COSA SI BEVE IN APRILE?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
BarbarEdo
Messaggi: 461
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda BarbarEdo » 08 apr 2018 01:00

Castello di Verduno - Pelaverga 2015
Boh... Vino estivo, da pesce.
Certo, se uno si mette lì e ci fa attenzione ha una sua finezza olfattiva, un ricamo speziato, un fruttino sottile. Ma in bocca scorre liscio, anche troppo. Davvero esilino, quasi acquoso. Pessimo abbinamento (mea culpa) con il risotto alla zucca. A luglio su una grigliata di pesce sarebbe stata un'altra storia, anche se forse non è il mio vino...

Cascina Delle Rose - Barbaresco Tre Stelle 2013
Rubino-granato tenue, classico. Parte con uno sbuffo alcolico sia al naso che in bocca, ma si ricompone in fretta su un profilo più misurato, a tinte pastello, di frutta chiara, liquirizia, e una netta arancia rossa che ritorna, molto lunga, al sorso. Predominano note fruttate "da nebbiolo" (anche una fragolina molto definita). In bocca è grazioso, interpretato in modo molto classico, in sottrazione. Acidità bilanciata, non eccessiva, tannino fine all'inizio, che si fa vieppiù evidente col sommarsi dei sorsi. Vino che può accompagnare del cibo raffinato con eleganza, senza sopraffarlo. Piaciuto.
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2635
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Ludi » 08 apr 2018 20:55

V. Girardin, Rully 1er cru Les Cloux 2007: la grassezza e la freschezza della Borgogna ci sono tutte, anche da una zona minore. Non fa gridare al miracolo, ma è un bel vino.
Fratelli Alessandria, Pelaverga di Verduno Speziale 2016: lampone, fragola e sottili note animali per un rosso che non sazia mai. Delizioso.
Valentini, Trebbiano 2005: didascalico nelle note di camomilla, genziana, nespola e pellame. Bocca di acidità davvero sferzante. E' il classico Trebbiano di Valentini che - posso dirlo? - non mi emoziona più come un tempo.
Bodegas El Nido, El Nido 2008: più che berlo, lo si assapora con il cucchiaio, tanto è denso, materico, debordante. Tecnicamente perfetto, con un persistenza da primato mondiale, ma oramai persino Parker se ne sta andando in pensione....
Cantina di Santadi, Rocca Rubia 2008: fa il compito come uno scolaretto non geniale, ma diligentissimo. Si beve bene.
Jacquesson, Dizy Terres Rouges 2008/b]: più che rosato sembra un rosso, e ricorda da vicino il Rubis de Noirs di Leclerc Briant, con note di ciliegia matura, rabarbaro, china. Bocca assolutamente bilanciata, con acidità tenuta in equilibrio dalla dolcezza materica. Lasciato "sgasare" nel bicchiere è quasi altrettanto buono.
[b]Beaucastel, CdP 2004
: in una parola: splendido. La garriga, il pepe, l'oliva, la prugna al forno si contendono l'olfatto, e la straordinaria bevibilità fa il resto. Non è la mia denominazione preferita, ma a certi livelli Chateauneuf-du-Pape non si discute.
Ultima modifica di Ludi il 09 apr 2018 08:22, modificato 1 volta in totale.
Fedevarius
Messaggi: 250
Iscritto il: 24 mag 2016 14:47
Località: Firenze

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Fedevarius » 08 apr 2018 23:46

Laroche - Chablis Fourchames premiere cru 2007 vieilles vignes

Colore abbastanza carico, agrumato e burroso al contempo prende poi piede una nota minerale molto bella di gesso e pietra bagnata. Bocca verticale giocata sempre su note agrumate. Setoso ed elegante. Devo dire che la bottiglia è finita in fretta ma pur facendo un doveroso tentativo ogni tanto, le cose tipo chablis proprio non sono la mia tipologia di vino, sono in cerca di maggiori "rotondità".


Giacomo Fenocchio - Nebbiolo 2014
Sarà che costano poco ma i nebbiolo base mi regalano sempre soddisfazioni.
Fiori e un bel frutto rosso che parte molto croccante e poi si assesta su caramella alla fragola. Bocca vivace di freschezza e tannino. Non sarà un vino importante ma è di scarso impegno ed è facile da abbinare. Vino quotidiano.


Brancaia - Il blu 2000
Si parte maluccio con un tappo che si disintegra costringedomi a noiose oprazioni di travaso. Dopo il travaso il vino rimane comunque un po' torbido. Frutto scuro maturo che cede il passo a una nota ferrosa - ematica, di cui probabilmente è responsabile la quota sangiovese e che richiama il territorio da cui il vino proviene. Note di tabacco e, leggerissime, erbe aromatiche.
In bocca il tannino è ancora molto vino ma non elegantissimo. Vino piaciuto poco, gli elementi ci sono ma sono confusi, poco netti. Qualche mese fa avevo aperto una bottiglia di 1995 simile nei tratti a questa ma mi era piaciuto molto di più, era molto più "a fuoco", non so se è per via dell'annata, della bottiglia, o del fatto che in realtà si tratta di vini diversi (a dire la verità non si chiamava ancora Blu ma solo Brancaia)
"E poi se la gente sa, e la gente lo sa che sai suonare, suonare ti tocca per tutta la vita, e ti piace lasciarti ascoltare…"
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1318
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 09 apr 2018 09:47

chianti classico monsanto riserva il poggio 2007

bevuto con il controfiletto wagyu argentino allevato con metodo kobe..al di là della cazziate che mi sono preso su faccialibro per aver cotto troppo poco la carne (anche se, su due cotture diverse, quella più più cruda è senz'altro piaciuta di più al tavolo), seguendo i consigli arrivati sulla sezione abbinamenti del forum, la scelta del vino è ricaduta sul sangiovese.

veramente delizioso, al naso spinge con un bel fruttone maturo, accompagnato da terziari di tabacco dolce, e poi cuoio, oltre a un'impronta più minerale che io ho avvertito sottoforma di ruggine e ferro..in bocca è rotondo, denso, con un bel tannino vellutato che si fa sentire appena senza rubare la scena ad una struttura acida non indifferente..col tempo cambia, rimane impostato sui terziari più variegati lasciando andare una nota di carne frolla meravigliosa..se devo trovare il pelo nell'uovo direi che me lo aspettavo un po' più giovane, sia nel colore che nelle sensazioni olfattive, perchè di grande chianti e di grande annata si tratta..ma senz'altro piaciuto.

montepulciano fontefico 2012
ultima boccina rimasta di quest'azienda, credo farò il pieno a fine aprile, perchè anche questa 2012 non ha deluso..suadente, morbido, femminile, forse non è da attendere chissà quanto e ben vengano i vini che non devi aspettare millenni prima di berli col rischio che diventino marci se non hai una cantina con il precisometro del grado fahrenheit come il sottoscritto. il naso è di fragole selvatiche e cioccolato, vaniglia e polvere di caffè..detta così potrebbe sembrare una spremuta de legno, ma in realtà frutto e terziari si mantengono in equilibrio, senza scivoloni. bocca sapida, di grande beva, che sembra richiamare la tavola senza troppi sofismi..il retro dell'etichetta riporta la scritta "abbinalo secondo il tuo gusto"..e in effetti bevendolo si capisce come sia versatile e di facile accostamento. apprezzato con brusche al pecorino, sarsizza e patate, formaggi piccanti ed erborinati..bono assai
Lorenzo
bpdino
Messaggi: 1740
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04
Località: Roma

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda bpdino » 09 apr 2018 12:33

Barolo Vigna Rionda 2001 Massolino

Finalmente un Vigna Rionda che non ti spezza le gengive e non chiuso a riccio come il 1996. Un annata, la 2001, felice con bevuta in un momento altrettanto felice. Colore luminescente e chiaro. Naso complesso tipico di un barolo strutturato e finalmente aperto. Tannini con un bel grip ma "setosizzati a dovere", buona persistenza ed equilibrio. Insomma un bel vino che a suo tempo son valsi tutti i €50 spesi... adesso credo non basti un centino?
Bernardo
e-mail: bernardo.pancione@gmail.com
Utente "vecchio" Forum dal 20.Feb.2003
AmoSlade
Messaggi: 441
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda AmoSlade » 09 apr 2018 21:44

Rossese di Dolceacqua Curli 2013 - Maccario Dringenberg: prima annata in commercio del nuovo ciclo. Ammetto che, pur non avendo l'illusione di trovarmi dinnanzi un capolavoro solo per le parole spese in passato per questa vigna, ero molto curioso. Ho subito avuto la sensazione che qualcosa non andasse quando ho sentito il cavatappi affondare come ci fosse stato un marshmallow al posto del tappo, che poi è uscito facendo pochissima resistenza. Stranamente nessun sentore ossidato, colore bello ma puzzette di cantina, muffa, cassettone vecchio. :(
Qualcuno ha esperienza di come sono le bottiglie "giuste"?

Nebbiolo Coste della Sesia 2013 - Luca Caligaris: alla prova della bottiglia, confermo quanto di buono avevo sentito al primo assaggio. Profumi tipicissimi ma non banali, floreali ma anche balsamici. Non ha la scontrosità che spesso si trova nei vini giovani della sua zona, al contrario è già prontissimo, forse complice l'annata non esaltante a detta del produttore. In bocca scorre agile e sapido, "forte" dei suoi soli 12 gradi. Per quello che l'ho pagato fatico a farmi venire in mente qualcosa di più buono, mi rincresce solo di non averne presa una cassa. :lol:
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2663
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda la_crota1925 » 10 apr 2018 12:11

AmoSlade ha scritto:Rossese di Dolceacqua Curli 2013 - Maccario Dringenberg: prima annata in commercio del nuovo ciclo. Ammetto che, pur non avendo l'illusione di trovarmi dinnanzi un capolavoro solo per le parole spese in passato per questa vigna, ero molto curioso. Ho subito avuto la sensazione che qualcosa non andasse quando ho sentito il cavatappi affondare come ci fosse stato un marshmallow al posto del tappo, che poi è uscito facendo pochissima resistenza. Stranamente nessun sentore ossidato, colore bello ma puzzette di cantina, muffa, cassettone vecchio. :(
Qualcuno ha esperienza di come sono le bottiglie "giuste"?

bevuto proprio il 2013 a Settembre 2017- quello che più mi ha colpito è stato proprio il naso, fruttato e floreale nello stesso tempo, dopo un quarto d'ora sono uscite note di erbe aromatiche, salvia e una leggera liquirizia. La bocca è elegante con tannini ancora in evidenza ma che non disturbano affatto. Qualcuno al mio tavolo ha percepito un leggero sentore di salamoia di olive, cosa che a me è capitato con altri rossese ma che non ho avvertito sul Curli 13.
Probabilmente la tua bottiglia aveva problemi di tappo.
spedizione al ricevimento del pagamento.
BarbarEdo
Messaggi: 461
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda BarbarEdo » 10 apr 2018 12:57

Monsupello - Metodo Classico Brut Rosé
PN con piccolo saldo di Chardonnay. 30 mesi sui lieviti.
Ribes, melograno, crosta di pane e cenni agrumati. Bella definizione aromatica anche in bocca, tensione ed equilibrio. Non ho esperienza di MC rosé ma su un risotto alle ortiche mi è sembrato splendido.

Pecchenino - Dogliani Superiore sirì d'Jermu 2015
Si apre con calma su un bel naso di ciliegia scura, violetta e un filo di tabacco. Al sorso è caldo e molto lungo, senza la sovraestrazione di qualche edizione passata. Pecca per un centro bocca un po' vuoto e una nota amarognola non molto elegante.

Casa Ronsil - Ice One 2016
Icewine valsusino da uve rosse autoctone.
Vino dolce originalissimo con note tropicali, mandorla, scorza di arancia, legni nobili e altro che faccio fatica a descrivere. Affilato e persistente. Una bella scoperta.
Primum bibere deinde philosophari
AmoSlade
Messaggi: 441
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda AmoSlade » 10 apr 2018 14:44

la_crota1925 ha scritto:
AmoSlade ha scritto:Rossese di Dolceacqua Curli 2013 - Maccario Dringenberg: prima annata in commercio del nuovo ciclo. Ammetto che, pur non avendo l'illusione di trovarmi dinnanzi un capolavoro solo per le parole spese in passato per questa vigna, ero molto curioso. Ho subito avuto la sensazione che qualcosa non andasse quando ho sentito il cavatappi affondare come ci fosse stato un marshmallow al posto del tappo, che poi è uscito facendo pochissima resistenza. Stranamente nessun sentore ossidato, colore bello ma puzzette di cantina, muffa, cassettone vecchio. :(
Qualcuno ha esperienza di come sono le bottiglie "giuste"?

bevuto proprio il 2013 a Settembre 2017- quello che più mi ha colpito è stato proprio il naso, fruttato e floreale nello stesso tempo, dopo un quarto d'ora sono uscite note di erbe aromatiche, salvia e una leggera liquirizia. La bocca è elegante con tannini ancora in evidenza ma che non disturbano affatto. Qualcuno al mio tavolo ha percepito un leggero sentore di salamoia di olive, cosa che a me è capitato con altri rossese ma che non ho avvertito sul Curli 13.
Probabilmente la tua bottiglia aveva problemi di tappo.


Grazie mille, rammarico doppio visto che non ho una seconda bottiglia da provare :( ho solo un 2014 che non so se attendere ancora un po'...
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2663
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda la_crota1925 » 10 apr 2018 15:21

AmoSlade ha scritto: Grazie mille, rammarico doppio visto che non ho una seconda bottiglia da provare :( ho solo un 2014 che non so se attendere ancora un po'...

potresti anche provare a tirargli il collo, per mia esperienza il rossese (a parte alcune annate di Testalonga) và bevuto entro 5/6 anni.
spedizione al ricevimento del pagamento.
AmoSlade
Messaggi: 441
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda AmoSlade » 10 apr 2018 16:37

la_crota1925 ha scritto:
AmoSlade ha scritto: Grazie mille, rammarico doppio visto che non ho una seconda bottiglia da provare :( ho solo un 2014 che non so se attendere ancora un po'...

potresti anche provare a tirargli il collo, per mia esperienza il rossese (a parte alcune annate di Testalonga) và bevuto entro 5/6 anni.


Buono a sapersi, lo proverò presto sperando di essere più fortunato :) grazie
supersonic76
Messaggi: 504
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 10 apr 2018 17:44

Riesling Windbichel 2011 Castel Juval
Appena comprato, una solenne delusione.
Nettamente meglio il base e, soprattutto, il Pinot Bianco.
Per utilizzare il linguaggio della compianta guida dell'Espresso, davvero (troppo) "affilato con una lama".
Per niente un vino piacevole.Di quelli che si tracannano in 5 minuti.Pesante, difficile anche da abbinare a qualsivoglia piatto.
Bene.
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande
Ultima modifica di supersonic76 il 10 apr 2018 21:31, modificato 1 volta in totale.
Memento Audere Semper
alleg
Messaggi: 471
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda alleg » 10 apr 2018 17:47

AmoSlade ha scritto:
la_crota1925 ha scritto:
AmoSlade ha scritto: Grazie mille, rammarico doppio visto che non ho una seconda bottiglia da provare :( ho solo un 2014 che non so se attendere ancora un po'...

potresti anche provare a tirargli il collo, per mia esperienza il rossese (a parte alcune annate di Testalonga) và bevuto entro 5/6 anni.


Buono a sapersi, lo proverò presto sperando di essere più fortunato :) grazie


Confermo 14 già molto buono. Ho fiducia però che duri di più di quanto da te ipotizzato. In zona dovrebbe essere ottima annata!
supersonic76
Messaggi: 504
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 10 apr 2018 17:51

[quote="supersonic76"]
Ultima modifica di supersonic76 il 10 apr 2018 20:14, modificato 1 volta in totale.
Memento Audere Semper
AmoSlade
Messaggi: 441
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda AmoSlade » 10 apr 2018 19:48

alleg ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
la_crota1925 ha scritto:
AmoSlade ha scritto: Grazie mille, rammarico doppio visto che non ho una seconda bottiglia da provare :( ho solo un 2014 che non so se attendere ancora un po'...

potresti anche provare a tirargli il collo, per mia esperienza il rossese (a parte alcune annate di Testalonga) và bevuto entro 5/6 anni.


Buono a sapersi, lo proverò presto sperando di essere più fortunato :) grazie


Confermo 14 già molto buono. Ho fiducia però che duri di più di quanto da te ipotizzato. In zona dovrebbe essere ottima annata!


Ah ma allora qualcuno che beve del Rossese c'è :D , non si legge mai nulla su questi lidi...grazie mille anche a te
maxer
Messaggi: 1767
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda maxer » 10 apr 2018 21:10

supersonic76 ha scritto:Bene
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande

Che vino sarà mai stato ? ? ? :roll:
Sono aperte le scommesse.
carpe diem 8)
supersonic76
Messaggi: 504
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 10 apr 2018 21:30

maxer ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Bene
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande

Che vino sarà mai stato ? ? ? :roll:
Sono aperte le scommesse.


È lo stesso indicato nella riga sopra.
Volevo creare un effetto attesa
:lol:
Memento Audere Semper
merlotto85
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda merlotto85 » 11 apr 2018 22:16

Rose 2012 m.c. Cantina della Volta

Naso fine di fragoline e melograno, bocca affilata sapida e dalla bevibilita ottima , buono e molto fine
littlewood
Messaggi: 1385
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda littlewood » 12 apr 2018 07:09

supersonic76 ha scritto:Riesling Windbichel 2011 Castel Juval
Appena comprato, una solenne delusione.
Nettamente meglio il base e, soprattutto, il Pinot Bianco.
Per utilizzare il linguaggio della compianta guida dell'Espresso, davvero (troppo) "affilato con una lama".
Per niente un vino piacevole.Di quelli che si tracannano in 5 minuti.Pesante, difficile anche da abbinare a qualsivoglia piatto.
Bene.
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande

Beh che i riesling vadano aspettati e' un segreto di pulcinella! E che il windbichel di Martin sia il miglior riesling italiano affiancato a volte dal Kaithon e' altrettanto assodato!
vinogodi
Messaggi: 27088
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda vinogodi » 12 apr 2018 07:56

...stasera, al Pan Brusé di Reggio Emilia , bella panoramica di Toscana :
Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli
Chianti :
- Chianti Rufina Riserva Selvapiana
- Chianti Classico Riserva MOnsanto
- Chianti Classico Riserva Baron Ugo Monteraponi

Brunello :
- Vigna Soccorso Tiezzi
- Biondi Santi anni '90
- Le Chiuse

Supertuscans:
- Tignanello
- SErre Nuove dell'Ornellaia
- Guidalberto Incisa della Rocchetta

FINALE:
- Vinsanto Podere il Palazzino
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
supersonic76
Messaggi: 504
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 12 apr 2018 09:43

littlewood ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Riesling Windbichel 2011 Castel Juval
Appena comprato, una solenne delusione.
Nettamente meglio il base e, soprattutto, il Pinot Bianco.
Per utilizzare il linguaggio della compianta guida dell'Espresso, davvero (troppo) "affilato con una lama".
Per niente un vino piacevole.Di quelli che si tracannano in 5 minuti.Pesante, difficile anche da abbinare a qualsivoglia piatto.
Bene.
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande

Beh che i riesling vadano aspettati e' un segreto di pulcinella! E che il windbichel di Martin sia il miglior riesling italiano affiancato a volte dal Kaithon e' altrettanto assodato!


Invece non è affatto scontato.
E non credo che si posso generalizzare, almeno parlando di Riesling italiani.
Il Kaiton quando esce è un vino maschio, estremamente sapido e incazzato.Ma dopo appena paio di anni diventa un capolavoro di armonia ed eleganza.Altri, tipo quello apprezzatissimo di Stasserhof, sono immediatamente piacevoli, godibili, invitanti.
Il Windbichel fino a poco tempo fa era zero all'olfatto e sale puro in bocca.Davvero con poca fiducia ne ho lasciate indietro due-tre bocce.Invece, davvero una grande sorpresa
Memento Audere Semper
littlewood
Messaggi: 1385
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda littlewood » 12 apr 2018 10:27

supersonic76 ha scritto:
littlewood ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Riesling Windbichel 2011 Castel Juval
Appena comprato, una solenne delusione.
Nettamente meglio il base e, soprattutto, il Pinot Bianco.
Per utilizzare il linguaggio della compianta guida dell'Espresso, davvero (troppo) "affilato con una lama".
Per niente un vino piacevole.Di quelli che si tracannano in 5 minuti.Pesante, difficile anche da abbinare a qualsivoglia piatto.
Bene.
Lasciato per anni a svaccarsi nella mia umile cantinetta condominiale: :shock:
Forse il miglior bianco (italiano) mai bevuto in vita mia.
Intensissimo ma di straordinaria eleganza al naso, è....pazzesco in bocca.Pur mantenendo una bella spalla acida è morbido, con un piacevolissima alternanza dolce-non dolce che si conclude con un lunghissimo finale speziato.
Boccia fantastica.
E (tantissima) pazienza ricompensata alla grande

Beh che i riesling vadano aspettati e' un segreto di pulcinella! E che il windbichel di Martin sia il miglior riesling italiano affiancato a volte dal Kaithon e' altrettanto assodato!


Invece non è affatto scontato.
E non credo che si posso generalizzare, almeno parlando di Riesling italiani.
Il Kaiton quando esce è un vino maschio, estremamente sapido e incazzato.Ma dopo appena paio di anni diventa un capolavoro di armonia ed eleganza.Altri, tipo quello apprezzatissimo di Stasserhof, sono immediatamente piacevoli, godibili, invitanti.
Il Windbichel fino a poco tempo fa era zero all'olfatto e sale puro in bocca.Davvero con poca fiducia ne ho lasciate indietro due-tre bocce.Invece, davvero una grande sorpresa

Beh! Certo i riesling sono a volte vini gia' godibili da subito pero' i grandi riesling si esprimono al meglio dopo almeno 10 anni e il windbichel e' nel suo piccolo uno di questi. Nn parliamo poi di molitor jj prum e compagnia cantante!
lucastoner
Messaggi: 255
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda lucastoner » 12 apr 2018 10:47

Bevuto ieri sera Tignanello 2006 , su cui c'erano preoccupazioni sul livello , piuttosto scarsino.
Il tappo effettivamente si è spaccato a metà , ma all'assaggio il vino era assolutamente integro.
Colore rubino cupo.
Al naso frutti rossi maturi , spezie ed un accenno di liquerizia.
In bocca è giovane...molto giovane...tannino non ancora ammorbidito del tutto , ma davvero piacevole e con un finale lungo e persistente. "Peccato" averlo dovuto/voluto aprire per togliersi il dubbio....
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1318
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 12 apr 2018 12:07

vinogodi ha scritto:...stasera, al Pan Brusé di Reggio Emilia , bella panoramica di Toscana :
Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli
Chianti :
- Chianti Rufina Riserva Selvapiana
- Chianti Classico Riserva MOnsanto
- Chianti Classico Riserva Baron Ugo Monteraponi

Brunello :
- Vigna Soccorso Tiezzi
- Biondi Santi anni '90
- Le Chiuse

Supertuscans:
- Tignanello
- SErre Nuove dell'Ornellaia
- Guidalberto Incisa della Rocchetta

FINALE:
- Vinsanto Podere il Palazzino


Ciao Marco, due note sui chianti? sono le ultime uscite?
Lorenzo
vinogodi
Messaggi: 27088
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda vinogodi » 12 apr 2018 13:35

gbaenergiaeco10 ha scritto:
vinogodi ha scritto:...stasera, al Pan Brusé di Reggio Emilia , bella panoramica di Toscana :
Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli
Chianti :
- Chianti Rufina Riserva Selvapiana
- Chianti Classico Riserva MOnsanto
- Chianti Classico Riserva Baron Ugo Monteraponi

Brunello :
- Vigna Soccorso Tiezzi
- Biondi Santi anni '90
- Le Chiuse

Supertuscans:
- Tignanello
- SErre Nuove dell'Ornellaia
- Guidalberto Incisa della Rocchetta

FINALE:
- Vinsanto Podere il Palazzino


Ciao Marco, due note sui chianti? sono le ultime uscite?


Sulle note vi dirò domani , visto che la bicchierata la faremo stasera . Selvapiana è del 2009 , assaggiato da poco ed era il più pronto da bere . Monsanto e Baron Ugo 2014 , ne approfitto pure io per aprirli ed assaggiarli per la seconda volta dopo l'uscita (allora mi erano sembrati di ottima eleganza e beva , eleganti anche se un po' sottilini, probabile causa l'annata ) ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: marcolanc, quellocheaspetta e 27 ospiti