Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8587
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda arnaldo » 10 set 2018 20:01

videodrome ha scritto:La scorsa settimana:


Bollinger RD 1996 (degorgio Luglio 2006)
Krug 1998 (46% ch, PM 19%, 35% PN)
Emmanuel Brochet Les haut Meunier 2010 (PM 100% dosage 2 gr/l)
Selosse Lieu dit Ambonnay Extra Brut Le Bout du Clos (Deg. 2013, PN 100%)
Alexandre Filaine DMY (Ch 35%, PM 20%, PN 45%, dosage 4 gr/l)
Benoit Lahaye Millesime 2012 (deg. Ottobre 2017, 85% PN, 15% CH, dosage 3 gr/l)
Benoit Lahaye Le Jardin De la Grosse Pierre 2009 (Deg. Nov. 2013)

Filaine (al vecchio prezzo di Cavalli) sarebbe rapporto q/p della madonna. Dopo i cannoni, ai piedi del podio se la giocava con Brochet e Lahayè la grosse Pierre. Brochet, meunier in purezza, bella interpretazione, elegante e fine, ma leggerina a centro bocca (rapoporto q/p molto sfavorevole a mio avviso). Lahayè una certezza. Peccato RD sporco al naso. Krug e Selosse alla grande.


Solita gara di mega rutti a seguire ???? :lol: :lol: :lol: :roll: :wink:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
merlotto85
Messaggi: 107
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda merlotto85 » 11 set 2018 11:34

videodrome ha scritto:La scorsa settimana:


Bollinger RD 1996 (degorgio Luglio 2006)
Krug 1998 (46% ch, PM 19%, 35% PN)
Emmanuel Brochet Les haut Meunier 2010 (PM 100% dosage 2 gr/l)
Selosse Lieu dit Ambonnay Extra Brut Le Bout du Clos (Deg. 2013, PN 100%)
Alexandre Filaine DMY (Ch 35%, PM 20%, PN 45%, dosage 4 gr/l)
Benoit Lahaye Millesime 2012 (deg. Ottobre 2017, 85% PN, 15% CH, dosage 3 gr/l)
Benoit Lahaye Le Jardin De la Grosse Pierre 2009 (Deg. Nov. 2013)

Filaine (al vecchio prezzo di Cavalli) sarebbe rapporto q/p della madonna. Dopo i cannoni, ai piedi del podio se la giocava con Brochet e Lahayè la grosse Pierre. Brochet, meunier in purezza, bella interpretazione, elegante e fine, ma leggerina a centro bocca (rapoporto q/p molto sfavorevole a mio avviso). Lahayè una certezza. Peccato RD sporco al naso. Krug e Selosse alla grande.


il millesimato di Lahaye com era ?
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3319
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda videodrome » 11 set 2018 23:27

merlotto85 ha scritto:
videodrome ha scritto:La scorsa settimana:


Bollinger RD 1996 (degorgio Luglio 2006)
Krug 1998 (46% ch, PM 19%, 35% PN)
Emmanuel Brochet Les haut Meunier 2010 (PM 100% dosage 2 gr/l)
Selosse Lieu dit Ambonnay Extra Brut Le Bout du Clos (Deg. 2013, PN 100%)
Alexandre Filaine DMY (Ch 35%, PM 20%, PN 45%, dosage 4 gr/l)
Benoit Lahaye Millesime 2012 (deg. Ottobre 2017, 85% PN, 15% CH, dosage 3 gr/l)
Benoit Lahaye Le Jardin De la Grosse Pierre 2009 (Deg. Nov. 2013)

Filaine (al vecchio prezzo di Cavalli) sarebbe rapporto q/p della madonna. Dopo i cannoni, ai piedi del podio se la giocava con Brochet e Lahayè la grosse Pierre. Brochet, meunier in purezza, bella interpretazione, elegante e fine, ma leggerina a centro bocca (rapoporto q/p molto sfavorevole a mio avviso). Lahayè una certezza. Peccato RD sporco al naso. Krug e Selosse alla grande.


il millesimato di Lahaye com era ?

Non male, ancora in evoluzione, gli serve un po' di vetro ancora, ma con buona prospettiva futura. Jardin però ha una marcia in più.
GabrieleB.
Messaggi: 806
Iscritto il: 02 lug 2012 14:57

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda GabrieleB. » 13 set 2018 09:55

Champagne Egly Ouriet VP Extra Brut
Il Signor Francis Egly colpisce ancora,76 mesi sui lieviti,sboccato a Novembre 2013,sono le bottiglie che vanno aspettate perché liberino il loro potenziale,penso sinceramente che questa abbia ancora parecchia strada davanti,nonostante ciò è stata una bevuta sontuosa.Colore giallo canarino,spuma abbondante,naso che attraversa tutto lo spettro olfattivo possibile per una bottiglia di questo spessore,agrume finissimo e crosta di pane appena aperto,poi note più calde di pasticceria e burro,legno perfettamente integrato e poi esce fuori il PN con melograno,chinotto e frutti rossi.La bocca è un equilibrio perfetto,la cremosità della bollicina,la tensione e la mineralità di un sorso importante e strutturato ma non pesante,un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva ed un finale importante…Straordinario.
win_67
Messaggi: 86
Iscritto il: 29 mar 2009 17:21

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda win_67 » 20 set 2018 00:49

Da profano dello champagne, credo di averlo bevuto solo due volte in vita mia, un dom perignon e un philipponat, ma si parla della notte dei tempi, quale sarebbe il giusto approccio per cominciare a capirne qualcosa? Ci sono bottiglie particolari per cominciare e capire quali sono gli aspetti principali da valutare quando si beve uno champagne o consigliate altra metodologia di approccio? Ovviamente non ritrovandomi in mutande dopo qualche mese per le spese fatte in champagne :mrgreen:
Grazie
Vincenzo
maxer
Messaggi: 2019
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda maxer » 20 set 2018 08:29

.....
Ultima modifica di maxer il 20 set 2018 08:37, modificato 1 volta in totale.
carpe diem 8)
maxer
Messaggi: 2019
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda maxer » 20 set 2018 08:36

win_67 ha scritto:Da profano dello champagne, credo di averlo bevuto solo due volte in vita mia, un dom perignon e un philipponat, ma si parla della notte dei tempi, quale sarebbe il giusto approccio per cominciare a capirne qualcosa? Ci sono bottiglie particolari per cominciare e capire quali sono gli aspetti principali da valutare quando si beve uno champagne o consigliate altra metodologia di approccio? Ovviamente non ritrovandomi in mutande dopo qualche mese per le spese fatte in champagne :mrgreen:
Grazie
Vincenzo

Un mio semplice consiglio, senza doversi soffermare in indicazioni particolari sulle singole bottiglie, che solo ti metterebbero in confusione : (ci sono in Francia circa 5.000 produttori di Champagne !)

Contatta Pablo20, è senz' altro uno dei più affidabili ed esperti "fornitori" di Champagne del forum. Comunicagli il tuo budget (da 500 a 1000 €uro) e ti saprà organizzare una prima rassegna di buone 20/30 bottiglie di piccoli vigneron delle varie tipologie.

Poi, con l' ausilio delle singole descrizioni che troverai su Internet, bevi, bevi, bevi e vedrai che nel tempo affinerai piacevolmente i tuoi gusti, le tue preferenze e le tue conoscenze.
Tutto qui.
(E non saprai più come uscirne ..... :wink: )
carpe diem 8)
gpetrus
Messaggi: 2344
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gpetrus » 20 set 2018 08:45

win_67 ha scritto:Da profano dello champagne, credo di averlo bevuto solo due volte in vita mia, un dom perignon e un philipponat, ma si parla della notte dei tempi, quale sarebbe il giusto approccio per cominciare a capirne qualcosa? Ci sono bottiglie particolari per cominciare e capire quali sono gli aspetti principali da valutare quando si beve uno champagne o consigliate altra metodologia di approccio? Ovviamente non ritrovandomi in mutande dopo qualche mese per le spese fatte in champagne :mrgreen:
Grazie
Vincenzo

Se guardi nella sezione offerte trovi vdv-vinodivino e barista 59 che hanno in vendita parecchia roba ... :D
Smarco
Messaggi: 3241
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Smarco » 20 set 2018 10:05

win_67 ha scritto:Da profano dello champagne, credo di averlo bevuto solo due volte in vita mia, un dom perignon e un philipponat, ma si parla della notte dei tempi, quale sarebbe il giusto approccio per cominciare a capirne qualcosa? Ci sono bottiglie particolari per cominciare e capire quali sono gli aspetti principali da valutare quando si beve uno champagne o consigliate altra metodologia di approccio? Ovviamente non ritrovandomi in mutande dopo qualche mese per le spese fatte in champagne :mrgreen:
Grazie
Vincenzo

io ti consiglio di iniziare da:
per il pinot nero - Krug clos d ambonnay
per lo chardonnay - Krug clos du mesnil
per i blend - krug collection oppure un dom perignon P3
in questo modo tarerai gia il palato sul TOP senza perdere tanto tempo e denaro, visto che tanto poi finiscono tutti li 8)
a parte gli scherzi: ti consiglio di iniziare a provare qualche bottiglia a base chardonnay, pinot nero e meunier per poi passare ai blend e questo è un lavoro che puoi fare partendo dai 30 ai 50€ per bottiglia bevendo gia molto bene
win_67
Messaggi: 86
Iscritto il: 29 mar 2009 17:21

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda win_67 » 20 set 2018 15:44

Grazie molte per i consigli a tutti avuti e per quelli che eventualmente verranno ancora.
Vincenzo
Luca90
Messaggi: 91
Iscritto il: 10 mag 2018 17:39
Località: Novarese

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Luca90 » 20 set 2018 18:30

CHiedo a voi esperti: avete mai bevuto o sentito parlare di Laurent Mougin di Saulcy?

Ho una sua bottiglia di "prestige brut" 50-50 pinot nero chardonnay, ma su internet non riesco a atrovare nulla se non l'indirizzo della cantina, immagino sia un micro produttore.. parlo da analafabeta di champagne perdonate :D
Nitrox
Messaggi: 259
Iscritto il: 21 mar 2014 21:45

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Nitrox » 20 set 2018 19:04

GabrieleB. ha scritto:Champagne Egly Ouriet VP Extra Brut
Il Signor Francis Egly colpisce ancora,76 mesi sui lieviti,sboccato a Novembre 2013,sono le bottiglie che vanno aspettate perché liberino il loro potenziale,penso sinceramente che questa abbia ancora parecchia strada davanti,nonostante ciò è stata una bevuta sontuosa.Colore giallo canarino,spuma abbondante,naso che attraversa tutto lo spettro olfattivo possibile per una bottiglia di questo spessore,agrume finissimo e crosta di pane appena aperto,poi note più calde di pasticceria e burro,legno perfettamente integrato e poi esce fuori il PN con melograno,chinotto e frutti rossi.La bocca è un equilibrio perfetto,la cremosità della bollicina,la tensione e la mineralità di un sorso importante e strutturato ma non pesante,un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva ed un finale importante…Straordinario.


E pensare che ne ho bevuta una poco tempo fa sboccatura 2016 e mi sembrava di aver buttato i soldi :-( eravamamo 4 amici nella mia cantina e abbiamo commesso più di un infanticidio 736Dt di Jaquesson e Larmandier Bernier vielle vigne 2008
alì65
Messaggi: 11226
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda alì65 » 20 set 2018 20:52

Nitrox ha scritto:
GabrieleB. ha scritto:Champagne Egly Ouriet VP Extra Brut
Il Signor Francis Egly colpisce ancora,76 mesi sui lieviti,sboccato a Novembre 2013,sono le bottiglie che vanno aspettate perché liberino il loro potenziale,penso sinceramente che questa abbia ancora parecchia strada davanti,nonostante ciò è stata una bevuta sontuosa.Colore giallo canarino,spuma abbondante,naso che attraversa tutto lo spettro olfattivo possibile per una bottiglia di questo spessore,agrume finissimo e crosta di pane appena aperto,poi note più calde di pasticceria e burro,legno perfettamente integrato e poi esce fuori il PN con melograno,chinotto e frutti rossi.La bocca è un equilibrio perfetto,la cremosità della bollicina,la tensione e la mineralità di un sorso importante e strutturato ma non pesante,un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva ed un finale importante…Straordinario.


E pensare che ne ho bevuta una poco tempo fa sboccatura 2016 e mi sembrava di aver buttato i soldi :-( eravamamo 4 amici nella mia cantina e abbiamo commesso più di un infanticidio 736Dt di Jaquesson e Larmandier Bernier vielle vigne 2008


su VP qualcosa è cambiato dalla sbocc.2015 e forse anche sulla 2014, 2013 ancora ottima...
736 DT hai fatto bene perchè va bevuto per capire cosa è questo millesimo, è ancora giovane 736 normale
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
ilvinaio
Messaggi: 1724
Iscritto il: 06 giu 2007 11:18
Località: Cassina de Pecchi (MI)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ilvinaio » 20 set 2018 21:17

alì65 ha scritto:
Nitrox ha scritto:
GabrieleB. ha scritto:Champagne Egly Ouriet VP Extra Brut
Il Signor Francis Egly colpisce ancora,76 mesi sui lieviti,sboccato a Novembre 2013,sono le bottiglie che vanno aspettate perché liberino il loro potenziale,penso sinceramente che questa abbia ancora parecchia strada davanti,nonostante ciò è stata una bevuta sontuosa.Colore giallo canarino,spuma abbondante,naso che attraversa tutto lo spettro olfattivo possibile per una bottiglia di questo spessore,agrume finissimo e crosta di pane appena aperto,poi note più calde di pasticceria e burro,legno perfettamente integrato e poi esce fuori il PN con melograno,chinotto e frutti rossi.La bocca è un equilibrio perfetto,la cremosità della bollicina,la tensione e la mineralità di un sorso importante e strutturato ma non pesante,un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva ed un finale importante…Straordinario.


E pensare che ne ho bevuta una poco tempo fa sboccatura 2016 e mi sembrava di aver buttato i soldi :-( eravamamo 4 amici nella mia cantina e abbiamo commesso più di un infanticidio 736Dt di Jaquesson e Larmandier Bernier vielle vigne 2008


su VP qualcosa è cambiato dalla sbocc.2015 e forse anche sulla 2014, 2013 ancora ottima...



Evoluzione troppo repentina?? :wink:
Nitrox
Messaggi: 259
Iscritto il: 21 mar 2014 21:45

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Nitrox » 20 set 2018 21:53

alì65 ha scritto:
Nitrox ha scritto:
GabrieleB. ha scritto:Champagne Egly Ouriet VP Extra Brut
Il Signor Francis Egly colpisce ancora,76 mesi sui lieviti,sboccato a Novembre 2013,sono le bottiglie che vanno aspettate perché liberino il loro potenziale,penso sinceramente che questa abbia ancora parecchia strada davanti,nonostante ciò è stata una bevuta sontuosa.Colore giallo canarino,spuma abbondante,naso che attraversa tutto lo spettro olfattivo possibile per una bottiglia di questo spessore,agrume finissimo e crosta di pane appena aperto,poi note più calde di pasticceria e burro,legno perfettamente integrato e poi esce fuori il PN con melograno,chinotto e frutti rossi.La bocca è un equilibrio perfetto,la cremosità della bollicina,la tensione e la mineralità di un sorso importante e strutturato ma non pesante,un’ottima corrispondenza gusto-olfattiva ed un finale importante…Straordinario.


E pensare che ne ho bevuta una poco tempo fa sboccatura 2016 e mi sembrava di aver buttato i soldi :-( eravamamo 4 amici nella mia cantina e abbiamo commesso più di un infanticidio 736Dt di Jaquesson e Larmandier Bernier vielle vigne 2008


su VP qualcosa è cambiato dalla sbocc.2015 e forse anche sulla 2014, 2013 ancora ottima...
736 DT hai fatto bene perchè va bevuto per capire cosa è questo millesimo, è ancora giovane 736 normale


La 736 l’ultima volta che l’ho bevuta l’anno scorso in magnum ed era strepitosa la prima volta 5 anni fa ed era imbevibile , la 736dt mi ricorda quasi la 736 di cinque anni fa ma con bouquet più complesso comunque ancora mooolto giovane.
ORSO85
Messaggi: 684
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ORSO85 » 21 set 2018 08:00

ciao a tutti, di Andre Robert Les Jardins Du Mesnil Grand Cru invece cosa ne pensate?
a me personalmente è piaciuto molto, ma non sono un esperto.
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
fr78it
Messaggi: 33
Iscritto il: 14 dic 2015 11:30
Località: Milano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda fr78it » 26 set 2018 08:54

win_67 ha scritto:Da profano dello champagne, credo di averlo bevuto solo due volte in vita mia, un dom perignon e un philipponat, ma si parla della notte dei tempi, quale sarebbe il giusto approccio per cominciare a capirne qualcosa? Ci sono bottiglie particolari per cominciare e capire quali sono gli aspetti principali da valutare quando si beve uno champagne o consigliate altra metodologia di approccio? Ovviamente non ritrovandomi in mutande dopo qualche mese per le spese fatte in champagne :mrgreen:
Grazie
Vincenzo


Secondo me per la parte metodologica si dovrebbe leggere qualche libro per contestualizzare un minimo il vino: zone di produzione, loro diversità, scelte di vinificazione etc... A questo punto già dalla prima bottiglia l'approccio sarà diverso perchè avrai almeno un'idea di quali siano gli aspetti importanti o distintivi da notare, cercare, memorizzare per i confronti futuri.
Per la parte di scelta dei vini credo che partendo dai vini base delle grandes maisons uno possa più facilmente capire il concetto di stile senza svenarsi (ad esclusione di krug e dp) ed essere più pronto per scoprire e capire gli altri grandi o piccoli che siano.
win_67
Messaggi: 86
Iscritto il: 29 mar 2009 17:21

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda win_67 » 26 set 2018 22:13

Grazie per il consiglio, qualcosina ho letto ma devo ancora approfondire meglio.
Vincenzo
connis
Messaggi: 156
Iscritto il: 06 ott 2013 21:31

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda connis » 15 ott 2018 20:09

Mike76 ha scritto:Immagine
G. Pierrard - Champagne Grand Cru Blanc de Blancs
Un piccolo manipulant-recoltant nel cru di Cramant, che fa 6000 bottiglie questo blanc de blancs.
Profumi floreali, cremoso in bocca, con tocchi di mela, limone e zenzero. Finale appagante e chiusura rotonda.
Un piccolo capolavoro, per me. E costa quanto un vile Mumm...


Bevuto ieri sera il millesimato 2008...
STREPITOSO
Mike76
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Mike76 » 18 ott 2018 21:53

Immagine

Fernand Hutasse - Champagne Brut Grand Cru
Oro luminoso. Sbuffa agrumi (lime soprattutto) e crosta di pane.
Poi arriva la mela cotogna matura ed infine camomilla essiccata e miele.
Pieno ma con spiccata mineralità gessosa che si espande e tinge il palato.
Dire piaciutissimo è poco...
GabrieleB.
Messaggi: 806
Iscritto il: 02 lug 2012 14:57

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda GabrieleB. » 29 ott 2018 16:03

Champagne Philipponnat Cuvèe 1522 2006 Extra brut.65% PN di Ay 35% Chardonnay GC di Oger
Primo assaggio di una bottiglia effettivamente interessante,da annata non straordinaria,tre anni dalla sboccatura.Bel giallo oro con effervescenza e perlage molto fini,il naso è indubbiamente ricco e complesso,croissant al burro,torrone,leggero agrume candito,poi ribes e lampone,nota minerale che rimane costante con il passare dei minuti.La bocca è piena,gastronomica,bolla cremosa,grande pulizia e ritorni di frutti rossi e torroncino nel finale.Uno champagne tecnicamente perfetto,dove non c’è nulla fuori posto ma forse manca un pizzico di emozione
Avatar utente
Surface
Messaggi: 277
Iscritto il: 22 gen 2012 11:28
Località: Toscana

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Surface » 29 ott 2018 18:19

GabrieleB. ha scritto:Champagne Philipponnat Cuvèe 1522 2006 Extra brut.65% PN di Ay 35% Chardonnay GC di Oger
Primo assaggio di una bottiglia effettivamente interessante,da annata non straordinaria,tre anni dalla sboccatura.Bel giallo oro con effervescenza e perlage molto fini,il naso è indubbiamente ricco e complesso,croissant al burro,torrone,leggero agrume candito,poi ribes e lampone,nota minerale che rimane costante con il passare dei minuti.La bocca è piena,gastronomica,bolla cremosa,grande pulizia e ritorni di frutti rossi e torroncino nel finale.Uno champagne tecnicamente perfetto,dove non c’è nulla fuori posto ma forse manca un pizzico di emozione

Bevuto sabato una 1522 rose 2000 scocciatura 2006.
Lo trovo uno champagne davvero godurioso, sicuramente la bottiglia che preferisco in tutta la gamma Philipponnat.
Bruciato
Messaggi: 254
Iscritto il: 10 ott 2014 21:18

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Bruciato » 30 ott 2018 20:18

bevuto ieri il non dosato di Pinot Chevauchet.
era il nostro terzo incontro e non mi aveva mai convinto appieno... ieri però con delle ostriche si è rivelato un validissimo compagno di giochi! Bello minerale con quella nota di mela gialla perfetta con i molluschi. BUONO.
GabrieleB.
Messaggi: 806
Iscritto il: 02 lug 2012 14:57

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda GabrieleB. » 02 nov 2018 16:35

Degustazione molto interessante con un livello di qualità molto alta a Parma con amici appassionati fra cui forumisti storici e non solo.Piccolo resoconto personale.
Bella panoramica per zone solo RM,Montagne de Reims e Cote de Blancs complessivamente migliori Aube freschi e divertenti,valle della Marna ad eccezione della punta di Laval i più sottotono.Opinione assolutamente personale,su 19 bottiglie quelle da ribaltarsi sulla sedia non più di 4 o 5,alcune delusioni anche a caro prezzo fanno capire come alcuni di questi champagne abbiano preso quotazioni ormai d’affezione,senza dare la costanza qualitativa di una Cuvèe de prestige di grande Maison,ergo allo stesso prezzo so già dove dirigermi. Dico che ci sono anche bottiglie meno blasonate ma molto ben fatte che se la giocano con diversi dei vini bevuti dal costo notevolmente superiore sempre a livello di recoltant.Ultima opinione,il livello dei vini proposti era di alto livello con punte di eccellenza assoluta,questo ha purtroppo penalizzato alcune bottiglie che si sono trovate schiacciate nel confronto diretto,prese da sole avrebbero risaltato sicuramente di più!Detto questo
Entree Maurice Vesselle Brut Reserve 85%PN,15%Ch. Gentilmente offerta da Claudio Alì,di sboccatura recente è una valida entree,naso di crosta di pane,agrume,fruttini rossi.Inbocca elegante e salato,bell’agrume e ottima pulizia.
Prima batteria Vallee de la Marne
George Laval 1er Cru Les chenes Brut Nature 2009 sb.04/14 100% Ch.Il migliore della batteria,fresco,menta,limone,erbe aromatiche,bocca acida,pulita,equilibrata.Gran bel vino
Tarlant Le Vigne d’Antan Brut Nature 2002 100%Ch. Naso complesso,legno,agrume giallo,eucalipto.Bocca molto acida,quasi nervosa,ancora euclaipto e limone
Augustin Cuvèe CCI 100%PN.Sb. 2015.Bottiglia non a posto,ossidato.
Geoffroy Les Hourants Complantes Nature PN/PM/Ch./Arb./Pet.Mes.Sb.11/2015 Ancora molto giovane da vedere in prospettiva,mela granny,grande pulizia in bocca e ottima acidita.Si deve assestare.
Montagne de Reims
Bereche Le Cran 2009 Extra Brut 50% PN,50% Ch.Grande freschezza sia al naso che in bocca,pulito,fruttini rossi,menta,molto buono.
Hure Frères Memoire Extra Brut 45%PN,45%PM,10%Ch.Passa più inosservato,mentolato anche lui,frutta fresca rossa,pulizia in bocca,bolla un po’ grossa.
Emmanuel Brochet Les Hauts Meuniers Extra Brut 2008 100%PM.Mezza delusione anche lui,naso di pasticceria,un filo più pesante,meno fresco,un po’ corto in bocca manca un po’ di grip.
Egly-Ouriet Les Crayers GC 100%PN Sb.01/2016 Bottiglia che ha diviso.A me è piaciuto parecchio,ad altri meno,Si pensava di trovare visto il blasone un vino ancora giovanissimo,invece è pieno ,complesso,quasi evoluto,il naso è intenso,di frutta rossa e agrume,minerale,con l’aria arriva una nota quasi cognaccosa.Bocca acida,ma di struttura,molto piena,quasi liquorosa.Spessa e cremosa.Me lo aspettavo diverso,sicuramente più fresco e ancora più performante.
M.N.Ledru Brut Nature 2008 85%PN,15%Ch.Da Ambonnay,la Signora del PN non sbaglia.Grandissima bottiglia anche se praticamente anocra in fasce.Mela verde,sale,fumo,agrume rosa e lampone,ribes,bocca di una pulizia e una purezza che si faticano a trovare altrove,fresca.Già adesso è così figurarsi tra qualche anno.Nettamente il migliore della batteria
Aube
Vincent Couche Reserve Intemporelle Brut Nature 65%PN,35%Ch.Susina,nocciola,pesca bianca,un po’ piantato in bocca,non ha grande slancio.Così così.
Dosnon Recoltè Noir Zero Dosage 100%PN Anche qui susina,pesca bianca,eucalipto,fresco e molto acido in bocca,buono,molto interessante.
Fleury Extra brut 2004 70%PN,30%Ch.Complice l’annata non eccelsa,non arrivano miracoli nemmeno da lui,forse un pò di delusione.Molto profumato al naso,frutta rossa,mela verde,susina,si perde anche lui in bocca.
Gallimard Cuvèe de Reserve BdN.Messo dentro a sorpresa,un entry level di gamma e prezzo,si rivela i l più divertente e sbarazzino della batteria.Naso freschissimo di mela renetta, nocciola crusa,agrume rosa,bocca di una pulizia esemplare,freschissima ed equilibrataDa bere senza pensieri.Il migliore della batteria.
Cote de Blancs
Doyard 1 er Cru Clos de l’Abbaye Extra brut 2010 100%Ch.Limone,pietra e gesso al naso,dritto,verticale,replica pari pari in bocca, grandissima acidità e pulizia.Gran bella bottiglia.Il migliore della batteria.
Vergnon Resonance 2008 Extra Brut 100%Ch.Anche lui gioca sull’agrume giallo e sull’acidità,molto giovane,convince meno di Doyard.
Fallon Ozanne Brut 100%Ch.Qui si cambia registro,pieno,strutturato,costruito,sia al naso,legnoso e con l’agrume che diventa mandarino,che in bocca,di struttura,tostato ma equilibrato.Deve piacere il genere.
Larmandier-Bernier Vieille Vigne du Levant GC Extra Brut 2008 100%Ch.Anche qui uno champagne più morbido,sia al naso,tostature,crema al limone,pasticceria al burro,che in bocca,morbida,equilibrata.Da una bottiglia di questo spessore però mi aspettavo di più.
Bruno Michel Les Oublièe Pauline Extra Brut 1997.Bottiglia,andata,zabaione e nient’altro.
Mio podio assoluto:Ledru,Laval,Doyard.
vinogodi
Messaggi: 27506
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda vinogodi » 02 nov 2018 20:19

