MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
cottro79
Messaggi: 4357
Iscritto il: 03 giu 2011 20:08
Località: Empoli
Contatta:

MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda cottro79 » 04 ott 2017 10:23

Lunedì sarò a questa degustazione, visto che non ho molto tempo, quali produttori secondo voi sono assolutamente da non perdere?
Grazie a tutti
La spedizione viene effettuata indicativamente entro 3 gg dalla ricezione del pagamento.
Prezzi iva inclusa.
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 08 ott 2017 20:41

Rientrato un'ora fa circa.
Dal punto di vista dei produttori presenti (fisicamente o solo con i propri vini, peraltro sempre ben presentati, anche se talvolta serviti in dosi ridicole), niente da dire.
Riguardo l'organizzazione, una sola parola: scandalosa.
Già la scelta del locale è rivedibile a partire dal parcheggio inesistente, che ha costretto tutti i partecipanti a cercare un posto auto in zona residenziale. Per non parlare poi della metratura dei locali, che definire insufficiente è eufemistico.
Ma il peggio l'abbiamo vissuto sulla gestione degli ingressi. Io e i miei due amici siamo arrivati alle 13:45 circa, sperando che, come spesso accade, gli ingressi fossero stati aperti anticipatamente. E invece no: fila pazzesca, apertura in ritardo e così siamo riusciti ad entrare alle 15 in punto, giusto un'ora dopo l'orario di ingresso teorico (bruciandoci quindi un bel 20% degli oltre 50 euro di biglietto pagato, visto che la manifestazione per la domenica chiudeva alle 19). Tra l'altro, giusto per rendere le manovre di accesso meno scontate, le file da fare erano quattro: la prima, fuori dal locale; la seconda, dentro, per scambiare il foglio della prenotazione con uno scontrino; la terza, per fare verificare lo scontrino appena ricevuto; la quarta, per ricevere un bicchiere (non prima di avere versato altri 10 euro di cauzione, trattamento riservato anche agli espositori, of course...). Mi meraviglio che non siano stati aggiunti un altro paio di "posti di blocco", magari per distribuire le tasche porta-bicchieri (incredibilmente elargiti con gli stessi bicchieri!) o per sottoporre i visitatori a colonscopia (meglio essere attenti con la salute: non si sa mai!).
Veramente un'occasione persa, perché la selezione dei vini, come immediatamente riportato, era molto interessante. Ad ogni modo, una buona lezione: per quanto mi riguarda, l'anno prossimo lascerò il posto a qualcun altro (con un po' di rammarico, visti i buoni vini presenti).
vinogodi
Messaggi: 25466
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda vinogodi » 08 ott 2017 20:45

marcolanc ha scritto:Rientrato un'ora fa circa.
Dal punto di vista dei produttori presenti (fisicamente o solo con i propri vini, peraltro sempre ben presentati, anche se talvolta serviti in dosi ridicole), niente da dire.
Riguardo l'organizzazione, una sola parola: scandalosa.
Già la scelta del locale è rivedibile a partire dal parcheggio inesistente, che ha costretto tutti i partecipanti a cercare un posto auto in zona residenziale. Per non parlare poi della metratura dei locali, che definire insufficiente è eufemistico.
Ma il peggio l'abbiamo vissuto sulla gestione degli ingressi. Io e i miei due amici siamo arrivati alle 13:45 circa, sperando che, come spesso accade, gli ingressi fossero stati aperti anticipatamente. E invece no: fila pazzesca, apertura in ritardo e così siamo riusciti ad entrare alle 15 in punto, giusto un'ora dopo l'orario di ingresso teorico (bruciandoci quindi un bel 20% degli oltre 50 euro di biglietto pagato, visto che la manifestazione per la domenica chiudeva alle 19). Tra l'altro, giusto per rendere le manovre di accesso meno scontate, le file da fare erano quattro: la prima, fuori dal locale; la seconda, dentro, per scambiare il foglio della prenotazione con uno scontrino; la terza, per fare verificare lo scontrino appena ricevuto; la quarta, per ricevere un bicchiere (non prima di avere versato altri 10 euro di cauzione, trattamento riservato anche agli espositori, of course...). Mi meraviglio che non siano stati aggiunti un altro paio di "posti di blocco", magari per distribuire le tasche porta-bicchieri (incredibilmente elargiti con gli stessi bicchieri!) o per sottoporre i visitatori a colonscopia (meglio essere attenti con la salute: non si sa mai!).
Veramente un'occasione persa, perché la selezione dei vini, come immediatamente riportato, era molto interessante. Ad ogni modo, una buona lezione: per quanto mi riguarda, l'anno prossimo lascerò il posto a qualcun altro (con un po' di rammarico, visti i buoni vini presenti).
...così impari...noi ce la siamo fatti in Bue House ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda landmax » 08 ott 2017 20:47

