Dom Perignon 2002

Un invito a cena, un menu improvvisato, un ingrediente difficile: i dubbi e le curiosità sugli abbinamenti canonici o più insoliti sono sempre tanti!

Nitrox
Messaggi: 284
Iscritto il: 21 mar 2014 21:45

Re: Dom Perignon 2002

Messaggioda Nitrox » 14 dic 2018 20:36

BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Dovrebbe arrivarmi a breve questo boccino, che credo sboccerò durante le feste con la mia lei: che ci abbino?
PS: non sparatemi ricette improbabili con ingredienti dell'hymalaya e caviale da 9.000 euro al kg che non ho stelle ne tanto meno dinero :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
GRASSIE COME SEMPRE PER I PREZIOSI CONSIGLI


Me lo immagino con una bolla finissima elegante fruttato ma non molto potente se parti e finisci con quello sashimi di qualità.

Non molto potente? :shock: guarda, del Don bevute solo un paio di annate minori, ma se 2+2 fa 4, il 2002 sarà un carrarmato di acidità, opulenza e concentrazione...


Ti lascio pensare che lo sia ma io l’ho bevuto due volte la 2002 , la prima molto giovane ed era già equilibrato e fantastico nella beva ed eleganza e la seconda molto più avanti dove la finezza della bolla e il bouquet degli aromi si è ampliato ma di acidità opulenza e concentrazione per me nemmeno l’ombra . Io sono un Krugghista e i miei riferimenti sono quelli.

Sorry, mi ero fatto un'idea sbagliata. Dunque la 2002 è annata di eleganza e finezza in champagne, più che di potenza?
Nel caso, immagino che serva qualcosa di più delicato, come giustamente avete consigliato voi.
Figo il risotto agli scampi!


Dire che in Champagne una annata è stata...... è una magia che io non conosco . Conosco i tanti ma non tutti i produttori e gli stili di alcuni , l’assemblaggio , il tempo e il manico gli daranno il carattere . Poi su alcuni parametri generali dell’annata si può puntare su un potenziale di invecchiamento più o meno lungo ma lo stile del produttore varia e di tanto . Saluti.
Nitrox
Messaggi: 284
Iscritto il: 21 mar 2014 21:45

Re: Dom Perignon 2002

Messaggioda Nitrox » 14 dic 2018 21:00

Nitrox ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
Me lo immagino con una bolla finissima elegante fruttato ma non molto potente se parti e finisci con quello sashimi di qualità.

Non molto potente? :shock: guarda, del Don bevute solo un paio di annate minori, ma se 2+2 fa 4, il 2002 sarà un carrarmato di acidità, opulenza e concentrazione...


Ti lascio pensare che lo sia ma io l’ho bevuto due volte la 2002 , la prima molto giovane ed era già equilibrato e fantastico nella beva ed eleganza e la seconda molto più avanti dove la finezza della bolla e il bouquet degli aromi si è ampliato ma di acidità opulenza e concentrazione per me nemmeno l’ombra . Io sono un Krugghista e i miei riferimenti sono quelli.

Sorry, mi ero fatto un'idea sbagliata. Dunque la 2002 è annata di eleganza e finezza in champagne, più che di potenza?
Nel caso, immagino che serva qualcosa di più delicato, come giustamente avete consigliato voi.
Figo il risotto agli scampi!


Dire che in Champagne una annata è stata...... è una magia che io non conosco . Conosco i tanti ma non tutti i produttori e gli stili di alcuni , l’assemblaggio , il tempo e il manico gli daranno il carattere . Poi su alcuni parametri generali dell’annata si può puntare su un potenziale di invecchiamento più o meno lungo ma lo stile del produttore varia e di tanto . Saluti.
Nitrox ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Nitrox ha scritto:
Me lo immagino con una bolla finissima elegante fruttato ma non molto potente se parti e finisci con quello sashimi di qualità.

Non molto potente? :shock: guarda, del Don bevute solo un paio di annate minori, ma se 2+2 fa 4, il 2002 sarà un carrarmato di acidità, opulenza e concentrazione...


Ti lascio pensare che lo sia ma io l’ho bevuto due volte la 2002 , la prima molto giovane ed era già equilibrato e fantastico nella beva ed eleganza e la seconda molto più avanti dove la finezza della bolla e il bouquet degli aromi si è ampliato ma di acidità opulenza e concentrazione per me nemmeno l’ombra . Io sono un Krugghista e i miei riferimenti sono quelli.

Sorry, mi ero fatto un'idea sbagliata. Dunque la 2002 è annata di eleganza e finezza in champagne, più che di potenza?
Nel caso, immagino che serva qualcosa di più delicato, come giustamente avete consigliato voi.
Figo il risotto agli scampi!


Dire che in Champagne una annata è stata...... è una magia che io non conosco . Conosco i tanti ma non tutti i produttori e gli stili di alcuni , l’assemblaggio , il tempo e il manico gli daranno il carattere . Poi su alcuni parametri generali dell’annata si può puntare su un potenziale di invecchiamento più o meno lungo ma lo stile del produttore varia e di tanto . Saluti.


Poi tornando ancora un attimo al Dp io non ho mai trovato un non pronto all’uscita , immagina il cliente tipo che si ritrova un vino che conosce perché beve spesso ma non perché appassionato di champagne ma perché facoltoso e fa fatica a berlo perché in annata con acidità importante. Quando esce è per lo meno sicuramente buono per tutti poi per me non vale il costo e bevo altro ma quando l’ho bevuto in annata 96 e 2002 mi è piaciuto un sacco (e non l’ho bevuto dopo anni di cantina) Quindi per me la morale sul dp vintage è che se è in annata normale va bevuto subito senza riempirsi la cantina se in annata eccellente va bevuto subito è messa qualche bottiglia da parte ma solo mia considerazione personale.
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8645
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Dom Perignon 2002

Messaggioda beluga » 17 dic 2018 22:12

bello questo tread
Me ne importo
maxer
Messaggi: 2238
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Dom Perignon 2002

Messaggioda maxer » 18 dic 2018 02:10

beluga ha scritto:bello questo tread

..... per dimenticarlo, un bel piatto di patate fritte :wink:
carpe diem 8)

Torna a “Abbinamento cibo/vino”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti