CRONACHE D'OSTERIA

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20168
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Messaggioda pippuz » 13 ott 2008 14:57

gremul ha scritto:
l'oste ha scritto:
gremul ha scritto:
l'oste ha scritto:Monsanto (Ormanni? Viacosta?) vs. La Sizeranne
Flaccianello (Cepparello? Ama?) vs. Cornas - Clape
Pergole Torte vs. la Chapelle - Jaboulet (Tardieu Laurent?)
Tenuta Nuova vs. L'Ermite - Chapoutier
Soldera vs. Rayas
Biondi Santi ris. vs. la Mouline Guigal



apperò, mica pizza e fichi!!

Sono solo idee, anche perchè in 7 persone (numero ideale) sarebbero più che sufficienti 4 batterie da due bottiglie, e non necessariamente le più costose. Anche se Rayas vs. Soldera lo vorrei proprio provare...


per aprire le danze però facciamo anche Franciacorta contro Champagne... :lol:

Per aprire le danze facciamo che te ne vai un po' affan.... :twisted:

Piuttosto ... probabile cambio di lochescion per una delle prossime. Non per sminuire il fascino a casa Picard, ma questa è un po' più suggestiva.
Sempre tra i boschi. :wink:
Ultima modifica di pippuz il 13 ott 2008 15:02, modificato 1 volta in totale.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Il Comandante
Messaggi: 5946
Iscritto il: 11 giu 2007 13:51

Messaggioda Il Comandante » 13 ott 2008 15:00

l'oste ha scritto:
Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:...una sfida Toscana-Rodano con carni alla brace e zuppa di legumi.


Interessante...


L'idea era di fare batteria/sfida a due in crescendo, ho pensato un po' di proposte/idee.
Le ultime due sfide mi sembrano ben calibrate, per le altre ci si può sbizzarrire, pensando anche a cosa si ha in cantina:

Monsanto (Ormanni? Viacosta?) vs. La Sizeranne
Flaccianello (Cepparello? Ama?) vs. Cornas - Clape
Pergole Torte vs. la Chapelle - Jaboulet (Tardieu Laurent?)
Tenuta Nuova vs. L'Ermite - Chapoutier
Soldera vs. Rayas
Biondi Santi ris. vs. la Mouline Guigal

pippuz ha scritto:Ricorderei all'(H)ostess che si era parlato anche di un foie grasse/formaggi con Alsazia/Mosella. 8)


Ahò, ennò?...famo er gulasce, er fuà grasse cor rislignhe...
Risatina e occhiolino.


Beh, se vengo io almeno un Cote Rotie di Rostaing me lo devi lasciar mettere... Magari stavolta faccio provare al genovese un Cote Blonde, al posto del solito La Landonne! 8)
AKA J. L. Picard
"Lungi da me fare la vittima" - unadomanda (ketto reloaded)
ruffianello
Messaggi: 29
Iscritto il: 26 mag 2008 22:38

Messaggioda ruffianello » 13 ott 2008 15:04

Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:
Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:...una sfida Toscana-Rodano con carni alla brace e zuppa di legumi.


Interessante...


L'idea era di fare batteria/sfida a due in crescendo, ho pensato un po' di proposte/idee.
Le ultime due sfide mi sembrano ben calibrate, per le altre ci si può sbizzarrire, pensando anche a cosa si ha in cantina:

Monsanto (Ormanni? Viacosta?) vs. La Sizeranne
Flaccianello (Cepparello? Ama?) vs. Cornas - Clape
Pergole Torte vs. la Chapelle - Jaboulet (Tardieu Laurent?)
Tenuta Nuova vs. L'Ermite - Chapoutier
Soldera vs. Rayas
Biondi Santi ris. vs. la Mouline Guigal

pippuz ha scritto:Ricorderei all'(H)ostess che si era parlato anche di un foie grasse/formaggi con Alsazia/Mosella. 8)


Ahò, ennò?...famo er gulasce, er fuà grasse cor rislignhe...
Risatina e occhiolino.


Beh, se vengo io almeno un Cote Rotie di Rostaing me lo devi lasciar mettere... Magari stavolta faccio provare al genovese un Cote Blonde, al posto del solito La Landonne! 8)

Figata.
Seghina, schizzetto e sorrisone.
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 13 ott 2008 15:06

Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:
Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:...una sfida Toscana-Rodano con carni alla brace e zuppa di legumi.


Interessante...


L'idea era di fare batteria/sfida a due in crescendo, ho pensato un po' di proposte/idee.
Le ultime due sfide mi sembrano ben calibrate, per le altre ci si può sbizzarrire, pensando anche a cosa si ha in cantina:

Monsanto (Ormanni? Viacosta?) vs. La Sizeranne
Flaccianello (Cepparello? Ama?) vs. Cornas - Clape
Pergole Torte vs. la Chapelle - Jaboulet (Tardieu Laurent?)
Tenuta Nuova vs. L'Ermite - Chapoutier
Soldera vs. Rayas
Biondi Santi ris. vs. la Mouline Guigal

pippuz ha scritto:Ricorderei all'(H)ostess che si era parlato anche di un foie grasse/formaggi con Alsazia/Mosella. 8)


Ahò, ennò?...famo er gulasce, er fuà grasse cor rislignhe...
Risatina e occhiolino.


Beh, se vengo io almeno un Cote Rotie di Rostaing me lo devi lasciar mettere... Magari stavolta faccio provare al genovese un Cote Blonde, al posto del solito La Landonne! 8)


Fantastico Rostaing (de Nuits). Come dicevo è importante anche vedere cosa si ha in cantina, per evitare ricerche e spese. Infatti nella lista di sfide ipotetiche ne ho scritte parecchie che dispongo. Cool.
Poi penso l'importante sia scegliere le batterie anche per "assonanze" e "assimilabiltà", dal prezzo, al tipo di stile di vino. Vedi ad esempio la battaglia dei nasi tra Rayas e Soldera.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Messaggioda gremul » 13 ott 2008 15:27

l'oste ha scritto:
Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:
Il Comandante ha scritto:
l'oste ha scritto:...una sfida Toscana-Rodano con carni alla brace e zuppa di legumi.


Interessante...


L'idea era di fare batteria/sfida a due in crescendo, ho pensato un po' di proposte/idee.
Le ultime due sfide mi sembrano ben calibrate, per le altre ci si può sbizzarrire, pensando anche a cosa si ha in cantina:

Monsanto (Ormanni? Viacosta?) vs. La Sizeranne
Flaccianello (Cepparello? Ama?) vs. Cornas - Clape
Pergole Torte vs. la Chapelle - Jaboulet (Tardieu Laurent?)
Tenuta Nuova vs. L'Ermite - Chapoutier
Soldera vs. Rayas
Biondi Santi ris. vs. la Mouline Guigal

pippuz ha scritto:Ricorderei all'(H)ostess che si era parlato anche di un foie grasse/formaggi con Alsazia/Mosella. 8)


Ahò, ennò?...famo er gulasce, er fuà grasse cor rislignhe...
Risatina e occhiolino.


Beh, se vengo io almeno un Cote Rotie di Rostaing me lo devi lasciar mettere... Magari stavolta faccio provare al genovese un Cote Blonde, al posto del solito La Landonne! 8)


Fantastico Rostaing (de Nuits). Come dicevo è importante anche vedere cosa si ha in cantina, per evitare ricerche e spese. Infatti nella lista di sfide ipotetiche ne ho scritte parecchie che dispongo. Cool.
Poi penso l'importante sia scegliere le batterie anche per "assonanze" e "assimilabiltà", dal prezzo, al tipo di stile di vino. Vedi ad esempio la battaglia dei nasi tra Rayas e Soldera.


sempre che non sia un Soldera allo zolfo come quello dell'altro giorno :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
Deruj
Messaggi: 4145
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15

Messaggioda Deruj » 14 ott 2008 08:44

Cameriere?
Cortesemente mi porta un altro piatto di quaglie, e i complimenti all'Oste, che erano proprio buone.
E faccia anche un altro quartino della casa.
Grazie.
Jadis, si je me souviens bien, ma vie était un festin où s’ouvraient tous les cœurs, où tous les vins coulaient.Un soir, j’ai assis la Beauté sur mes genoux. — Et je l’ai trouvée amère. — Et je l’ai injuriée...
...Et j’ai joué de bons tours à la folie.
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 14 ott 2008 09:43

Deruj ha scritto:Cameriere?
Cortesemente mi porta un altro piatto di quaglie, e i complimenti all'Oste, che erano proprio buone.
E faccia anche un altro quartino della casa.
Grazie.


