Château Margaux 2012

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 31 dic 2017 17:30

Come sempre scrivo da povero ignorante che si limita a dare il proprio giudizio e accetta molto volentieri opinioni di persone più esperte e navigate di me
Ieri al winestore di Bolzano, da enomatic, era presente uno Château Margaux 2012, ovviamente non ho esitato ad assaggiarlo. Giovane finché si vuole, buon vino, fatto molto bene, ma 500 euro?! :shock: lo confronto con sociando Mallet, 2013, questo sempre assaggiato da enomatic ma a Meraner Weinhouse, sempre ieri. Beh io lo trovo un vino fatto meglio, più equilibrato e ad un costo di circa 1/10
Ma perché arriviamo a cifre cosi alte per prodotti di questo tipo?!? Per me non ha senso, al netto dell'annata e degli assaggi, berrei Sociando anche se fossi un magnate, per me sarebbero buttati 500 euro.. E so già che qualcuno dirà che è stato assaggiato giovanissimo, che non so niente di vino eccetera eccetera..ma poi perche non è giovane anche Sociando?! 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6146
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda zampaflex » 31 dic 2017 18:18

Ci sono vini, vigneti e procedure di cantina che marcano un vino rendendolo più scontroso in gioventù ma più longevo. Per cui Margaux da giovane difficilmente sarà approcciabile.
D'altro canto, il bordolese è la zona che più di ogni altra al mondo ha attirato proprietari appartenenti ad industria e finanza, col preciso scopo di fare soldi divertendosi e vantandosi con amici e conoscenti (il numero di chateaux in mano a compagnie di assicurazione è imbarazzante, per esempio ). Da cui, questi prezzi smodati che stanno lasciando il segno su brokers e utenti finali. I cinesi si sono un po' stancati di pigliare sòle, giro di vite anti corruzione incluso, e quindi fanculo ai proprietari bordolesi.
Infine, 13 è meglio di 12.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 31 dic 2017 20:12

zampaflex ha scritto:Ci sono vini, vigneti e procedure di cantina che marcano un vino rendendolo più scontroso in gioventù ma più longevo. Per cui Margaux da giovane difficilmente sarà approcciabile.
D'altro canto, il bordolese è la zona che più di ogni altra al mondo ha attirato proprietari appartenenti ad industria e finanza, col preciso scopo di fare soldi divertendosi e vantandosi con amici e conoscenti (il numero di chateaux in mano a compagnie di assicurazione è imbarazzante, per esempio ). Da cui, questi prezzi smodati che stanno lasciando il segno su brokers e utenti finali. I cinesi si sono un po' stancati di pigliare sòle, giro di vite anti corruzione incluso, e quindi fanculo ai proprietari bordolesi.
Infine, 13 è meglio di 12.

La risposta è chiara e concisa, mi è piaciuta, e sul discorso investimenti e speculazione avevo già letto e sentito. Ci sono Brunello e Barolo di altissimo profilo che sono scontrosi in gioventu e hanno una longevità molto molto elevata, pur avendo prezzi decisamente inferiori.Il discorso di Bordeaux è prevalentemente speculativo secondo me, come Borgogna (a Bordeaux i prezzi En Primeur fluttuano anche notevolmente in funzione dell'annata)
Lo stesso discorso si può fare in Rodano con alcuni Syrah strepitosi con prezzi notevolmente inferiori..
Ma va beh, ammetto di non amare molto i vini bordolesi, quindi sono piuttosto severo nei giudizi. Tra l'altro secondo me la finezza di un nebbiolo o di un sangiovese è superiore a quella dei grandi tagli della zona di bordeaux, ma penso sia un discorso puramente soggettivo
Mike76
Messaggi: 843
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Mike76 » 31 dic 2017 20:41

E' anche vero che i grandi di Bordeaux vengono fuori alla distanza.
Nel periodo breve (entro i 10 anni) possono anche passare inosservati rispetto ai pari annata di classificazione inferiore, ma dopo vengono fuori sempre e in genere si confermano.
Quando ad una bicchierata arriva il momento di un bordeaux maturo, sono dolori per tutti, anche per Baroli e Brunelli.
E non servono a volte nemmeno i carichi pesanti, come Margaux. Che ho bevuto poche volte in vita mia, ma è quello che mi è rimasto sempre impresso per la maggiore mobilità nel bicchiere...ogni 5 minuti cambiano i descrittori...per me è un vino del cuore...certo non del portafoglio.
Sul valore economico poi, si può dire cosa si vuole. E si ritorna alla tristezza dei prezzi di langa, alla follia della borgogna, e via dicendo.
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2619
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda la_crota1925 » 01 gen 2018 11:19

Mike76 ha scritto:E' anche vero che i grandi di Bordeaux vengono fuori alla distanza.
Nel periodo breve (entro i 10 anni) possono anche passare inosservati rispetto ai pari annata di classificazione inferiore, ma dopo vengono fuori sempre e in genere si confermano.
Quando ad una bicchierata arriva il momento di un bordeaux maturo, sono dolori per tutti, anche per Baroli e Brunelli.
E non servono a volte nemmeno i carichi pesanti, come Margaux. Che ho bevuto poche volte in vita mia, ma è quello che mi è rimasto sempre impresso per la maggiore mobilità nel bicchiere...ogni 5 minuti cambiano i descrittori...per me è un vino del cuore...certo non del portafoglio.
Sul valore economico poi, si può dire cosa si vuole. E si ritorna alla tristezza dei prezzi di langa, alla follia della borgogna, e via dicendo.

ti quoto in tutto :)
spedizione al ricevimento del pagamento.
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 01 gen 2018 17:20

Ecco, non avendo mai bevuto Bordeaux con 20-30 anni sulle spalle o anche più non posso che fidarmi e fare tesoro di quello che mi è stato detto. Però il prezzo di un vino rimane a mio avviso un fattore fondamentale nella sua valutazione complessiva, anche perche spessissimo la spesa non corrisponde al valore effettivo di ciò che si ha nel bicchiere. Se poi mi dite che ci sono Margaux di 50 anni che sono ancora freschi, con una bella spalla acida e un frutto che pur coperto dai terziari è ancora lievemente presente appena aperta la bottiglia tanto di cappello al vino, straordinaria tenuta e straordinario prodotto (personalmente un etichetta acquistata non conto di tenerla un tempo maggiore di 10-15 anni in cantina, anche perche chi aspetta 40 anni un vino appena uscito?! Forse i suoi figli :D )
littlewood
Messaggi: 1227
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda littlewood » 01 gen 2018 18:08

Messner ha scritto:Ecco, non avendo mai bevuto Bordeaux con 20-30 anni sulle spalle o anche più non posso che fidarmi e fare tesoro di quello che mi è stato detto. Però il prezzo di un vino rimane a mio avviso un fattore fondamentale nella sua valutazione complessiva, anche perche spessissimo la spesa non corrisponde al valore effettivo di ciò che si ha nel bicchiere. Se poi mi dite che ci sono Margaux di 50 anni che sono ancora freschi, con una bella spalla acida e un frutto che pur coperto dai terziari è ancora lievemente presente appena aperta la bottiglia tanto di cappello al vino, straordinaria tenuta e straordinario prodotto (personalmente un etichetta acquistata non conto di tenerla un tempo maggiore di 10-15 anni in cantina, anche perche chi aspetta 40 anni un vino appena uscito?! Forse i suoi figli :D )

E' il limite e la grandezza dei grandi bordeaux! Se li vuoi bere al top devi aspettarli e tanto! Ma vale anche per i sauternes . e i grandi baroli nn bisogna aspettarli almeno 10 anni?
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12325
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Kalosartipos » 01 gen 2018 19:19

In passato, i nobili inglesi, grandi conoscitori ed estimatori dei vini di Bordeaux, compravano le bottiglie per i figli e bevevano quelle comprate dai padri..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 01 gen 2018 20:11

Kalosartipos ha scritto:In passato, i nobili inglesi, grandi conoscitori ed estimatori dei vini di Bordeaux, compravano le bottiglie per i figli e bevevano quelle comprate dai padri..

Nobili con grande passione per il vino e ovviamente, ma è ridondante, grana da investirvici :lol:
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 01 gen 2018 20:20

littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:Ecco, non avendo mai bevuto Bordeaux con 20-30 anni sulle spalle o anche più non posso che fidarmi e fare tesoro di quello che mi è stato detto. Però il prezzo di un vino rimane a mio avviso un fattore fondamentale nella sua valutazione complessiva, anche perche spessissimo la spesa non corrisponde al valore effettivo di ciò che si ha nel bicchiere. Se poi mi dite che ci sono Margaux di 50 anni che sono ancora freschi, con una bella spalla acida e un frutto che pur coperto dai terziari è ancora lievemente presente appena aperta la bottiglia tanto di cappello al vino, straordinaria tenuta e straordinario prodotto (personalmente un etichetta acquistata non conto di tenerla un tempo maggiore di 10-15 anni in cantina, anche perche chi aspetta 40 anni un vino appena uscito?! Forse i suoi figli :D )

E' il limite e la grandezza dei grandi bordeaux! Se li vuoi bere al top devi aspettarli e tanto! Ma vale anche per i sauternes . e i grandi baroli nn bisogna aspettarli almeno 10 anni?

Sangiovese Brunello, Nebbiolo Barolo, Aglianico Taurasi, Nerello Mascalese Etna Rosso secondo me sono tutti vini che se grandi è meglio aspettarli, indicativamente 8-10 anni sono sufficienti, ovviamente si è lontani dal plateau evolutivo del prodotto, ma comunque nella curva di maturazione del vino si è sicuramente in condizioni di bere un gran bel prodotto, mediamente pronto. E comunque sono dell'idea che i grandi vini siano già accessibili anche da "giovani".Pur avendo magari un po di ruvidezza tannica o di acidità spinta hanno comunque un equilibrio in gioventù che un vino normale non possiede, ed è questo che li contraddistingue dai prodotti buoni della stessa fascia.
littlewood
Messaggi: 1227
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda littlewood » 01 gen 2018 20:54

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:
Messner ha scritto:Ecco, non avendo mai bevuto Bordeaux con 20-30 anni sulle spalle o anche più non posso che fidarmi e fare tesoro di quello che mi è stato detto. Però il prezzo di un vino rimane a mio avviso un fattore fondamentale nella sua valutazione complessiva, anche perche spessissimo la spesa non corrisponde al valore effettivo di ciò che si ha nel bicchiere. Se poi mi dite che ci sono Margaux di 50 anni che sono ancora freschi, con una bella spalla acida e un frutto che pur coperto dai terziari è ancora lievemente presente appena aperta la bottiglia tanto di cappello al vino, straordinaria tenuta e straordinario prodotto (personalmente un etichetta acquistata non conto di tenerla un tempo maggiore di 10-15 anni in cantina, anche perche chi aspetta 40 anni un vino appena uscito?! Forse i suoi figli :D )

E' il limite e la grandezza dei grandi bordeaux! Se li vuoi bere al top devi aspettarli e tanto! Ma vale anche per i sauternes . e i grandi baroli nn bisogna aspettarli almeno 10 anni?

Sangiovese Brunello, Nebbiolo Barolo, Aglianico Taurasi, Nerello Mascalese Etna Rosso secondo me sono tutti vini che se grandi è meglio aspettarli, indicativamente 8-10 anni sono sufficienti, ovviamente si è lontani dal plateau evolutivo del prodotto, ma comunque nella curva di maturazione del vino si è sicuramente in condizioni di bere un gran bel prodotto, mediamente pronto. E comunque sono dell'idea che i grandi vini siano già accessibili anche da "giovani".Pur avendo magari un po di ruvidezza tannica o di acidità spinta hanno comunque un equilibrio in gioventù che un vino normale non possiede, ed è questo che li contraddistingue dai prodotti buoni della stessa fascia.

Ma certo! Il mio "capo,, a montalcino ha sempre sostenuto questo cioe' che un grande vino deve essere buono da subito! E la riprova e' il fantastico monfortino 014 che ho bevuto un anno fa da roberto. Pero' il massimo un grande vino NON puo' darlo subito questo penso sia intuitivo....
Mike76
Messaggi: 843
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Mike76 » 01 gen 2018 20:57

I grandi vini sono grandi fin da giovani, certo.
Ma quello che per un Barolo o un Brunello giovane può essere la ruvidezza tannica, per un grande Bordeaux è la non completa espressività...è questo il suo limite da giovane.
Basta attendere, se si ha una buona cantina. O comprare un grande bordeaux già maturo, se si può.
La terza strada che uso spesso io è prendere un bordeax medio già maturo (15-20 anni) e godere come un riccio.
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 01 gen 2018 23:16

Mike76 ha scritto:I grandi vini sono grandi fin da giovani, certo.
Ma quello che per un Barolo o un Brunello giovane può essere la ruvidezza tannica, per un grande Bordeaux è la non completa espressività...è questo il suo limite da giovane.
Basta attendere, se si ha una buona cantina. O comprare un grande bordeaux già maturo, se si può.
La terza strada che uso spesso io è prendere un bordeax medio già maturo (15-20 anni) e godere come un riccio.

Ora mi è tutto più chiaro, vedrò di rimediare se possibile a questo mio deficit
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 271
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda tenente Drogo 2 » 03 gen 2018 13:39

Kalosartipos ha scritto:In passato, i nobili inglesi, grandi conoscitori ed estimatori dei vini di Bordeaux, compravano le bottiglie per i figli e bevevano quelle comprate dai padri..


fortunato chi beve i Bordeaux comprati dai nonni
o dai nonni degli amici :)
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 4882
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Andyele » 03 gen 2018 15:12

Messner ha scritto: Se poi mi dite che ci sono Margaux di 50 anni che sono ancora freschi, con una bella spalla acida e un frutto che pur coperto dai terziari è ancora lievemente presente appena aperta la bottiglia tanto di cappello al vino, straordinaria tenuta e straordinario prodotto


Te lo dico!

Ti ricopio due impressioni che scrissi qualche mese fa:
il Margaux 1949 commovente con quel naso che continua a spingere su note balsamiche, dolci, tabacco biondo e cenere, una puntina di acidità volatile in bocca che si attenua a dire il vero abbastanza velocemente lo penalizza un minimo pur mantenendo la sua eleganza in un contesto di finezza

In questo caso non erano 50 ma 68 gli anni...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10447
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Alberto » 04 gen 2018 08:12

zampaflex ha scritto:Infine, 13 è meglio di 12.

Maaa...questo non creto... :roll: :lol: :mrgreen:
Bevitore, tra un raglio e l'altro...HI-HOOOOO...HI-HOOOOO...


Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
vinogodi
Messaggi: 26515
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda vinogodi » 04 gen 2018 12:55

...ho avuto la fortuna (perché solo di culo si tratta) di aprire e bere centinaia di bottiglie di vecchi Bordeaux da fine ottocento a primi anni cinquanta . Qualcosa andato , la maggior parte vispi, alcuni davvero emozionanti come pochi. IL tappo ha sempre fatto la discriminante, visto che provenivano tutte (o quasi tutte) da decenni di conservazione perfetta e acquistate in loco o in distribuzione diretta . Devo quindi affermare , senza tema di smentita , che salvo Porto e rinforzati vari , Riesling e Tokaji , i Bordeaux sono i vini più longevi al mondo , Nebbioli compresi. Probabilmente per caratteristiche di autoconservazione propria . Bere Margaux 2012 oggi o così giovane in epoche passate , è una forzatura alla quale persino io , raramente , sono sottostato per scienza e conoscenza ... tenuto conto del costo dei Premiers e della consapevolezza della loro lentissima evoluzione...la prossima volta aspetta una ventina d'anni almeno e vedrai... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 04 gen 2018 16:59

vinogodi ha scritto:...ho avuto la fortuna (perché solo di culo si tratta) di aprire e bere centinaia di bottiglie di vecchi Bordeaux da fine ottocento a primi anni cinquanta . Qualcosa andato , la maggior parte vispi, alcuni davvero emozionanti come pochi. IL tappo ha sempre fatto la discriminante, visto che provenivano tutte (o quasi tutte) da decenni di conservazione perfetta e acquistate in loco o in distribuzione diretta . Devo quindi affermare , senza tema di smentita , che salvo Porto e rinforzati vari , Riesling e Tokaji , i Bordeaux sono i vini più longevi al mondo , Nebbioli compresi. Probabilmente per caratteristiche di autoconservazione propria . Bere Margaux 2012 oggi o così giovane in epoche passate , è una forzatura alla quale persino io , raramente , sono sottostato per scienza e conoscenza ... tenuto conto del costo dei Premiers e della consapevolezza della loro lentissima evoluzione...la prossima volta aspetta una ventina d'anni almeno e vedrai... 8)


L'ho assaggiato da enomatic, l'annata proposta era quella, tra l'altro assaggio ad un prezzo stracciato, forse si erano sbagliati a segnare l'importo sul sistema. Se ne avrò mai l'occasione lo farò, ma non penso con le mie tasche, non me lo posso permettere :lol:
vinogodi
Messaggi: 26515
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda vinogodi » 04 gen 2018 17:48

Messner ha scritto:
vinogodi ha scritto:...ho avuto la fortuna (perché solo di culo si tratta) di aprire e bere centinaia di bottiglie di vecchi Bordeaux da fine ottocento a primi anni cinquanta . Qualcosa andato , la maggior parte vispi, alcuni davvero emozionanti come pochi. IL tappo ha sempre fatto la discriminante, visto che provenivano tutte (o quasi tutte) da decenni di conservazione perfetta e acquistate in loco o in distribuzione diretta . Devo quindi affermare , senza tema di smentita , che salvo Porto e rinforzati vari , Riesling e Tokaji , i Bordeaux sono i vini più longevi al mondo , Nebbioli compresi. Probabilmente per caratteristiche di autoconservazione propria . Bere Margaux 2012 oggi o così giovane in epoche passate , è una forzatura alla quale persino io , raramente , sono sottostato per scienza e conoscenza ... tenuto conto del costo dei Premiers e della consapevolezza della loro lentissima evoluzione...la prossima volta aspetta una ventina d'anni almeno e vedrai... 8)


L'ho assaggiato da enomatic, l'annata proposta era quella, tra l'altro assaggio ad un prezzo stracciato, forse si erano sbagliati a segnare l'importo sul sistema. Se ne avrò mai l'occasione lo farò, ma non penso con le mie tasche, non me lo posso permettere :lol:
...ho un dubbio ... molte volte è accampato in bella mostra in etichetta , per i vini provenienti da quella zona un bel "MARGAUX" a caratteri cubitali , con sotto l'eventuale denominazione dello Château oppure semplicemente un Margaux AOC (Es: Château grande - Labegorge piccolo - Margaux grosso ... cru minore della zona di Margaux ... quindi , per chi non conosce bene l'etichetta può interpretare male ... così sai quanti Margaux AOC semplici avevo in cantina , anche vecchi , ma senza classificazione) ... mi sembra strano che chi mette un vino in assaggio non conosca il vero valore di Château Margaux Premier...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 04 gen 2018 20:32

vinogodi ha scritto:
Messner ha scritto:
vinogodi ha scritto:...ho avuto la fortuna (perché solo di culo si tratta) di aprire e bere centinaia di bottiglie di vecchi Bordeaux da fine ottocento a primi anni cinquanta . Qualcosa andato , la maggior parte vispi, alcuni davvero emozionanti come pochi. IL tappo ha sempre fatto la discriminante, visto che provenivano tutte (o quasi tutte) da decenni di conservazione perfetta e acquistate in loco o in distribuzione diretta . Devo quindi affermare , senza tema di smentita , che salvo Porto e rinforzati vari , Riesling e Tokaji , i Bordeaux sono i vini più longevi al mondo , Nebbioli compresi. Probabilmente per caratteristiche di autoconservazione propria . Bere Margaux 2012 oggi o così giovane in epoche passate , è una forzatura alla quale persino io , raramente , sono sottostato per scienza e conoscenza ... tenuto conto del costo dei Premiers e della consapevolezza della loro lentissima evoluzione...la prossima volta aspetta una ventina d'anni almeno e vedrai... 8)


L'ho assaggiato da enomatic, l'annata proposta era quella, tra l'altro assaggio ad un prezzo stracciato, forse si erano sbagliati a segnare l'importo sul sistema. Se ne avrò mai l'occasione lo farò, ma non penso con le mie tasche, non me lo posso permettere :lol:
...ho un dubbio ... molte volte è accampato in bella mostra in etichetta , per i vini provenienti da quella zona un bel "MARGAUX" a caratteri cubitali , con sotto l'eventuale denominazione dello Château oppure semplicemente un Margaux AOC (Es: Château grande - Labegorge piccolo - Margaux grosso ... cru minore della zona di Margaux ... quindi , per chi non conosce bene l'etichetta può interpretare male ... così sai quanti Margaux AOC semplici avevo in cantina , anche vecchi , ma senza classificazione) ... mi sembra strano che chi mette un vino in assaggio non conosca il vero valore di Château Margaux Premier...


Era proprio lui, il Premier Grand Cru Classè, posto una foto per fugare ogni dubbio
Messner
Messaggi: 390
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Messner » 04 gen 2018 20:49

Non riesco a caricare la foto, ho provato ad allegarla ma poi non me la carica, qualcuno può spiegarmi come si fa? Ve ne sarei grato
maxer
Messaggi: 1164
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda maxer » 04 gen 2018 21:01

Messner ha scritto:Non riesco a caricare la foto, ho provato ad allegarla ma poi non me la carica, qualcuno può spiegarmi come si fa? Ve ne sarei grato

Da sempre un probbblema ! :evil:
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 6146
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda zampaflex » 05 gen 2018 01:14

Alberto ha scritto:
zampaflex ha scritto:Infine, 13 è meglio di 12.

Maaa...questo non creto... :roll: :lol: :mrgreen:

Andavo a memoria, sbagliai. Ma anche la 12 non è stata gran cosa, lì.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Raido
Messaggi: 86
Iscritto il: 29 nov 2016 15:19
Località: Torino

Re: Château Margaux 2012

Messaggioda Raido » 05 gen 2018 17:22

maxer ha scritto:
Messner ha scritto:Non riesco a caricare la foto, ho provato ad allegarla ma poi non me la carica, qualcuno può spiegarmi come si fa? Ve ne sarei grato

Da sempre un probbblema ! :evil:


Immagino che funzioni Postimage
Si carica la foto lì, ti dà il link diretto per i forum e si posta il link
Su tutti gli altri forum che frequento funziona

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: declar, Smarco, Stefano-zaccarini e 21 ospiti