marcolanc ha scritto:Rientrato un'ora fa circa.
Dal punto di vista dei produttori presenti (fisicamente o solo con i propri vini, peraltro sempre ben presentati, anche se talvolta serviti in dosi ridicole), niente da dire.
Riguardo l'organizzazione, una sola parola: scandalosa.
Già la scelta del locale è rivedibile a partire dal parcheggio inesistente, che ha costretto tutti i partecipanti a cercare un posto auto in zona residenziale. Per non parlare poi della metratura dei locali, che definire insufficiente è eufemistico.
Ma il peggio l'abbiamo vissuto sulla gestione degli ingressi. Io e i miei due amici siamo arrivati alle 13:45 circa, sperando che, come spesso accade, gli ingressi fossero stati aperti anticipatamente. E invece no: fila pazzesca, apertura in ritardo e così siamo riusciti ad entrare alle 15 in punto, giusto un'ora dopo l'orario di ingresso teorico (bruciandoci quindi un bel 20% degli oltre 50 euro di biglietto pagato, visto che la manifestazione per la domenica chiudeva alle 19). Tra l'altro, giusto per rendere le manovre di accesso meno scontate, le file da fare erano quattro: la prima, fuori dal locale; la seconda, dentro, per scambiare il foglio della prenotazione con uno scontrino; la terza, per fare verificare lo scontrino appena ricevuto; la quarta, per ricevere un bicchiere (non prima di avere versato altri 10 euro di cauzione, trattamento riservato anche agli espositori, of course...). Mi meraviglio che non siano stati aggiunti un altro paio di "posti di blocco", magari per distribuire le tasche porta-bicchieri (incredibilmente elargiti con gli stessi bicchieri!) o per sottoporre i visitatori a colonscopia (meglio essere attenti con la salute: non si sa mai!).
Veramente un'occasione persa, perché la selezione dei vini, come immediatamente riportato, era molto interessante. Ad ogni modo, una buona lezione: per quanto mi riguarda, l'anno prossimo lascerò il posto a qualcun altro (con un po' di rammarico, visti i buoni vini presenti).


Non posso che confermare: organizzazione veramente scandalosa.

Vergogna, vergogna, vergogna.
maxer
Messaggi: 148
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda maxer » 08 ott 2017 21:48

E pensare che avevo il biglietto gratis !
Che occasione persa ..... :mrgreen:
Ma c'ero alla splendida champagnata alla Bue House (senza file, con bottiglie goderecce, manicaretti gourmet, grande allegria fra amici)
E poi la Belen ... (Obama ha bevuto come un cammello) :D :D :D
carpe diem 8)
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 09 ott 2017 12:47

vinogodi ha scritto:...così impari...noi ce la siamo fatti in Bue House ...

