Superbolle 2018

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 13 gen 2018 12:50

A questo punto, dopo le disdette di cui sopra e qualche conferma , dovremmo essere a posto , se l'influenza non ci mette lo zampino.

Domenica 21 Gennaio :

- Marcolanc
- Landmax
- Carlo Goj
- Maxer
- Massif
- David
- Manuel
- Speri
- Galenico
- Amico di Galenico
- Vinos





Domenica 28 Gennaio:
- Nicola
- Adriano
- Buzzy
- Lauro
- Charlye One
- Antonio Montano
- Ermes Scorri
- Bassano
- Alemusci
- Maurizio Bianchi
- Massimiliano Barattieri ( il famoso produttore di Vinsanto - confermato)
- Venanzi Fausto (confermato)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 18 gen 2018 17:14

...bene , bocce ormai in piedi e pronte allo stappaggio :
- Due bollone di superaperitivo per chi aspetta (ore 12.14)
- 9 superbolle ( o meglio , 8 bottiglie + 1 magnum) da divertirci (a temperatura "fresca " di cantina , 12 gradi perché fredde sono un omicidio, anche perché lcune "mature"
- Un rossone finale defatigante con qualche superformaggio (scelgo io o lo scegliamo insieme stappandolo all'inizio della giornata ... fra le proposte : un vecchio Montepulciano di Valentini , un Kurni Vecchie Vigne, un Alzéro oppure un Amarone di Quintarelli oppure ... boh , vediamo )
- Un finale con imprescindibile Egon Muller per pulirsi la bocca , magari uno Spatlese appena arrivato oppure un vecchio Auslese ...

Domenica 21 Gennaio :

- Marcolanc
- Landmax
- Carlo Goj
- Maxer
- Massif
- David
- Manuel
- Speri
- Galenico
- Amico di Galenico
- Vinos

... fin qui nessuna comunicazione di servizio , per cui do per scontata nessuna defezione ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 21 gen 2018 18:39

...davvero divertente, al limite del divertentissimo issimo . Direi di commentare dopo la seconda parte di domenica prossima per mantenere un po' di pathos nei partecipanti.... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
alì65
Messaggi: 10786
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Superbolle 2018

Messaggioda alì65 » 21 gen 2018 18:53

vinogodi ha scritto:...davvero divertente, al limite del divertentissimo issimo . Direi di commentare dopo la seconda parte di domenica prossima per mantenere un po' di pathos nei partecipanti.... 8)


da qui a la, più che pathos, muoiono disidratati per eccessiva salivazione...
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 21 gen 2018 22:36

alì65 ha scritto:
vinogodi ha scritto:...davvero divertente, al limite del divertentissimo issimo . Direi di commentare dopo la seconda parte di domenica prossima per mantenere un po' di pathos nei partecipanti.... 8)


da qui a la, più che pathos, muoiono disidratati per eccessiva salivazione...
...massi , tanto la metà dei vini saranno diversi, anche se dello stesso valore (sensoriale)

Preaperitivi :
- Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005
- Chateau De Blagny Cuvée 6 Cépages

POi:
- Blanc de Noir (Crayeres) Egly Ouriet
- Le Bout du Clos Lieu Dits Ambonnay Selosse
- Cuvée 38 Henriot (magnum)
- Oenoteque Dom Perignon 1996
- Clos Saint Hylaire 1998 Billecart Salmon
- Vieilles Vignes Francaises 2000 Bollinger
- Clos Du Mesnil 2000 Krug
- Krug Vintage 1989
- Krug Collection 1989

Con i formaggi:
- Calvari Miani 1998
- Alzéro Quintarelli 1997

Finale :
- Riesling Spatlese Schwarzofberger 2016 Egon Muller
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 22 gen 2018 12:07

...veniamo a domenica:
Domenica 28 Gennaio:
- Nicola
- Adriano
- Buzzy
- Lauro
- Charlye One
- Antonio Montano
- Ermes Scorri
- Bassano
- Alemusci
- Maurizio Bianchi
- Massimiliano Barattieri ( il famoso produttore di Vinsanto - confermato)
- Venanzi Fausto (confermato)
Line up simile con sostituzione di due - tre bottiglie con omologhe , qualche annata diversa e i rossi finali che si decideranno al momento ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 916
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Superbolle 2018

Messaggioda landmax » 22 gen 2018 17:57

vinogodi ha scritto:Alzéro Quintarelli 1997


Dopo un '93 a mio avviso deludente, che avevo stroncato e su cui erano nate polemiche, questa bottiglia mi è piaciuta, e parecchio.

Di cabernet ha veramente poco, ma di Quintarelli tantissimo (molto vicino stilisticamente a una sua riserva di amarone). Generoso e strabordante, glicerico e quasi dolce, è vino da fine pasto o, come dicono gli intenditori, da meditazione.

Bòn, adesso mi taccio.
alì65
Messaggi: 10786
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Superbolle 2018

Messaggioda alì65 » 22 gen 2018 18:39

landmax ha scritto:
vinogodi ha scritto:Alzéro Quintarelli 1997


Dopo un '93 a mio avviso deludente, che avevo stroncato e su cui erano nate polemiche, questa bottiglia mi è piaciuta, e parecchio.

Di cabernet ha veramente poco, ma di Quintarelli tantissimo (molto vicino stilisticamente a una sua riserva di amarone). ....


odio......più che riserva ad un recioto amandorlato
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
landmax
Messaggi: 916
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Superbolle 2018

Messaggioda landmax » 22 gen 2018 20:36

alì65 ha scritto:
landmax ha scritto:
vinogodi ha scritto:Alzéro Quintarelli 1997


Dopo un '93 a mio avviso deludente, che avevo stroncato e su cui erano nate polemiche, questa bottiglia mi è piaciuta, e parecchio.

Di cabernet ha veramente poco, ma di Quintarelli tantissimo (molto vicino stilisticamente a una sua riserva di amarone). ....


odio......più che riserva ad un recioto amandorlato


Mi riferivo proprio all'amarone riserva di Quintarelli, che (per le due/tre volte che l'ho bevuto) ho sempre trovato più dolce e glicerico dell'amarone non riserva.

Il recioto di Quintarelli è altra cosa ancora (qui le nuances da "classico" vino passito sono più in evidenza).

Ecco, l'Alzero di ieri era un parente molto stretto del suo amarone riserva, con un frutto dolce di rara nitidezza (amarena, ciliegia) e una corrispondenza naso/bocca encomiabile. Una carezza, anzi, un abbraccio al palato, sincero e spontaneo.
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 26264
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinotec » 23 gen 2018 07:16

...innanzitutto complimenti per la splendida bevuta; io però consiglierei di mettere qualche nota già ora perché se aspettate la prossima, si farà molta confusione e ci sarà una sovrapposizione di commenti...non vedo inoltre come qualche commento sui vini di questa mandata, possa disturbare la prossima...comunque, fate vobis :wink:
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 23 gen 2018 08:37

Preaperitivi :
- Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005 :D :D :D :)
- Chateau De Blagny Cuvée 6 Cépages :D :D :D :)

POi:
- Blanc de Noir (Crayeres) Egly Ouriet :D :D :D :D
- Le Bout du Clos Lieu Dits Ambonnay Selosse :D :D :D :D
- Cuvée 38 Henriot (magnum) :D :D :D :D
- Oenoteque Dom Perignon 1996 :D :D :D :D
- Clos Saint Hylaire 1998 Billecart Salmon :D :D :D :D
- Vieilles Vignes Francaises 2000 Bollinger :D :D :D :D :)
- Clos Du Mesnil 2000 Krug :D :D :D :D :D
- Krug Vintage 1989 :D :D :D :D :D
- Krug Collection 1989 :D :D :D :D :D :shock:

Con i formaggi:
- Calvari Miani 1998 :D :D :D :D :)
- Alzéro Quintarelli 1997 :D :D :D :D :)

Finale :
- Riesling Spatlese Schwarzofberger 2016 Egon Muller :D :D :D :)
Ultima modifica di vinogodi il 23 gen 2018 08:38, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 23 gen 2018 08:37

Preaperitivi :
- Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005 :D :D :D :)
- Chateau De Blagny Cuvée 6 Cépages :D :D :D :)

POi:
- Blanc de Noir (Crayeres) Egly Ouriet :D :D :D :D
- Le Bout du Clos Lieu Dits Ambonnay Selosse :D :D :D :D
- Cuvée 38 Henriot (magnum) :D :D :D :D
- Oenoteque Dom Perignon 1996 :D :D :D :D
- Clos Saint Hylaire 1998 Billecart Salmon :D :D :D :D
- Vieilles Vignes Francaises 2000 Bollinger :D :D :D :D :)
- Clos Du Mesnil 2000 Krug :D :D :D :D :D
- Krug Vintage 1989 :D :D :D :D :D
- Krug Collection 1989 :D :D :D :D :D :shock:

Con i formaggi:
- Calvari Miani 1998 :D :D :D :D :)
- Alzéro Quintarelli 1997 :D :D :D :D :)

Finale :
- Riesling Spatlese Schwarzofberger 2016 Egon Muller :D :D :D
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 26264
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinotec » 23 gen 2018 10:28

...grazie Marco!!!!!!!!!!!
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
Avatar utente
venicka
Messaggi: 373
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: Superbolle 2018

Messaggioda venicka » 23 gen 2018 11:37

vinotec ha scritto:...innanzitutto complimenti per la splendida bevuta; io però consiglierei di mettere qualche nota già ora perché se aspettate la prossima, si farà molta confusione e ci sarà una sovrapposizione di commenti...non vedo inoltre come qualche commento sui vini di questa mandata, possa disturbare la prossima...comunque, fate vobis :wink:

quotone, bello il faccinometro vinogodiano che m'ha ridotto alle dieci del mattino con la bava alla bocca immaginando di vendermi un rene per krug collection 89 ma insomma con tutto sto ben di dio e fatelo uno sforzo eh.
Landmax sappi che ESIGO in giornata le tue autopsie chirurgiche :mrgreen:
Io da assente intanto esprimo umilmente un parere, pronto ad essere fucilato: per me clos st hilaire nonostante il prezzo non da top ma da supertopdeltop non è quel capolavoro che ti cambia la vita che dovrebbe essere visto il prezzo e come dire... "l'ambizione" della casa.
(da qui poi potrebbe partire una simpatica polemica su come quei gran paraculo degli champenois stiano sfruttando alla grande sta borgognata di singole vigne e via dicendo per far strapagare vini che spesso hanno il più grande pregio solo nell'essere da unica vigna (come se fosse di per se un valore) ma che poi all'assaggio le pigliano da cuvée assemblate con intelligenza e come la tradizione champenois vorrebbe ma poi qui si farebbe notte ergo sarà per un'altra volta :mrgreen:)
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 233
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: Superbolle 2018

Messaggioda Bordolese78 » 23 gen 2018 14:48

venicka ha scritto:
vinotec ha scritto:...innanzitutto complimenti per la splendida bevuta; io però consiglierei di mettere qualche nota già ora perché se aspettate la prossima, si farà molta confusione e ci sarà una sovrapposizione di commenti...non vedo inoltre come qualche commento sui vini di questa mandata, possa disturbare la prossima...comunque, fate vobis :wink:

quotone, bello il faccinometro vinogodiano che m'ha ridotto alle dieci del mattino con la bava alla bocca immaginando di vendermi un rene per krug collection 89 ma insomma con tutto sto ben di dio e fatelo uno sforzo eh.
Landmax sappi che ESIGO in giornata le tue autopsie chirurgiche :mrgreen:
Io da assente intanto esprimo umilmente un parere, pronto ad essere fucilato: per me clos st hilaire nonostante il prezzo non da top ma da supertopdeltop non è quel capolavoro che ti cambia la vita che dovrebbe essere visto il prezzo e come dire... "l'ambizione" della casa.
(da qui poi potrebbe partire una simpatica polemica su come quei gran paraculo degli champenois stiano sfruttando alla grande sta borgognata di singole vigne e via dicendo per far strapagare vini che spesso hanno il più grande pregio solo nell'essere da unica vigna (come se fosse di per se un valore) ma che poi all'assaggio le pigliano da cuvée assemblate con intelligenza e come la tradizione champenois vorrebbe ma poi qui si farebbe notte ergo sarà per un'altra volta :mrgreen:)


Bel ragionamento...da passarci ore sbevazzando :D
alì65
Messaggi: 10786
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Superbolle 2018

Messaggioda alì65 » 23 gen 2018 17:21

venicka ha scritto:
vinotec ha scritto:...innanzitutto complimenti per la splendida bevuta; io però consiglierei di mettere qualche nota già ora perché se aspettate la prossima, si farà molta confusione e ci sarà una sovrapposizione di commenti...non vedo inoltre come qualche commento sui vini di questa mandata, possa disturbare la prossima...comunque, fate vobis :wink:

.... per me clos st hilaire nonostante il prezzo non da top ma da supertopdeltop non è quel capolavoro che ti cambia la vita ....


bevi una 96 poi ne riparliamo; è una cuvée da prendere con le pinze, va assaggiata prima dell'acquisto....anche Salon costo un botto e non è sempre all'altezza
ormai il soldo non ha importanza perchè è l'etichetta, lo status che importa....noi siamo solo dei cagacazzi per loro... :mrgreen:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
landmax
Messaggi: 916
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Superbolle 2018

Messaggioda landmax » 23 gen 2018 19:10

alì65 ha scritto:
venicka ha scritto:.... per me clos st hilaire nonostante il prezzo non da top ma da supertopdeltop non è quel capolavoro che ti cambia la vita ....

bevi una 96 poi ne riparliamo; è una cuvée da prendere con le pinze, va assaggiata prima dell'acquisto....anche Salon costo un botto e non è sempre all'altezza

Per una volta nella vita mi trovo d'accordo con Claudio... ma vieniiii!!! :mrgreen: :lol:
Io ho bevuto 3 sole annate del CSH:
- 1996: vino da ribaltarsi sulla sedia, ad oggi probabilmente il più grande blanc de noirs della mia vita (ma non ho mai bevuto VVF in grande annata, nè, mai mai, Clos d'Ambonnay)
- 1998: alto livello, ma non altissimo;
- 1999: idem come sopra.
Ergo, ha ragione Claudio, dipende dall'annata, 1998/1999 non comprerei, 1996 sì tutta la vita.
Stesso ragionamento che faccio con Salon: in grande annata ti fa vedere le stelle (1996), in annate "normali (penso alla 1997 o 1999) non giustifica a mio avviso la spesa.
ZEL WINE
Messaggi: 6767
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Superbolle 2018

Messaggioda ZEL WINE » 23 gen 2018 19:35

sembra un ovvieta' ma i clos le parcelle i grandi non assemblati (vedi Salon) andrebbero comprati solo ed esclusivamente nelle annate immense
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 373
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: Superbolle 2018

Messaggioda venicka » 23 gen 2018 20:17

alì65 ha scritto:bevi una 96 poi ne riparliamo; è una cuvée da prendere con le pinze, va assaggiata prima dell'acquisto....anche Salon costo un botto e non è sempre all'altezza
ormai il soldo non ha importanza perchè è l'etichetta, lo status che importa....noi siamo solo dei cagacazzi per loro... :mrgreen:

landmax ha scritto:Per una volta nella vita mi trovo d'accordo con Claudio... ma vieniiii!!! :mrgreen: :lol:
Io ho bevuto 3 sole annate del CSH:
- 1996: vino da ribaltarsi sulla sedia, ad oggi probabilmente il più grande blanc de noirs della mia vita (ma non ho mai bevuto VVF in grande annata, nè, mai mai, Clos d'Ambonnay)
- 1998: alto livello, ma non altissimo;
- 1999: idem come sopra.
Ergo, ha ragione Claudio, dipende dall'annata, 1998/1999 non comprerei, 1996 sì tutta la vita.
Stesso ragionamento che faccio con Salon: in grande annata ti fa vedere le stelle (1996), in annate "normali (penso alla 1997 o 1999) non giustifica a mio avviso la spesa.


