Bagna Caoda

Un invito a cena, un menu improvvisato, un ingrediente difficile: i dubbi e le curiosità sugli abbinamenti canonici o più insoliti sono sempre tanti!

Cantinator
Messaggi: 89
Iscritto il: 09 gen 2017 21:45

Bagna Caoda

Messaggioda Cantinator » 04 dic 2017 08:55

Ciao a tutti,
Cosa berreste in una serata a base di verdure in bagna caoda?

Grazie :D
BarbarEdo
Messaggi: 407
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Bagna Caoda

Messaggioda BarbarEdo » 04 dic 2017 09:48

In ordine di preferenza personale:
Barbera giovane, solo acciaio, di medio/buon corpo.
Dolcetto con analoghe caratteristiche.
Se ti stufano gli abbinamenti territoriali puoi provare:
Fumin, Terrano, Raboso, Buttafuoco... Che altro?
Insomma, ci va acidità, frutto, aromi semplici, un po'di struttura. Nulla di troppo elegante o delicato, in fondo stai mangiando aglio e acciughe....
Ciao!
E.
Primum bibere deinde philosophari
lloyd142
Messaggi: 426
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Bagna Caoda

Messaggioda lloyd142 » 04 dic 2017 12:28

Cantinator ha scritto:Ciao a tutti,
Cosa berreste in una serata a base di verdure in bagna caoda?

Grazie :D


Forse la super a 98 ottani....
Mangiata ieri a pranzo , in un posto vicino a Varallo Sesia dove tutti gli anni mi invitano, e' ancora qui che mi si ripropone.
Ho un alito di aglio che potrei stendere un cavallo a due metri.
E oggi pomeriggio ho un incontro di lavoro.
Continuo a masticare foglie di salvia e menta....speriamo in bene... :? :oops: 8) 8)
maxer
Messaggi: 1621
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Bagna Caoda

Messaggioda maxer » 04 dic 2017 15:06

lloyd142 ha scritto:
Cantinator ha scritto:Ciao a tutti,
Cosa berreste in una serata a base di verdure in bagna caoda?

Grazie :D


Forse la super a 98 ottani....
Mangiata ieri a pranzo , in un posto vicino a Varallo Sesia dove tutti gli anni mi invitano, e' ancora qui che mi si ripropone.
Ho un alito di aglio che potrei stendere un cavallo a due metri.
E oggi pomeriggio ho un incontro di lavoro.
Continuo a masticare foglie di salvia e menta....speriamo in bene... :? :oops: 8) 8)

Tre consigli per eliminare in fretta l' alito agliato (provati sempre con successo dal sottoscritto)
1) lavarsi più volte i denti con un dentifricio dal sapore di menta forte
2) bere una coca-cola fredda
3) masticare, spezzandoli con i denti, uno o due chicchi di caffè, oppure tenere in bocca masticandola per cinque bei minuti la quantità di un cucchiaino di caffè già macinato.
Rimedi infallibili se li alterni, ma il secondo e il terzo risolvono anche singolarmente.
Spero che l' incontro di lavoro sia nel tardo pomeriggio ...
carpe diem 8)
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8459
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Bagna Caoda

Messaggioda beluga » 04 dic 2017 17:03

maxer ha scritto:
lloyd142 ha scritto:
Cantinator ha scritto:Ciao a tutti,
Cosa berreste in una serata a base di verdure in bagna caoda?

Grazie :D


Forse la super a 98 ottani....
Mangiata ieri a pranzo , in un posto vicino a Varallo Sesia dove tutti gli anni mi invitano, e' ancora qui che mi si ripropone.
Ho un alito di aglio che potrei stendere un cavallo a due metri.
E oggi pomeriggio ho un incontro di lavoro.
Continuo a masticare foglie di salvia e menta....speriamo in bene... :? :oops: 8) 8)

Tre consigli per eliminare in fretta l' alito agliato (provati sempre con successo dal sottoscritto)
1) lavarsi più volte i denti con un dentifricio dal sapore di menta forte
2) bere una coca-cola fredda
3) masticare, spezzandoli con i denti, uno o due chicchi di caffè, oppure tenere in bocca masticandola per cinque bei minuti la quantità di un cucchiaino di caffè già macinato.
Rimedi infallibili se li alterni, ma il secondo e il terzo risolvono anche singolarmente.
Spero che l' incontro di lavoro sia nel tardo pomeriggio ...


