LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12840
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Kalosartipos » 01 mag 2019 05:46

Allez.. :D
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
maxer
Messaggi: 2546
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda maxer » 01 mag 2019 08:51

.... ottima acqua frizzante Pejo fredda con succo di un intero limone Bianchetto : mai mangiare di sera filetti di aringa fresca del Tirreno alla piastra con bagnetto verde ..... :?
carpe diem 8)
Postino
Messaggi: 796
Iscritto il: 12 ott 2018 00:08

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Postino » 01 mag 2019 12:07

Mai mangiare aringa del Tirreno :lol:
Baloo1926
Messaggi: 77
Iscritto il: 15 gen 2018 12:13
Località: Arezzo

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Baloo1926 » 01 mag 2019 14:30

Praticamente live... CC 10 Castell'in Villa parte in sordina ma dopo una buona ossigenazione si apre sui fruttini rossi delicati e leggere note più evolute di cuoio e tabacco, peccato solo per un finale un po' amarognolo che mi fa pensare ad una conservazione non ottimale (testimoniato anche dal colore già bello mattonato).
Piaciuto a metà....
Alessio
Messner
Messaggi: 656
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Messner » 01 mag 2019 15:55

maxer ha scritto:.... ottima acqua frizzante Pejo fredda con succo di un intero limone Bianchetto : mai mangiare di sera filetti di aringa fresca del Tirreno alla piastra con bagnetto verde ..... :?


Penso sia colpa dell'acqua fredda e limone :lol:
ale1984
Messaggi: 169
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda ale1984 » 01 mag 2019 16:27

Terlan - Rulander 1993 (Pinot grigio da ultima vendemmia di Stocker) :D :D :D (per il gusto, aggiungeteci pure :D :D :shock: per l’idea di avere nel bicchiere un pezzo di storia).
Trovato quasi per caso nella cantina di un ristorante, dopo aver ordinato uno Chardonnay 1997 Terlan che purtroppo (per fortuna?) era finito.
Il vino è chiaramente terziarizzato, ma assolutamente integro. Ormai si regge più sulla sapidità che sull’acidità, che rimane un tenue ricordo. Al naso c’è una netta sensazione fumee e dei sentori appena accennati di frutta disidratata, zafferano, canfora. Il sorso è appunto sapido ed avvolgente, di buona persistenza. È un vino che riberrei? No. Ma certamente è un vino che son contento di aver bevuto. Abbinamento: uovo pochè e flan di porcini, branzino con salsa verde, carciofini e dadolata di pomodori.
lucastoner
Messaggi: 342
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda lucastoner » 02 mag 2019 17:18

Giulio R.F. 2004
Primo assaggio di questa annata e sinceramente l'ho trovata la più deludente tra quelle finore bevute (tutte dal 99 al 2007)
Colore giallo oro non troppo marcato, coerente con l'età.
Naso meno incisivo del solito, con frutta gialla matura , qualche accenno di miele e cioccolato bianco in apertura.
La bocca è però il punto più debole : bolla sufficientemente viva, ma poi manca la spinta, l'acidità è scarsina e l'allungo non è sicuramente quello delle annate migliori.
Se non avesse quel nome sarebbe un Trento DOC sufficiente, ma il nome e il costo non mi giustificano una prestazione così.
4.5/10 :?
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11357
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Alberto » 02 mag 2019 21:02

Arbois Poulsard M, Jacques Puffeney, 2008 (13%)
Granato scarico. Appena versato parte tutto funky e con l'acidità che è una puntina da disegno sopra la tua sedia; da subito però inizia a divorare aria, le puzzette van via, ed il pavone incomincia ad aprire la coda: melograno nettissimo, cola, rabarbaro, agrumi canditi...una grande finezza accompagnata da una suadenza quasi "esoterica" in bocca...nel senso che l'acidità è altissima, e gli estratti probabilmente bassissimi, ma contemporaneamente c'è una generale sensazione di velluto che non sai da dove provenga. Fantastico ed ormai raro vino (Puffeney ha venduto credo nel 2014), regalo del caro amico Prof. Roberto Melchiori, grande appassionato di Jura. À point, ma credo proprio possa durare così un altro decennio tranquillamente.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Ziliovino
Messaggi: 3097
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Ziliovino » 06 mag 2019 10:55

Immagine

Immagine

Immagine


Giusto per spirito di cronaca pubblico la bevuta, che causa stramaledetto raffreddore ho goduto molto poco...