È proprio vero... Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia, ma non quel che trova! :D
Battute a parte, è una tipologia di manifestazioni che generalmente mi piace, visto che dà la possibilità di fare due chiacchiere anche con alcuni produttori che altrimenti mi sarebbe difficile incontrare. Per questo ho parlato di occasione persa: capisco che fosse il primo giorno del primo anno, ma una gestione così trasandata e irrispettosa di chi, oltre ad avere pagato, si è sorbito anche molti chilometri (non parlo del sottoscritto, che se l'è cavata con un paio d'ore tra andata e ritorno, ma di persone che venivano da ben più lontano, per non dire dei produttori provenienti dalla Champagne...) per me è ingiustificabile.
Ad ogni modo, riguardo i vini, alcune chicche veramente interessanti le abbiamo assaggiate. A partire da quasi tutta la linea di Pascal Douquet, che ritengo eccellente, proseguendo con la buona idea della "Cuvée 72" di Bruno Paillard (una 1ére Cuvée conservata dal produttore 4 anni prima di essere messa sul mercato - in pratica, quello che io faccio a casa mia e che con gli champagne di Paillard bisognerebbe sempre fare), per poi emozionarci davvero con i vini di Jacquesson (740 delizioso, 736 spettacolare e un mostruoso Champ Cain). Intrigante anche il Brut Vintage 2006 di Charles Heidsieck (110 mesi sui lieviti), come pure il Vieille Vigne du Levant di Larmandier-Bernier (anche se veramente giovanissimo e centellinato in dosi microscopiche). Due belle scoperte: Grand Reserve Extra-Brut di Erick Schreiber (biodinamico dell'Aube) e L'Audace di Pierre Gerbais (sempre Aube). Proseguito bene con la bella selezione di Mailly (tutti Grand Cru, compreso un 1998 con "appena" 15 anni sui lieviti...), Mary-Sessile (non precisissimo, ma goloso) e... e adesso non ricordo altri. Se mi vengono in mente dopo, vi faccio sapere! :D
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 09 ott 2017 12:48

marcolanc ha scritto:
vinogodi ha scritto:...così impari...noi ce la siamo fatti in Bue House ...

È proprio vero... Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia, ma non quel che trova! :D
Battute a parte, è una tipologia di manifestazioni che generalmente mi piace, visto che dà la possibilità di fare due chiacchiere anche con alcuni produttori che altrimenti mi sarebbe difficile incontrare. Per questo ho parlato di occasione persa: capisco che fosse il primo giorno del primo anno, ma una gestione così trasandata e irrispettosa di chi, oltre ad avere pagato, si è sorbito anche molti chilometri (non parlo del sottoscritto, che se l'è cavata con un paio d'ore tra andata e ritorno, ma di persone che venivano da ben più lontano, per non dire dei produttori provenienti dalla Champagne...) per me è ingiustificabile.
Ad ogni modo, riguardo i vini, alcune chicche veramente interessanti le abbiamo assaggiate. A partire da quasi tutta la linea di Pascal Douquet, che ritengo eccellente, proseguendo con la buona idea della "Cuvée 72" di Bruno Paillard (una 1ére Cuvée conservata dal produttore 4 anni prima di essere messa sul mercato - in pratica, quello che io faccio a casa mia e che con gli champagne di Paillard bisognerebbe sempre fare), per poi emozionarci davvero con i vini di Jacquesson (740 delizioso, 736 spettacolare e un mostruoso Champ Cain). Intrigante anche il Brut Vintage 2006 di Charles Heidsieck (110 mesi sui lieviti), come pure il Vieille Vigne du Levant 2008 di Larmandier-Bernier (anche se veramente giovanissimo e centellinato in dosi microscopiche). Due belle scoperte: Grand Reserve Extra-Brut di Erick Schreiber (biodinamico dell'Aube) e L'Audace di Pierre Gerbais (sempre Aube). Proseguito bene con la bella selezione di Mailly (tutti Grand Cru, compreso un 1998 con "appena" 15 anni sui lieviti...), Mary-Sessile (non precisissimo, ma goloso) e... e adesso non ricordo altri. Se mi vengono in mente dopo, vi faccio sapere! :D
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda landmax » 09 ott 2017 14:50

marcolanc ha scritto:
vinogodi ha scritto:...così impari...noi ce la siamo fatti in Bue House ...