Altro rimedio è quello di mangiare una grossa cipolla cruda che uccide completamente l’odore di aglio
Me ne importo
ninetto
Messaggi: 96
Iscritto il: 13 ott 2012 02:48

Re: Bagna Caoda

Messaggioda ninetto » 04 dic 2017 18:28

Mi tocca litigare con tutti e prendermi del deficiente perché qui ad Asti (sono forestiero) la bagna cauda è un'istituzione e ci si beve obbligatoriamente rosso della zona (barbera, ma anche dolcetto, ruchè, nebbiolo ecc). Per me ci va assolutamente un bianco, anche piuttosto giovane e anodino come appunto molti di quelli piemontesi: arneis, cortese, favorita, erbaluce... Escluderei bolle e bianchi invecchiati o affinati in legno. Alla fine si tratta di verdure in pinzimonio (con al massimo un ovetto e un po' di carne cruda) e una salsa a base di acciughe ed aglio.
maxer
Messaggi: 1621
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Bagna Caoda

Messaggioda maxer » 04 dic 2017 22:32

ninetto ha scritto:Mi tocca litigare con tutti e prendermi del deficiente perché qui ad Asti (sono forestiero) la bagna cauda è un'istituzione e ci si beve obbligatoriamente rosso della zona (barbera, ma anche dolcetto, ruchè, nebbiolo ecc). Per me ci va assolutamente un bianco, anche piuttosto giovane e anodino come appunto molti di quelli piemontesi: arneis, cortese, favorita, erbaluce... Escluderei bolle e bianchi invecchiati o affinati in legno. Alla fine si tratta di verdure in pinzimonio (con al massimo un ovetto e un po' di carne cruda) e una salsa a base di acciughe ed aglio.

Avendo la figlia che vive a Torino ormai da dieci anni, mi è capitato spesso di mangiare l' ottima bagna cauda con le verdure ed inizialmente mi veniva SEMPRE presentata con una Barbera o rossi piemontesi similari. I due gusti non li ho mai considerati abbinabili e dopo tre o quattro volte di "sofferenza" ho sempre voluto berci assieme un bianco leggero, da un fresco Chardonnay a un Arneis, da un Herzu a un bianco altoatesino tipo Kerner o Sylvaner, da un Kratos a un Greco. Ma concordo con te, bianchi giovani, possibilmente con poco o senza legno, dalla lieve struttura e sempre con una spiccata acidità. Da quella prima volta (se ricordo bene avevo scelto una bottiglia campana) la bagna cauda mi piace ancora di più ...
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 407
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Bagna Caoda

Messaggioda BarbarEdo » 05 dic 2017 10:32

maxer ha scritto:
ninetto ha scritto:Mi tocca litigare con tutti e prendermi del deficiente perché qui ad Asti (sono forestiero) la bagna cauda è un'istituzione e ci si beve obbligatoriamente rosso della zona (barbera, ma anche dolcetto, ruchè, nebbiolo ecc). Per me ci va assolutamente un bianco, anche piuttosto giovane e anodino come appunto molti di quelli piemontesi: arneis, cortese, favorita, erbaluce... Escluderei bolle e bianchi invecchiati o affinati in legno. Alla fine si tratta di verdure in pinzimonio (con al massimo un ovetto e un po' di carne cruda) e una salsa a base di acciughe ed aglio.

