Conservazione vino

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Leo15
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 lug 2017 19:05

Conservazione vino

Messaggioda Leo15 » 03 mag 2018 18:35

Buonasera a tutti, volevo chiedere a voi un consiglio. Io ho una cantina dove conservo dei vini, però in estate eaggounge picchi anche di 21/23 gradi, quindi volevo immediatamente intervenire. Volevo optare per un condizionatore portatile, fon 62 db di rumore, ma il mio dibbio era se tale rumore poteva influire come vibrazione sulla conservazione delle mie amate bottiglie. Ovviamente poi volevo inserire anche un umidificatore perché so che il condizionatore secca un po’ l’ambiente. HELP MEE
Messner
Messaggi: 362
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Conservazione vino

Messaggioda Messner » 03 mag 2018 19:22

Leo15 ha scritto:Buonasera a tutti, volevo chiedere a voi un consiglio. Io ho una cantina dove conservo dei vini, però in estate eaggounge picchi anche di 21/23 gradi, quindi volevo immediatamente intervenire. Volevo optare per un condizionatore portatile, fon 62 db di rumore, ma il mio dibbio era se tale rumore poteva influire come vibrazione sulla conservazione delle mie amate bottiglie. Ovviamente poi volevo inserire anche un umidificatore perché so che il condizionatore secca un po’ l’ambiente. HELP MEE


Sicuramente con quella temperatura sfori dal range canonico di conservazione ottimale del nettare, ma se l'esposizione è contenuta e lo è limitatamente ai mesi estivi (e d'inverno, autunno e primavera hai un assestamento su valori termici consoni) e non vuoi conservare i vini per 7-8 o più anni, penso tu non abbia particolari problemi a tenerla così com'è. Qualora decidessi di raffreddare, seccheresti inevitabilmente l'aria dovendo optare per un sistema di umidificazione (elettronico o meccanico, come vuoi). La cosa da tenere molto sotto controllo nel caso in cui i vini siano conservati in cantine non idonee è l'umidità: è molto più subdola della temperatura e se è bassa e si secca il tappo può essere un disastro per il nettare (premox garantita).
Dato che la curva di ossidazione termica del vino segue un andamento esponenziale crescente, piccole variazioni possono pesare eccome, ora non ho qui con me il grafico, ma già attorno ai 18 la curva comincia ad impennarsi. Detto questo qualche grado in più non è che non sia dannoso, lo è sicuramente, ma molto meno di un ambiente con umidità costante sui 50. Diciamo che i precursori aromatici a quella temperatura non sono così sotto stress, anche se indubbiamente è più facile che diano degradazione termica che non a 12 gradi (degradano anche a quella temperatura, ma molto più lentamente).Se poi d'inverno vai verso i 7-8 gradi diciamo che congeli l'evoluzione del vino (non va bene, rischi comunque fenomeni di precipitazione, spesso reversibili, ma non sempre e dipende con che cinetica sono reversibili) quindi non hai propriamente un evoluzione lineare del prodotto. Diciamo che se ti fluttua tra 10 e 18 puoi stare abbastanza tranquillo (non per conservare uno Chateau Margaux da bere nel 2050 e neppure un Monfortino fra 25 anni).

Detto questo un piccolo aneddoto curioso: l'altra sera un amico ha aperto una bottiglia di St. Magdalener di Glogglhof annata 2015, acquistata lo scorso anno in questo periodo. Se l'è dimenticata nello scantinato( con temperatura molto fluttuante) ed ha passato la famosa scorsa estate in balia degli sbalzi termici, quindi anche 30 gradi. E poi anche zero gradi quest'inverno. L'ha voluta aprire e io gli avevo detto che sarebbe stato imbevibile, invece non era così, la bottiglia non aveva quasi niente, solo un frutto leggermente più maturo di come avrebbe dovuto essere. Niente ossidazioni, niente marsalato, niente aroma di cotto, niente calo dell'acidità nè pptati. CI sono rimasto male, stento ancora a crederci.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MaurizioP, rn_andre e 17 ospiti