Pagina 1 di 1

Tartare di tonno

Inviato: 12 feb 2018 23:49
da declar
Con avocado e a parte puntini di salsa all aglio Nero . Che ci bevo ?

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 00:57
da maxer
Vermentino di Gallura

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 09:43
da Unodimille
declar ha scritto:Con avocado e a parte puntini di salsa all aglio Nero . Che ci bevo ?

Questo è uno dei pochi piatti di pesce che, se proprio non ne puoi fare a meno, gradisce un rosso.
Parliamo ovviamente di un PN di media struttura...Appellation, village, Alto Adige...
Diverwsamente, la morte sua è rosè, sempre rigorosamente francese: Languedoc, Provence (Palette), Bandol...ecc

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 11:33
da maxer
Unodimille ha scritto:
declar ha scritto:Con avocado e a parte puntini di salsa all aglio Nero . Che ci bevo ?

Questo è uno dei pochi piatti di pesce che, se proprio non ne puoi fare a meno, gradisce un rosso.
Parliamo ovviamente di un PN di media struttura...Appellation, village, Alto Adige...
Diverwsamente, la morte sua è rosè, sempre rigorosamente francese: Languedoc, Provence (Palette), Bandol...ecc

Vino rosso con il pesce: io invece l' abbino spesso con i piatti cucinati con il pomodoro, oppure con pesci a carne grassa (anguilla e sgombri alla griglia), baccalà.
Sono d'accordo per un Rosato, mi chiedo solo il perché di una esclusione di quelli italiani: se ne trovano di ottimi anche da noi (Sicilia, Abruzzo, Puglia, Trentino-Alto Adige).

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 14:19
da Unodimille
'ottimi' è un parolone :?
Odio dare a Cesare quel che è di Cesare, sopratutto se parliamo dei simpaticoni d'oltralpe...
ma i rosati italiani sono vini da zero a zero, nessuno escluso (eccetto quello del maestro che di fatto non è un rosè).
Esternazione senza intenzione di fare polemica ovviamente...

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 20:35
da gbaenergiaeco10
Unodimille ha scritto:'ottimi' è un parolone :?
Odio dare a Cesare quel che è di Cesare, sopratutto se parliamo dei simpaticoni d'oltralpe...
ma i rosati italiani sono vini da zero a zero, nessuno escluso (eccetto quello del maestro che di fatto non è un rosè).
Esternazione senza intenzione di fare polemica ovviamente...


Si ma ragassuoli il cerasuolo di Valentini ormai costa una fucilata..secondo voi vale quella cifra per quello che ci si ritrova nel calice?

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 21:17
da Kalosartipos
Il Bardolino Chiaretto di CAVALCHINA (5,50€ nella gdo) ha una sua dignità e, per me, è meglio di certi rosé franzosi che costano il triplo..

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 22:40
da BarbarEdo
Kalosartipos ha scritto:Il Bardolino Chiaretto di CAVALCHINA (5,50€ nella gdo) ha una sua dignità e, per me, è meglio di certi rosé franzosi che costano il triplo..

Infatti... Tra l'altro denominazione di cui non si sente mai parlare qui sul forum. Analoga qualità (secondo me) e prezzo i BC di Villabella, Le Tende e Monte del Frà.
Però un pinot nero mi sembra un po' troppo...
Sul versante bianchi: Malvasia del Collio?

Re: Tartare di tonno

Inviato: 13 feb 2018 22:50
da beluga
Etna rosso: Pietrarizzo di Tornatore, Vigneri di Salvo Foti.
Rosati concordo sul Bandol. Tempier, Pibarnon o Pradoux con qualche anno in bottiglia e vai sul sicuro.
Passetoutgrain oltre che Pinot noir, poco legno e freschezza.

Re: Tartare di tonno

Inviato: 14 feb 2018 16:17
da vinogodi
...rosato Polvanera : il più buon rosato bevuto quest'anno (compresi Navarra , Provence e Bandol ...) ... sembrava un recente P2 Rosé ... senza bolle ... 8)
PS: bevuto con tartare di tonno crudo in un noto ristorantino sul mare a ... Torre a Mare (vicino a Mola) giovedì scorso ... come piacere puro , cosa c'è subito dopo un orgasmo?... :P