GabrieleB. ha scritto:Degustazione molto interessante con un livello di qualità molto alta a Parma con amici appassionati fra cui forumisti storici e non solo.Piccolo resoconto personale.
Bella panoramica per zone solo RM,Montagne de Reims e Cote de Blancs complessivamente migliori Aube freschi e divertenti,valle della Marna ad eccezione della punta di Laval i più sottotono.Opinione assolutamente personale,su 19 bottiglie quelle da ribaltarsi sulla sedia non più di 4 o 5,alcune delusioni anche a caro prezzo fanno capire come alcuni di questi champagne abbiano preso quotazioni ormai d’affezione,senza dare la costanza qualitativa di una Cuvèe de prestige di grande Maison,ergo allo stesso prezzo so già dove dirigermi. Dico che ci sono anche bottiglie meno blasonate ma molto ben fatte che se la giocano con diversi dei vini bevuti dal costo notevolmente superiore sempre a livello di recoltant.Ultima opinione,il livello dei vini proposti era di alto livello con punte di eccellenza assoluta,questo ha purtroppo penalizzato alcune bottiglie che si sono trovate schiacciate nel confronto diretto,prese da sole avrebbero risaltato sicuramente di più!Detto questo
Entree Maurice Vesselle Brut Reserve 85%PN,15%Ch. Gentilmente offerta da Claudio Alì,di sboccatura recente è una valida entree,naso di crosta di pane,agrume,fruttini rossi.Inbocca elegante e salato,bell’agrume e ottima pulizia.
Prima batteria Vallee de la Marne
George Laval 1er Cru Les chenes Brut Nature 2009 sb.04/14 100% Ch.Il migliore della batteria,fresco,menta,limone,erbe aromatiche,bocca acida,pulita,equilibrata.Gran bel vino
Tarlant Le Vigne d’Antan Brut Nature 2002 100%Ch. Naso complesso,legno,agrume giallo,eucalipto.Bocca molto acida,quasi nervosa,ancora euclaipto e limone
Augustin Cuvèe CCI 100%PN.Sb. 2015.Bottiglia non a posto,ossidato.
Geoffroy Les Hourants Complantes Nature PN/PM/Ch./Arb./Pet.Mes.Sb.11/2015 Ancora molto giovane da vedere in prospettiva,mela granny,grande pulizia in bocca e ottima acidita.Si deve assestare.
Montagne de Reims
Bereche Le Cran 2009 Extra Brut 50% PN,50% Ch.Grande freschezza sia al naso che in bocca,pulito,fruttini rossi,menta,molto buono.
Hure Frères Memoire Extra Brut 45%PN,45%PM,10%Ch.Passa più inosservato,mentolato anche lui,frutta fresca rossa,pulizia in bocca,bolla un po’ grossa.
Emmanuel Brochet Les Hauts Meuniers Extra Brut 2008 100%PM.Mezza delusione anche lui,naso di pasticceria,un filo più pesante,meno fresco,un po’ corto in bocca manca un po’ di grip.
Egly-Ouriet Les Crayers GC 100%PN Sb.01/2016 Bottiglia che ha diviso.A me è piaciuto parecchio,ad altri meno,Si pensava di trovare visto il blasone un vino ancora giovanissimo,invece è pieno ,complesso,quasi evoluto,il naso è intenso,di frutta rossa e agrume,minerale,con l’aria arriva una nota quasi cognaccosa.Bocca acida,ma di struttura,molto piena,quasi liquorosa.Spessa e cremosa.Me lo aspettavo diverso,sicuramente più fresco e ancora più performante.
M.N.Ledru Brut Nature 2008 85%PN,15%Ch.Da Ambonnay,la Signora del PN non sbaglia.Grandissima bottiglia anche se praticamente anocra in fasce.Mela verde,sale,fumo,agrume rosa e lampone,ribes,bocca di una pulizia e una purezza che si faticano a trovare altrove,fresca.Già adesso è così figurarsi tra qualche anno.Nettamente il migliore della batteria
Aube
Vincent Couche Reserve Intemporelle Brut Nature 65%PN,35%Ch.Susina,nocciola,pesca bianca,un po’ piantato in bocca,non ha grande slancio.Così così.
Dosnon Recoltè Noir Zero Dosage 100%PN Anche qui susina,pesca bianca,eucalipto,fresco e molto acido in bocca,buono,molto interessante.
Fleury Extra brut 2004 70%PN,30%Ch.Complice l’annata non eccelsa,non arrivano miracoli nemmeno da lui,forse un pò di delusione.Molto profumato al naso,frutta rossa,mela verde,susina,si perde anche lui in bocca.
Gallimard Cuvèe de Reserve BdN.Messo dentro a sorpresa,un entry level di gamma e prezzo,si rivela i l più divertente e sbarazzino della batteria.Naso freschissimo di mela renetta, nocciola crusa,agrume rosa,bocca di una pulizia esemplare,freschissima ed equilibrataDa bere senza pensieri.Il migliore della batteria.
Cote de Blancs
Doyard 1 er Cru Clos de l’Abbaye Extra brut 2010 100%Ch.Limone,pietra e gesso al naso,dritto,verticale,replica pari pari in bocca, grandissima acidità e pulizia.Gran bella bottiglia.Il migliore della batteria.
Vergnon Resonance 2008 Extra Brut 100%Ch.Anche lui gioca sull’agrume giallo e sull’acidità,molto giovane,convince meno di Doyard.
Fallon Ozanne Brut 100%Ch.Qui si cambia registro,pieno,strutturato,costruito,sia al naso,legnoso e con l’agrume che diventa mandarino,che in bocca,di struttura,tostato ma equilibrato.Deve piacere il genere.
Larmandier-Bernier Vieille Vigne du Levant GC Extra Brut 2008 100%Ch.Anche qui uno champagne più morbido,sia al naso,tostature,crema al limone,pasticceria al burro,che in bocca,morbida,equilibrata.Da una bottiglia di questo spessore però mi aspettavo di più.
Bruno Michel Les Oublièe Pauline Extra Brut 1997.Bottiglia,andata,zabaione e nient’altro.
Mio podio assoluto:Ledru,Laval,Doyard.
...obbella, mi è sfuggito: chi l'ha organizzato?
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: dtts_it e 14 ospiti