Rodanata da wineduck

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Vinos
Messaggi: 722
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Rodanata da wineduck

Messaggioda Vinos » 12 mag 2018 21:07

Per organizzare una degustazione del genere non basta entrare in enoteca,scegliere delle bottiglie della stessa denominazione e annata, e aprire il portafogli; ci vuole esperienza, cultura, sensibilità, lungimiranza, caparbietà, pazienza.
Solo chi frequenta degustazioni del genere puó capire l’impegno che c’è dietro.
Perciò grazie Alessandro per tutto questo.
Possiamo ai vini... alcune note sulle bottiglie che mi hanno colpito di più.

Chave hermitage 1998: l’anima dello syrah , si spoglia subito dall’armatura rustica che lo ricopre per sprigionare un vortice di spezie e pasta di olive, tabacco dolce appena pronunciato ed una sfumatura minerale da ascoltare in sottofondo, bellissimo.
In bocca sale e spezie, quello che si desidera da uno shiraz è qui, profondo e sensuale, un grande bicchiere,un omaggio alla terra da cui proviene.

Jamet cote brune 1996: se chave rappresentava l’anima dello syrah, jamet rappresenta l’anima della cote rotie, sangue e ferro sono il suo biglietto da visita, chave colpisce per eleganza, jamet per intensità, la parte contadina contrasta l’esteticitá di guigal, ma ti ammalia e ti colpisce dritto al cuore.
All’assaggio ha tannini decisi,è fiero di mostrare le palle, si perché è maschio rude e duro, che non ha paura degli anni che corrono e non si nasconde dietro una confezione che non gli appartiene. Per chi ama la cote rotie, un must.

Guigal la turque 1996: cote brune in giacca e cravatta, la parte fumosa e leggermente balsamica ammalia,il cioccolato bianco ci ricorda il suo lungo affinamento , un gentleman che si scontra con il rude cote brune di jamet, la battaglia per alcuni di conclude con un pareggio,per altri ha la meglio jamet, per altri ancora Guigal. Il gusto personale qui ha un ruolo fondamentale; in bocca il vino fodera il palato e lo avvolge, difficile non esserne sedotti.

Bonneau reseves des celestins 2000: naso dalle mille sfaccettature, garrigue, spezie, incenso, agrumi che ricordano l’arancia ma anche il lime, vieni sbattuto a destra e a sinistra senza rendertene conto( i profumi più interessanti della bevuta? “certo che si!!”).
In bocca il calore dell’annata viene fuori, i tannini sono morbidi ,ma dimenticatevi qualsiasi parola che assomigli al termine pesante perché qui si gioca sull’eleganza. Grande, grande, grande.

Jamet cote rotie 1999: incredibile come l’annata influenza le caratteristiche di un vino nei produttori che lasciano libero sfogo a madre natura senza intervenire troppo con tecniche enologiche che standardizzano il vino. Di incredibile giovinezza( stiamo parlando di un vino di quasi 20 anni), la parte ematica qui è sovrastata da uno strato di frutta che ricorda la ciliegia, l’amarena, mentre note terrose e di pepe nero fanno da contorno. All’assaggio è prorompente, i tannini sono fitti ma incisivi, grandissima freschezza ed energia, sarà al culmine tra dieci anni e in quella fase sarà inarrestabile.

domaine de margaux vielles vignes 2000: tecnicamente perfetto, nessuna sbavatura.
Naso nitido di macchia mediterranea, mirtillo, un leggero profumo di cuoio.
In bocca la parte fruttata impatta accompagnata da tannini gommosi, grande potenza e persistenza.

La belle helen ogier 1999 : 100 punti parker.
Un ottimo vino che per ora non ha lasciato il segno, meno ferroso ed ematico del solito, molto denso e ancora indietrissimo, da riassaggiare fra qualche anno.
Ps non mi sognerei mai di contrastare i punteggi di zabaione parker( come lo chiama il targhini) ma caspita 100 punti, sono 100 punti!
Ultima modifica di Vinos il 12 mag 2018 23:15, modificato 1 volta in totale.
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 12 mag 2018 22:24

...ho testè finito una sessione di assaggi di Lambrusco , obiettivo "assaggio preliminare" per la guida : 26 assaggi ... :P sono un po' provato. Di poco , ma ho preferito i Rodano di oggi pomeriggio. Ringraziare Alessandro è poco , per perizia, bravura e passione . Location sempre splendida con cibo d'accompagnamento estremamente ispirato . Vini davvero splendidi , con solo un paio di "perplessità" (uno era italiano) , per il resto grande enosesso , a volte sfrenato, a volte raffinato ... ma sempre sesso è stato , quindi , per oggi, ho raggiunto la pace dei sensi . Se ne parla al massimo domattina :lol: ... di sesso, dico , che di quel che abbiamo bevuto , appena mi riprendo due paroline vorrei scriverle, a riguardo... 8)
PS: belle descrizioni , Vince , concordo su molti punti. Qualche diversità soprattutto data da gusto personale e buona conoscenza pregressa dei manici che si sono succeduti. Ad esempio : Belle helene meglio di quanto hai scritto, soprattutto in evoluzione nel bicchiere (ma santa pazienza, capisco la difficoltà nell'aspettare con cotanto ben di Dio) . Epidermicamente , e personalmente, pur apprezzando Jamet , questo delirio sensoriale , con lui, non riesco proprio ad averlo , anche se Cote Brune era davvero un bicchiere superbo come pochi . Ne parliamo con più calma domani...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
george7179
Messaggi: 1769
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda george7179 » 12 mag 2018 23:15

Complimenti ragazzi grandissima bevuta!
Mi piacerebbe leggere podio le note di Marco e Alessandro.
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
Vinos
Messaggi: 722
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Vinos » 13 mag 2018 09:49

vinogodi ha scritto:...ho testè finito una sessione di assaggi di Lambrusco , obiettivo "assaggio preliminare" per la guida : 26 assaggi ... :P sono un po' provato. Di poco , ma ho preferito i Rodano di oggi pomeriggio. Ringraziare Alessandro è poco , per perizia, bravura e passione . Location sempre splendida con cibo d'accompagnamento estremamente ispirato . Vini davvero splendidi , con solo un paio di "perplessità" (uno era italiano) , per il resto grande enosesso , a volte sfrenato, a volte raffinato ... ma sempre sesso è stato , quindi , per oggi, ho raggiunto la pace dei sensi . Se ne parla al massimo domattina :lol: ... di sesso, dico , che di quel che abbiamo bevuto , appena mi riprendo due paroline vorrei scriverle, a riguardo... 8)
PS: belle descrizioni , Vince , concordo su molti punti. Qualche diversità soprattutto data da gusto personale e buona conoscenza pregressa dei manici che si sono succeduti. Ad esempio : Belle helene meglio di quanto hai scritto, soprattutto in evoluzione nel bicchiere (ma santa pazienza, capisco la difficoltà nell'aspettare con cotanto ben di Dio) . Epidermicamente , e personalmente, pur apprezzando Jamet , questo delirio sensoriale , con lui, non riesco proprio ad averlo , anche se Cote Brune era davvero un bicchiere superbo come pochi . Ne parliamo con più calma domani...


Grazie Marco...su belle helene ho scritto,quelle note soprattutto considerando il discorso dei 100 punti.
Appena versato nel bicchiere era anche un po’ sporchino, poi col tempo è venuto fuori ma forse bisogna aspettare ancora un po’ di anni per coglierne la grandezza, forse in questo momento meglio la 2001....
alì65
Messaggi: 10793
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda alì65 » 13 mag 2018 10:03

Vinos ha scritto:
vinogodi ha scritto:...ho testè finito una sessione di assaggi di Lambrusco , obiettivo "assaggio preliminare" per la guida : 26 assaggi ... :P sono un po' provato. Di poco , ma ho preferito i Rodano di oggi pomeriggio. Ringraziare Alessandro è poco , per perizia, bravura e passione . Location sempre splendida con cibo d'accompagnamento estremamente ispirato . Vini davvero splendidi , con solo un paio di "perplessità" (uno era italiano) , per il resto grande enosesso , a volte sfrenato, a volte raffinato ... ma sempre sesso è stato , quindi , per oggi, ho raggiunto la pace dei sensi . Se ne parla al massimo domattina :lol: ... di sesso, dico , che di quel che abbiamo bevuto , appena mi riprendo due paroline vorrei scriverle, a riguardo... 8)
PS: belle descrizioni , Vince , concordo su molti punti. Qualche diversità soprattutto data da gusto personale e buona conoscenza pregressa dei manici che si sono succeduti. Ad esempio : Belle helene meglio di quanto hai scritto, soprattutto in evoluzione nel bicchiere (ma santa pazienza, capisco la difficoltà nell'aspettare con cotanto ben di Dio) . Epidermicamente , e personalmente, pur apprezzando Jamet , questo delirio sensoriale , con lui, non riesco proprio ad averlo , anche se Cote Brune era davvero un bicchiere superbo come pochi . Ne parliamo con più calma domani...


Grazie Marco...su belle helene ho scritto,quelle note soprattutto considerando il discorso dei 100 punti.
Appena versato nel bicchiere era anche un po’ sporchino, poi col tempo è venuto fuori ma forse bisogna aspettare ancora un po’ di anni per coglierne la grandezza, forse in questo momento meglio la 2001....


per quelle varie volte che abbiamo bevuto assieme ho capito che il tuo gusto è diverso dal mio come è diverso da quello di Marco, da quello di Fabio, ecc.... e Ogier ha uno stile che non ha niente a che vedere dal tuo tanto/issimo amato Jamet....è una questione di gusto personale, Cote-Rotie e CdP in primis
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 4914
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Andyele » 13 mag 2018 10:21

Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 13 mag 2018 11:25

Andyele ha scritto:Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
...dovrai aspettare parecchio, in quanto veri "capiscitori" di vino , di Rodano nello specifico, mica ce n'erano , ieri. Solo un'accozzaglia di gaudenti , svaccati e caciaroni .
PS: io manco saspevo che c'era Rodano , ho solo ventilato l'idea quando in MP Alessandro mi ha scritto che ci trovavamo con un bel mucchietto di fica ... effettivamente, di fica se n'è parlato tanto , così come dell'associazione con i vin i bevuti ... ma tanté , quando manca la quota rosa , la monotematicità (in questo caso "bitematicità" è scontata... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 13 mag 2018 11:33

vinogodi ha scritto:
Andyele ha scritto:Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
...dovrai aspettare parecchio, in quanto veri "capiscitori" di vino , di Rodano nello specifico, mica ce n'erano , ieri. Solo un'accozzaglia di gaudenti , svaccati e caciaroni .
PS: io manco saspevo che c'era Rodano , ho solo ventilato l'idea quando in MP Alessandro mi ha scritto che ci trovavamo con un bel mucchietto di fica ... effettivamente, di fica se n'è parlato tanto , così come dell'associazione con i vin i bevuti ... ma tanté , quando manca la quota rosa , la monotematicità (in questo caso "bitematicità" è scontata... 8)
...aggiungo : sono talmente tarlato da anni di bevute , che i miei preferiti sono stati:
- Reserve de Celestin Bonneau
- Turque
- Chave
- Chapouitier
- Cote Brune Jamet
- Belle Helene
... nell'ordine .
Quelli che mi hanno convinto meno : Lupicaia (secondo me il tappo l'ha fregato asciugandosi, perché era avanti) , Pegau ( che è un limite mio , non mi ha mai ingrippato , anche se buono) , Marcoux (meno complesso del cippo precedente) .
Jamet Cote Rotie ... con così tanti ooooohhh di stupore fra i presenti mi ha davvero creato crisi d'identità, perché mi è sembrato solamente ancora un po' squilibrato per eccessiva giovinezza , quella si veramente sorprendente, credo proprio grazie all'annata e ad una conservazione maniacale e perfetta (bravo Alessandro) .
PS : se dovessi dare un giudizio generale alla bevuta, 96/100 , con i primi cinque prossimi ai 98/100
Ultima modifica di vinogodi il 15 mag 2018 10:40, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Vinos
Messaggi: 722
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Vinos » 13 mag 2018 16:49

vinogodi ha scritto:
Andyele ha scritto:Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
...dovrai aspettare parecchio, in quanto veri "capiscitori" di vino , di Rodano nello specifico, mica ce n'erano , ieri. Solo un'accozzaglia di gaudenti , svaccati e caciaroni .
PS: io manco saspevo che c'era Rodano , ho solo ventilato l'idea quando in MP Alessandro mi ha scritto che ci trovavamo con un bel mucchietto di fica ... effettivamente, di fica se n'è parlato tanto , così come dell'associazione con i vin i bevuti ... ma tanté , quando manca la quota rosa , la monotematicità (in questo caso "bitematicità" è scontata... 8)


Claudio io di belle helen ho bevuto soltanto 1999,2000,2001,2003 e non ho notato tutto sto stacco della 1999 rispetto alle altre ,se non fosse altro per una struttura ed energia maggiore, che però in questo momento forse non gli gioca a favore rispetto ad una 2001 ad esempio( che comunque anche questa lascerei ancora qualche anno).....i gusti sono gusti e voi sono anni che bevete Rodano, io riporto solo le mie impressioni... certo è evidente che ho un debole per jamet e per bonneau, questo non lo nascondo....
Ps ho apprezzato tantissimo guigal 1996 per quanto fosse completamente opposto al cote brune di jamet....
Pss alla prima snasata di bonneau stavo cadendo dalla sedia per quanto il naso fosse goloso.... alla prima snasata di jamet ho detto ad Alessandro che anche se non ho mai bevuto un cote brune di jamet, è così che me lo sarei aspettato, e infatti poi era proprio il come brune... quindi si una parte di “tifo “ c’è, ma sti due produttori mi piacciono parecchio anche a bottiglie coperte....
alì65
Messaggi: 10793
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda alì65 » 13 mag 2018 18:57

Vinos ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Andyele ha scritto:Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
...dovrai aspettare parecchio, in quanto veri "capiscitori" di vino , di Rodano nello specifico, mica ce n'erano , ieri. Solo un'accozzaglia di gaudenti , svaccati e caciaroni .
PS: io manco saspevo che c'era Rodano , ho solo ventilato l'idea quando in MP Alessandro mi ha scritto che ci trovavamo con un bel mucchietto di fica ... effettivamente, di fica se n'è parlato tanto , così come dell'associazione con i vin i bevuti ... ma tanté , quando manca la quota rosa , la monotematicità (in questo caso "bitematicità" è scontata... 8)


Claudio io di belle helen ho bevuto soltanto 1999,2000,2001,2003 e non ho notato tutto sto stacco della 1999 rispetto alle altre ,se non fosse altro per una struttura ed energia maggiore, che però in questo momento forse non gli gioca a favore rispetto ad una 2001 ad esempio( che comunque anche questa lascerei ancora qualche anno).....i gusti sono gusti e voi sono anni che bevete Rodano, io riporto solo le mie impressioni... certo è evidente che ho un debole per jamet e per bonneau, questo non lo nascondo....
Ps ho apprezzato tantissimo guigal 1996 per quanto fosse completamente opposto al cote brune di jamet....
Pss alla prima snasata di bonneau stavo cadendo dalla sedia per quanto il naso fosse goloso.... alla prima snasata di jamet ho detto ad Alessandro che anche se non ho mai bevuto un cote brune di jamet, è così che me lo sarei aspettato, e infatti poi era proprio il come brune... quindi si una parte di “tifo “ c’è, ma sti due produttori mi piacciono parecchio anche a bottiglie coperte....


mi sono permesso di dirti questo perchè stai recuperando il tempo perso ed ormai hai raggiunto un punto giusto per un tuo gusto
hai un debole per Jamet come io ho un debole per Allemand, mi sembra tutto normale dove la passione ha il sopravvento...
per quanto riguarda la Cote-Rotie anche per me la Brune e Rozier sono quelle che rappresentano di più questa zona senza nulla togliere a Landonne e Blonde...sempre a gusto mio
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Vinos
Messaggi: 722
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Vinos » 13 mag 2018 20:02

alì65 ha scritto:
Vinos ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Andyele ha scritto:Ma avevate studiato bene prima di approcciarvi a cotanta degustazione?...senno tanto vale....

io, per capire come erano queste bottiglie aspetto solo i giudizi dell'unico capiscitore di vini esistente qua dentro. :mrgreen:
...dovrai aspettare parecchio, in quanto veri "capiscitori" di vino , di Rodano nello specifico, mica ce n'erano , ieri. Solo un'accozzaglia di gaudenti , svaccati e caciaroni .
PS: io manco saspevo che c'era Rodano , ho solo ventilato l'idea quando in MP Alessandro mi ha scritto che ci trovavamo con un bel mucchietto di fica ... effettivamente, di fica se n'è parlato tanto , così come dell'associazione con i vin i bevuti ... ma tanté , quando manca la quota rosa , la monotematicità (in questo caso "bitematicità" è scontata... 8)


Claudio io di belle helen ho bevuto soltanto 1999,2000,2001,2003 e non ho notato tutto sto stacco della 1999 rispetto alle altre ,se non fosse altro per una struttura ed energia maggiore, che però in questo momento forse non gli gioca a favore rispetto ad una 2001 ad esempio( che comunque anche questa lascerei ancora qualche anno).....i gusti sono gusti e voi sono anni che bevete Rodano, io riporto solo le mie impressioni... certo è evidente che ho un debole per jamet e per bonneau, questo non lo nascondo....
Ps ho apprezzato tantissimo guigal 1996 per quanto fosse completamente opposto al cote brune di jamet....
Pss alla prima snasata di bonneau stavo cadendo dalla sedia per quanto il naso fosse goloso.... alla prima snasata di jamet ho detto ad Alessandro che anche se non ho mai bevuto un cote brune di jamet, è così che me lo sarei aspettato, e infatti poi era proprio il come brune... quindi si una parte di “tifo “ c’è, ma sti due produttori mi piacciono parecchio anche a bottiglie coperte....


mi sono permesso di dirti questo perchè stai recuperando il tempo perso ed ormai hai raggiunto un punto giusto per un tuo gusto
hai un debole per Jamet come io ho un debole per Allemand, mi sembra tutto normale dove la passione ha il sopravvento...
per quanto riguarda la Cote-Rotie anche per me la Brune e Rozier sono quelle che rappresentano di più questa zona senza nulla togliere a Landonne e Blonde...sempre a gusto mio


Permesso di cosa Claudio, scherzi? Avevo capito che volevi dire da subito...
Ps la malattia di Allemand l’hai trasmessa anche a me purtroppo( per la difficoltà di reperibilità )da quando alla champagnata 1996 a casa tua stappasti les chaillot 2006...
i profumi di pepe nero si sentivano da due metri, lo ricordo come fosse ieri...
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 3985
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Wineduck » 14 mag 2018 08:39

Stamattina sono particolarmente di corsa e devo quindi rimandare a più tardi le mie note sui vini.
Per adesso mi limito a confermare che si sia trattata di una giornata veramente "magica": un connubio perfetto fra una grande compagnia, un cibo di livello "stellare" e dei vini che....beh... parlavano da soli!
Se però dovessi attribuire un merito particolare ad uno dei 3 ingredienti, direi senza dubbio il primo! Persone eterogenee ma mosse da una grandissima passione, gente che si sobbarca centinaia di chilometri in una sola giornata per pura passione: alcuni amici da 15 anni, altri da un periodo più breve (ma non per questo meno legati da grandi sentimenti), altri che si sono conosciuti solo sabato scorso. Fra tutti uno si staglia in modo netto: un grande maestro di immensa umiltà che continua mostrare un attaccamento commovente al vino ed alle persone che dal vino ricavano le sue stesse emozioni, uno che mette tutto il suo sapere a disposizione degli altri, in tutti i ruoli possibili (organizzatore, partecipante ad eventi di altri, mentore, semplice appassionato, contributore di discussioni, ecc.). Una volta mi stupivo che ci fossero personaggi gretti e ritardati capaci di criticarlo: oggi, con il passare degli anni, ho capito che "la madre del cretino è sempre incinta" e che non si finisce mai di scoprire quanto possano essere "piccini" certi esseri umani. Grazie Marco-vinogodi!
Il gruppo ha funzionato (e funziona) alla grande perchè dietro l'umiltà di Marco tutti noi tendiamo ad avere lo stesso atteggiamento: nessun fenomeno, nessun "esplulsore", nessun ragioniere dei punteggi, nessun figlio di papà, ecc. Solo gente normale, persone talmente appassionate da sorridere come bimbi felici di fronte ad un bicchiere di Bonneau da cui esce un turbine voluttoso di profumi.
Grazie a tutti voi....anzi a tutti noi!

A dopo!
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
alì65
Messaggi: 10793
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda alì65 » 14 mag 2018 09:10

Wineduck ha scritto:.... Grazie Marco-vinogodi!
....



avete anche limonato!!! :mrgreen:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 14 mag 2018 09:16

...io ritornerei a parlare di vini perché sono leggermente imbarazzato dalle belle parole di Alessandro , estremamente condizionate da amicizia troppo lunga , che però non condiziona certo il fatto che quando dobbiamo scambiarci le nostre opinioni , lo facciamo nel modo più libero possibile, nel bene e nel male. Forse si chiama "civiltà" , caratteristica messa sempre a dura prova quando si tratta con animali da discussione e polemica come gli amici toscani , da prendere con le molle :lol: , perché passano dal togliersi il sangue a mandarti affanculo in quei nanosecondi prossimi al battito di ciglia...
Venendo a noi , si parte con il botto , e che botto . La prima batteria , magistralmente ideata , ha messo di fronte la "cerebro - intellettuale" interpretazione di Chave con la "sanguigna e sensuale" interpretazione di Chapouitier .
- Chave è balsamico , speziato e di eleganza sopraffina , tanto da ricordare (limite oppure grandezza) le lande di Gevrey Chambertin , sponda Denis Mortet oppure Perrot Minot ... di grande cru . L'annata eccellente ne ha amplificato articolazione , aggiungendo sostanza ulteriore . La bevibilità rimane assassina , anche se ancora in divenire per quella fresca baldanza che sempre lo caratterizza... margini di miglioramento? Forse ... nell'incertezza da godere nella sua piena maturità da ventenne . Con lui starò basso , perché mi aspetto un pelo ancora in complessità in divenire : :D :D :D :D :) ( 96)
- Le Meal Chapouitier : catartico per quanto didattico . Meal è il più rusticano dei suoi cru perché andiamo verso l'area di Meal , terreni meno drenanti ma più ricchi . Il vino c'è tutto , quasi da farmelo preferire per caratteristiche precipue del Sirah , carnoso ed ematico , poderoso ma equilibrato ... ecco , la parte palatale è meno articolata di Chave ma più carezzevole , più rotonda . Non gli manca niente in termini di completezza , ha solo quella nota solo apparentemente più rilassata del sorso , in realtà è più accondiscendente , meno da interpretare e più da godere . Didattico perché non raggiunge gli eccessi erotici di Turque ( ma qui siamo alla depravazione sensoriale) , quindi ti esprime tutto il potenziale del Sirah e di come dovrebbe approcciarsi il neofita . Chave è più da fine percorso , quando i sensi sono ormai più portati alla enogeolocalizzazione che all'abbandono sensoriale... 8) ...pari e patta? 96 anche a lui , allora ... 8)
Ultima modifica di vinogodi il 14 mag 2018 14:37, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 14 mag 2018 13:56

...Domaine de Marcoux VV 2000 : l'annate calde riescono bene , in zona Rodano . Non fa eccezione questo bell'esemplare di CNdP di Marcoux , se non un respiro un pelino troppo caldo e una interpretazione , assai personale , un po' "americaneggiante" . Il Grenache si sente subito , così come una leggera speziatura da Sirah . Di discreta balsamicità , ormai rilassato nella veste tannica finissima, l'annata la noti subito per una acidità appena accennata in materia "in carne" , quasi rotondeggiante . Apparentemente avanti ma tutt'altro che banale , solo perché dopo aveva il vino più complesso della giornata. Ecco , se un appuntino c'è da fare , è proprio una linearità fin troppo "senza fronzoli" , dove qualche fronzolo , a questi livelli, sarebbe necessario. Lontane sensazioni di cuoio e pellame , qualche sbuffetto di tabacco dolcissimo, tipo Clan da pipa, un soffio di spezia di quelle dolci (cannella) ad impreziosire . :D :D :D :) ++ (da 92 a 93/100)
- Réserve de Celestins Bonneau : il problema di Bonneau è la raffinatezza senza tempo, il richiamo ancestrale all'oriente , più soffuso di Rayas ma più materico e impertinente. Non è verticale ma diagonale , sale di continuo di semitoni straordinari e sempre più complessi con l'ossigenazione. E' ampio nel distribuirti incenso e nenie al sitar , ti manda geograficamente ai minareti e alle suadenze che solo Madame riesce a tirar fuori dalla Vitis Vinifera . Ipnotizzante al naso , ti ricrea ambiente più terreno alla bocca , setosa e di compostezza straordinaria, fine ed elegante ma intensa . Chiaramente , per affinità sessuale, è il mio vino preferito della giornata , ma solo perché non mi riesce di togliere il naso dal bicchiere fin quando l'ultimo sorso è deglutito ... anzi , perversione somma, le ultime gocce nel bicchiere sono ancora più espressive perché vaporizzate nelle narici .Ti sembra , alla fine , di interpretare una mucca di Kobe umana dopo massaggio ai turbinati e papille e supportato da musica sinfonica. Annata tutto sommato non "storica" quindi per preconcetto abbasso il voto a 97-98/100
PS: penso di essere stato abbastanza criptico per non evidenziare il mio debole per questo produttore... :P
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26936
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vinogodi » 14 mag 2018 14:35

... Cote Brune Jamet : dire che è uno dei più buoni vini che abbia assaggiato di Jamet , non dico nulla di strano , tra l'altro invecchiato benissimo , parliamo di oltre vent'anni . Mi è piaciuto perché:
- Era all'apice , con note decise di pelo di selvaggina , sanguinaccio , corteccia di quercia , sottobosco rigoglioso
- Era all'apice perché ancora rosso cupo , con belle tonalità granate , senza cedimenti , conservato a dovere
- Era all'apice perché in bocca era tosto, ancora vivo per equilibrio acido - tannico terziarizzato a dovere , senza asperità ma senza mollezze , di ottima persistenza e avvolgente : 95/100

La Turque Guigal : tutte le volte che lo evoco sento elettrizzarmi l'epidermide , i peli che si rizzano , afflusso di saliva nell'intero apparato boccale e afflusso di sangue nei corpi cavernosi , provocandomi disagio inguinale e necessità di rimettere in condizione adeguatamente e stericamente favorevole l'innominabile che preme contro la cerniera dei pantaloni. Tranquilli, il problema è mio , quindi , con un po' di vergogna , ne prendo atto e lo gestisco come devianza (e perversione) ipotalamica su cui sto lavorando con impegno , me ne darete atto. Sta di fatto che , dopo 22 anni , è bello solo nel versarlo nel bicchiere , sospira più che gorgogliare. Il naso è subito violento , poi serafico di note carnose e speziate , con un bel contorno di ginepro, tabacco forte e una infarinatura di cacao più civettuola che di sostanza . Poi arriva la bocca , assolutamente irresistibile , guanto di velluto su impalcatura da maggiorata . Fianchi pronunciati , vita stretta con tette over size , sode , mobili quanto basta per capire che sono dono della natura ... 97/100

Due grandi vini : perché mi è piaciuto più Guigal ? Anche in questo caso per affinità fisiologico/sessuale . Due gran gnocche : la prima procace ma un po' "contadinotta" , per certi versi ingenua , che si concede perché gli piaci ma ti lascia fare . La seconda , altrettanto procace (con una misura in più) ma navigata , che ti mette a tuo agio subito, che prende l'iniziativa e sa come muoversi e come strizzarti l'occhio con complicità ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
and.car
Messaggi: 881
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda and.car » 14 mag 2018 14:55

è stata una giornata pazzesca,
oltre ai vini (e le descrizioni di chi mi ha preceduto sono più che esaustive) da grande amante delle cucine stellate volevo dare un ulteriore punto di merito a Wineduck per la scelta del posto e del menù: Buriani ha messo giù un gran bel pranzo, con certi picchi tecnici da paura (ad esempio le amarene ricostruite con all'interno i fegatini del piccione)...è sulla buona strada per la seconda stella per esperienze personali.
Un ulteriore grazie all'organizzatore della giornata, ripeto perfetta, per quanto mi riguarda non mancherò ad eventuali approfondimenti ulteriori sul Rodano,
ora scappo che devo continuare la ricerca del cote brune di Jamet (il vino che più mi ha stregato)... :mrgreen:
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3291
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda videodrome » 14 mag 2018 15:11

alì65 ha scritto:
Wineduck ha scritto:.... Grazie Marco-vinogodi!
....



avete anche limonato!!! :mrgreen:

:D :D :D :D
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 3985
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda Wineduck » 14 mag 2018 15:16

videodrome ha scritto:
alì65 ha scritto:
Wineduck ha scritto:.... Grazie Marco-vinogodi!
....



avete anche limonato!!! :mrgreen:

:D :D :D :D


No quello no, non sono arrivato in tempo: c'era la coda, tutti gli altri davanti a me (videodrome per primo), e quando è arrivato il mio turno lui se n'è andato come Cenerentola... :lol:
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
ZEL WINE
Messaggi: 6774
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda ZEL WINE » 14 mag 2018 16:04

and.car ha scritto:è stata una giornata pazzesca,
oltre ai vini (e le descrizioni di chi mi ha preceduto sono più che esaustive) da grande amante delle cucine stellate volevo dare un ulteriore punto di merito a Wineduck per la scelta del posto e del menù: Buriani ha messo giù un gran bel pranzo, con certi picchi tecnici da paura (ad esempio le amarene ricostruite con all'interno i fegatini del piccione)...è sulla buona strada per la seconda stella per esperienze personali.
Un ulteriore grazie all'organizzatore della giornata, ripeto perfetta, per quanto mi riguarda non mancherò ad eventuali approfondimenti ulteriori sul Rodano,
ora scappo che devo continuare la ricerca del cote brune di Jamet (il vino che più mi ha stregato)... :mrgreen:

per ora l'Alessandra sarebbe contenta di prenderne una
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
vino.curioso
Messaggi: 71
Iscritto il: 18 ott 2017 14:59

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda vino.curioso » 14 mag 2018 17:53

vinogodi ha scritto: vita stretta con tette over size , sode , mobili quanto basta per capire che sono dono della natura


alla fine mi sa che c'è un motivo se uno si ritrova su questo forum... 8) :lol: :mrgreen:
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8418
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda arnaldo » 14 mag 2018 18:28

a
Ultima modifica di arnaldo il 14 mag 2018 18:30, modificato 1 volta in totale.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8418
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda arnaldo » 14 mag 2018 18:30

Immagine

Chave hermitage 98 è orgasmo puro.Tutto spezie ed olive dopo una partenza animale, in bocca è setoso, pieno,ti irrora tutto il palato, si rivela sensuale come lo è sempre......partenza col botto
Chapoutier Meal 98 è piu' maturo, parte materico, tutto carne e sangue,poi frutta matura. Bocca incazzata, tannino piu'vivo,poi nel bicchiere vira quasi sull agrume bello maturo. meno impattante di chave piu' impegnativo per l ascolto ma molto terroir. Piaciuto anche
Ultima modifica di arnaldo il 14 mag 2018 18:41, modificato 1 volta in totale.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8418
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda arnaldo » 14 mag 2018 18:32

Immagine
Altra bella coppia.
Marcoux VV è una garanzia. Mai bevuto male. forzuto ma elegante,classe e rigore tutto assieme.Vino perfetto,nulla fuori posto.naso tra amarena e fragola, spezie,poi balsamico quasi a sturarti i turbinati.Bocca che ha forza, materia,succo,calore dato dall annata, vino piaciutissimo in tutto.
Bonneau ha fatto urlare di gioia i presenti. Molto Bourgogne, molto "Leroyniano" per quel tocco di incenso spezie orientali che girano vorticosamente, poi le fragoline sottospirito, tabacco biondo..insomma mix perfetto....beva assassina, sapida,intensa,lunga....piaciuto ma meno di altri per il sottoscritto......
Ultima modifica di arnaldo il 14 mag 2018 18:45, modificato 1 volta in totale.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8418
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Rodanata da wineduck

Messaggioda arnaldo » 14 mag 2018 18:33

Immagine

Coppia da sobbalzi sulla seggiola.
Turque è....Turque. Il monumento. Pieno, carnoso, sanguigno,tocchi di cacao e bacche, poi frutta scura.Bocca assassina, intensissima,piena,deleteria per il palato che sanguina, vino eterno da bere quando si vuole.....basta averne....
Jamet Cote BRune 96 è straordinario, cangiante,tutto spezie dolci,olive,cannella,sangue,tabacco nero,quasi ritorni mentolati...vino infinito,straordinario in bocca per evoluzione, maturo ma fresco,intenso e lungo.....un capolavoro.....
Ultima modifica di arnaldo il 14 mag 2018 18:50, modificato 1 volta in totale.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, biodinamico, eno, ucce e 16 ospiti