Grazie a lei.
"Portagli un mezzo litro, di quello buono"
Il conto?
Offre la casa.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 16 ott 2008 10:16

Ieri sera, con tortino di risotto con piccione ripieno (pancetta e pistacchi) e topinambur declinato a purè e a tocchetti arrosto

Beaune 1er cre les Marconnets 1999 - Leroy
Inizialmente ha profumi che ricordano il sangiovese, terroso e sanguigno. Poi esce un leggero sbuffo di cipria. Rimane però poco voluminoso, semplice, come fosse scarico. Anche in bocca l'acidità si fa sentire a macchia di leopardo, non appaga il palato, non lo riempie. Ritorna un vago cacao sul finale. Piaciuto pochino.

Clos de Lambrays 2002 - Domaine de Lambrays
Profumi espansivi, molto "pavoneggiante" anche se inizialmente resta un po' sul fruttino dolce. Dopo un oretta si apre, arriva l'incenso e il balsamico, davvero bello pur non estremamente complesso. Anche in bocca soddisfa "l'estetica gustativa", con quel sapore dolce ma mai stucchevole e un'acidità fresca ma "levigata", bocca setosa e persistenza notevole, con ritorni di menta freschissimi. Piaciuto.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Guly
Messaggi: 807
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: Piacenza

Messaggioda Guly » 16 ott 2008 10:35

l'oste ha scritto:Ieri sera, con tortino di risotto con piccione ripieno (pancetta e pistacchi) e topinambur declinato a purè e a tocchetti arrosto

Beaune 1er cre les Marconnets 1999 - Leroy
Inizialmente ha profumi che ricordano il sangiovese, terroso e sanguigno. Poi esce un leggero sbuffo di cipria. Rimane però poco voluminoso, semplice, come fosse scarico. Anche in bocca l'acidità si fa sentire a macchia di leopardo, non appaga il palato, non lo riempie. Ritorna un vago cacao sul finale. Piaciuto pochino.

Clos de Lambrays 2002 - Domaine de Lambrays
Profumi espansivi, molto "pavoneggiante" anche se inizialmente resta un po' sul fruttino dolce. Dopo un oretta si apre, arriva l'incenso e il balsamico, davvero bello pur non estremamente complesso. Anche in bocca soddisfa "l'estetica gustativa", con quel sapore dolce ma mai stucchevole e un'acidità fresca ma "levigata", bocca setosa e persistenza notevole, con ritorni di menta freschissimi. Piaciuto.


Immagino che, visto come ti tratti, fai tua la filosofia che la vita è troppo breve per trattarsi male: complimenti per le cibarie e le bevande che, spesso, ti "regali". :P
A l
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20168
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Messaggioda pippuz » 16 ott 2008 10:35

l'oste ha scritto:Ieri sera, con tortino di risotto con piccione ripieno (pancetta e pistacchi) e topinambur declinato a purè e a tocchetti arrosto

Beaune 1er cre les Marconnets 1999 - Leroy
Inizialmente ha profumi che ricordano il sangiovese, terroso e sanguigno. Poi esce un leggero sbuffo di cipria. Rimane però poco voluminoso, semplice, come fosse scarico. Anche in bocca l'acidità si fa sentire a macchia di leopardo, non appaga il palato, non lo riempie. Ritorna un vago cacao sul finale. Piaciuto pochino.

Clos de Lambrays 2002 - Domaine de Lambrays
Profumi espansivi, molto "pavoneggiante" anche se inizialmente resta un po' sul fruttino dolce. Dopo un oretta si apre, arriva l'incenso e il balsamico, davvero bello pur non estremamente complesso. Anche in bocca soddisfa "l'estetica gustativa", con quel sapore dolce ma mai stucchevole e un'acidità fresca ma "levigata", bocca setosa e persistenza notevole, con ritorni di menta freschissimi. Piaciuto.

Non è che ti farà male tutto questo pinò ? :lol:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 16 ott 2008 10:49

Guly ha scritto:
l'oste ha scritto:Ieri sera, con tortino di risotto con piccione ripieno (pancetta e pistacchi) e topinambur declinato a purè e a tocchetti arrosto

Beaune 1er cre les Marconnets 1999 - Leroy
Inizialmente ha profumi che ricordano il sangiovese, terroso e sanguigno. Poi esce un leggero sbuffo di cipria. Rimane però poco voluminoso, semplice, come fosse scarico. Anche in bocca l'acidità si fa sentire a macchia di leopardo, non appaga il palato, non lo riempie. Ritorna un vago cacao sul finale. Piaciuto pochino.

Clos de Lambrays 2002 - Domaine de Lambrays
Profumi espansivi, molto "pavoneggiante" anche se inizialmente resta un po' sul fruttino dolce. Dopo un oretta si apre, arriva l'incenso e il balsamico, davvero bello pur non estremamente complesso. Anche in bocca soddisfa "l'estetica gustativa", con quel sapore dolce ma mai stucchevole e un'acidità fresca ma "levigata", bocca setosa e persistenza notevole, con ritorni di menta freschissimi. Piaciuto.


Immagino che, visto come ti tratti, fai tua la filosofia che la vita è troppo breve per trattarsi male: complimenti per le cibarie e le bevande che, spesso, ti "regali". :P


Solitamente in settimana è dieta ferrea. Niente vino, cibo familiare.
Ma ieri è venuto un caro amico a trovarmi, per festeggiare il suo bimbo in arrivo.
Che poi in generale, sia meglio berle che farle invecchiare troppo, non ho dubbi...


pippuz ha scritto: Non è che ti farà male tutto questo pinò ?

Venivo da un weekend di tanto nebbiolo, ne avevo un bisogno fisico...
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Guly
Messaggi: 807
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: Piacenza

Messaggioda Guly » 16 ott 2008 10:53

l'oste ha scritto:Che poi in generale, sia meglio berle che farle invecchiare troppo, non ho dubbi...


Questa mi piace.. :lol:
A l
vinogodi
Messaggi: 27985
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Messaggioda vinogodi » 16 ott 2008 10:53

l'oste ha scritto:Ieri sera, con tortino di risotto con piccione ripieno (pancetta e pistacchi) e topinambur declinato a purè e a tocchetti arrosto

Beaune 1er cre les Marconnets 1999 - Leroy
Inizialmente ha profumi che ricordano il sangiovese, terroso e sanguigno. Poi esce un leggero sbuffo di cipria. Rimane però poco voluminoso, semplice, come fosse scarico. Anche in bocca l'acidità si fa sentire a macchia di leopardo, non appaga il palato, non lo riempie. Ritorna un vago cacao sul finale. Piaciuto pochino.

.
... non mi stupisce : negli SA di Leroy , a volte il piccolo capolavoro , altre volte la normalità più imbarazzante . A volte addirittura lo scollinamento senza meno , come tante riserve storiche buttate oggi sul mercato causa un magazzino stracolmo e la sventurata politica commerciale degli ultimi anni ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 16 ott 2008 14:35

Guly ha scritto:
l'oste ha scritto:Che poi in generale, sia meglio berle che farle invecchiare troppo, non ho dubbi...


Questa mi piace.. :lol:


Parlavo di bottiglie eh...
Occhiolino.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 19 ott 2008 12:04

Mentre dal forno esce il profumo del gateau di patate, in attesa del polletto alla diavola, metto due note sui vini accompagnati ieri ad un classico ma evergreat brasato con polenta


Barbaresco 1996 - Produttori del Barbaresco

Barbaresco 1999 - Produttori del Barbaresco


Due gran bei vini, diversi nel presentarsi ai sensi, ma legati da un filo invisibile di parentela. Il '96 è più "scuro" anche cromaticamente tende al granata, profumi di sottobosco, funghi e tartufo, una leggera affumicatura del frutto.
La bocca inizialmente terrigna e ruvida, dopo un'ora ti porta verso la cremosità, un centro bocca dolce e caldo, finale molto lungo. Piaciuto.
Il '99 dal rubino più giovane e trasparente, è più floreale, più fresco. Si potrebbe dire che se il '96 parla con tono profondo dalle viscere della terra, il '99, indomabile e scapigliato, è ritto in mezzo ai fiori e ai campi, cantando la sua giovinezza. Profumi di "geranio balsamico" descrittore anomalo ma che mi sembra definisca quel che ho provato, oltre ad un eco appena salmastro. In bocca ha una forza rinfrescante molto piacevole, tannino giovane ma di perfetta cultura langarola. Chiude lungo, ancora con i fiori secchi e forse una punta di liquirizia o di radice dolce. Piaciuto molto.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 20 ott 2008 10:13