Avendo la figlia che vive a Torino ormai da dieci anni, mi è capitato spesso di mangiare l' ottima bagna cauda con le verdure ed inizialmente mi veniva SEMPRE presentata con una Barbera o rossi piemontesi similari. I due gusti non li ho mai considerati abbinabili e dopo tre o quattro volte di "sofferenza" ho sempre voluto berci assieme un bianco leggero, da un fresco Chardonnay a un Arneis, da un Herzu a un bianco altoatesino tipo Kerner o Sylvaner, da un Kratos a un Greco. Ma concordo con te, bianchi giovani, possibilmente con poco o senza legno, dalla lieve struttura e sempre con una spiccata acidità. Da quella prima volta (se ricordo bene avevo scelto una bottiglia campana) la bagna cauda mi piace ancora di più ...


La barbera per la bagna cauda non è un "abbinamento". È un ingrediente. :wink: :D
La presenza, dietro al föjòt, di un bicchiere di rosso anziché di bianco segna la differenza tra quello che è un rito conviviale piemontese e quello che potrebbe essere un antipasto ligure.
Considerazioni di gusto (personale, ovviamente):
Se usata come ingrediente (su un vassoio di peperoni arrostiti o anche usata per condire dei tajarin all'uovo), quindi in piccole quantità, sono d'accordo per un bianco.
Quando si tratta invece del rito, no per due motivi: lo "shock termico": un bianco raffredderebbe troppo la bocca. Il gusto: aglio e acciughe aggrediscono le papille e han bisogno del corpo e della dolcezza di frutto, oltre che dell'acidità, per riequilibrarsi. Pensate a come sta bene la bagna cauda su elementi "dolci" e "carnosi" come il peperone o la barbabietola bollita o la cipolla al forno. Per questo dico: barbera fruttata.
Proverò comunque soluzioni eterodosse, vi farò sapere! ;-)
Primum bibere deinde philosophari
maxer
Messaggi: 1621
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Bagna Caoda

Messaggioda maxer » 05 dic 2017 11:11

BarbarEdo ha scritto:
maxer ha scritto:Avendo la figlia che vive a Torino ormai da dieci anni, mi è capitato spesso di mangiare l' ottima bagna cauda con le verdure ed inizialmente mi veniva SEMPRE presentata con una Barbera o rossi piemontesi similari. I due gusti non li ho mai considerati abbinabili e dopo tre o quattro volte di "sofferenza" ho sempre voluto berci assieme un bianco leggero, da un fresco Chardonnay a un Arneis, da un Herzu a un bianco altoatesino tipo Kerner o Sylvaner, da un Kratos a un Greco. Ma concordo con te, bianchi giovani, possibilmente con poco o senza legno, dalla lieve struttura e sempre con una spiccata acidità. Da quella prima volta (se ricordo bene avevo scelto una bottiglia campana) la bagna cauda mi piace ancora di più ...

:mrgreen:
La barbera per la bagna cauda non è un "abbinamento". È un ingrediente. :wink: :D
La presenza, dietro al föjòt, di un bicchiere di rosso anziché di bianco segna la differenza tra quello che è un rito conviviale piemontese e quello che potrebbe essere un antipasto ligure.
Considerazioni di gusto (personale, ovviamente):
Se usata come ingrediente (su un vassoio di peperoni arrostiti o anche usata per condire dei tajarin all'uovo), quindi in piccole quantità, sono d'accordo per un bianco.
Quando si tratta invece del rito, no per due motivi: lo "shock termico": un bianco raffredderebbe troppo la bocca. Il gusto: aglio e acciughe aggrediscono le papille e han bisogno del corpo e della dolcezza di frutto, oltre che dell'acidità, per riequilibrarsi. Pensate a come sta bene la bagna cauda su elementi "dolci" e "carnosi" come il peperone o la barbabietola bollita o la cipolla al forno. Per questo dico: barbera fruttata.
Proverò comunque soluzioni eterodosse, vi farò sapere! ;-)

Ecco il perché della costante presenza del vino rosso: il "rito" della bagna cauda classica secondo la antica tradizione piemontese !
Non lo sapevo e ti ringrazio per questa tua importante notazione storica.
Da buon trentino 'ignorante' di ciò, non ho tenuto conto di questo e, per mio gusto personale, ho inconsapevolmente trasgredito alla tradizione :D, trovando in un vino bianco leggero un' alternativa per me più piacevole.
Comunque provaci anche tu, senza rimorsi ... :lol:
carpe diem 8)
ninetto
Messaggi: 96
Iscritto il: 13 ott 2012 02:48

Re: Bagna Caoda

Messaggioda ninetto » 05 dic 2017 13:28

BarbarEdo ha scritto:Quando si tratta invece del rito, no per due motivi: lo "shock termico": un bianco raffredderebbe troppo la bocca. Il gusto: aglio e acciughe aggrediscono le papille e han bisogno del corpo e della dolcezza di frutto, oltre che dell'acidità, per riequilibrarsi. Pensate a come sta bene la bagna cauda su elementi "dolci" e "carnosi" come il peperone o la barbabietola bollita o la cipolla al forno. Per questo dico: barbera fruttata.
Proverò comunque soluzioni eterodosse, vi farò sapere! ;-)


Considerazioni interessanti. Tanto più che i puristi la pretendono secondo tradizione, cioè aglio intero (senza togliere l'anima) e non cotto nel latte. In questo modo diventa davvero aggressiva, e un vino rosso potrebbe riuscire meglio a tenerle testa. Si tratta comunque di un abbinamento di potenza, una specie di braccio di ferro... In ogni caso no ai tannini, perciò barbera giovane solo acciaio o, perché no, grignolino o freisa.
dc87
Messaggi: 393
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: Bagna Caoda

Messaggioda dc87 » 30 mar 2018 12:47

Non so che bagna caoda mangiate solitamente ma un bianco leggero proprio no altrimenti non sentireste più il gusto del vino. Se proprio dovete metterci un bianco che sia strutturato. A novembre io ci ho bevuto:

Giulio Ferrari 2002
Fiano di Avellino 2013 Guido Marsella
Barbera Francia 2015 Giacomo Conterno
Valpolicella Ripasso 2012 Monte dei Ragni
dc87
Messaggi: 393
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: Bagna Caoda

Messaggioda dc87 » 30 mar 2018 12:48

ninetto ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Quando si tratta invece del rito, no per due motivi: lo "shock termico": un bianco raffredderebbe troppo la bocca. Il gusto: aglio e acciughe aggrediscono le papille e han bisogno del corpo e della dolcezza di frutto, oltre che dell'acidità, per riequilibrarsi. Pensate a come sta bene la bagna cauda su elementi "dolci" e "carnosi" come il peperone o la barbabietola bollita o la cipolla al forno. Per questo dico: barbera fruttata.
Proverò comunque soluzioni eterodosse, vi farò sapere! ;-)


Considerazioni interessanti. Tanto più che i puristi la pretendono secondo tradizione, cioè aglio intero (senza togliere l'anima) e non cotto nel latte. In questo modo diventa davvero aggressiva, e un vino rosso potrebbe riuscire meglio a tenerle testa. Si tratta comunque di un abbinamento di potenza, una specie di braccio di ferro... In ogni caso no ai tannini, perciò barbera giovane solo acciaio o, perché no, grignolino o freisa.


Io tolgo l'anima e lo passo nel latte però l'ultima volta ho fatto 15 teste d'aglio per 6 persone... 8)
maxer
Messaggi: 1621
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Bagna Caoda

Messaggioda maxer » 30 mar 2018 14:21

dc87 ha scritto:l' ultima volta ho fatto 15 teste d'aglio per 6 persone... 8)

Ho appena aperto una finestra e sono stato tramortito da terribili zaffate provenienti da ovest :?
carpe diem 8)

Torna a “Abbinamento cibo/vino”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti