giro Alto Adige

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10588
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: giro Alto Adige

Messaggioda Alberto » 25 lug 2018 12:21

maxer ha scritto:Heinrich Mayr, o chi per lui, dell' azienda Nusserhof nei dintorni di Bolzano. Non dovresti avere problemi per una visita.
Vini :
- Lagrein Kretzer base (buono)
- Lagrein Kretzer Riserva (ottimo)
...

Dormito male stanotte Maxer? :lol:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
alleg
Messaggi: 456
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: giro Alto Adige

Messaggioda alleg » 25 lug 2018 13:01

maxer ha scritto:Per dei vini rossi molto interessanti (più dei soliti frustrati Pinot Noir altoatesini che non riusciranno mai nemmeno ad avvicinare quelli francesi ...) prova a telefonare ad Heinrich Mayr, o chi per lui, dell' azienda Nusserhof nei dintorni di Bolzano. Non dovresti avere problemi per una visita.
Vini :
- Lagrein Kretzer base (buono)
- Lagrein Kretzer Riserva (ottimo)
- Elda (ottimo, da uve Schiava o Vernatsch)
- Blaterle (bianco, da un rarissimo vitigno, Blaterle appunto, da provare)
Non ti pentirai :wink:


E del Tyroldego cheddite?
vinogodi
Messaggi: 26785
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: giro Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 25 lug 2018 14:21

...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
littlewood
Messaggi: 1327
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: giro Alto Adige

Messaggioda littlewood » 25 lug 2018 15:13

vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )

Marco marco...che poi ti dobbiamo venir a prendere con l' elicotteeo! E magari nn hai neanche la tessera del cai!!!!
littlewood
Messaggi: 1327
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: giro Alto Adige

Messaggioda littlewood » 25 lug 2018 15:14

vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )

Marco marco... Che poi ti dobbiamo venir a prendere con l' elicottero! E magari nn hai nemmeno la tessera del cai!!!
vinogodi
Messaggi: 26785
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: giro Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 25 lug 2018 15:16

littlewood ha scritto:
vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )

Marco marco... Che poi ti dobbiamo venir a prendere con l' elicottero! E magari nn hai nemmeno la tessera del cai!!!
...basta cimentarsi d'estate , mica a Gennaio... 8)
PS: pure io ho visto un sacco di cretini incompetenti , sbruffoni e senza nessun rispetto per la montagna pascolare disordinatamente fra le sacre vette . Ma d'estate tutti i santi ti aiutano , d'inverno sarebbe meglio lasciar fare a chi è veramente esperto, ma sul serio , similmente agli improvvisatori della nautica , quelli che escono in barca senza consultare il meteo ... purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta , non è essere crudeli oppure razzisti ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
littlewood
Messaggi: 1327
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: giro Alto Adige

Messaggioda littlewood » 25 lug 2018 15:45

vinogodi ha scritto:
littlewood ha scritto:
vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )

Marco marco... Che poi ti dobbiamo venir a prendere con l' elicottero! E magari nn hai nemmeno la tessera del cai!!!
...basta cimentarsi d'estate , mica a Gennaio... 8)
PS: pure io ho visto un sacco di cretini incompetenti , sbruffoni e senza nessun rispetto per la montagna pascolare disordinatamente fra le sacre vette . Ma d'estate tutti i santi ti aiutano , d'inverno sarebbe meglio lasciar fare a chi è veramente esperto, ma sul serio , similmente agli improvvisatori della nautica , quelli che escono in barca senza consultare il meteo ... purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta , non è essere crudeli oppure razzisti ... 8)

Ma se fai na' ciucca con che gambe scendi??? :D
alleg
Messaggi: 456
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: giro Alto Adige

Messaggioda alleg » 25 lug 2018 16:08

vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )


Vabbuò dai non esageriamo con i termini... :D

Osservazione comunque corretta ma il giorno di maltempo in una settimana capita sempre...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6430
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: giro Alto Adige