Per chiudere bene il weekend dopo una giornata in mezzo a bimbi festanti; con polletti alla diavola e gateau di patate

Chianti Classico Le Trame 2004

Chianti Classico Riserva 2004 - Il Borghetto


Due vini molto diversi, pur conterranei. Il chianti di Giovanna Morganti è più scuro, con profumi intensi di cuoio, terra, ginepro, una piacevole nota animale. In bocca è morbido e rustico al tempo stesso, leggermente amarognolo nel finale pieno e corrispondente al gusto. Piaciuto, ormai la prima cassettina è quasi finita.
Il Borghetto è una bella realtà, potrebbe diventare un punto di riferimento stilistico. Colore rubino vivo, profumi ancora un po' compressi ma molto piacevoli, amarena, sottobosco, un balsamico rinfrescante. In bocca è "monstre", acidità sferzante e sapore avvolgente, chiude con un piacevole frutto dolce, molto persistente; forse solo da dosare l'alcol. Piaciuto.

Dato che avevamo ancora sete, l'unico errore della giornata è stato aprire

Pergole Torte 2004 - Montevertine
Si sente che ha una "materia" ricchissima e molto promettente in prospettiva. Sarà un grande Pergole. Ora offre una bocca piena e ricca ma è olfattivamente piuttosto chiuso, resta su note piacevoli di frutto scuro e caffè tostato, ma si intuisce che è in fase di assestamento della sua usuale cerebrale complessità. Una sciocchezza aprirlo, per me il P.T. è un vino che ha bisogno di almeno una decina d'anni per svilupparsi al meglio. Piacerà molto.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
ASTERIX
Messaggi: 23
Iscritto il: 22 ott 2008 16:50

Messaggioda ASTERIX » 22 ott 2008 22:01

APPROFITTO DELLO SPAZIO PER CHIEDERE CONSIGLIO SU ANNATE BORDEAUX
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4743
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Messaggioda Francvino » 22 ott 2008 23:50

ASTERIX ha scritto:APPROFITTO DELLO SPAZIO PER CHIEDERE CONSIGLIO SU ANNATE BORDEAUX


In questo spazio si può chiedere solo consigli su come caramellare le quaglie.

Per i Bordeaux rivolgersi sezione "valutazioni" oppure aprire 3ad specifico.
Piccolo consiglio: per questa manica di invasati Bordeaux vuol dire poco.
Indicare come minimo la sottozona (Graves, Haut Medoc, Pauillac e così via).


:mrgreen:
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 23 ott 2008 01:40

Francvino ha scritto:
ASTERIX ha scritto:APPROFITTO DELLO SPAZIO PER CHIEDERE CONSIGLIO SU ANNATE BORDEAUX


In questo spazio si può chiedere solo consigli su come caramellare le quaglie.

Per i Bordeaux rivolgersi sezione "valutazioni" oppure aprire 3ad specifico.
Piccolo consiglio: per questa manica di invasati Bordeaux vuol dire poco.
Indicare come minimo la sottozona (Graves, Haut Medoc, Pauillac e così via).


:mrgreen:

Grazie Franc.
Comunque approfitto della domanda del gallico, al suo primo post sul forum.
Un piccolo consiglio semplice e personale sulle annate di bordeaux: quelle che hanno già compiuto 15 anni.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Messaggioda marwine » 23 ott 2008 13:49

l'oste ha scritto:
Francvino ha scritto:
ASTERIX ha scritto:APPROFITTO DELLO SPAZIO PER CHIEDERE CONSIGLIO SU ANNATE BORDEAUX


In questo spazio si può chiedere solo consigli su come caramellare le quaglie.

Per i Bordeaux rivolgersi sezione "valutazioni" oppure aprire 3ad specifico.
Piccolo consiglio: per questa manica di invasati Bordeaux vuol dire poco.
Indicare come minimo la sottozona (Graves, Haut Medoc, Pauillac e così via).


:mrgreen:

Grazie Franc.
Comunque approfitto della domanda del gallico, al suo primo post sul forum.
Un piccolo consiglio semplice e personale sulle annate di bordeaux: quelle che hanno già compiuto 15 anni.


Venerdì sera aperto 93 :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
ASTERIX
Messaggi: 23
Iscritto il: 22 ott 2008 16:50

Messaggioda ASTERIX » 24 ott 2008 08:40

Grazie per la risposta. Pensavo che per i bordeaux, come per tutti gli altri vini e tutte le altre zone agricole del mondo, ci fosse un clima uniforme e quindi una generica annata migliore rispetto a delle altre. A volte saperne troppo fa male...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 26 ott 2008 00:34

Con tagliatelle al cavolo nero croccante con striscioline di pata negra arrostito e crostini di pane fritto, poi cosce di quaglia con purè di topinambur

Brunello di Montalcino 1999 - Biondi-Santi

Il colore dovrebbero usarlo per scrivere il disciplinare, rosso rubino non carico con tendenze granata. Profumi nitidi che escono al rallentatore, pigramente nobili; terra di bosco, selvaggina, un frutto "antico" di ciiegia sotto spirito molto invitante, bocca ancora giovane ma di appagamento non indifferente. L'acidità rinfresca il palato lasciando una scia dolce. Piaciuto, un bel po'. Ogni volta la sensazione è di un vino che ha "un'anima". Certo, ci fosse stata dentro un'aggiuntina di cabernet o merlot...
Occhiolino.


Morey St.Denis 1er Le Loup 1999 - Domaine des Lambrays

Sto ancora sorseggiando l'avanzino. I profumi, molto "luminosi" si sono mossi parecchio nella serata, dal leggero balsamico mentolato iniziale, alle fragoline intense, poi sentori sanguigni e adesso sfodera note leggermente affumicate, punto finale dell'evoluzione nel bicchiere, che trovo spesso comune a molti pinot noir insieme al tartufo.
Bocca piena e setosa, ricco, anche d'alcol ma ben equilibrato, finale dolce e rinfrescante. Bevibilità altissima. Piaciuto molto, anche più del Clos de Lambrays 2002 di settimana scorsa. Del resto da quanto so, nel Le Loup finiscono alte percentuali di uve del fratello maggiore.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12375
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Messaggioda l'oste » 30 ott 2008 01:47

Al momento non ho la dovuta lucidità per commentare con dovizia i vini bevuti, preferisco dosare le residue energie per:

a) ringraziare l'ospitaità di gremul/Gregorio ed i suoi definitivi miglioramenti culinari et trasparenza intellettuale nel proporre un Franciacorta.
b) salutare nuovamente l'incontro con il chiaro
c) ribadire con piacere l'idea che prima vengono le persone, poi gli ottimi vini
d) decidere che tra il Cahors e il Clos Vougeot alla fine è partita patta.

Bella serata, un affettuoso abbraccio ai partecipanti in attesa degli appunti di marcolandia per commenti definiti.
In fondo una dozzina di bottiglie in 5 a quest'ora hanno il loro peso.
Il cuscino meno.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6200
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Messaggioda il chiaro » 30 ott 2008 09:32

l'oste ha scritto:Al momento non ho la dovuta lucidità per commentare con dovizia i vini bevuti, preferisco dosare le residue energie per:

a) ringraziare l'ospitaità di gremul/Gregorio ed i suoi definitivi miglioramenti culinari et trasparenza intellettuale nel proporre un Franciacorta.
b) salutare nuovamente l'incontro con il chiaro
c) ribadire con piacere l'idea che prima vengono le persone, poi gli ottimi vini
d) decidere che tra il Cahors e il Clos Vougeot alla fine è partita patta.

Bella serata, un affettuoso abbraccio ai partecipanti in attesa degli appunti di marcolandia per commenti definiti.
In fondo una dozzina di bottiglie in 5 a quest'ora hanno il loro peso.
Il cuscino meno.


Cioè, tu sei riuscito ad arrivare a casa ed accendere il PC?
Mitico!!!

Ricambio volentierissimamente i saluti, e mi congratulo per la competenza dimostrata,ma ancor di più per la simpatia. Al prossimo raduno lacustre non puoi mancare.

Un grazie gigantesco a Greg che ha messo a disposizione tempo, arte culinaria e location (l'anno prossimo in periodo funghi mi avrai tra le balle per almeno un paio di week end :D :D ).

Per le note aspetto la lista completa, adesso si va al lavoro :D :D
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Messaggioda diego » 30 ott 2008 10:32

ditemi cosa mi sono perso.... fatemi soffrire! :evil:
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nexus1990 e 3 ospiti