Enologia moderna: aiuto o stortura?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12305
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda l'oste » 09 nov 2018 02:11

Senza giri di parole.
Girano i cojoni.
Scorrere questo thread, ma purtroppo anche altri, certifica l'ennesima occasione perduta del forum per fare discussione civile, portare esperienze dirette, vedere il vino anche dal lato produttivo, semplicemente fare domande e ricevere risposte, senza allusioni, senza acredini personali/professionali, senza interventi extra, ogni tanto si potrebbe saggiamente fruire del leggere invece che inervenire ed interrompere, magari solo per amor di battuta.
Temo che la sezione del forum più frequentata ormai sia il Compra&Vendi.
I numeri (i prezzi) sono più utili in mancanza di parole interessanti.
Peccato.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Bortane
Messaggi: 15
Iscritto il: 04 mar 2014 11:26

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda Bortane » 09 nov 2018 10:21

Questo thread rappresenta perfettamente il motivo per cui non scrivo in questo forum. Non sentirete la mancanza. Massima solidarietà a Succi, ottimo produttore e persona seria e preparata.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7074
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda zampaflex » 09 nov 2018 10:37

bobbisolo ha scritto:
Boh, va bene... Io son qui da neanche 1 anno e ho 27 anni, sono molto inesperto...

Però ho tutto il diritto di 'farmi le ossa' anche scontrandomi, sbagliare e prendendo palate nei denti.
Offese e supposizioni sinceramente non speravo di prenderne.
Siete un gruppo chiuso e di conservatori(la maggior parte)... Infatti le vostre frasi partono o usano il 'una volta...' molto spesso.
un vino dichiarato solo acciaio a caratteri cubitali in etichetta e dal sapore di legno, per quanto sia soggettivo, mi lascia il dubbio che 'wow, un vino che fa solo acciaio può anche avere sapori del legno, quindi il vitigno è magico o forse esiste una tecnica apposita'... Non vorrei partire dalle basi sbagliate


Vedi, il nocciolo del problema non è nell'argomento della discussione: qui in tanti anni sono anche volate mazzate, ma, come è stato detto, sempre argomentando, sostenendo le proprie tesi sulla base di conoscenze ed informazioni (si, ok, a volte anche no :D ). Bensì nel fatto che qualunque domanda, qualunque replica, si dovrebbe cercare di tenerla entro un ambito di civiltà nei toni.
Gabriele Succi ci ha risposto che non ci dovrebbero essere motivi occulti per pensare a scie chimiche nella lavorazione di quel vino (azienda che tra l'altro seguivo con soddisfazione, ma molti anni fa); tu non hai trovato soddisfazione nella risposta, che non collima con la tua degustazione. Ci sta. Ma si dovrebbe esprimere la replica con toni che non, anche inconsapevolmente, accomunino chi ti ha risposto (che nulla ha a che vedere con Tre Monti) al problema.
Non resta che attenersi al metodo sperimentale, prendere un'altra boccia di quel vino, e farla bere ad un terzo, osservandone la reazione :wink:

Per il resto, sei ancora, tu come ogni neofita, benvenuto in questa comunità.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1451
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda hansen » 09 nov 2018 11:21

La questione comunque è semplice i vini in questione (tre monti) sono fatti male e questo è un po' il grosso problema della nostra zona per fortuna c'è qualche produttore come Succi che essendo appassionato del suo lavoro riesce a fare delle buone cose
È anche giusto però farsi delle domande sul perchè ti tali obbrobri..x dire l'altro giorno per puro caso ho sentito un ice wine fatto a Bertinoro e alla domanda su come facessero a farlo mi hanno detto che usano il ghiaccio secco :?
Bortane
Messaggi: 15
Iscritto il: 04 mar 2014 11:26

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda Bortane » 09 nov 2018 11:33

hansen ha scritto:La questione comunque è semplice i vini in questione (tre monti) sono fatti male e questo è un po' il grosso problema della nostra zona per fortuna c'è qualche produttore come Succi che essendo appassionato del suo lavoro riesce a fare delle buone cose
È anche giusto però farsi delle domande sul perchè ti tali obbrobri..x dire l'altro giorno per puro caso ho sentito un ice wine fatto a Bertinoro e alla domanda su come facessero a farlo mi hanno detto che usano il ghiaccio secco :?

Esatto. Probabilmente si tratta semplicemente di un vino cattivo, il super-base di Tre Monti, destinato alla grande distribuzione. Considerato anche il prezzo allo scaffale, mi vengono i brividi. Mai lo comprerei, ma in questo caso mi è venuta la curiosità di assaggiarlo.
Francesco M
Messaggi: 265
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda Francesco M » 09 nov 2018 12:14

zampaflex ha scritto:Gabriele Succi ci ha risposto che non ci dovrebbero essere motivi occulti per pensare a scie chimiche nella lavorazione di quel vino (azienda che tra l'altro seguivo con soddisfazione, ma molti anni fa); tu non hai trovato soddisfazione nella risposta, che non collima con la tua degustazione. Ci sta. Ma si dovrebbe esprimere la replica con toni che non, anche inconsapevolmente, accomunino chi ti ha risposto (che nulla ha a che vedere con Tre Monti) al problema.
Non resta che attenersi al metodo sperimentale, prendere un'altra boccia di quel vino, e farla bere ad un terzo, osservandone la reazione :wink:

Per il resto, sei ancora, tu come ogni neofita, benvenuto in questa comunità.


parole sante.
e ribadisco che domande troppo specifiche andrebbero sempre chiarite col produttore (che poi è sempre libero di non rispondere :roll: )
La ragione ha torto
Timoteo
Messaggi: 2225
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda Timoteo » 09 nov 2018 12:52

l'oste ha scritto:Senza giri di parole.
Girano i cojoni.
Scorrere questo thread, ma purtroppo anche altri, certifica l'ennesima occasione perduta del forum per fare discussione civile, portare esperienze dirette, vedere il vino anche dal lato produttivo, semplicemente fare domande e ricevere risposte, senza allusioni, senza acredini personali/professionali, senza interventi extra, ogni tanto si potrebbe saggiamente fruire del leggere invece che inervenire ed interrompere, magari solo per amor di battuta.
Temo che la sezione del forum più frequentata ormai sia il Compra&Vendi.
I numeri (i prezzi) sono più utili in mancanza di parole interessanti.
Peccato.


mi scusi oste, capisco lei sia vecchio del forum e non abbia bisogno di suggerimenti e capisco pure sia un discorso diverso, ma una bella cosa funzionante qui è "ignora utente".
si attiva e l'utente, a meno che non sia citato, sparisce.
dirò che mi ha dato molte soddisfazioni.
sempre contando sulla reciprocità.
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12305
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda l'oste » 09 nov 2018 13:57

Timoteo ha scritto:
l'oste ha scritto:Senza giri di parole.
Girano i cojoni.
Scorrere questo thread, ma purtroppo anche altri, certifica l'ennesima occasione perduta del forum per fare discussione civile, portare esperienze dirette, vedere il vino anche dal lato produttivo, semplicemente fare domande e ricevere risposte, senza allusioni, senza acredini personali/professionali, senza interventi extra, ogni tanto si potrebbe saggiamente fruire del leggere invece che inervenire ed interrompere, magari solo per amor di battuta.
Temo che la sezione del forum più frequentata ormai sia il Compra&Vendi.
I numeri (i prezzi) sono più utili in mancanza di parole interessanti.
Peccato.


mi scusi oste, capisco lei sia vecchio del forum e non abbia bisogno di suggerimenti e capisco pure sia un discorso diverso, ma una bella cosa funzionante qui è "ignora utente".
si attiva e l'utente, a meno che non sia citato, sparisce.
dirò che mi ha dato molte soddisfazioni.
sempre contando sulla reciprocità.

Gentile Timo-ciro, ho fatto un discorso generale, nessun intento di bannare in forma privata non lo feci con Picchio, si figuri.
Si spera sempre che con un po' di buon senso...
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
vinogodi
Messaggi: 27782
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda vinogodi » 09 nov 2018 14:55

l'oste ha scritto:
Timoteo ha scritto:
l'oste ha scritto:Senza giri di parole.
Girano i cojoni.
Scorrere questo thread, ma purtroppo anche altri, certifica l'ennesima occasione perduta del forum per fare discussione civile, portare esperienze dirette, vedere il vino anche dal lato produttivo, semplicemente fare domande e ricevere risposte, senza allusioni, senza acredini personali/professionali, senza interventi extra, ogni tanto si potrebbe saggiamente fruire del leggere invece che inervenire ed interrompere, magari solo per amor di battuta.
Temo che la sezione del forum più frequentata ormai sia il Compra&Vendi.
I numeri (i prezzi) sono più utili in mancanza di parole interessanti.
Peccato.


mi scusi oste, capisco lei sia vecchio del forum e non abbia bisogno di suggerimenti e capisco pure sia un discorso diverso, ma una bella cosa funzionante qui è "ignora utente".
si attiva e l'utente, a meno che non sia citato, sparisce.
dirò che mi ha dato molte soddisfazioni.
sempre contando sulla reciprocità.

Gentile Timo-ciro, ho fatto un discorso generale, nessun intento di bannare in forma privata non lo feci con Picchio, si figuri.
Si spera sempre che con un po' di buon senso...
...buon senso che dobbiamo metterci tutti, non solo "gli altri" , amico mio (che non sai quanto mi fai felice che tu sia di nuovo qui) . Non sempre è una regola che viene presa in considerazione , come mi da fastidio la dietrologia "nostalgica" , soprattutto da parte di chi continua ad esserci , roba da "arrdatece er baffone" .... Ripeto , GR è stata scuola di "fenomeni" ma anche di emeriti cagacazzi : qualcuno s'è selezionato per scelta , qualcuno per noia. Ho amici maghi della comunicazione, che mi sgionfano le palle sui cicli di visibilità delle piattaforme, blog , forum , socials . Questo è un "ciclo" che bene o male sta durando, fra alti e bassi , da quasi un ventennio . Inossidabile con numeroso ricambio, alla faccia del "si stava meglio da giovani , quando eravamo belli , sani e con l'uccello che permetteva rapporti multipli..." . Ci si diverte o si riesce ad utilizzare con costrutto lo strumento? Benissimo . Lo si crede inutile, obsoleto, poco coerente con le proprie aspettative ? Non mi sembra si leghi nessuno alla tastiera né incolli le falangi di chichessia alla tastiera . Come continuare ad andare in un ristoratore che si considera caro , qualitativamente non all'altezza e con il proprietario scortese ... e si continua ad andarci fra rimbrotti e lamentele ... boh ... sarò strano io ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12305
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda l'oste » 09 nov 2018 19:07

vinogodi ha scritto:
l'oste ha scritto:
Timoteo ha scritto:
l'oste ha scritto:Senza giri di parole.
Girano i cojoni.
Scorrere questo thread, ma purtroppo anche altri, certifica l'ennesima occasione perduta del forum per fare discussione civile, portare esperienze dirette, vedere il vino anche dal lato produttivo, semplicemente fare domande e ricevere risposte, senza allusioni, senza acredini personali/professionali, senza interventi extra, ogni tanto si potrebbe saggiamente fruire del leggere invece che inervenire ed interrompere, magari solo per amor di battuta.
Temo che la sezione del forum più frequentata ormai sia il Compra&Vendi.
I numeri (i prezzi) sono più utili in mancanza di parole interessanti.
Peccato.


mi scusi oste, capisco lei sia vecchio del forum e non abbia bisogno di suggerimenti e capisco pure sia un discorso diverso, ma una bella cosa funzionante qui è "ignora utente".
si attiva e l'utente, a meno che non sia citato, sparisce.
dirò che mi ha dato molte soddisfazioni.
sempre contando sulla reciprocità.

Gentile Timo-ciro, ho fatto un discorso generale, nessun intento di bannare in forma privata non lo feci con Picchio, si figuri.
Si spera sempre che con un po' di buon senso...
...buon senso che dobbiamo metterci tutti, non solo "gli altri" , amico mio (che non sai quanto mi fai felice che tu sia di nuovo qui) . Non sempre è una regola che viene presa in considerazione , come mi da fastidio la dietrologia "nostalgica" , soprattutto da parte di chi continua ad esserci , roba da "arrdatece er baffone" .... Ripeto , GR è stata scuola di "fenomeni" ma anche di emeriti cagacazzi : qualcuno s'è selezionato per scelta , qualcuno per noia. Ho amici maghi della comunicazione, che mi sgionfano le palle sui cicli di visibilità delle piattaforme, blog , forum , socials . Questo è un "ciclo" che bene o male sta durando, fra alti e bassi , da quasi un ventennio . Inossidabile con numeroso ricambio, alla faccia del "si stava meglio da giovani , quando eravamo belli , sani e con l'uccello che permetteva rapporti multipli..." . Ci si diverte o si riesce ad utilizzare con costrutto lo strumento? Benissimo . Lo si crede inutile, obsoleto, poco coerente con le proprie aspettative ? Non mi sembra si leghi nessuno alla tastiera né incolli le falangi di chichessia alla tastiera . Come continuare ad andare in un ristoratore che si considera caro , qualitativamente non all'altezza e con il proprietario scortese ... e si continua ad andarci fra rimbrotti e lamentele ... boh ... sarò strano io ... 8)

Ho semplicemente manifestato la mia opinione, in generale sulla attuale deriva del forum.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
vinogodi
Messaggi: 27782
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Enologia moderna: aiuto o stortura?

Messaggioda vinogodi » 09 nov 2018 20:46

l'oste ha scritto:ho semplicemente manifestato la mia opinione, in generale sulla attuale deriva del forum.
...ci mancherebbe , tra l'altro in maniera , come da tuo stile, estremamente urbano. Prendevo spunto da quanto affermavi solo per parlare a nuora perchè suocera intendesse... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: BarbarEdo, Ludi e 18 ospiti