Messaggioda zampaflex » 25 lug 2018 16:31

vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )


Percorrendo il Sella Ronda mi ricordo che d'inverno c'era un rifugio, scendendo a La Villa da Arabba, che preparava un bancone di neve ed esponeva agli incauti sciatori una sfilata di dodici ciotoloni di vetro con grappa o acquavite alla frutta. e sceglievi in base al tipo di frutto che ci navigava, inebetito, dentro :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 1495
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: giro Alto Adige

Messaggioda maxer » 25 lug 2018 17:22

vinogodi ha scritto:...consiglio serio? Invece di perder tempo per cantine, fai un bel giro sulle Dolomiti : sono stato 5 giorni , la settimana scorsa, alloggiato a Corvara (Valbadia) , sono transitato più volte davanti a tutte le cantine citate e in alternativa ho scelto di scalare o attraversare (a piedi) :
- Forcella del Sasslongher
- Odles complete
- Gardenaccia
- Sella
... ci credi che del vino (che tanto in Alto Adige di Chambertin o Monfortino non ne trovi) non me ne frega una mazza quando sono da quelle parti? (però ne ho bevuto un sacco nei rifugi.... :P )

Ma forse, qualcuno che va a farsi una bella vacanza magari di una o due settimane in Alto Adige, può o non può sfruttare l' occasione per visitare, in due mezze giornate, due dico due cantine per acquistare qualche buona bottiglia, che non sia Monfortino o Chambertin (ma va bene, è ovvio), forse anche perché non ha la possibilità di farlo espressamente in altri periodi dell' anno ?

Ma in Sudtirolo si trovano solo vini di merda ?

Forse perché le bottiglie parlano in tedesco ? Forse perché hanno fatto saltare i tralicci ? Forse perché beccano un sacco di euro dallo stato italiano ? Non credo proprio.

O si deve solo venire in Emilia a Lambruschi ? :mrgreen: (con tutto il rispetto per il Lambrusco come per tanti vini sparsi in tutte le regioni italiane ...). Solo in Alto Adige non bisogna "perder tempo per cantine" e "non deve fregare una mazza" dei suoi vini ?

Scusa Marco, ma non essendo la prima volta che ti esprimi in tal modo sui vini altoatesini, addirittura sconsigliandone acquisti, non riesco a capire il perché di questo tuo evidente astio, oltretutto verso vini prodotti in un territorio che spesso è meta di una tua bella vacanza.

P.S.: come ben sai, non sono altoatesino, non so parlare il tedesco, amo il mare e i sudtirolesi, quando si comportano da arroganti o fanno finta di non capire, mi stanno un po' sui coglioni.
carpe diem 8)
zarlingo
Messaggi: 173
Iscritto il: 22 mar 2015 17:45

Re: giro Alto Adige

Messaggioda zarlingo » 25 lug 2018 18:27

in effetti il concetto è semplice: nessuno va a cercare il monfortino in alto adige.
Dopo varie passeggiate sulle belle montagne, un giretto per fare qualche assaggio non ci sta male a parer mio. Magari approfittando di una giornata non idonea per le gite.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10588
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: giro Alto Adige

Messaggioda Alberto » 25 lug 2018 21:44

My 2 Cents...
A parer mio, se traguardiamo l'Alto Adige vinicolo nel quadro generale della produzione nazionale (e sto parlando dell'Austria, ovviamente :mrgreen: ) non va così male... :wink:
Sui rossi trovi parecchi prodotti fatti molto bene (autoctoni o meno) senza svenarti, dove per i Blaufränkisch top del Burgenland devi sborsare tranquillamente 80-90 neuri (davvero!) e pure sui Pinot Neri. pound for pound, forse la spuntano i "sudisti" (ricordo ottime cose di Juris in Burgenland anni fa, ma mi sa che ora sono bocce da 35-40 € scaffale enoteca).
Sui bianchi paradossalmente la vedo più ardua, perché se escludiamo Wachau dove sono partiti per la tangente e per un Federspiel qualsiasi ti chiedono 20-22 € (esclusa la cooperativa FWW che tiene ottimi prezzi), nelle altre zone danubiane "classiche" trovi i vini top di gamma, Riesling e GV da "Erste Lage" su roccia primaria, spesso a meno di 15 €...e ci sono zone emergenti come ad esempio i Gemischter Satz di Vienna (che 600 ha di vigneti censiti nel comune!) e quelli della Thermenregion...mentre l'A.A. viaggia ancora sotto la sudditanza psicologica delle cooperative (vi prego, smettetela di incensarle...ormai fanno TUTTE vini senz'anima, e se li fanno pure pagare cari...12-13 € o più per noiosissimi "quasi-base" di San Michele o Caldaro...per non parlare delle odiosissime cuvée premium dai nomi più assurdi), e la spinta a distinguersi che avevano le cantine private 10 anni fa (si parlava un sacco dell'A.A. dei vignaioli, qui sul forum!) sembra esaurirsi. Mi pare stiano provando pure a rilanciare il kerner: un'uva del menga se c'è n'è una... :?
Ah sì...scusate se la butto troppo sul venale, ma sapete, se devo spendere un € in più preferisco ci sia una qualche base sotto... :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
supersonic76
Messaggi: 442
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: giro Alto Adige

Messaggioda supersonic76 » 25 lug 2018 23:45

Alberto ha scritto:My 2 Cents...
A parer mio,'A.A. viaggia ancora sotto la sudditanza psicologica delle cooperative (vi prego, smettetela di incensarle...ormai fanno TUTTE vini senz'anima, e se li fanno pure pagare cari...12-13 € o più per noiosissimi "quasi-base" di San Michele o Caldaro...per non parlare delle odiosissime cuvée premium dai nomi più assurdi), e la spinta a distinguersi che avevano le cantine private 10 anni fa (si parlava un sacco dell'A.A. dei vignaioli, qui sul forum!) sembra esaurirsi. Mi pare stiano provando pure a rilanciare il kerner: un'uva del menga se c'è n'è una... :?
Ah sì...scusate se la butto troppo sul venale, ma sapete, se devo spendere un € in più preferisco ci sia una qualche base sotto... :roll:


Secondo me, invece, l'Alto Adige resta una zona vinicola eccelsa.
Il problema è che mentre anni fa' erano "tutti più o meno buoni" adesso si sono come livellati.
Concordo, i quasi-base sono davvero tristi e neanche regalati.Lagrein e schiave orrendi.
Ma credo che i bianchi di punta di alcune aziende (penso al Pinot Bianco di Castel Juval, il Veltliner di Kuenhof o Noessing) siano vini che, per quel costano, siano strepitosi.
Con le cooperative bisogna distinguere:quella di Terlano credo sia la più sopravvalutata del globo.
Mentre, ad esempio, in quella di Termeno e S.Michele Appiano non c'è una boccia che non sia strapiacevole.
Memento Audere Semper
littlewood
Messaggi: 1327
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: giro Alto Adige

Messaggioda littlewood » 26 lug 2018 09:07

supersonic76 ha scritto:
Alberto ha scritto:My 2 Cents...
A parer mio,'A.A. viaggia ancora sotto la sudditanza psicologica delle cooperative (vi prego, smettetela di incensarle...ormai fanno TUTTE vini senz'anima, e se li fanno pure pagare cari...12-13 € o più per noiosissimi "quasi-base" di San Michele o Caldaro...per non parlare delle odiosissime cuvée premium dai nomi più assurdi), e la spinta a distinguersi che avevano le cantine private 10 anni fa (si parlava un sacco dell'A.A. dei vignaioli, qui sul forum!) sembra esaurirsi. Mi pare stiano provando pure a rilanciare il kerner: un'uva del menga se c'è n'è una... :?
Ah sì...scusate se la butto troppo sul venale, ma sapete, se devo spendere un € in più preferisco ci sia una qualche base sotto... :roll:


Secondo me, invece, l'Alto Adige resta una zona vinicola eccelsa.
Il problema è che mentre anni fa' erano "tutti più o meno buoni" adesso si sono come livellati.
Concordo, i quasi-base sono davvero tristi e neanche regalati.Lagrein e schiave orrendi.
Ma credo che i bianchi di punta di alcune aziende (penso al Pinot Bianco di Castel Juval, il Veltliner di Kuenhof o Noessing) siano vini che, per quel costano, siano strepitosi.
Con le cooperative bisogna distinguere:quella di Terlano credo sia la più sopravvalutata del globo.
Mentre, ad esempio, in quella di Termeno e S.Michele Appiano non c'è una boccia che non sia strapiacevole.

Le altre cooperative fanno buoni/ ottimi vini(avercene...) terlano fa' grandi vini! Volberg terlaner e nova domus su tutti!
vinogodi
Messaggi: 26785
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: giro Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 26 lug 2018 09:34

maxer ha scritto:...
1)Scusa Marco, ma non essendo la prima volta che ti esprimi in tal modo sui vini altoatesini,
2) addirittura sconsigliandone acquisti,
3) non riesco a capire il perché di questo tuo evidente astio,
4)oltretutto verso vini prodotti in un territorio che spesso è meta di una tua bella vacanza.

5) come ben sai, non sono altoatesino, non so parlare il tedesco, amo il mare e i sudtirolesi, quando si comportano da arroganti o fanno finta di non capire, mi stanno un po' sui coglioni.

Massimo , solo per chiarire nel rispetto ed amicizia che ci lega:
1) Esprimersi criticamente lasciandosi trasportare dal proprio gusto personale è un conto, parlarne male è un altro, cosa che non mi permetterei mai di fare né farò mai per rispetto dovuto al lavoro di tante persone. Ho sempre parlato di "scarsa emozionalità" dei vini altoatesini, a volte generalizzando (sbagliando, perché Lageder e Hartmann Donà mi piacciono uno sluppio, così come qualche Pinot Nero della zona di Mazzon) . In realtà ho sempre lodato l'estrema correttezza tecnica dei vini della zona , cosa che può per certuni superappassionati (come me) essere solo un prerequisito, mentre per far scattare scintille o fuochi artificiali ci vuole ben altro...
2) Mai sconsigliato di acquistare, sarei un coglione, sono fra quelli che acquistano . Sinceramente non molto , proprio perché l'appeal personale è relativo , ma sono vini assolutamente consigliabili dove si necessiti di pulizia e bravura tecnica.
3) Io non ho astio per nessuno , salvo occasionali teste di cazzo a due zampe, tanto meno su un comparto o regione vinicola . 4) La eventuale battuta di andare a girare per le Dolomiti non era per svilire il vino altoatesino ma per esaltare le bellezze uniche al mondo della zona , davvero esperienza che rasenta il mistico , anche per miscredenti.
5) Dico tutto questo con la piena e generalizzata consapevolezza di essere altoatesino DOC , so parlare fluentemente tedesco quasi come una lingua madre, amo il mare e i sudtirolesi e non mi sta sui coglioni nessuno ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
maxer
Messaggi: 1495
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: giro Alto Adige

Messaggioda maxer » 26 lug 2018 10:27

vinogodi ha scritto:
maxer ha scritto:...
1)Scusa Marco, ma non essendo la prima volta che ti esprimi in tal modo sui vini altoatesini,
2) addirittura sconsigliandone acquisti,
3) non riesco a capire il perché di questo tuo evidente astio,
4)oltretutto verso vini prodotti in un territorio che spesso è meta di una tua bella vacanza.