Facendo una media tra il mio palato ed i commenti dei commensali: si difendono bene i bianchi, su tutti il Puligny di Prudhon, ottimo base la cuvèe Oligocene di Javillier, tesi e verticali Lamy e Belland. Capitolo rossi: disastro totale (visto prestigio e prezzi), il festival dell'acidità sbilanciata, e nessun naso che ha ammaliato come si deve per dei Borgogna rossi. E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...Ci siamo dovuti rifare con lo speziatissimo Syrah di Robert Michel, e l'altrettanto buono Rossese.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
alleg
Messaggi: 527
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda alleg » 06 mag 2019 11:00

Annata e due parole sul testalonga?
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7232
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda zampaflex » 06 mag 2019 11:20

Ermes Pavese - Nathan 2016

Vino che conferma le scarse caratteristiche aromatiche del vitigno, che si cerca di ampliare con barrique e lavorazioni, senza esito; e che si riscatta parzialmente al palato, grazie ad una buona mineralità che si traduce in sapidità. Neeeext.

:D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1452
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 06 mag 2019 12:20

laurent tribut chablis 2016
mi hanno fortemente e giustamente sconsigliato di stapparlo così giovane, ma ho voluto comunque fare un test alla giorgione: spettacoloso, tanta troppa progressione nel calice..dapprima più floreale si fa pian piano più salino e minerale..con meravigliosi intermezzi di frutta secca, granella di nocciola, cioccolato bianco (stesse note, queste ultime, che mi è parso di avvertire anche nel borgogna bianco di colin morey)..forse pecca inizialmente di queste sensazioni ematiche al palato, soprattutto appena versato, ma è una cosa passeggera, o comunque a cui ci si abitua senza sforzo, tra una fetta di fesa di tacchino e una di prosciutto crudo con la cazzimma...

Trebbiano valentini 2012

Niente, non si muove di un millimetro, ancora tanta potenza accompagnata da altrettante classe, ancora tostature, tè verde essiccato, deboli sentori lattei che ricordano il burro caldo, fondo di caffè che pian piano risulta quasi evanescente e lascia il posto a più freschi profumi di fiori bianchi e frutti gialli croccanti. solita bomba assoluta..sorseggiato con un bel pecorino senese in fieno..(match favoloso) ci vuole qualcosa di bello puzzoso per tenergli testa.

Frappato Arianna Occhipinti 2016
equilibrio e finezza fruttata, profumi di fragoline di bosco e lamponi, una spezia fine, in bocca è tutto perfettamente bilanciato, con un tannino aggraziato, ancora non perfettamente integrato ma sulla strada giusta. lunghezza freschissima e profumi di marasca che rimangono ben presenti dopo la deglutizione.

3 bombe a mano spettacolose.
Lorenzo
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda BarbarEdo » 06 mag 2019 12:24

zampaflex ha scritto:Ermes Pavese - Nathan 2016

Vino che conferma le scarse caratteristiche aromatiche del vitigno, che si cerca di ampliare con barrique e lavorazioni, senza esito; e che si riscatta parzialmente al palato, grazie ad una buona mineralità che si traduce in sapidità. Neeeext.

:D :D :)


Uhm... Non ho assaggiato il 2016, ma dalle annate precedenti che ho bevuto mi sento di dirti che va atteso. Da giovane dice solo "barrique", mentre dopo qualche anno amplia il... vocabolario di aromi, con fiori e fieno a profusione e scomparsa quasi totale del legno. Per dirti, bevuti negli ultimi anni: 2008, 2009 e 2011, i primi due davvero davvero buoni.
Anche sulla valutazione dell'aromatica del vitigno non sono d'accordissimo con te, penso al Rayon della Cave o al BdM di Vevey. Non è molto intenso ma tra pera, erbe, pietra bagnata nelle buone versioni ha un suo fascino...
Primum bibere deinde philosophari
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1452
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 06 mag 2019 12:27

Ziliovino ha scritto:Immagine

Immagine

Immagine


Giusto per spirito di cronaca pubblico la bevuta, che causa stramaledetto raffreddore ho goduto molto poco...

Facendo una media tra il mio palato ed i commenti dei commensali: si difendono bene i bianchi, su tutti il Puligny di Prudhon, ottimo base la cuvèe Oligocene di Javillier, tesi e verticali Lamy e Belland. Capitolo rossi: disastro totale (visto prestigio e prezzi), il festival dell'acidità sbilanciata, e nessun naso che ha ammaliato come si deve per dei Borgogna rossi. E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...Ci siamo dovuti rifare con lo speziatissimo Syrah di Robert Michel, e l'altrettanto buono Rossese.


forse la richiesta risulterà inusuale, qualche nota in più su Testalonga? ho bevuto di recente il bianco è mi è piaciuto assai, mai provato invece il rossese
Lorenzo
Baloo1926
Messaggi: 77
Iscritto il: 15 gen 2018 12:13
Località: Arezzo

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Baloo1926 » 06 mag 2019 13:00

Un paio di bevute disimpegnate e divertenti...
Casa coste piane - Prosecco valdobbiadene Rifermentato in bottiglia e si vede anche dal colore giallo torbastro, classica nota di pera al naso ma non stucchevole, meglio in bocca con bollicina tutto sommato fine e aggraziata. Ce ne fossero di prosecchini così... :mrgreen:
Collestefano - VdM 2018 Giovanissimo e infanticidio ma era troppa la curiosità di assaggiarne una bottiglia del cartone...
qui l'acidità è tanta e tagliente come una lama, allo stesso tempo un tocco di mineralità. Mela verde al naso e coerentemente in bocca. Avevo bevuto solo una volta il collestefano che non ricordavo così tagliente ma qui ho l'impressione che la strada sia davvero lunga e forse capisco perchè molti consigliano di dimenticarselo in cantina qualche anno. Piaciuto parecchio
Alessio
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12372
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda l'oste » 06 mag 2019 13:54

Ziliovino ha scritto:Immagine

Immagine

Immagine


Giusto per spirito di cronaca pubblico la bevuta, che causa stramaledetto raffreddore ho goduto molto poco...

Facendo una media tra il mio palato ed i commenti dei commensali: si difendono bene i bianchi, su tutti il Puligny di Prudhon, ottimo base la cuvèe Oligocene di Javillier, tesi e verticali Lamy e Belland. Capitolo rossi: disastro totale (visto prestigio e prezzi), il festival dell'acidità sbilanciata, e nessun naso che ha ammaliato come si deve per dei Borgogna rossi. E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...Ci siamo dovuti rifare con lo speziatissimo Syrah di Robert Michel, e l'altrettanto buono Rossese.

Dalle foto intravedo un 2011 di Groffier e un 2008 di Chevillon, fermo restando due delle mie annate NON preferite per la Borgogna rossa, ma di solito per il mio bevuto sono due manici (notevoli) che sanno come gestire le annate verdi-vegetali-acide.
Due note se possibile, grazie.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12840
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Kalosartipos » 06 mag 2019 14:19

BarbarEdo ha scritto:
zampaflex ha scritto:Ermes Pavese - Nathan 2016

Vino che conferma le scarse caratteristiche aromatiche del vitigno, che si cerca di ampliare con barrique e lavorazioni, senza esito; e che si riscatta parzialmente al palato, grazie ad una buona mineralità che si traduce in sapidità. Neeeext.

:D :D :)


Uhm... Non ho assaggiato il 2016, ma dalle annate precedenti che ho bevuto mi sento di dirti che va atteso. Da giovane dice solo "barrique", mentre dopo qualche anno amplia il... vocabolario di aromi, con fiori e fieno a profusione e scomparsa quasi totale del legno. Per dirti, bevuti negli ultimi anni: 2008, 2009 e 2011, i primi due davvero davvero buoni.

Bevvi pure io il 2008, a settembre 2017 ed era eccellente.. legno percepito: zero.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12840
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Kalosartipos » 06 mag 2019 14:25

Ziliovino ha scritto:E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...

Sabato e domenica giorni-radice.. :mrgreen:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Alessio
Messaggi: 157
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Alessio » 06 mag 2019 15:08

Immagine

Aperto il 2 di maggio questo Puligny Montrachet Le Cailleret 2015 di Domaine de Montille.
Pur trovandolo davvero molto buono non ho goduto come speravo in fase di acquisto, sicuramente la giovanissima éta non poteva regalare quel che cercavo e l'ho trovato decisamente troppo monolitico.
Bella mineralità, naso giocato su note citrine, con una gradevole nota di menta ed una punta di miele. Molto preciso, molto equilibrato ma l'ho trovato troppo statico nel bicchiere rispetto a quanto potessi sperare da un cru che é dirimpettaio della Divin Collina.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7232
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda zampaflex » 06 mag 2019 15:19

Kalosartipos ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
zampaflex ha scritto:Ermes Pavese - Nathan 2016

Vino che conferma le scarse caratteristiche aromatiche del vitigno, che si cerca di ampliare con barrique e lavorazioni, senza esito; e che si riscatta parzialmente al palato, grazie ad una buona mineralità che si traduce in sapidità. Neeeext.

:D :D :)


Uhm... Non ho assaggiato il 2016, ma dalle annate precedenti che ho bevuto mi sento di dirti che va atteso. Da giovane dice solo "barrique", mentre dopo qualche anno amplia il... vocabolario di aromi, con fiori e fieno a profusione e scomparsa quasi totale del legno. Per dirti, bevuti negli ultimi anni: 2008, 2009 e 2011, i primi due davvero davvero buoni.

Bevvi pure io il 2008, a settembre 2017 ed era eccellente.. legno percepito: zero.


Grazie, ne terrò conto dovesse ricapitarmi. La trama era solida, il legno non mi ha dato fastidio, ma con una presenza aromatica così limitata non mi scattò la scintilla.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Ziliovino
Messaggi: 3097
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Ziliovino » 06 mag 2019 16:15

alleg ha scritto:Annata e due parole sul testalonga?


Annata 2013. Per avere qualche descrittore vi conviene aspettare che qualcuno dei commensali passi da queste parti, dovrebbero leggere...
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Ziliovino
Messaggi: 3097
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Ziliovino » 06 mag 2019 16:21

Kalosartipos ha scritto:
Ziliovino ha scritto:E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...

Sabato e domenica giorni-radice.. :mrgreen:


Era il primo maggio, sempre radice? Peró forse lo sapevano solo i pinó che era giorno radice... :D
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12840
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda Kalosartipos » 06 mag 2019 16:28

Ziliovino ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:
Ziliovino ha scritto:E' la seconda bicchierata di Borgogna piuttosto deludente che facciamo, certo non c'erano grossi calibri e non ci aspettavamo di vedere la Madonna e i cherubini, ma neanche così...

Sabato e domenica giorni-radice.. :mrgreen:


Era il primo maggio, sempre radice? Peró forse lo sapevano solo i pinó che era giorno radice... :D

Primo maggio era un clamoroso giorno-frutto.. :shock:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
lloyd142
Messaggi: 488
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda lloyd142 » 06 mag 2019 20:35

Immagine
Immagine

Giallo oro carico, brillantissimo. Al naso , grande impatto minerale . Idrocarburi, pietra focaia e ancora miele e tartufo. E poi , piu' sussurrate, pesca e buccia di limone. In bocca e' grasso e morbido nonostante la sferzata acida , che lascia presumere ancora una vita lunghissima per questo gran bel vino. Volendo trovargli un difetto, si potrebbe dire che l'alcool e' un po' debordante . Piaciuto
pstrada75
Messaggi: 613
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2019

Messaggioda pstrada75 » 07 mag 2019 10:51

Lopez de Heredia - Rioja Rosado Tondonia Gran Reserva 1998

Che dire? Mi ha lasciato ancora una volta a bocca aperta? Un mix tra uno sherry e un rose' un vino incredibilmente complesso ma di una bevibilita' disarmante....per me veramente al momento la bevuta dell'anno. Adoro il produttore e il suo stile ma e' proprio con il Rosado che per me si raggiungono vette inarrivabili....

Miani - Friulano Buri 2008

A seguire il rose' , una task molto difficile. Da abbinare a degli ottimi Spaghetti alla Nerano. Fa il suo compito alla grande e si abbina magniicamente alla pasta che rimane comunque molto delicata. Vino con ancora anni davanti ma che gia' si gode alla grande adesso.

Davvero una bella accoppiata per un lunedi' sera qualunque.......

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AmoSlade, Biavo e 17 ospiti