Diario economico

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 31 ago 2018 12:53

Torna a scendere la disoccupazione. A luglio il tasso scende al 10,4%, con un calo di 0,4 punti percentuali rispetto a giugno, tornando ai livelli di marzo 2012. Lo comunica l'Istat, i cui dati evidenziano anche il calo della disoccupazione giovanile, scesa al 30,8% (-1,0 punti), ovvero al minimo da ottobre 2011. Alle buone notizie sul fronte disoccupazione fa però da contraltare il boom degli inattivi: a luglio il numero delle persone in cerca di occupazione diminuisce del 4% (-113 mila unità).

Trend positivo anche nell'Eurozona: stando ai dati Eurostat a luglio il tasso si attesta all'8,2%, stabile rispetto a giugno e pari al valore più basso da novembre 2008. Nei 28 il tasso è sceso al 6,8% dal 6,9% del mese precedente, raggiungendo anche qui il picco più basso da aprile 2008. Un anno fa la disoccupazione era al 9,1% nei 19 e al 7,6% nei 28.

- - -

Bicchiere mezzo pieno: la disoccupazione scende, ma esclusivamente perché scende il numero di quanti cercano un posto (solo 7000 disoccupati hanno trovato un posto). E' possibile che abbiano deciso di andare in ferie e ripensare a trovare un lavoro a settembre. Tanto una sdraio non si nega a nessuno.
Comincia ad esaurirsi l'effetto delle politiche del Governo precedente, in attesa di capire gli effetti delle nuove politiche che adotterà la giunta gialloverde?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 31 ago 2018 15:04

Collegato all'andamento della disoccupazione è il dato del PIL, che conferma come la debolezza della domanda estera abbia agito da freno nel Q2 rispetto ai periodi precedenti:

L'economia italiana ha confermato un leggero rallentamento congiunturale nel secondo trimestre, con una crescita guidata soprattutto dagli investimenti e penalizzata dalla debolezza della domanda estera, mentre i consumi delle famiglie, che avevano spinto il Pil tra gennaio e marzo insieme alle scorte, hanno tenuto a fatica.
I numeri definitivi forniti stamane da Istat hanno confermato una crescita di 0,2% su base trimestrale tra aprile e giugno dopo l'espansione di 0,3% segnata nel primo trimestre.
Rivista al rialzo a 1,2% da 1,1% l'incremento del Pil su base tendenziale, comunque in rallentamento da 1,4% registrato tra gennaio e marzo.
Nel dettaglio, gli investimenti fissi lordi sono cresciuti di 2,9% su base trimestrale, offrendo un contributo positivo di 0,5 punti alla crescita del Pil, mentre nel primo avevano sottratto due decimi.
L'apporto al Pil delle scorte è stato di 2 decimi mentre l'export, al netto delle importazioni, ha sottratto 0,5 punti alla crescita del Pil dopo un impatto negativo di 0,2 punti nei primi tre mesi dell'anno.
La caduta dell'export in termini percentuali è stata di 2 decimi su base trimestrale, a conferma di una domanda globale in rallentamento, anche per la svolta protezionista degli Stati Uniti.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 31 ago 2018 17:23

zampaflex ha scritto:
vinogodi ha scritto:
zampaflex ha scritto:...Ma finora chi ha puntato sul giustizialismo queste storture non solo non le ha corrette.
Non le ha nemmeno denunciate.
...proprio perché il "giustizialismo" , in Italia negli ultimi 80 anni, non è mai stato applicato... altrimenti , con il principio irrinunciabile della "certezza della pena" col cazzo che non diminuirebbero i crimini .
PS: nota a parte . Sono contro la violenza, l'indiscriminato uso delle armi ecc ... però... perché non posso ammazzare ( e magari torturare un pochetto , ma senza lasciare segni ... 8) ) chi entra in casa mia per delinquere? I tre che ho mandato in ospedale finora mi hanno solo creato guai , mi passa la voglia di sparare alle gambe e la prossima volta miro direttamente alla testa...


Eppure la conta dei reati in Italia, tenuta dal Ministero degli Interni, mostra come tutti i reati siano in calo, e non di poco, da decenni.
Tutti tranne uno: i furti in appartamento. Che dipendono in larga parte, oltre che dai soliti zingari, dalle bande dell'Est Europa.
Che sono organizzati militarmente : scelgono un territorio, ricercano una base, colpiscono a raffica e spariscono.

Di fronte a questi banditi l'uso della violenza per contromisura rischia di provocare più danni, anche fisici, rispetto alla rassegnazione a subire il furto.

Purtroppo per le forze dell'ordine non è facile raccogliere informazioni, identificare, catturare questi qui, dato il loro modo di agire. Quando ci riescono, le condanne fioccano.


Esce oggi questo articolo de L'espresso sulle bande di ladri, tutte dell'Est Europa. Qui bisogna che i giudici capiscano con chi hanno a che fare, perché se le sentenze sono lievi o assolutorie non ne usciamo più.
http://espresso.repubblica.it/inchieste/2018/08/30/news/cosi-i-signori-dei-furti-est-la-fanno-franca-vittime-salvini-1.326377?ref=RHRR-BE
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 542
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 01 set 2018 23:41

una bellissima riflessione sul sovranismo come perdita di sovranità

https://www.ilpost.it/gianlucabriguglia ... sovranita/
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 02 set 2018 01:30

zampaflex ha scritto:Torna a scendere la disoccupazione. A luglio il tasso scende al 10,4%, con un calo di 0,4 punti percentuali rispetto a giugno, tornando ai livelli di marzo 2012. Lo comunica l'Istat, i cui dati evidenziano anche il calo della disoccupazione giovanile, scesa al 30,8% (-1,0 punti), ovvero al minimo da ottobre 2011. Alle buone notizie sul fronte disoccupazione fa però da contraltare il boom degli inattivi: a luglio il numero delle persone in cerca di occupazione diminuisce del 4% (-113 mila unità).

Trend positivo anche nell'Eurozona: stando ai dati Eurostat a luglio il tasso si attesta all'8,2%, stabile rispetto a giugno e pari al valore più basso da novembre 2008. Nei 28 il tasso è sceso al 6,8% dal 6,9% del mese precedente, raggiungendo anche qui il picco più basso da aprile 2008. Un anno fa la disoccupazione era al 9,1% nei 19 e al 7,6% nei 28.

- - -

Bicchiere mezzo pieno: la disoccupazione scende, ma esclusivamente perché scende il numero di quanti cercano un posto (solo 7000 disoccupati hanno trovato un posto). E' possibile che abbiano deciso di andare in ferie e ripensare a trovare un lavoro a settembre. Tanto una sdraio non si nega a nessuno.
Comincia ad esaurirsi l'effetto delle politiche del Governo precedente, in attesa di capire gli effetti delle nuove politiche che adotterà la giunta gialloverde?


Che senso ha ragionare su questi dati, quando la definizione di occupato assunta dall'Istat ai tempi della magica Unione Europea è quella che è?
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 02 set 2018 08:02

Dedalus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Torna a scendere la disoccupazione. A luglio il tasso scende al 10,4%, con un calo di 0,4 punti percentuali rispetto a giugno, tornando ai livelli di marzo 2012. Lo comunica l'Istat, i cui dati evidenziano anche il calo della disoccupazione giovanile, scesa al 30,8% (-1,0 punti), ovvero al minimo da ottobre 2011. Alle buone notizie sul fronte disoccupazione fa però da contraltare il boom degli inattivi: a luglio il numero delle persone in cerca di occupazione diminuisce del 4% (-113 mila unità).

Trend positivo anche nell'Eurozona: stando ai dati Eurostat a luglio il tasso si attesta all'8,2%, stabile rispetto a giugno e pari al valore più basso da novembre 2008. Nei 28 il tasso è sceso al 6,8% dal 6,9% del mese precedente, raggiungendo anche qui il picco più basso da aprile 2008. Un anno fa la disoccupazione era al 9,1% nei 19 e al 7,6% nei 28.

- - -

Bicchiere mezzo pieno: la disoccupazione scende, ma esclusivamente perché scende il numero di quanti cercano un posto (solo 7000 disoccupati hanno trovato un posto). E' possibile che abbiano deciso di andare in ferie e ripensare a trovare un lavoro a settembre. Tanto una sdraio non si nega a nessuno.
Comincia ad esaurirsi l'effetto delle politiche del Governo precedente, in attesa di capire gli effetti delle nuove politiche che adotterà la giunta gialloverde?


Che senso ha ragionare su questi dati, quando la definizione di occupato assunta dall'Istat ai tempi della magica Unione Europea è quella che è?

NESSUNO.
Solo la solita fuffa statistica, con lo scopo di nascondere i dati reali che evidenzierebbero una situazione ben peggiore.
Ma evidentemente c' è ancora chi si fida e ci scrive il suo lungo e 'scientifico' pistolotto ..... :?
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 02 set 2018 09:21

Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 02 set 2018 10:21

zampaflex ha scritto:Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome

La statistica è ormai una brutta bbbestia :mrgreen:
Quasi come i sondaggi .....
carpe diem 8)
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 542
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 02 set 2018 16:35

Immagine
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 03 set 2018 01:41

tenente Drogo 2 ha scritto:Immagine

Questa è da lasciare (a mente) perché è carina.
carpe diem 8)
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 03 set 2018 13:42

zampaflex ha scritto:Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome


- "Mi dice qual è stata la variazione delle azioni FCA da agosto 2017 ad oggi? Ho investito tutto quello che ho, vorrei sapere se ci ho guadagnato o ci ho perso."
- "Guardi, la Jeep ha avuto utili da paura, è del gruppo sa?"
- "Ma io ho comprato azioni FCA, non mi serve a niente sapere come va la Jeep"
- "Ah quindi non le interessa sapere? Allora guardi, la Ferrari ha avuto un andamento altalenante, ma alla fine ha chiuso l'anno in aumento"
- "Ma la Ferrari è un titolo quotato a parte, io ho comprato FCA, il benessere della mia famiglia dipende dal titolo FCA, non da quello Ferrari!"
- "Senta signore, i dati sono omogenei, il periodo è quello che interessa a lei, le aziende sono gestite dallo stesso gruppo manageriale. Stiamo comparando pere con pere, un senso ce l'ha eccome."

Sono senza parole, ovvero capisco come fai ad avere le idee che hai.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 03 set 2018 13:45

Cittadino che paragona stato giudicato da agenzia rating a calciatore giudicato da gazzetta descrive attuale situazione.

Cittadino che non si accorge di assurdità criminale di situazione in cui stato è simile a calciatore giudicato da giornale sportivo posseduto da privato ha grosso problema. Ma grosso.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 03 set 2018 14:07

Dedalus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome


- "Mi dice qual è stata la variazione delle azioni FCA da agosto 2017 ad oggi? Ho investito tutto quello che ho, vorrei sapere se ci ho guadagnato o ci ho perso."
- "Guardi, la Jeep ha avuto utili da paura, è del gruppo sa?"
- "Ma io ho comprato azioni FCA, non mi serve a niente sapere come va la Jeep"
- "Ah quindi non le interessa sapere? Allora guardi, la Ferrari ha avuto un andamento altalenante, ma alla fine ha chiuso l'anno in aumento"
- "Ma la Ferrari è un titolo quotato a parte, io ho comprato FCA, il benessere della mia famiglia dipende dal titolo FCA, non da quello Ferrari!"
- "Senta signore, i dati sono omogenei, il periodo è quello che interessa a lei, le aziende sono gestite dallo stesso gruppo manageriale. Stiamo comparando pere con pere, un senso ce l'ha eccome."

Sono senza parole, ovvero capisco come fai ad avere le idee che hai.

Sei un cialtrone cazzone !
Mi hanno detto che l" ha detto di te un tale wineduck :lol:
carpe diem 8)
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 03 set 2018 14:09

Dedalus ha scritto:Cittadino che paragona stato giudicato da agenzia rating a calciatore giudicato da gazzetta descrive attuale situazione.

Cittadino che non si accorge di assurdità criminale di situazione in cui stato è simile a calciatore giudicato da giornale sportivo posseduto da privato ha grosso problema. Ma grosso.

Sei un cialtrone cazzone !
Mi hanno detto che l' ha detto di te un tale wineduck :lol:
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 03 set 2018 14:24

Dedalus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome


- "Mi dice qual è stata la variazione delle azioni FCA da agosto 2017 ad oggi? Ho investito tutto quello che ho, vorrei sapere se ci ho guadagnato o ci ho perso."
- "Guardi, la Jeep ha avuto utili da paura, è del gruppo sa?"
- "Ma io ho comprato azioni FCA, non mi serve a niente sapere come va la Jeep"
- "Ah quindi non le interessa sapere? Allora guardi, la Ferrari ha avuto un andamento altalenante, ma alla fine ha chiuso l'anno in aumento"
- "Ma la Ferrari è un titolo quotato a parte, io ho comprato FCA, il benessere della mia famiglia dipende dal titolo FCA, non da quello Ferrari!"
- "Senta signore, i dati sono omogenei, il periodo è quello che interessa a lei, le aziende sono gestite dallo stesso gruppo manageriale. Stiamo comparando pere con pere, un senso ce l'ha eccome."

Sono senza parole, ovvero capisco come fai ad avere le idee che hai.


Al di là dell'esercizio dialettico, contestare un dato che non ci piace non ci porta onore, e ci accomuna ai grullini.
Se le serie ISTAT sul lavoro dicono che c'è un calo (e il calo è motivato dal fatto che tot persone a luglio hanno smesso di cercare un posto), e il mese prima invece hanno dichiarato un aumento, vanno presi così.
Non è accettabile fare picking delle informazioni per scegliere solo quelle che si confanno alla nostra tesi.

Poi mi sembra di essere stato chiaro in questi ultimi anni. Si sta bene? No. Si stava meglio dieci anni fa? Si. Si poteva fare meglio, date le circostanze di partenza, negli ultimi cinque anni? Per me, assolutamente no.
Non fatemi tirare fuori di nuovo la prima pagine del Sole con lo spread a quota 574, please. Sono passati nemmeno sette anni.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 03 set 2018 15:20

zampaflex ha scritto:Non è accettabile fare picking delle informazioni per scegliere solo quelle che si confanno alla nostra tesi.

1) ti vedo sempre più affetto da confirmatory bias e ciò mi preoccupa, perché in fondo mi sei simpatico e qualche bella bevuta assieme ce la siamo fatta
2) più terra terra, noto inoltre una certa coda di paglia furbetta spuntare da questa tua frase : sarà solo un' impressione fallace, ma sai, alla mia età si riesce spesso a leggere fra le righe, specialmente se scritte da chi usa continui esercizi retorici e dati statistici 'scientifici' solo all' apparenza 'neutri', sempre con lo stesso fine : rafforzare le proprie ferree certezze, confutando qualsiasi minima critica con ferrea e arcigna resistenza, quasi sempre senza rispondere a tono nella sostanza. E non risparmiando chi esprime opinioni diverse con incessanti nomignoli, definizioni sarcastiche, frasi fatte, slogan triti e ritriti, senza accorgersi di usare gli stessi metodi di critica spicciola e sterile utilizzati tempi addietro dai cosiddetti avversari, che allora tanto davano giustamente fastidio per la loro ripetitività e bassezza politica e culturale.

Qualche problema dev' esserci in te, lo presumo.
Ma qui mi fermo. Non sono il tuo psicanalista.

Da amico :wink:
carpe diem 8)
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 542
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 03 set 2018 15:28

Dedalus ha scritto:Cittadino che paragona stato giudicato da agenzia rating a calciatore giudicato da gazzetta descrive attuale situazione.

Cittadino che non si accorge di assurdità criminale di situazione in cui stato è simile a calciatore giudicato da giornale sportivo posseduto da privato ha grosso problema. Ma grosso.


cittadino sovranista che non capisce che le agenzie di rating non sono la Spectre ma misurano il rischio che corrono gli investitori ha dei problemi con la realtà

come avere il colesterolo alto e prendersela con il laboratorio di analisi
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6754
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 03 set 2018 17:38

maxer ha scritto:
zampaflex ha scritto:Non è accettabile fare picking delle informazioni per scegliere solo quelle che si confanno alla nostra tesi.

1) ti vedo sempre più affetto da confirmatory bias e ciò mi preoccupa, perché in fondo mi sei simpatico e qualche bella bevuta assieme ce la siamo fatta
2) più terra terra, noto inoltre una certa coda di paglia furbetta spuntare da questa tua frase : sarà solo un' impressione fallace, ma sai, alla mia età si riesce spesso a leggere fra le righe, specialmente se scritte da chi usa continui esercizi retorici e dati statistici 'scientifici' solo all' apparenza 'neutri', sempre con lo stesso fine : rafforzare le proprie ferree certezze, confutando qualsiasi minima critica con ferrea e arcigna resistenza, quasi sempre senza rispondere a tono nella sostanza. E non risparmiando chi esprime opinioni diverse con incessanti nomignoli, definizioni sarcastiche, frasi fatte, slogan triti e ritriti, senza accorgersi di usare gli stessi metodi di critica spicciola e sterile utilizzati tempi addietro dai cosiddetti avversari, che allora tanto davano giustamente fastidio per la loro ripetitività e bassezza politica e culturale.

Qualche problema dev' esserci in te, lo presumo.
Ma qui mi fermo. Non sono il tuo psicanalista.

Da amico :wink:


Massimo, che tra l'inizio e la fine della scorsa legislatura si sia guadagnato un milione di posti di lavoro e che il PIL sia passato da meno due a più uno e mezzo non è confutabile. Dato il punto di minimo da cui eravamo partiti era piuttosto probabile che ci fosse un rimbalzo; ma adottare politiche sbagliate avrebbe potuto vanificare questo potenziale.
Quindi se qualcuno nega che l'attività dello scorso governo non abbia ottenuto risultati, io confuto a ragion veduta (poi possiamo discutere della qualità di questo recupero).
Dedalus in particolare ha posto il problema di come si sia arrivati a questo risultato adottando politiche "di destra" invece che "di sinistra". Da un certo punto di vista, gli do ragione: si è cercato di semplificare la gestione dei rapporti di lavoro togliendo precedenti rigidità e favorendo l'assorbimento dei CoCoCo, partite IVA, tempo determinato ecc..., cosa che in una nazione normale è appannaggio della destra (liberale). Ma l'Italia non è un paese normale, e da noi la destra è statalista e dirigista. E tocca quindi alla sinistra moderata, socialdemocratica, proporre questi temi.
Perché la verità è che i posti di lavoro non si creano per legge, ma favorendo l'iniziativa dell'impresa privata. Perfino in Cina lo hanno capito.

Perciò, sono assolutamente convinto che siano state intraprese politiche efficaci, e che i dati lo dimostrino.
Mentre in questi anni ci sono state tante persone che hanno cercato prendendo un dato qui e uno là di dimostrare, a torto, il contrario. E' a costoro che ho rivolto l'affermazione che tu hai sottolineato come se fosse un lapsus calami (si può dire "tastieri"?).
Quando si usa sempre la stessa metodologia, il dato del singolo periodo può essere distorto da fenomeni temporanei, ma nel lungo periodo ogni dato statistico di questo tipo viene allineato e corretto.
Per esempio, il PIL subisce due revisioni a distanza di mesi e anni fino ad arrivare alla misura definitiva.
PQM, essendo l'ISTAT un ente autonomo che non ha cambiato le procedure e le metodologie, mi aspetto che i prossimi dati siano esatti proprio come lo erano quelli precedenti. Buoni o cattivi, lo vedremo.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 542
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 03 set 2018 22:17

Miro Siccardi, un uomo saggio come Zampaflex che seguo su FB, scrive:

"Non leggo quasi mai giornali italiani ma questa mattina mi è capitata tra le mani La Stampa. Mentre sfoglio alla ricerca delle pagine locali (quelle che mi interessavano) mi capita sotto gli occhi il titolone "Di Maio: non pugnaliamo gli italiani per stare dietro alle agenzie di rating"
Santo cielo ragazzi di buone speranze ma è proprio fregandovene di quel che pensano gli investitori che state pugnalando alle spalle gli italiani! Il lavoro delle agenzie di rating è quello di stimare la capacità degli stati di servire il debito, di stimare il rischio. Lo fanno sulla base di parametri oggettivi (numeri dei bilanci dello stato, anzitutto deficit e debito e poi livello di disoccupazione e altro) e variabili "politiche" legate agli indirizzi e alla chiarezza nella programmazione economico-finanziaria. Sono parametri quasi sempre dichiarati e quindi di valutabile congruità.
Qua e là si leggono sui social post e commenti che mettono in dubbio la buona fede delle agenzie. Possono le loro essere valutazioni "addomesticate"? Tutto può succedere per chi crede nel piano Kalergi :) Se la cupola che governa il mondo (ovviamente si tratta di rettiliani, quelli che ci stanno sterminando con le scie chimiche e i vaccini), decide che le tre maggiori agenzie di rating (del tutto indipendenti tra di loro) devono esprimere valutazioni truccate sull'Italia per favorire il resto del mondo contro il bel paese ..
No, quando le valutazioni delle tre maggiori agenzie di rating coincidono per indirizzo mettere in dubbio il giudizio che ne consegue è da mentecatti.
Di più: mi pare che verso l'Italia stiano utilizzando estrema prudenza: Moody's ha sospeso e rinviato la valutazione dell'Italia a dopo il DEF (altrimenti, credo, sarebbero stati costretti a declassare i titoli italiani a "speculativi", con tutto quel che ne consegue). Certo che l'opera demolitoria della credibilità del paese perseguita attraverso centinaia di post, tweet, ecc. di personaggi di area governativa (gli "spread creators" nell'azzeccatissima definizione che ne da Riccardo Puglisi) pesa mica poco.
Se declassamento ci sarà (com'è probabile) le famiglie italiane lo pagheranno a caro prezzo: maggiori interessi sui titoli di stato (e quindi maggiori tasse), bollette della luce e del gas che salgono, patrimonio di banche e assicurazioni che subisce drastiche diminuzioni, prestiti a tasso variabile, ecc.
Ecco, caro Di Maio, è inutile che lei se la prenda con il "termometro" (le società di rating), deve prendersela con le malattie che causano la febbre, a partire dagli spread creators."
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 542
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 03 set 2018 22:24

eh già, perché c'è gente che crede al piano Kalergi
stiamo messi così
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
maxer
Messaggi: 1887
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 03 set 2018 23:26

Gli avvoltoi divoratori di pop corn, seduti comodamente sulla riva del fiume, attendono vendicativi che l' Italia vada a rotoli.

Evocando un' ora sì e l' altra pure la salita esponenziale dello spread e il crollo della Borsa, attendono il loro momento purificatorio, dopo aver fatto di tutto per creare le condizioni per la nascita del governo attuale.

Ricordiamo il rifiuto altezzoso del Pd a una sia pur minima risposta ufficiale alla lettera di apertura ad un dialogo, non dico ad un'alleanza, di Di Maio su Repubblica ?
Ricordiamo il piccato e veemente veto assoluto imposto agli atterriti esponenti sconfitti e silenziosi in una riunione di partito dal già dimissionario Renzi a qualsiasi ipotesi di un minimo confronto con il M5S ?
Ricordiamo le pavide e timide aperture dei vari franceschiniani, subito zittiti dalle scomuniche giunte dall' alto ?

Alla fine il risultato è stato quello di consegnare il M5S nelle mani nodose di Salvini, molto più esperto 'politicamente' di loro.

Quando un Pd, con una linea rinnovata solo un po' più definita e unitaria e forte delle sue esperienze di governo e delle personalità pur presenti fra le sue file, avrebbe potuto condurre alla ragione e ad una maggiore moderazione il M5S, contribuendo al raggiungimento di alcuni obiettivi del loro programma a carattere sociale e legislativo indubbiamente di sinistra.

Ma si è preferito astenersi da tale pur difficile impegno, sia perché mancava una linea condivisa, sia perché a molti un obiettivo di sinistra non era minimamente nel cervello, sia perché si è preferito addurre la scusa ridicola e pietosa che gli elettori avevano votato Pd con lo scopo di farlo rimanere all' opposizione (ricordiamo ?)
carpe diem 8)
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 04 set 2018 02:50

zampaflex ha scritto:
Dedalus ha scritto:
zampaflex ha scritto:Se però confronti pere con pere un senso ce l'ha eccome


- "Mi dice qual è stata la variazione delle azioni FCA da agosto 2017 ad oggi? Ho investito tutto quello che ho, vorrei sapere se ci ho guadagnato o ci ho perso."
- "Guardi, la Jeep ha avuto utili da paura, è del gruppo sa?"
- "Ma io ho comprato azioni FCA, non mi serve a niente sapere come va la Jeep"
- "Ah quindi non le interessa sapere? Allora guardi, la Ferrari ha avuto un andamento altalenante, ma alla fine ha chiuso l'anno in aumento"
- "Ma la Ferrari è un titolo quotato a parte, io ho comprato FCA, il benessere della mia famiglia dipende dal titolo FCA, non da quello Ferrari!"
- "Senta signore, i dati sono omogenei, il periodo è quello che interessa a lei, le aziende sono gestite dallo stesso gruppo manageriale. Stiamo comparando pere con pere, un senso ce l'ha eccome."

Sono senza parole, ovvero capisco come fai ad avere le idee che hai.


Al di là dell'esercizio dialettico, contestare un dato che non ci piace non ci porta onore, e ci accomuna ai grullini.
Se le serie ISTAT sul lavoro dicono che c'è un calo (e il calo è motivato dal fatto che tot persone a luglio hanno smesso di cercare un posto), e il mese prima invece hanno dichiarato un aumento, vanno presi così.
Non è accettabile fare picking delle informazioni per scegliere solo quelle che si confanno alla nostra tesi.

Poi mi sembra di essere stato chiaro in questi ultimi anni. Si sta bene? No. Si stava meglio dieci anni fa? Si. Si poteva fare meglio, date le circostanze di partenza, negli ultimi cinque anni? Per me, assolutamente no.
Non fatemi tirare fuori di nuovo la prima pagine del Sole con lo spread a quota 574, please. Sono passati nemmeno sette anni.


Che ti devo dire.

Dovrei mettermi qui ad obiettare punto per punto. Non ne ho più voglia.

Per me la sintesi del tuo pensiero, sconfortante, è questa: "Se le serie ISTAT sul lavoro dicono che c'è un calo [...] vanno presi così.", anacoluto compreso, assai efficace a rappresentare la situazione mentale.

Poi che dire, chi ancora difende il "fate presto!" del Sole 24 Ore, quello con cui si tirò la volata al governo che produsse i peggiori numeri della storia della Repubblica, come lo si commenta? Non lo si commenta.

p.s. : Dove è che io avrei fatto cherry picking? Io una statistica che considera occupato chi dichiara di avere lavorato un'ora nella settimana in cui viene intervistato, anche se nell'azienda di famiglia, anche se pagato in natura, io non è che la cito quando i numeri mi piacciono e la nego quando non mi piacciono. Semplicemente la butto nell'immondizia, dove merita di stare. Nel frattempo mi faccio un'opinione chiara di chi ha definito questi parametri e di chi li riporta come se fossero acqua di fonte sapendo di che liquame immondo si tratta. Chi invece li prende per buoni perché non sa di che cosa si parli in realtà sono cittadini a cui va offerta l'occasione di capire. Prendiamo e confrontiamo piuttosto i vari aggregati Unemployment-x, e in particolare verifichiamo che cifre ci regala l'indice Unemployment-6. Parliamo della somma fra disoccupazione e sottoccupazione (due voci che una prospettiva sociale o di sinistra che dir si voglia dovrebbe considerare ugualmente problematiche ed inaccettabili) che in Italia va oltre il 30%. Poi si ragiona. Così non ha senso.
Ultima modifica di Dedalus il 04 set 2018 04:24, modificato 1 volta in totale.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 04 set 2018 03:52

Poi, se vogliamo parlare di disoccupazione come persone senzienti e non come scimmie da circo bisogna partire dal presupposto che si sappia bene cosa sono NAIRU e NAWRU, altrimenti si fa come i tedeschi sotto il nazismo che ragionavano nelle università di diritto civile senza considerare che erano aperti Buchenwald, Auschwitz e Dachau.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 04 set 2018 05:48

tenente Drogo 2 ha scritto:
Dedalus ha scritto:Cittadino che paragona stato giudicato da agenzia rating a calciatore giudicato da gazzetta descrive attuale situazione.

Cittadino che non si accorge di assurdità criminale di situazione in cui stato è simile a calciatore giudicato da giornale sportivo posseduto da privato ha grosso problema. Ma grosso.


cittadino sovranista che non capisce che le agenzie di rating non sono la Spectre ma misurano il rischio che corrono gli investitori ha dei problemi con la realtà

come avere il colesterolo alto e prendersela con il laboratorio di analisi


Come al solito il tenente drogo rimane perfettamente impermeabile a quello che gli si dice.

Tu gli dici che la sua descrizione corrisponde alla realtà attuale, ma che essa è inaccettabile.

Lui ti risponde che non capisci un cazzo, perché questa è la realtà.

Messo in lista di oscuramento anche il profilo tenente drogo 2, ottuso quanto il primo. Deve essere il nick che porta sfiga.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Diario economico

Messaggioda Dedalus » 04 set 2018 06:08

maxer ha scritto:Sei un cialtrone cazzone !
Mi hanno detto che l" ha detto di te un tale wineduck :lol:


Il tale Wineduck ha detto di me assai peggio. Non me ne preoccupo né tanto né poco.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti