Giretto in Toscana

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 01 lug 2018 21:40

Intendo ora soldera pian dell' orino ma anche valdicava e salvioni. Su bs sospendo i giudizio in attesa del nuovo corso. In vigna hanno cambiato alcune cose direi anche in meglio vedremo
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 01 lug 2018 21:57

littlewood ha scritto:
Dibendf ha scritto:
iulo ha scritto:
littlewood ha scritto:Ma con tutto il ben di Dio che c' e' a Montalcino tutti da Tiezzi andate a infilarvi?? La persona nn si discute x carita' ma i vini....[url]costano poco ma valgono quel che costano[/url]!


Se è per questo ce ne sono anche (tra tutto il ben di dio) diversi che costano molto e non valgono quel che costano.
Tiezzi sicuramente quello che paghi lo vale tutto e, a mio modesto avviso, anche di più-[/quot

Signori il Vigna Soccorso 13 costa 22 euro in cantina..
Ci sono quelli onesti e bravini che vendono nella fascia 30-40 euro... ma altri non si regolano più...

Nn ho detto che tutto il resto e' meglio. Tiezzi costa 20 € e vale quei soldi. Scusa ma vuoi forse confrontarlo con baricci?? I vini di francesco sono di un' altra categoria!! Bevuto un vigna soccorso ris 06 poco piu' che decoroso. I vini si giudicano credo anche sul medio periodo


Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 02 lug 2018 07:26

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Dibendf ha scritto:
iulo ha scritto:
littlewood ha scritto:Ma con tutto il ben di Dio che c' e' a Montalcino tutti da Tiezzi andate a infilarvi?? La persona nn si discute x carita' ma i vini....[url]costano poco ma valgono quel che costano[/url]!


Se è per questo ce ne sono anche (tra tutto il ben di dio) diversi che costano molto e non valgono quel che costano.
Tiezzi sicuramente quello che paghi lo vale tutto e, a mio modesto avviso, anche di più-[/quot

Signori il Vigna Soccorso 13 costa 22 euro in cantina..
Ci sono quelli onesti e bravini che vendono nella fascia 30-40 euro... ma altri non si regolano più...

Nn ho detto che tutto il resto e' meglio. Tiezzi costa 20 € e vale quei soldi. Scusa ma vuoi forse confrontarlo con baricci?? I vini di francesco sono di un' altra categoria!! Bevuto un vigna soccorso ris 06 poco piu' che decoroso. I vini si giudicano credo anche sul medio periodo


Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere

Ma se tu avessi s disposizione una giornata andresti da tiezzi se dovessi scegliere??se vuoi spendere poco ok allora fine della discussione. Ma se devo imparare qualcosa o provare cos' e' un gran brunello no! Guarda qualche anno fa ti avrei risposto pure io tiezzi perche' lui e' veramente una bella persona, ma dopo aver vissuto e lavorato li e aver cobosciuto piu' in profondita' quel territorio beh no! Andrei da altri senza se e ma!
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 02 lug 2018 07:56

littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Dibendf ha scritto:
iulo ha scritto:


Se è per questo ce ne sono anche (tra tutto il ben di dio) diversi che costano molto e non valgono quel che costano.
Tiezzi sicuramente quello che paghi lo vale tutto e, a mio modesto avviso, anche di più-[/quot

Signori il Vigna Soccorso 13 costa 22 euro in cantina..
Ci sono quelli onesti e bravini che vendono nella fascia 30-40 euro... ma altri non si regolano più...

Nn ho detto che tutto il resto e' meglio. Tiezzi costa 20 € e vale quei soldi. Scusa ma vuoi forse confrontarlo con baricci?? I vini di francesco sono di un' altra categoria!! Bevuto un vigna soccorso ris 06 poco piu' che decoroso. I vini si giudicano credo anche sul medio periodo


Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere

Ma se tu avessi s disposizione una giornata andresti da tiezzi se dovessi scegliere??se vuoi spendere poco ok allora fine della discussione. Ma se devo imparare qualcosa o provare cos' e' un gran brunello no! Guarda qualche anno fa ti avrei risposto pure io tiezzi perche' lui e' veramente una bella persona, ma dopo aver vissuto e lavorato li e aver cobosciuto piu' in profondita' quel territorio beh no! Andrei da altri senza se e ma!