5) come ben sai, non sono altoatesino, non so parlare il tedesco, amo il mare e i sudtirolesi, quando si comportano da arroganti o fanno finta di non capire, mi stanno un po' sui coglioni.

Massimo , solo per chiarire nel rispetto ed amicizia che ci lega:
1) Esprimersi criticamente lasciandosi trasportare dal proprio gusto personale è un conto, parlarne male è un altro, cosa che non mi permetterei mai di fare né farò mai per rispetto dovuto al lavoro di tante persone. Ho sempre parlato di "scarsa emozionalità" dei vini altoatesini, a volte generalizzando (sbagliando, perché Lageder e Hartmann Donà mi piacciono uno sluppio, così come qualche Pinot Nero della zona di Mazzon) . In realtà ho sempre lodato l'estrema correttezza tecnica dei vini della zona , cosa che può per certuni superappassionati (come me) essere solo un prerequisito, mentre per far scattare scintille o fuochi artificiali ci vuole ben altro...
2) Mai sconsigliato di acquistare, sarei un coglione, sono fra quelli che acquistano . Sinceramente non molto , proprio perché l'appeal personale è relativo , ma sono vini assolutamente consigliabili dove si necessiti di pulizia e bravura tecnica.
3) Io non ho astio per nessuno , salvo occasionali teste di cazzo a due zampe, tanto meno su un comparto o regione vinicola . 4) La eventuale battuta di andare a girare per le Dolomiti non era per svilire il vino altoatesino ma per esaltare le bellezze uniche al mondo della zona , davvero esperienza che rasenta il mistico , anche per miscredenti.
5) Dico tutto questo con la piena e generalizzata consapevolezza di essere altoatesino DOC , so parlare fluentemente tedesco quasi come una lingua madre, amo il mare e i sudtirolesi e non mi sta sui coglioni nessuno ...

Ok !
Adesso, discorso molto chiaro :wink:

(a me però, confesso, qualcuno sui coglioni sta, così, in generale ... :D )
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6430
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: giro Alto Adige

Messaggioda zampaflex » 26 lug 2018 11:18

Alberto ha scritto:...mentre l'A.A. viaggia ancora sotto la sudditanza psicologica delle cooperative (vi prego, smettetela di incensarle...ormai fanno TUTTE vini senz'anima, e se li fanno pure pagare cari...12-13 € o più per noiosissimi "quasi-base" di San Michele o Caldaro...per non parlare delle odiosissime cuvée premium dai nomi più assurdi), e la spinta a distinguersi che avevano le cantine private 10 anni fa (si parlava un sacco dell'A.A. dei vignaioli, qui sul forum!) sembra esaurirsi. Mi pare stiano provando pure a rilanciare il kerner: un'uva del menga se c'è n'è una... :?


Frequento i vini bolzanini meno di qualche anno fa, ma la sensazione che chi trainava negli anni 2000 si sia imborghesito, ce l'ho anche io. Manca il cuore, manca l'emozione. E a noi servono.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
alleg
Messaggi: 456
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: giro Alto Adige

Messaggioda alleg » 26 lug 2018 11:56

Eh si un po le emozioni mancano. L'ultimo wow è stato con un Lagrein Riserva di Nusserhof ma era datato 2005...

Diciamo che finché non si superano i 20 euro qualcosa da acquistare anche compulsivamente lo si trova. Oltre (nelle ultime annate) ho avuto solo delusioni.
vinogodi
Messaggi: 26785
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: giro Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 26 lug 2018 11:58

