Bresà

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8152
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Bresà

Messaggioda arnaldo » 29 mar 2016 16:51

Azz...buon test.....poco tempo fa ho testato un krug 1996 ancora iper acido.....al limite del bevibile tanto era indietro....... :wink: :wink:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
puspo
Messaggi: 548
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Bresà

Messaggioda puspo » 29 mar 2016 18:17

Bravi! Non è da tutti il giorno dopo Pasquetta ... infatti io vi seguiro solo per via digitale ... ahimè!
Buona serata
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Becho
Messaggi: 1374
Iscritto il: 05 feb 2010 01:47
Località: Granducato di Toscana

Re: Bresà

Messaggioda Becho » 30 mar 2016 10:31

arnaldo ha scritto:Azz...buon test.....poco tempo fa ho testato un krug 1996 ancora iper acido.....al limite del bevibile tanto era indietro....... :wink: :wink:


Eeeh addirittura??? Ora giovane si, ci mancherebbe, ma non l'ho mai trovato nemmeno vicino ad essere "al limite del bevibile"
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 4618
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Bresà

Messaggioda Andyele » 01 apr 2016 12:27

fable_81 ha scritto:Primo ritrovo 2016 per i Bresà per testare Krug 2002


Allora come e' andato questo test??

Dai che son curioso di sapere come e' questa annata tanto attesa di Krug!!
Avatar utente
fable_81
Messaggi: 3228
Iscritto il: 15 ott 2008 11:07
Località: Calcinato (BS)

Re: Bresà

Messaggioda fable_81 » 03 apr 2016 09:07

Ricapitolando le bottiglie stappate:

- Corte Fusia Saten Franciacorta, buon prodotto dritto e verticale, che si discosta molto dal saten "normale" della Franciacorta;
- Cremont Casa Caterina 2007, naso piacevole sul floreale, la bocca purtroppo troppo per conto proprio, con la componante acida slegata dal resto;
- Le Fleuur du Passion 2002 Diebolt Vallois, semplicemente grande;
- Terre de Vertus 2008 Larmandier Bernier, semplicemente molto buono;
- L'accomplie di Savart, semplicemente trascurabile;

Poi due Krug Vintage il 2002 vs 1996, il 2002 naturalmente è molto giovane, ancora molto ingessato ma mostra per me ottime potenzialità, forse un filo meno carro armato del "solito" stile Krug, il 1996 è semplcemnte una bomba. (punto)
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
https://instagram.com/fable_81/
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3067
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Bresà

Messaggioda videodrome » 26 mag 2016 13:32

Il bevuto dal troglo:
De courcel - pommard Les Rugiens 2008
Chicotot - NSG Les st Georges 2001
De Montille - Pommard Les Pezerolles 2005
De Vogue - Musigny 2001
Clos salomon - Givry 1er Cru 2011
Arnoux Lachaux - NSG les poisets 2013
Chicotot NSG Les S. Georges 2007

Note su richiesta se interessa a qualcuno
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Bresà

Messaggioda landmax » 26 mag 2016 13:46

videodrome ha scritto:Il bevuto dal troglo:
De courcel - pommard Les Rugiens 2008
Chicotot - NSG Les st Georges 2001
De Montille - Pommard Les Pezerolles 2005
De Vogue - Musigny 2001
Clos salomon - Givry 1er Cru 2011
Arnoux Lachaux - NSG les poisets 2013
Chicotot NSG Les S. Georges 2007

Note su richiesta se interessa a qualcuno


A me interessa tutto! Grazie!
darmagi90
Messaggi: 906
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: Bresà

Messaggioda darmagi90 » 26 mag 2016 13:53

Esatto, se leggo non è che mi interessa solo sapere cosa hanno bevuto gli altri ma piuttosto che impressioni hanno dato i vini.
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 3756
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Bresà

Messaggioda Wineduck » 26 mag 2016 13:55

videodrome ha scritto:Il bevuto dal troglo:
De Vogue - Musigny 2001

Note su richiesta se interessa a qualcuno


questo, grazie
"Ciò che conta non è il semplice fatto di aver vissuto ma il cambiamento che siamo stati in grado di imprimere alla vita degli altri" N. Mandela

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3067
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Bresà

Messaggioda videodrome » 26 mag 2016 16:07

videodrome ha scritto:Il bevuto dal troglo:
Bon allora qualche impressione...non mi dilungherò in arabeschi, anyway...
De courcel - pommard Les Rugiens 2008: mi aspettavo "dai sentito dire" un prodotto molto più arcigno, stile vecchia borgogna che non si risolve mai più con tannini ruvidi, invece... bel vino davvero, già dal colore sgranatissimo, non dico rosé ma quasi. Naso uno dei migliori della serata con fruttini rossi golosi e dolci, note lievi talcate e di zucchero a velo, bocca pimpante, fresca, croccante, non un mostre di lunghezza ma molto goloso. Stile cristallino 88
Chicotot - NSG Les st Georges 2001. abbastanza male, sporchetto al naso con note salmastre e pelle di salame, bocca rusticaneggiante, di materia ce n'è anche ma gestita non particolarmente bene. 82
De Montille - Pommard Les Pezerolles 2005. Nome che rievoca la tradizione della borgogna, ricordo ancora le tirate sel vecchio de montille su Mondovinum.....ehhh probabilmente il figlio Etienne che ha preso in mano la conduzione dei rossi (mi pare) ha impresso una svolta modernista al domaine. Sia la naso che in bocca (alla cieca) si percepiva la classica nota vanigliata da legno nuovo. Non invadente ma cmq una cornice abbastanza ampia che toglie in parte il cote florale del vino. Bocca classica da 2005 con texture quasi monolitica che fa fatica ad uscire, ma tanto sono un po' tutti così i 2005. Forse un po' di volatile. Nel complesso lo giudico abbastanza positivamente in quanto una sorta di equilibrio è raggiunto ma cmq un bel cambio di stile rispetto alle vecchie cose. Modernista con juicio. 85/86
De Vogue - Musigny 2001. Non ha devastato come mi sarei aspettato, un po' meglio nello zalto burgundy rispetto al mio z. bordeaux al naso. Pregiato si ma senza raggiungere vette assolute. Insede olfattiva è mancata la definizione assoluta dei top cru e quelle mille sfumature che ti aspetteresti. Bocca di spessore, in chiusura tannino ancora compatto e che attende una completa risoluzione; appagante per carità ma non andrei oltre i 92.
Clos salomon - Givry 1er Cru 2011. Non male, anche se non mi sono concentrato troppo sul vino, cmq abbastanza positivo, poi per essere givry. sui 85
Arnoux Lachaux - NSG les poisets 2013. Piaciuto, nonostante la baldanza giovanile, sì un po' vinoso in entrata, ma anche un frutto rosso goloso da gelatina di ribes. Non male neppure in bocca, nel complesso positivo. 86 + +
Chicotot NSG Les S. Georges 2007. Partito non benissimo con qualche nota vegetale (se ben ricordo) ma in miglioramento, aperto come ultimo avvesse avuto più tempo sarebbe migliorato ancora. Meno goloso e vinoso del preceente NSG, più sulla borgogna classica, acidità che sorregge il vino e conferisce quella croccantezza al frutto. 86 + +

Note su richiesta se interessa a qualcuno
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Bresà

Messaggioda landmax » 26 mag 2016 16:31

videodrome ha scritto:De courcel - pommard Les Rugiens 2008: mi aspettavo "dai sentito dire" un prodotto molto più arcigno, stile vecchia borgogna che non si risolve mai più con tannini ruvidi, invece... bel vino davvero, già dal colore sgranatissimo, non dico rosé ma quasi. Naso uno dei migliori della serata con fruttini rossi golosi e dolci, note lievi talcate e di zucchero a velo, bocca pimpante, fresca, croccante, non un mostre di lunghezza ma molto goloso. Stile cristallino 88


Non ho mai bevuto il Les Rugiens di De Courcel e mi fa piacere leggere che fa anche qualche vino più aperto e pronto del Clos des Epenots, che a mio parere corrisponde esattamente al vino che ti aspetti da questo produttore (prodotto arcigno, con tannini ruvidi, che non si risolve mai).

videodrome ha scritto: De Montille - Pommard Les Pezerolles 2005. Nome che rievoca la tradizione della borgogna, ricordo ancora le tirate sel vecchio de montille su Mondovinum.....ehhh probabilmente il figlio Etienne che ha preso in mano la conduzione dei rossi (mi pare) ha impresso una svolta modernista al domaine. Sia la naso che in bocca (alla cieca) si percepiva la classica nota vanigliata da legno nuovo. Non invadente ma cmq una cornice abbastanza ampia che toglie in parte il cote florale del vino. Bocca classica da 2005 con texture quasi monolitica che fa fatica ad uscire, ma tanto sono un po' tutti così i 2005. Forse un po' di volatile. Nel complesso lo giudico abbastanza positivamente in quanto una sorta di equilibrio è raggiunto ma cmq un bel cambio di stile rispetto alle vecchie cose. Modernista con juicio. 85/86


