Conservazione vino

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
domenico1900
Messaggi: 67
Iscritto il: 01 set 2016 13:40

Re: Conservazione vino

Messaggioda domenico1900 » 11 gen 2019 21:58

vinogodi ha scritto:
domenico1900 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Ciao. Scusa se te lo chiedo, ma vedo che sei molto esperto in questo campo. Quindi relativamente alla mia richiesta cosa puoi consigliarmi? Te la riporto:
"Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. È una cantina antichissima dove comunque mio padre ancora si diletta nella produzione a modo suo, per divertimento. Ho messo un termometro ed ho notato che l'estate andremo al.massimo sui 15 gradi...d'inverno si va anche a 4 o 5°. Le bottiglie le metto in orizzontale e per sicurezza le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...Ho degli amaroni, qualche sagrantino e brunello, posso azzardare a lasciarli lì ancora un pò?"
...che culo... dico solo che hai un'ottima cantina (anche se le temperature minime sono un pò bassine) ...


In effetti in alcune bottiglie è capitato che nel fondo il vino abbia cristallizzato, che se non erro è un fenomeno che indica che il vino abbia sofferto un pò il freddo. Non so se dico una stupidaggine
vinogodi
Messaggi: 27498
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 23:05

domenico1900 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
domenico1900 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Ciao. Scusa se te lo chiedo, ma vedo che sei molto esperto in questo campo. Quindi relativamente alla mia richiesta cosa puoi consigliarmi? Te la riporto:
"Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. È una cantina antichissima dove comunque mio padre ancora si diletta nella produzione a modo suo, per divertimento. Ho messo un termometro ed ho notato che l'estate andremo al.massimo sui 15 gradi...d'inverno si va anche a 4 o 5°. Le bottiglie le metto in orizzontale e per sicurezza le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...Ho degli amaroni, qualche sagrantino e brunello, posso azzardare a lasciarli lì ancora un pò?"
...che culo... dico solo che hai un'ottima cantina (anche se le temperature minime sono un pò bassine) ...


In effetti in alcune bottiglie è capitato che nel fondo il vino abbia cristallizzato, che se non erro è un fenomeno che indica che il vino abbia sofferto un pò il freddo. Non so se dico una stupidaggine
...corretto...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
MarcelloR
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gen 2018 12:35

Re: Conservazione vino

Messaggioda MarcelloR » 11 feb 2019 00:37

Ciao a tutti, nell'ultimo anno ho misurato temperatura (massima e minima giornaliera) e umidità (sempre massima e minima giornaliera) nella mia cantina:

Immagine

E' al piano interrato di un condominio, il palazzo è di fine ottocento. Muri in mattoni rossi. Niente luce, niente vibrazioni.

Volevo chiedervi se fosse necessario un sistema di condizionamento, viste le temperature estive superare, anche se di poco, i 20 gradi Celsius. Ho notato che l'umidità è abbastanza alta, ad eccezione degli ultimi mesi dell'anno, ma credo che si possa trovare una soluzione per aumentarla un pò, come letto qui più volte.

Nel caso in cui invece la lasciassi così, quanto potrei tenere in cantina dei rossi da invecchiamento (Barolo, Bordeaux, Amarone, ...) senza rischiare che si rovinino?

Grazie! Ciao, Marcello
vinogodi
Messaggi: 27498
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 feb 2019 10:39

MarcelloR ha scritto:Nel caso in cui invece la lasciassi così, quanto potrei tenere in cantina dei rossi da invecchiamento (Barolo, Bordeaux, Amarone, ...) senza rischiare che si rovinino?

Grazie! Ciao, Marcello
...molto approssimativamente : 18 anni , 4 mesi , 11 giorni e 7 ore ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
puspo
Messaggi: 648
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 11 feb 2019 18:52

Ciao, e complimenti per la precisione (stasera se riesco controllo il mio grafico annuale :wink: ).

Sarebbe meglio, lo si legge un po' dappertutto, che i vini non salgano mai sopra i 18°C, perchè oltre quella temperatura ci sono reazioni che sviluppano molecole che sotto i 18 non si sviluppano.
Sono processi lenti, che anche a 22°C richiedono certamente anni, e secondo me fino a 5 anni di conservazione le differenza non si sente minimamente.

Io ho fatto una prova conservando alcune bottiglie tra i 13° e i 16°, e altre al buio in casa, ma tra 19° e 27° (temperatura di una casa non condizionata). Dopo solo 4 anni la differenza si sentiva benissimo!

Citando Vinogodi, dopo "18 anni , 4 mesi , 11 giorni e 7 ore" i vini saranno irrimediabilmente compromessi :mrgreen:
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6928
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Conservazione vino

Messaggioda zampaflex » 12 feb 2019 12:15

puspo ha scritto:Sarebbe meglio, lo si legge un po' dappertutto, che i vini non salgano mai sopra i 18°C, perchè oltre quella temperatura ci sono reazioni che sviluppano molecole che sotto i 18 non si sviluppano.


Gradirei molto una spiegazione su quanto sopra. Anche link, se vuoi. Grazie.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinogodi
Messaggi: 27498
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 12 feb 2019 12:32

zampaflex ha scritto:
puspo ha scritto:Sarebbe meglio, lo si legge un po' dappertutto, che i vini non salgano mai sopra i 18°C, perchè oltre quella temperatura ci sono reazioni che sviluppano molecole che sotto i 18 non si sviluppano.


Gradirei molto una spiegazione su quanto sopra. Anche link, se vuoi. Grazie.
...eddai , ti rispondo io . Non si crea niente di dannoso : con l'aumento eccessivo di temperatura (quasi esponenziale dopo i 20 gradi) si accelerano solo le reazioni chimiche , che sono alla base della terziarizzazione . Diciamo che , accelerando queste reazioni, non è che terziarizza più velocemente , ma invecchia molto peggio , anzi , "decrepitizza" (mi piace inventare i termini ...)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6928
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Conservazione vino

Messaggioda zampaflex » 12 feb 2019 12:39

vinogodi ha scritto:
zampaflex ha scritto:
puspo ha scritto:Sarebbe meglio, lo si legge un po' dappertutto, che i vini non salgano mai sopra i 18°C, perchè oltre quella temperatura ci sono reazioni che sviluppano molecole che sotto i 18 non si sviluppano.


Gradirei molto una spiegazione su quanto sopra. Anche link, se vuoi. Grazie.
...eddai , ti rispondo io . Non si crea niente di dannoso : con l'aumento eccessivo di temperatura (quasi esponenziale dopo i 20 gradi) si accelerano solo le reazioni chimiche , che sono alla base della terziarizzazione . Diciamo che , accelerando queste reazioni, non è che terziarizza più velocemente , ma invecchia molto peggio , anzi , "decrepitizza" (mi piace inventare i termini ...)


E fin qui, niente di nuovo, sono cose che bene o male sappiamo.
Mi ha incuriosito la specificità dell'informazione, ho pensato che si potessero sviluppare reazioni chimiche diverse rispetto a quelle che normalmente avvengono a temperature più da cantina. Invece tu mi confermi che sempre le stesse sono, anche se accelerate. Corretto?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinogodi
Messaggi: 27498
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 12 feb 2019 12:42

zampaflex ha scritto:
vinogodi ha scritto:
zampaflex ha scritto:
puspo ha scritto:Sarebbe meglio, lo si legge un po' dappertutto, che i vini non salgano mai sopra i 18°C, perchè oltre quella temperatura ci sono reazioni che sviluppano molecole che sotto i 18 non si sviluppano.


Gradirei molto una spiegazione su quanto sopra. Anche link, se vuoi. Grazie.
...eddai , ti rispondo io . Non si crea niente di dannoso : con l'aumento eccessivo di temperatura (quasi esponenziale dopo i 20 gradi) si accelerano solo le reazioni chimiche , che sono alla base della terziarizzazione . Diciamo che , accelerando queste reazioni, non è che terziarizza più velocemente , ma invecchia molto peggio , anzi , "decrepitizza" (mi piace inventare i termini ...)


E fin qui, niente di nuovo, sono cose che bene o male sappiamo.
Mi ha incuriosito la specificità dell'informazione, ho pensato che si potessero sviluppare reazioni chimiche diverse rispetto a quelle che normalmente avvengono a temperature più da cantina. Invece tu mi confermi che sempre le stesse sono, anche se accelerate. Corretto?
... non proprio . Ci sono proprio componenti , aromatiche soprattutto ma anche gustative, diverse in base alla velocità di terziarizzazione . Insomma , un vino ( se adatto all'invecchiamento) invecchiato a 25 gradi per 10 anni , rimane peggio di uno invecchiato 30-40 anni anni a 12 - 14 gradi ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
puspo
Messaggi: 648
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 12 feb 2019 17:17

Marco è ovviamente più informato di me, ma linko un articolo abbastanza semplice, che cita la ricerca da cui è partita la mia sintesi:
https://vigneviniequalita.edagricole.it ... pidamente/

Da qualche parte dovrei avere anche la pubblicazione, ma ora non ho voglia di cercarla :mrgreen:
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
MarcelloR
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gen 2018 12:35

Re: Conservazione vino

Messaggioda MarcelloR » 13 feb 2019 12:51

....“estrapolando” il risultato di quegli studi....se dico che per una decina d’anni in cantina una bottiglia di Barolo mi sopravvive in condizioni decenti sbaglio di tanto?
Grazie ciao Marcello

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alain baviera, mikmanc, vinotec e 19 ospiti