Beh su questo sono d'accordo con te: se voglio provare un grande brunello non passo da Tiezzi, ma ahimè per provare un grande Brunello bisogna girare attorno quei 5-6 soliti noti che oramai hanno dei prezzi considerevolmente alti che per molti bevitori sono uno scoglio troppo alto da superare. Comunque sia hai ragione, gran brunello non si parla di Tiezzi, ma in quella fascia di prezzo lì e anche spendendo il doppio rimane comunque un gran bel prodotto, lungi dalla essere un riferimento della denominazione ma comunque gran bel prodotto. Il 13 è molto buono, sicuramente l'avrai bevuto e difficile dire che non lo sia dai.. Poi se mi dici che ci sono Gianni Brunelli, Le Chiuse, Fuligni, Marroneto, Biondi Santi, Lisini, Baricci, Ragnaie, and so on allora va bene, sicuramente gran bel bere e superiori, ma a parte i soliti noti non sono superiore per distacco cosi come si pensa, e poi prevale sempre la componente soggettiva in questo caso. Se ti piace il profilo nordico del brunello non può non piacerti il Vigna Soccorso, come le Ragnaie VV (non li sto paragonando, molto meglio le Ragnaie, ma è un esempio)
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 02 lug 2018 08:08

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Dibendf ha scritto:
Se è per questo ce ne sono anche (tra tutto il ben di dio) diversi che costano molto e non valgono quel che costano.
Tiezzi sicuramente quello che paghi lo vale tutto e, a mio modesto avviso, anche di più-[/quot

Signori il Vigna Soccorso 13 costa 22 euro in cantina..
Ci sono quelli onesti e bravini che vendono nella fascia 30-40 euro... ma altri non si regolano più...

Nn ho detto che tutto il resto e' meglio. Tiezzi costa 20 € e vale quei soldi. Scusa ma vuoi forse confrontarlo con baricci?? I vini di francesco sono di un' altra categoria!! Bevuto un vigna soccorso ris 06 poco piu' che decoroso. I vini si giudicano credo anche sul medio periodo


Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere

Ma se tu avessi s disposizione una giornata andresti da tiezzi se dovessi scegliere??se vuoi spendere poco ok allora fine della discussione. Ma se devo imparare qualcosa o provare cos' e' un gran brunello no! Guarda qualche anno fa ti avrei risposto pure io tiezzi perche' lui e' veramente una bella persona, ma dopo aver vissuto e lavorato li e aver cobosciuto piu' in profondita' quel territorio beh no! Andrei da altri senza se e ma!


Beh su questo sono d'accordo con te: se voglio provare un grande brunello non passo da Tiezzi, ma ahimè per provare un grande Brunello bisogna girare attorno quei 5-6 soliti noti che oramai hanno dei prezzi considerevolmente alti che per molti bevitori sono uno scoglio troppo alto da superare. Comunque sia hai ragione, gran brunello non si parla di Tiezzi, ma in quella fascia di prezzo lì e anche spendendo il doppio rimane comunque un gran bel prodotto, lungi dalla essere un riferimento della denominazione ma comunque gran bel prodotto. Il 13 è molto buono, sicuramente l'avrai bevuto e difficile dire che non lo sia dai.. Poi se mi dici che ci sono Gianni Brunelli, Le Chiuse, Fuligni, Marroneto, Biondi Santi, Lisini, Baricci, Ragnaie, and so on allora va bene, sicuramente gran bel bere e superiori, ma a parte i soliti noti non sono superiore per distacco cosi come si pensa, e poi prevale sempre la componente soggettiva in questo caso. Se ti piace il profilo nordico del brunello non può non piacerti il Vigna Soccorso, come le Ragnaie VV (non li sto paragonando, molto meglio le Ragnaie, ma è un esempio)

Ti diro' i mie preferiti oltre a oian dell' orino( ma i vini di jan nn fanno testo x me x ovvi conflitti di interesse....)sono valdicava le chiuse( ha un prezzo ridicolo x quello che e'!) baricci salicutti stella salvioni mastrojanni pietroso fornace le origini no gli altri fuligni lisini e sesti( phenomena). Ecco con salvioni orino soldera e valdicava in prima fascia e il resto un po' sotto
alì65
Messaggi: 10913
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda alì65 » 02 lug 2018 11:58

Franco ma Valdivcava ha le vigne di fianco a Caparzo e Angelini?
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 02 lug 2018 12:16

[quote="alì65"]Franco ma Valdivcava ha le vigne di fianco a Caparzo e Angelini?[/quofianLa cantina si e ' li all' inizio della strada che sale alle chiuse e baricci ma le vigne piu' importanti ( madonna del piano son piu' su in piena zona montosoli
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 02 lug 2018 12:19

littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Nn ho detto che tutto il resto e' meglio. Tiezzi costa 20 € e vale quei soldi. Scusa ma vuoi forse confrontarlo con baricci?? I vini di francesco sono di un' altra categoria!! Bevuto un vigna soccorso ris 06 poco piu' che decoroso. I vini si giudicano credo anche sul medio periodo


Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere

Ma se tu avessi s disposizione una giornata andresti da tiezzi se dovessi scegliere??se vuoi spendere poco ok allora fine della discussione. Ma se devo imparare qualcosa o provare cos' e' un gran brunello no! Guarda qualche anno fa ti avrei risposto pure io tiezzi perche' lui e' veramente una bella persona, ma dopo aver vissuto e lavorato li e aver cobosciuto piu' in profondita' quel territorio beh no! Andrei da altri senza se e ma!


Beh su questo sono d'accordo con te: se voglio provare un grande brunello non passo da Tiezzi, ma ahimè per provare un grande Brunello bisogna girare attorno quei 5-6 soliti noti che oramai hanno dei prezzi considerevolmente alti che per molti bevitori sono uno scoglio troppo alto da superare. Comunque sia hai ragione, gran brunello non si parla di Tiezzi, ma in quella fascia di prezzo lì e anche spendendo il doppio rimane comunque un gran bel prodotto, lungi dalla essere un riferimento della denominazione ma comunque gran bel prodotto. Il 13 è molto buono, sicuramente l'avrai bevuto e difficile dire che non lo sia dai.. Poi se mi dici che ci sono Gianni Brunelli, Le Chiuse, Fuligni, Marroneto, Biondi Santi, Lisini, Baricci, Ragnaie, and so on allora va bene, sicuramente gran bel bere e superiori, ma a parte i soliti noti non sono superiore per distacco cosi come si pensa, e poi prevale sempre la componente soggettiva in questo caso. Se ti piace il profilo nordico del brunello non può non piacerti il Vigna Soccorso, come le Ragnaie VV (non li sto paragonando, molto meglio le Ragnaie, ma è un esempio)

Ti diro' i mie preferiti oltre a oian dell' orino( ma i vini di jan nn fanno testo x me x ovvi conflitti di interesse....)sono valdicava le chiuse( ha un prezzo ridicolo x quello che e'!) baricci salicutti stella salvioni mastrojanni pietroso fornace le origini no gli altri fuligni lisini e sesti( phenomena). Ecco con salvioni orino soldera e valdicava in prima fascia e il resto un po' sotto


Beh hai citato a parte alcuni il top di gamma, quindi ci sta, sono d accordo. Le chiuse è un gran brunello ad un prezzo basso per quel che vale, sono d'accordo! Se pensi che a volte bevi peggio spendendo 80 euro, li te ne bastano la meta..
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 02 lug 2018 12:30

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
Ne avevo già parlato qualche tempo fa in occasione di Benvenuto Brunello 2018. L'annata 2013 del Vigna Soccorso è molto interessante ed è un vino molto buono, uno dei più buoni che abbia assaggiato negli ultimi anni di Tiezzi. Siamo molto lontani dall'eccellenza sicuramente, nulla a che vedere con Salvioni e Biondi Santi. Il vino è rustico quanto basta, una rusticità molto elegante, perchè se Tiezzi è rustico Il Paradiso di Manfredi cos'è? Aceto di vino? Comunque sia ho sempre sostenuto che la soggettività sia molto importante nella valutazione di un etichetta di livello non eccelso, dato che il proprio gusto influisce molto soprattutto quando non si hanno dei mostri sacri davanti (in questo caso è difficile dire che il vino non sia molto buono, al massimo si può dire che non è il proprio vino preferito per la tipologia in esame). Il rapporto qualità prezzo sul prodotto di Tiezzi è straordinario, e non vale affatto 25 euro quell'etichetta, così come alcuni brunelli venduti a 60 euro ne valgono metà a volte.
Considerazione in aggiunta: Baricci fa un grande brunello, veramente molto buono, uno dei pochi brunelli versante Nord bassa quota che apprezzo in tutte le annate, anche in quelle calde dove è svantaggiato. Ma paragonare Baricci a Tiezzi è come paragonare un Barolo Monvigliero ad un Barolo Bussia: non lo si può fare! Sono due vini diversi, base sangiovese grosso ma completamente diversi. Non piace Tiezzi? nessun problema, ci sta, ma dire che valga 25 euro il Vigna Soccorso e hce sia un prodotto mediocre ci vuole del coraggio. Ma comunque accetto la posizione drastica, il mondo è bello perchè vario ed è giusto confrontarsi e discutere

Ma se tu avessi s disposizione una giornata andresti da tiezzi se dovessi scegliere??se vuoi spendere poco ok allora fine della discussione. Ma se devo imparare qualcosa o provare cos' e' un gran brunello no! Guarda qualche anno fa ti avrei risposto pure io tiezzi perche' lui e' veramente una bella persona, ma dopo aver vissuto e lavorato li e aver cobosciuto piu' in profondita' quel territorio beh no! Andrei da altri senza se e ma!


Beh su questo sono d'accordo con te: se voglio provare un grande brunello non passo da Tiezzi, ma ahimè per provare un grande Brunello bisogna girare attorno quei 5-6 soliti noti che oramai hanno dei prezzi considerevolmente alti che per molti bevitori sono uno scoglio troppo alto da superare. Comunque sia hai ragione, gran brunello non si parla di Tiezzi, ma in quella fascia di prezzo lì e anche spendendo il doppio rimane comunque un gran bel prodotto, lungi dalla essere un riferimento della denominazione ma comunque gran bel prodotto. Il 13 è molto buono, sicuramente l'avrai bevuto e difficile dire che non lo sia dai.. Poi se mi dici che ci sono Gianni Brunelli, Le Chiuse, Fuligni, Marroneto, Biondi Santi, Lisini, Baricci, Ragnaie, and so on allora va bene, sicuramente gran bel bere e superiori, ma a parte i soliti noti non sono superiore per distacco cosi come si pensa, e poi prevale sempre la componente soggettiva in questo caso. Se ti piace il profilo nordico del brunello non può non piacerti il Vigna Soccorso, come le Ragnaie VV (non li sto paragonando, molto meglio le Ragnaie, ma è un esempio)

Ti diro' i mie preferiti oltre a oian dell' orino( ma i vini di jan nn fanno testo x me x ovvi conflitti di interesse....)sono valdicava le chiuse( ha un prezzo ridicolo x quello che e'!) baricci salicutti stella salvioni mastrojanni pietroso fornace le origini no gli altri fuligni lisini e sesti( phenomena). Ecco con salvioni orino soldera e valdicava in prima fascia e il resto un po' sotto


Beh hai citato a parte alcuni il top di gamma, quindi ci sta, sono d accordo. Le chiuse è un gran brunello ad un prezzo basso per quel che vale, sono d'accordo! Se pensi che a volte bevi peggio spendendo 80 euro, li te ne bastano la meta..

Eh! Anche quasi la meta' della meta' :D
BarbarEdo
Messaggi: 454
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda BarbarEdo » 02 lug 2018 14:57

littlewood ha scritto:Eh! Anche quasi la meta' della meta' :D

Temo che con il 2013 (sensazionale, secondo molta critica) abbiano alzato un po' i prezzi...
Seguendo il tuo consiglio, Littlewood, contattai diversi mesi fa l'azienda in cerca di qualche bottiglia: da listino, il BdM ora è sui 50.. (beninteso, prezzo che immagino resti assolutamente corretto vista l'altissima qualità).
Primum bibere deinde philosophari
Patatasd
Messaggi: 647
Iscritto il: 23 lug 2012 11:17

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Patatasd » 02 lug 2018 15:22

alì65 ha scritto:caro Franco, non ho mai preso in numero questi vini e non ho nemmeno un'annata matura da provare, vorrà dire che dovrai farmi ricredere in un qualche modo... :wink:


Io dovrei avere dei 2010, credo anche Apice, quando vuoi si stappa!
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 02 lug 2018 15:23

BarbarEdo ha scritto:
littlewood ha scritto:Eh! Anche quasi la meta' della meta' :D

Temo che con il 2013 (sensazionale, secondo molta critica) abbiano alzato un po' i prezzi...
Seguendo il tuo consiglio, Littlewood, contattai diversi mesi fa l'azienda in cerca di qualche bottiglia: da listino, il BdM ora è sui 50.. (beninteso, prezzo che immagino resti assolutamente corretto vista l'altissima qualità).

Su. certe cose son un uomo fortunato....
vino.curioso
Messaggi: 71
Iscritto il: 18 ott 2017 14:59

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda vino.curioso » 03 lug 2018 00:36

scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 03 lug 2018 07:51

vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..
alì65
Messaggi: 10913
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda alì65 » 03 lug 2018 10:05

Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..


Il millesimo in questo caso fa la differenza perché la 12 stata brutta in tutti i campi, forse qualcosa si e salvato nella zona dei Canalicchi
Regnaie base era molto interessante fino a qualche millesimo fa poi mi sembra un Po calato...
Su Baricci mi sembra che le cose siano migliorate dal 09 in avanti per l'avvento dei giovani, Tiezzi è un Brunello "sincero" se vogliamo d'antan dove diverse cose sarebbero da mettere a posto
Per ora rimandato ma con i giusti accorgimenti ha sicuramente valore
Quello che i top hanno e che manca a molti è la vigna giusta, la giusta conduzione fatta negli anni e quel manico che ad al cuni manca....ci metterai anche un buon enologo che rispetti il territorio...(Castelli, ad esempio
Poi il gusto fa la sua parte
Sui nomi che Franco ha citato su alcuni ho qualche dubbio...ma ha citato i 3 moschettieri dove ha il cuore...vero Franco?.. :wink:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 03 lug 2018 19:06

Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..

Difficile che bs 013 qualcuno lo abbia assaggiato visto che esce a novembre...
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 03 lug 2018 19:15

alì65 ha scritto:
Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..


Il millesimo in questo caso fa la differenza perché la 12 stata brutta in tutti i campi, forse qualcosa si e salvato nella zona dei Canalicchi
Regnaie base era molto interessante fino a qualche millesimo fa poi mi sembra un Po calato...
Su Baricci mi sembra che le cose siano migliorate dal 09 in avanti per l'avvento dei giovani, Tiezzi è un Brunello "sincero" se vogliamo d'antan dove diverse cose sarebbero da mettere a posto
Per ora rimandato ma con i giusti accorgimenti ha sicuramente valore
Quello che i top hanno e che manca a molti è la vigna giusta, la giusta conduzione fatta negli anni e quel manico che ad al cuni manca....ci metterai anche un buon enologo che rispetti il territorio...(Castelli, ad esempio
Poi il gusto fa la sua parte
Sui nomi che Franco ha citato su alcuni ho qualche dubbio...ma ha citato i 3 moschettieri dove ha il cuore...vero Franco?.. :wink:

Eh! E un signore come Francesco Leanza manchera' molto a quel territorio! Se penso che tanti nn sanno nemmeno chi sia....cito un' episodio. All' ultimo vinitaly Francesco mi stava raccontando che nn vede l' ora di ritirarsi fra le sue opere d' arte e intanto mi faceva sentire i suoi vini. Arriva un ragazzotto dice di essere un giovane enologo . Vuole anzi pretende che gli venga raccontata la storia dell' azienda. Francesco con gentilezza gli fa presente che nel caos del vivit una conversazione approfondita era praticamente iimposibile . questo se ne va' mandandolo a quel paese! Giuro! L' ho preso per la collottola e gli ho detto che se nella sua carriera fara' un terzo di quello che ha fatto Francesco potra' dirsi mooolto fortunato!!!
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 03 lug 2018 19:28

littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..

Difficile che bs 013 qualcuno lo abbia assaggiato visto che esce a novembre...


magari qualcuno ha avuto il privilegio di fare visita alla cantina e assaggiarlo da botte a suo tempo 8)
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 03 lug 2018 19:41

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..

Difficile che bs 013 qualcuno lo abbia assaggiato visto che esce a novembre...


magari qualcuno ha avuto il privilegio di fare visita alla cantina e assaggiarlo da botte a suo tempo 8)

Eh! Come no! E' come fort knox da quando e' diventata franzosa . Quando c' era il grande Franco anche si magari ma ora....
Messner
Messaggi: 498
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Messner » 03 lug 2018 21:02

littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..

Difficile che bs 013 qualcuno lo abbia assaggiato visto che esce a novembre...


magari qualcuno ha avuto il privilegio di fare visita alla cantina e assaggiarlo da botte a suo tempo 8)

Eh! Come no! E' come fort knox da quando e' diventata franzosa . Quando c' era il grande Franco anche si magari ma ora....


Mi piace fantasticare :P
vino.curioso
Messaggi: 71
Iscritto il: 18 ott 2017 14:59

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda vino.curioso » 04 lug 2018 10:54

Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..


grazie mille! Non avevo immaginato si parlasse di ragnaie VV, ma della loro produzione "in media". ora che mi hai spiegato la faccenda, ha più senso. ovviamente capisco il senso di fare due o tre brunelli, anche se mi chiedo il quid di una produzione così abissalmente... diversificata :roll:

per il resto, penso che per un tempo che sarà abbastanza lungo, bottiglie di quella fascia di prezzo mi saranno inaccessibili, quindi... mi fiderò di voi :cry: :wink:


PS dimenticavo: in realtà i brunelli che assaggiai erano un tris; l'ultimo era quello di colleoni (credo quello del podere sante marie). a me parve buono, ma qua sul forum ne ho letto contrariamente ("l'eccellenza non abita da marino" ecc ecc). sono io un cane come degustatore (o, peggio, come gusti :mrgreen: ), o è soltanto che mi mancano i riferimenti dei veri TOP, per giudicare in maniera più parametrizzata?
cosa mi è sfuggito sul suo brunello?
littlewood
Messaggi: 1381
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda littlewood » 04 lug 2018 14:01

vino.curioso ha scritto:
Messner ha scritto:
vino.curioso ha scritto:scusate, magari la domanda per voi è stupida, ma viene da chi certi brunelli della fascia "alta", non li ha mai bevuti.
in cosa tiezzi è inferiore? profilo olfattivo poco vario/scarsa evoluzione-tenuta nel tempo/gustativamente scarso?