Non ho mai bevuto (aridaje) il Pommard Les Pezerolles, ma della stessa annata e produttore ho bevuto i due Volnay Les Taillepieds e Champans, che ho trovato già pronti e bevibili per essere dei 2005, ma credo che i Pommard abbiano ovviamente bisogno di più tempo dei Volnay, data la loro carica "terrosa" e tannica.
Sullo stile di Etienne francamente non mi ci ritrovo: i due Volnay che ho bevuto io non erano modernisti manco per niente, neanche con juidicio. Les Taillepieds, in particolare, rappresenta per me quasi l'archetipo della Borgogna con la B maiuscola. Ma, ribadisco, io non ho bevuto il vino che hai bevuto tu, per cui può darsi che sui Pommard abbia sperimentato qualcosa di diverso.
darmagi90
Messaggi: 906
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: Bresà

Messaggioda darmagi90 » 26 mag 2016 16:38

Molto dettagliato, grazie.
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3067
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Bresà

Messaggioda videodrome » 26 mag 2016 16:40

landmax ha scritto:
videodrome ha scritto:De courcel - pommard Les Rugiens 2008: mi aspettavo "dai sentito dire" un prodotto molto più arcigno, stile vecchia borgogna che non si risolve mai più con tannini ruvidi, invece... bel vino davvero, già dal colore sgranatissimo, non dico rosé ma quasi. Naso uno dei migliori della serata con fruttini rossi golosi e dolci, note lievi talcate e di zucchero a velo, bocca pimpante, fresca, croccante, non un mostre di lunghezza ma molto goloso. Stile cristallino 88


Non ho mai bevuto il Les Rugiens di De Courcel e mi fa piacere leggere che fa anche qualche vino più aperto e pronto del Clos des Epenots, che a mio parere corrisponde esattamente al vino che ti aspetti da questo produttore (prodotto arcigno, con tannini ruvidi, che non si risolve mai).

videodrome ha scritto: De Montille - Pommard Les Pezerolles 2005. Nome che rievoca la tradizione della borgogna, ricordo ancora le tirate sel vecchio de montille su Mondovinum.....ehhh probabilmente il figlio Etienne che ha preso in mano la conduzione dei rossi (mi pare) ha impresso una svolta modernista al domaine. Sia la naso che in bocca (alla cieca) si percepiva la classica nota vanigliata da legno nuovo. Non invadente ma cmq una cornice abbastanza ampia che toglie in parte il cote florale del vino. Bocca classica da 2005 con texture quasi monolitica che fa fatica ad uscire, ma tanto sono un po' tutti così i 2005. Forse un po' di volatile. Nel complesso lo giudico abbastanza positivamente in quanto una sorta di equilibrio è raggiunto ma cmq un bel cambio di stile rispetto alle vecchie cose. Modernista con juicio. 85/86


Non ho mai bevuto (aridaje) il Pommard Les Pezerolles, ma della stessa annata e produttore ho bevuto i due Volnay Les Taillepieds e Champans, che ho trovato già pronti e bevibili per essere dei 2005, ma credo che i Pommard abbiano ovviamente bisogno di più tempo dei Volnay, data la loro carica "terrosa" e tannica.
Sullo stile di Etienne francamente non mi ci ritrovo: i due Volnay che ho bevuto io non erano modernisti manco per niente, neanche con juidicio. Les Taillepieds, in particolare, rappresenta per me quasi l'archetipo della Borgogna con la B maiuscola. Ma, ribadisco, io non ho bevuto il vino che hai bevuto tu, per cui può darsi che sui Pommard abbia sperimentato qualcosa di diverso.

Sullla vaniglia nel De Montille, la tavolata è stata praticamente plebiscitaria, alcuni sono stati anche più tranchant del sottoscritto. Ho un volnay 2008 non ricordo che cru, ad una delle prox bevute se non fa caldo lo apro per riverificare.
Avatar utente
Cristianmark
Messaggi: 1044
Iscritto il: 28 feb 2013 22:55
Località: Brixia

Re: Bresà

Messaggioda Cristianmark » 06 ott 2017 01:45

A Bs nn si beve piu
se ghe' de na' ... ghe' de na'
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 211
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: Bresà

Messaggioda Bordolese78 » 06 ott 2017 08:03

Si beve, si beve...

Ciò che succede a Brescia, resta a Brescia :lol: :lol:
Sonny
Messaggi: 47
Iscritto il: 15 ott 2016 11:32
Località: Brescia

Re: Bresà

Messaggioda Sonny » 06 ott 2017 08:14

Io sto facendo il fondo 8)
Stefi91
Messaggi: 1
Iscritto il: 17 ott 2017 20:10

Re: Bresà

Messaggioda Stefi91 » 17 ott 2017 20:12

Ma vi ritrovate ancora a fare serate di degustazione? Anche io sono di Brescia :mrgreen:
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3067
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Bresà

Messaggioda videodrome » 18 ott 2017 00:30

Stefi91 ha scritto:Ma vi ritrovate ancora a fare serate di degustazione? Anche io sono di Brescia :mrgreen:

Si, un pò meno di una volta, ma ancora ci si trova.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: agamennone, maxer, Travolta e 27 ospiti