 feb 2009 20:56

brifazio ha scritto:
ciro9999 ha scritto:
carlo59 ha scritto:Cena sabato di nuovo all'Enoteca Palatium, a Via Frattina.
Buone le mozzarelle panate con puntarelle ed alici (anche se le puntarelle potevano essere un po' piu' "marinate"); buoni gli gnocchi patate e ricotta (molto morbidi) con pomodoretto e zucchina.
la tagliata era squisita, mentre il gateau di patate che l'accompagnava un po' troppo "dolce".
Eccellente la crostata di ricotta (bissata in attesa dei caffe').
Porzioni come la volta precedente un po' troppo abbondanti.
Un antipasto, un primo, un secondo, un contorno, due dolci, due caffe e tre bottiglie d'acqua per 65 Euro.


e imparate a beve er vino!
sei grande e grosso!

Ci sono solo vini del Lazio, e lui beve solo francesi.

Carlo, che acqua era?

ahahahah lo so che sono gnorant, come dice Ciro, ma sono ancora giovane e magari imparero' e capiro' che il vino e' cosa buona e giusta....
col tempo uno matura, no?? :D
viva li porci...
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25099
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda tenente Drogo » 16 feb 2009 21:29

sabato scorso alcuni amici di usenet (se non sapete cos'e' siete gggiovani) mi hanno portato in un posto a Prati che non avevo mai notato: "I Villini", in via Marcantonio Colonna (48 mi pare)

ambiente molto anni '70, sedie di legno, doghe di legno alle pareti a mezza altezza
un ristorante che esiste da piu' di 70 anni, condotto dal nipote del fondatore
cucina e servizio senza fronzoli

ho preso tonnarelli alla gricia, pasta buona, guanciale croccante ma un po' troppo sottile
per secondo una impeccabile trippa con il pecorino di consistenza perfetta (forse un po' piu' di mentuccia ci stava bene)
da bere un onestissimo Olevano sfuso
buono il dolce: tiramisu fatto in casa

abbiamo pagato 25 euro a testa (piccolo sconto perche' l'amica che ha organizzato conosce bene il posto), comunque i prezzi sono moderati: primi sugli 8 euro e secondi sui 10

N.
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.

Tutto questo ha aiutato il film.

(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")



http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
brifazio
Messaggi: 8399
Iscritto il: 06 giu 2007 13:20
Località: Roma
Contatta:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda brifazio » 18 feb 2009 11:16

carlo59 ha scritto:
brifazio ha scritto:Ci sono solo vini del Lazio, e lui beve solo francesi.

Carlo, che acqua era?

ahahahah lo so che sono gnorant, come dice Ciro, ma sono ancora giovane e magari imparero' e capiro' che il vino e' cosa buona e giusta....
col tempo uno matura, no?? :D

Ok, ma la domanda era seria, che acqua avete preso? Almeno era del Lazio?
Avatar utente
carlo59
Messaggi: 4021
Iscritto il: 09 ott 2007 10:48
Località: Roma

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Messaggioda carlo59 » 18 feb 2009 11:28

brifazio ha scritto:
carlo59 ha scritto:
brifazio ha scritto:Ci sono solo vini del Lazio, e lui beve solo francesi.

Carlo, che acqua era?

ahahahah lo so che sono gnorant, come dice Ciro, ma sono ancora giovane e magari imparero' e capiro' che il vino e' cosa buona e giusta....
col tempo uno matura, no?? :D

Ok, ma la domanda era seria, che acqua avete preso? Almeno era del Lazio?



Ferrarelle.....
viva li porci...

Torna a “Ristoranti: le vostre opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: maxer e 2 ospiti