perché ad esempio mi capitò di bere a distanza temporale relativamente breve tiezzi e ragnaie base (che ho visto citato), credo fossero i 2012, e - al mio gusto e palato - ne uscì molto meglio tiezzi. peraltro, il colore delle ragnaie era veramente un po' diafano e scarico, mi lasciò molto pensieroso...


Ragnaie base blend di vigne d altura e di bassa quota, relativamente giovani. Buono, ma nulla di più, sicuramente meglio Tiezzi. Dal base di Ragnaie al Fornace o al Vecchie Viti c'è un abisso, anche di prezzo, non è un paragone che tiene. Un vino top ha tutto, complessità aromatica, persistenza, eleganza, equilibrio, beva, non ha quasi nulla o nulla fuori posto. Tiezzi non ha tutte queste caratteristiche, neppure nella 2010 o nella 2013. Bevi Salvioni 2013 se ti capita e capisci di cosa parlo..ti ho citato questo vino perche fra i poco accessibili è accessibile (BS costa uguale ma soldera il triplo). BS base 13 non l'ho bevuto ma se è piu buono di Salvioni mi inchino..


grazie mille! Non avevo immaginato si parlasse di ragnaie VV, ma della loro produzione "in media". ora che mi hai spiegato la faccenda, ha più senso. ovviamente capisco il senso di fare due o tre brunelli, anche se mi chiedo il quid di una produzione così abissalmente... diversificata :roll:

per il resto, penso che per un tempo che sarà abbastanza lungo, bottiglie di quella fascia di prezzo mi saranno inaccessibili, quindi... mi fiderò di voi :cry: :wink:


PS dimenticavo: in realtà i brunelli che assaggiai erano un tris; l'ultimo era quello di colleoni (credo quello del podere sante marie). a me parve buono, ma qua sul forum ne ho letto contrariamente ("l'eccellenza non abita da marino" ecc ecc). sono io un cane come degustatore (o, peggio, come gusti :mrgreen: ), o è soltanto che mi mancano i riferimenti dei veri TOP, per giudicare in maniera più parametrizzata?
cosa mi è sfuggito sul suo brunello?

Vedi tiezzi e colleoni potrei metterli nella stessa categoria( anche se preferisco di gran lunga i vini di marino...) vini buoni ma con imperfezioni stilistiche e difettucci che li fanno stare distanti dalle " emozioni,, che cerco in un vino. Se penso ad es ai pds palmucciani mi scende una lacrima....
alì65
Messaggi: 10913
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda alì65 » 04 lug 2018 14:17

Patatasd ha scritto:
alì65 ha scritto:caro Franco, non ho mai preso in numero questi vini e non ho nemmeno un'annata matura da provare, vorrà dire che dovrai farmi ricredere in un qualche modo... :wink:


Io dovrei avere dei 201c0, credo anche Apice, quando vuoi si stappa!


Sei sempre a casa di dio!!! Alla prima occasione molto volentieri
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Patatasd
Messaggi: 647
Iscritto il: 23 lug 2012 11:17

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda Patatasd » 04 lug 2018 15:52

Hahaha... adeas stag a perma per un po'... facciamo una grigliatina con Michele, bodgher e compagnia?
alì65
Messaggi: 10913
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Giretto in Toscana

Messaggioda alì65 » 04 lug 2018 16:00

Patatasd ha scritto:Hahaha... adeas stag a perma per un po'... facciamo una grigliatina con Michele, bodgher e compagnia?


per me va bene ma dopo la metà di luglio...ci aggiorniamo con Ciacio e company via cell...
futuro incerto...ma w la gnocca!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cascinafrancia71 e 28 ospiti