supersonic76 ha scritto:Secondo me, invece, l'Alto Adige resta una zona vinicola eccelsa.
...
... no , dai , addirittura... oeh, poi non entro nel merito del gusto personale.
PS: altro esempio: sono nato , cresciuto e vivo nel Lambrusco. Il Lambrusco, quando lo bevo associato alle nostre glorie gastronomiche provinciali o interprovinciali (dell'area Modena, Reggio Emilia, Parma , Mantova) ha in me moti di stimolazione ipotalamica come pochi ... sta assurgendo a livelli, tecnici e qualitativi, mai toccati. Diventerà il "Prosecco rosso" come successo commerciale ... ma da lì a tracciarne un profilo di "eccellenza di vertice enologico" ho qualche resistenza , forse solo psicologica , ma resistenza comunque. Così tante altre aree vocate possono essere considerate tali . Secondo me , ripeto, le eccellenze si valutano su vertici leggermente "allargati" , come la Borgogna, come le Langhe ,come la Champagne , come Montalcino e , perché no, il Collio. Poi ci sono i fuoriclasse nelle aree vocate , quali Villa Bucci per l'area Verdicchio, Valentini per l'area Abruzzo e dintorni , Kurni per il sud Marche ... ma staremmo qui ad andare in un particolarismo forse eccessivo e spero di avere espresso il concetto in maniera comprensibile... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
supersonic76
Messaggi: 442
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: giro Alto Adige

Messaggioda supersonic76 » 26 lug 2018 13:16

Beato te che riesci ad amare il lambrusco!
Io che sono pronvinciale/campanilista/nazionalista (mi fermo :mrgreen: ) proprio non ce la faccio
Per non parlare dei miei cari colli bolognesi:meravigliosi a livello paesaggistico quanto tristi in bottiglia

Tornando al Sudtirol (che adoro e capisco benissimo la tua libidine nel camminare in posti incantevoli) molto sinteticamente.
Produce i miglior pinot nero d'Italia.Alcuni tipo il Barthenau di Hostatter sono godimento puro.
E poi quale altra regione d'Italia può vantare una sfilza di cantine come:Kuenhof, Strasserhof, Manni Noessing, solo dalle parti di Bressanone.
I migliori Riesling e Pinot Bianchi della penisola.
Con varianti eccelse anche in Val Venosta (Juval, Falkeinstein).
Lungo la strada dei vini di Caldaro perfino quel cazzo di Gewutraminer trova delle espressioni fantastiche ma anche il Sauvignon (Dipoli, Girlano) rischia di essere super.

Dio bò se non è eccellenza questa
Memento Audere Semper
supersonic76
Messaggi: 442
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: giro Alto Adige

Messaggioda supersonic76 » 26 lug 2018 13:19

vinogodi ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Secondo me, invece, l'Alto Adige resta una zona vinicola eccelsa.
...
... no , dai , addirittura... oeh, poi non entro nel merito del gusto personale.
PS: altro esempio: sono nato , cresciuto e vivo nel Lambrusco. Il Lambrusco, quando lo bevo associato alle nostre glorie gastronomiche provinciali o interprovinciali (dell'area Modena, Reggio Emilia, Parma , Mantova) ha in me moti di stimolazione ipotalamica come pochi ... sta assurgendo a livelli, tecnici e qualitativi, mai toccati. Diventerà il "Prosecco rosso" come successo commerciale ... ma da lì a tracciarne un profilo di "eccellenza di vertice enologico" ho qualche resistenza , forse solo psicologica , ma resistenza comunque. Così tante altre aree vocate possono essere considerate tali . Secondo me , ripeto, le eccellenze si valutano su vertici leggermente "allargati" , come la Borgogna, come le Langhe ,come la Champagne , come Montalcino e , perché no, il Collio. Poi ci sono i fuoriclasse nelle aree vocate , quali Villa Bucci per l'area Verdicchio, Valentini per l'area Abruzzo e dintorni , Kurni per il sud Marche ... ma staremmo qui ad andare in un particolarismo forse eccessivo e spero di avere espresso il concetto in maniera comprensibile... 8)



Beato te che riesci ad amare il lambrusco!
Io che sono provinciale/campanilista/nazionalista (mi fermo :mrgreen: ) proprio non ce la faccio
Per non parlare dei miei cari colli bolognesi:meravigliosi a livello paesaggistico quanto tristi in bottiglia :|

Tornando al Sudtirol (che adoro e capisco benissimo la tua libidine nel camminare in posti incantevoli) molto sinteticamente.
Produce i miglior pinot nero d'Italia.Alcuni tipo il Barthenau di Hostatter sono godimento puro.
E poi quale altra regione d'Italia può vantare una sfilza di cantine come:Kuenhof, Strasserhof, Manni Noessing, solo dalle parti di Bressanone.
I migliori Riesling e Pinot Bianchi della penisola.
Con varianti eccelse anche in Val Venosta (Juval, Falkeinstein).
Lungo la strada dei vini di Caldaro perfino quel cazzo di Gewutraminer trova delle espressioni fantastiche ma anche il Sauvignon (Dipoli, Girlano) rischia di essere super.

Dio bò se non è eccellenza questa
:wink:
Memento Audere Semper
maxer
Messaggi: 1495
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: giro Alto Adige

Messaggioda maxer » 26 lug 2018 13:44

supersonic76 ha scritto:..... Tornando al Sudtirol (che adoro e capisco benissimo la tua libidine nel camminare in posti incantevoli) molto sinteticamente.
Produce i miglior pinot nero d'Italia.Alcuni tipo il Barthenau di Hostatter sono godimento puro.
E poi quale altra regione d'Italia può vantare una sfilza di cantine come:Kuenhof, Strasserhof, Manni Noessing, solo dalle parti di Bressanone.
I migliori Riesling e Pinot Bianchi della penisola.
Con varianti eccelse anche in Val Venosta (Juval, Falkeinstein).
Lungo la strada dei vini di Caldaro perfino quel cazzo di Gewutraminer trova delle espressioni fantastiche ma anche il Sauvignon (Dipoli, Girlano) rischia di essere super.

Dio bò se non è eccellenza questa

Cala, Trinchetto, cala ** (con gli aggettivi) !
dio bò 8)

** (rif. da : "Carosello" - pubblicità Recoaro - Capitan Trinchetto - seconda metà anni '60)
carpe diem 8)
vinogodi
Messaggi: 26785
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: giro Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 26 lug 2018 13:55

supersonic76 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Secondo me, invece, l'Alto Adige resta una zona vinicola eccelsa.
...
... no , dai , addirittura... oeh, poi non entro nel merito del gusto personale.
PS: altro esempio: sono nato , cresciuto e vivo nel Lambrusco. Il Lambrusco, quando lo bevo associato alle nostre glorie gastronomiche provinciali o interprovinciali (dell'area Modena, Reggio Emilia, Parma , Mantova) ha in me moti di stimolazione ipotalamica come pochi ... sta assurgendo a livelli, tecnici e qualitativi, mai toccati. Diventerà il "Prosecco rosso" come successo commerciale ... ma da lì a tracciarne un profilo di "eccellenza di vertice enologico" ho qualche resistenza , forse solo psicologica , ma resistenza comunque. Così tante altre aree vocate possono essere considerate tali . Secondo me , ripeto, le eccellenze si valutano su vertici leggermente "allargati" , come la Borgogna, come le Langhe ,come la Champagne , come Montalcino e , perché no, il Collio. Poi ci sono i fuoriclasse nelle aree vocate , quali Villa Bucci per l'area Verdicchio, Valentini per l'area Abruzzo e dintorni , Kurni per il sud Marche ... ma staremmo qui ad andare in un particolarismo forse eccessivo e spero di avere espresso il concetto in maniera comprensibile... 8)



Beato te che riesci ad amare il lambrusco!
Io che sono provinciale/campanilista/nazionalista (mi fermo :mrgreen: ) proprio non ce la faccio
Per non parlare dei miei cari colli bolognesi:meravigliosi a livello paesaggistico quanto tristi in bottiglia :|

Tornando al Sudtirol (che adoro e capisco benissimo la tua libidine nel camminare in posti incantevoli) molto sinteticamente.
Produce i miglior pinot nero d'Italia.Alcuni tipo il Barthenau di Hostatter sono godimento puro.
E poi quale altra regione d'Italia può vantare una sfilza di cantine come:Kuenhof, Strasserhof, Manni Noessing, solo dalle parti di Bressanone.
I migliori Riesling e Pinot Bianchi della penisola.
Con varianti eccelse anche in Val Venosta (Juval, Falkeinstein).
Lungo la strada dei vini di Caldaro perfino quel cazzo di Gewutraminer trova delle espressioni fantastiche ma anche il Sauvignon (Dipoli, Girlano) rischia di essere super.

Dio bò se non è eccellenza questa
:wink:
...a questo punto, è solo una questione di taratura individuale , me ne sto rendendo conto approfondendo la discussione e analizzando alcuni passaggi . Ho pure io ammesso , leggi bene , "ammesso" che qualche Pinot Nero non è male , proprio in Hartmann Donà un mezzo artista della tipologia oppure l'area di Mazzon . Il Barthenau, che conosco da epoca non sospetta (e apprezzo) dai lontani anni ottanta , assieme ad alcuni suoi fratelli , sono OTTIMI Pinot Nero , non "godimento puro" , anche se di prezzi ancora ragionevoli . Salvo che non si abbia mai avuto a che fare con la Borgogna , non solo "seria" dei Grands Cru e miti , ma anche "semiseria" dei villages di grandi manici . Quindi, salvo una presa di posizione preconcetta (leggi nazionalismo leggermente esasperato) difficile condividere un concetto di "esaltante" parlando di questi vini. Capitolo bianchi : Per un Lageder Lowengang più che dignitoso, anzi, buono, anzi , fra i più buoni d'Italia come faccio a sparare "emozione" quando un Bourgogne Chardonnay di Coche Dury, un Puligny di Domaine Lefalive o Sauzet , un Meursault base di Comte Lafon lo relegano a preaperitivo per chi aspetta annoiato in una qualsiasi bicchierata che facciamo? Cpsì come i Riesling che citi (buoni) di fronte al gigantismo sensoriale di una Alsazia o , peggio , di una Mosella o Nahe? O i sauvignon che citi (dignitosissimi) vicino ai brividi di una bella distesa di Pouilly Fumé oppure Sancerre di rilievo? Mi ripeto per non ripetermi più : Alto Adige area interessante, vini tecnicamente ineccepibili , prezzi per alcuni aspetti sostenibili (salvo qualche eccezione) , reperibilità non impossibile ... ne fanno un cocktail tutt'altro che disprezzabile , anzi di buon livello . Ho solo la sensazione, che apprezzo molto perché adoro gli entusiasti, di un tuo trasporto eccessivo rispetto all'area solo per una "leggera" mancanza di esperienza allargata sull'argomento , in relazione ad un posizionamento sia nazionale che , soprattutto globale , dove qui la stridente evidenza oggettiva si fa ancora più marcata... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Ziliovino
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: giro Alto Adige

Messaggioda Ziliovino » 26 lug 2018 15:42

Diciamo che l'A.A. ha un po' annoiato... nonostante la qualità media piuttosto alta, e nonostante (ovviamente) nel mucchio di gran bei vini ce ne siano.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
supersonic76
Messaggi: 442
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: giro Alto Adige

Messaggioda supersonic76 » 26 lug 2018 15:48

vinogodi ha scritto:salvo una presa di posizione preconcetta (leggi nazionalismo leggermente esasperato) difficile condividere un concetto di "esaltante" parlando di questi vini


Non è una questione politica, è una questione di schei :mrgreen:
Appena ho due lire ti chiedo qualche dritta.
Mi sono iscritto a Vinatis e mi piace da matti
Memento Audere Semper

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alexer3b, andrea, andrea413, BarbarEdo, maxer, picenum e 20 ospiti