i miei due cent: la 96 l'ho bevuta tre volte che ok non è il massimo ma insomma, un'idea quantomeno generica te la fai.
Per i miei gusti non è sto supertopdeltopdeltop anzi, per essere ancora più precisi ergo senza andare a beccare altre maison ma rimanendo in tema billecart: io al clos st hilaire 96 ho preferito nettamente sia la elisabeth salmon pari annata che la grande cuvée 1990, ovvero due bottiglie che, nelle intenzioni aziendali dovrebbero essere meno supertopdeltop, o quantomeno meno care.
Pronto alla fucilazione :mrgreen:
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 23 gen 2018 20:44

...a me il CSY piace un botto, ma sono d' accordo che solo in grandi annate trasecoli. .. Però lo bevo lo stesso... Io il 98 non solo m' piaciuto, anzi, m'è piaciuto....
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 26917
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Superbolle 2018

Messaggioda vinogodi » 23 gen 2018 20:44

...a me il CSY piace un botto, ma sono d' accordo che solo in grandi annate trasecoli. .. Però lo bevo lo stesso... Io il 98 non solo m' piaciuto, anzi, m'è piaciuto....
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Biavo
Messaggi: 274
Iscritto il: 11 nov 2016 12:46
Località: Parma

Re: Superbolle 2018

Messaggioda Biavo » 24 gen 2018 09:39

Grazie a Marco e a tutti gli altri per le recensioni :D

E su Oenoteque Dom Perignon 1996? Pur non essendo un Domperignonista, vista l'annata mi sarei aspettato una mezza faccina in più...
landmax
Messaggi: 916
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Superbolle 2018

Messaggioda landmax » 24 gen 2018 12:41

venicka ha scritto:
alì65 ha scritto:bevi una 96 poi ne riparliamo; è una cuvée da prendere con le pinze, va assaggiata prima dell'acquisto....anche Salon costo un botto e non è sempre all'altezza
ormai il soldo non ha importanza perchè è l'etichetta, lo status che importa....noi siamo solo dei cagacazzi per loro... :mrgreen:

landmax ha scritto:Per una volta nella vita mi trovo d'accordo con Claudio... ma vieniiii!!! :mrgreen: :lol:
Io ho bevuto 3 sole annate del CSH:
- 1996: vino da ribaltarsi sulla sedia, ad oggi probabilmente il più grande blanc de noirs della mia vita (ma non ho mai bevuto VVF in grande annata, nè, mai mai, Clos d'Ambonnay)
- 1998: alto livello, ma non altissimo;
- 1999: idem come sopra.
Ergo, ha ragione Claudio, dipende dall'annata, 1998/1999 non comprerei, 1996 sì tutta la vita.
Stesso ragionamento che faccio con Salon: in grande annata ti fa vedere le stelle (1996), in annate "normali (penso alla 1997 o 1999) non giustifica a mio avviso la spesa.


i miei due cent: la 96 l'ho bevuta tre volte che ok non è il massimo ma insomma, un'idea quantomeno generica te la fai.
Per i miei gusti non è sto supertopdeltopdeltop anzi, per essere ancora più precisi ergo senza andare a beccare altre maison ma rimanendo in tema billecart: io al clos st hilaire 96 ho preferito nettamente sia la elisabeth salmon pari annata che la grande cuvée 1990, ovvero due bottiglie che, nelle intenzioni aziendali dovrebbero essere meno supertopdeltop, o quantomeno meno care.
Pronto alla fucilazione :mrgreen:


Caro amico, i gusti sono gusti e sono sicuro che tu bevi regolarmente molto più champagne di me, ergo, forse sono i miei gusti che si devono ancora affinare. O, forse, abbiamo proprio gusti differenti, io ad esempio non amo particolarmente il Cristal, neppure invecchiato (recente prova con un '95, fascinoso ma non imperdibile, a mio avviso), mentre tu, se non erro, lo apprezzi molto. Detto ciò, per me Clos St Hilaire 96 rimane una bottiglia della madonna, bevuto solo in due occasioni (gennaio 2014 e gennaio 2015, sempre da Vinogodi) e in entrambe si è sempre dimostrato un mostriciattolo di complessità e profondità.

P.s. Ho ritrovato ora una mia nota del gennaio 2014 scritta qui sul forum:
BILLECART-SALMON Champagne Brut “Le Clos Saint Hilaire” ’96: il Blanc de noir della giornata. Champagne grasso e opulento, offre profumi di rara complessità, in assoluto il più sfaccettato della giornata. In bocca è monumentale, profondo e il finale lunghissimo. Tutta la forza del pinot noir. Ottimo già ora, potrà migliorare ancora? 96/100
Avatar utente
venicka
Messaggi: 373
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: Superbolle 2018

Messaggioda venicka » 24 gen 2018 16:22

landmax ha scritto:
Caro amico, i gusti sono gusti e sono sicuro che tu bevi regolarmente molto più champagne di me, ergo, forse sono i miei gusti che si devono ancora affinare. O, forse, abbiamo proprio gusti differenti, io ad esempio non amo particolarmente il Cristal, neppure invecchiato (recente prova con un '95, fascinoso ma non imperdibile, a mio avviso), mentre tu, se non erro, lo apprezzi molto. Detto ciò, per me Clos St Hilaire 96 rimane una bottiglia della madonna, bevuto solo in due occasioni (gennaio 2014 e gennaio 2015, sempre da Vinogodi) e in entrambe si è sempre dimostrato un mostriciattolo di complessità e profondità.

P.s. Ho ritrovato ora una mia nota del gennaio 2014 scritta qui sul forum:
BILLECART-SALMON Champagne Brut “Le Clos Saint Hilaire” ’96: il Blanc de noir della giornata. Champagne grasso e opulento, offre profumi di rara complessità, in assoluto il più sfaccettato della giornata. In bocca è monumentale, profondo e il finale lunghissimo. Tutta la forza del pinot noir. Ottimo già ora, potrà migliorare ancora? 96/100


innanzitutto grazie della bella risposta, per me è un piacere enorme poter parlare di vini esprimendo idee diverse senza insulti risse scannatoi e dichiarazioni di cazzo grosso varie.
Non credo assolutamente tu debba affinare alcunché semplicemente deo gratias capita che la stessa bottiglia ad alcune persone piaccia di più e ad altre meno.
Ti dirò di più, la tua nota di gennaio 2014 qui riportata racconta secondo me alla grande il vino in questione e anche perché a me non ha fatto vedere madonne.
"grasso, opulento, monumentale", ecco queste sono tre parole che non vorrei mai trovarmi ad usare per descrivere uno champagne da trecento euro.
Il motivo per cui gli ho nettamente preferito la grande cuvée 90 è tutto qui, ho trovato il clos "masticoso" quasi impegnativo da deglutire, che si sente proprio sul palato, mentre la grande cuvèe in bocca aveva una consistenza a mio parere molto più equilibrata, aderiva al palato invece di sovrastarlo.
Tutto qui.
È solo e soltanto una questione di preferenze.
Sul cristal: io per anni sono andato in giro coi soliti (stupidissimi) pregiudizi "ah ma è roba da cafoni, discoteche, bling bling e puttanoni" limitandomi ogni tanto a bere qualche bottiglia giovane, trovandola con un'acidità e un dosaggio entrambi eccessivi e completamente scissi e un naso molto inespressivo.
Poi ad una degustazione m'è stato servito cristal 79 che mi ha fatto cadere i coglioni per terra e mi ha lasciato completamente a bocca aperta.
In sintesi per me è un vino che ha bisogno di tantissimo per esprimersi al meglio ma quando lo fa è unico e raggiunge un'espressività su note di caramello, crema di nocciole e gianduia purissima, con una bocca sempre priva di peso ma densa da morire, leggera ma di grande intensità, direi quasi ravenausiana nella texture.
la 95 per i miei gusti è giovanissima e va dimenticata in cantina per taaanto tempo ancora.
Ecco, tu avevi descritto alla perfezione il substance come uno "zabaione con le bolle".
Per me i cristal maturi sono dei cremini piemontesi ricoperti di caramello salato con le bolle, vini particolarissimi e incredibilmente affascinanti.

viva la figa (non c'entra nulla ma dopo una paginata tutta seria mi sembrava il minimo ribadire questo nobile concetto)
landmax
Messaggi: 916
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Superbolle 2018

Messaggioda landmax » 25 gen 2018 22:39

venicka ha scritto:
landmax ha scritto:
Caro amico, i gusti sono gusti e sono sicuro che tu bevi regolarmente molto più champagne di me, ergo, forse sono i miei gusti che si devono ancora affinare. O, forse, abbiamo proprio gusti differenti, io ad esempio non amo particolarmente il Cristal, neppure invecchiato (recente prova con un '95, fascinoso ma non imperdibile, a mio avviso), mentre tu, se non erro, lo apprezzi molto. Detto ciò, per me Clos St Hilaire 96 rimane una bottiglia della madonna, bevuto solo in due occasioni (gennaio 2014 e gennaio 2015, sempre da Vinogodi) e in entrambe si è sempre dimostrato un mostriciattolo di complessità e profondità.

P.s. Ho ritrovato ora una mia nota del gennaio 2014 scritta qui sul forum:
BILLECART-SALMON Champagne Brut “Le Clos Saint Hilaire” ’96: il Blanc de noir della giornata. Champagne grasso e opulento, offre profumi di rara complessità, in assoluto il più sfaccettato della giornata. In bocca è monumentale, profondo e il finale lunghissimo. Tutta la forza del pinot noir. Ottimo già ora, potrà migliorare ancora? 96/100


innanzitutto grazie della bella risposta, per me è un piacere enorme poter parlare di vini esprimendo idee diverse senza insulti risse scannatoi e dichiarazioni di cazzo grosso varie.
Non credo assolutamente tu debba affinare alcunché semplicemente deo gratias capita che la stessa bottiglia ad alcune persone piaccia di più e ad altre meno.
Ti dirò di più, la tua nota di gennaio 2014 qui riportata racconta secondo me alla grande il vino in questione e anche perché a me non ha fatto vedere madonne.
"grasso, opulento, monumentale", ecco queste sono tre parole che non vorrei mai trovarmi ad usare per descrivere uno champagne da trecento euro.
Il motivo per cui gli ho nettamente preferito la grande cuvée 90 è tutto qui, ho trovato il clos "masticoso" quasi impegnativo da deglutire, che si sente proprio sul palato, mentre la grande cuvèe in bocca aveva una consistenza a mio parere molto più equilibrata, aderiva al palato invece di sovrastarlo.
Tutto qui.
È solo e soltanto una questione di preferenze.
Sul cristal: io per anni sono andato in giro coi soliti (stupidissimi) pregiudizi "ah ma è roba da cafoni, discoteche, bling bling e puttanoni" limitandomi ogni tanto a bere qualche bottiglia giovane, trovandola con un'acidità e un dosaggio entrambi eccessivi e completamente scissi e un naso molto inespressivo.
Poi ad una degustazione m'è stato servito cristal 79 che mi ha fatto cadere i coglioni per terra e mi ha lasciato completamente a bocca aperta.
In sintesi per me è un vino che ha bisogno di tantissimo per esprimersi al meglio ma quando lo fa è unico e raggiunge un'espressività su note di caramello, crema di nocciole e gianduia purissima, con una bocca sempre priva di peso ma densa da morire, leggera ma di grande intensità, direi quasi ravenausiana nella texture.
la 95 per i miei gusti è giovanissima e va dimenticata in cantina per taaanto tempo ancora.
Ecco, tu avevi descritto alla perfezione il substance come uno "zabaione con le bolle".
Per me i cristal maturi sono dei cremini piemontesi ricoperti di caramello salato con le bolle, vini particolarissimi e incredibilmente affascinanti.

viva la figa (non c'entra nulla ma dopo una paginata tutta seria mi sembrava il minimo ribadire questo nobile concetto)


Grazie a te per la considerazione, assolutamente reciproca. Preso nota delle tue osservazioni (sempre pronto a cambiare idea su Cristal).

Viva la figa, siempre.

P.s. Krug G.C. con qualche anno sulle spalle può essere vino da 96 punti comodi comodi... :wink:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea, bobbisolo, Giovanni79, landmax, raissa79 e 31 ospiti