È proprio vero... Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia, ma non quel che trova! :D
Battute a parte, è una tipologia di manifestazioni che generalmente mi piace, visto che dà la possibilità di fare due chiacchiere anche con alcuni produttori che altrimenti mi sarebbe difficile incontrare. Per questo ho parlato di occasione persa: capisco che fosse il primo giorno del primo anno, ma una gestione così trasandata e irrispettosa di chi, oltre ad avere pagato, si è sorbito anche molti chilometri (non parlo del sottoscritto, che se l'è cavata con un paio d'ore tra andata e ritorno, ma di persone che venivano da ben più lontano, per non dire dei produttori provenienti dalla Champagne...) per me è ingiustificabile.
Ad ogni modo, riguardo i vini, alcune chicche veramente interessanti le abbiamo assaggiate. A partire da quasi tutta la linea di Pascal Douquet, che ritengo eccellente, proseguendo con la buona idea della "Cuvée 72" di Bruno Paillard (una 1ére Cuvée conservata dal produttore 4 anni prima di essere messa sul mercato - in pratica, quello che io faccio a casa mia e che con gli champagne di Paillard bisognerebbe sempre fare), per poi emozionarci davvero con i vini di Jacquesson (740 delizioso, 736 spettacolare e un mostruoso Champ Cain). Intrigante anche il Brut Vintage 2006 di Charles Heidsieck (110 mesi sui lieviti), come pure il Vieille Vigne du Levant di Larmandier-Bernier (anche se veramente giovanissimo e centellinato in dosi microscopiche). Due belle scoperte: Grand Reserve Extra-Brut di Erick Schreiber (biodinamico dell'Aube) e L'Audace di Pierre Gerbais (sempre Aube). Proseguito bene con la bella selezione di Mailly (tutti Grand Cru, compreso un 1998 con "appena" 15 anni sui lieviti...), Mary-Sessile (non precisissimo, ma goloso) e... e adesso non ricordo altri. Se mi vengono in mente dopo, vi faccio sapere! :D


Quotone. Aggiungerei solo elegantissimo Fleur de Passion 2007 di Diebolt-Vallois.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 293
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda venicka » 09 ott 2017 18:31

Mah.
Senza polemica, anzi fanculo i buonismi, con polemica ma senza offesa.
Insomma ma che v’aspettavate?
Io so che non è politicamente corretto da dire ma sticazzi, iniziative simili so già che in linea di massima se non son fatte a milano son destinate ad andare un po’ in vacca.
Ma stavolta sinceramente leggo polemiche eccessive.
Sono andato a modena per la mitica verticale di trebbiani metodo classico e sorbara del prof venturelli, bocce dagli anni 70 in su, roba che non ha prezzo altro che champi.
Tuttavia un occhio, e non solo, alle bolle serie l’ho dato.
Premesso che per un limite mio (e lo dico senza ironia eh) io con quei quantitativi di vino nel bicchiere (si parla di non più di 0,2 max cl a calice, 6/7 gocce per capirci) a naso non riesco a distinguere un prosecco del supermercato da un krug, infatti ho fatto QUATTRO assaggi contati e mi son levato dal cazzo.
Però per chi è o un ottimo degustatore, o più semplicemente uno che vuole farsi una panoramica un po’ a cazzo di cane sullo champagne la cosa non era organizzata male, anzi: c’era una quantità enorme di produttori, e non con le solite cuvèe base ma con decine di cuvèe de prestige serie.
La fete de champagne organizzata da liem a londra e ny per una roba simile chiede botte di mille euro o quasi.
Qui si pagava una mazza e c’era un inferno di roba.
Per me le cose da migliorare assolutamente sono:

1)vabbè qui chi c’era lo sa l’ingresso era una roba da monty python, dimenticare e passare oltre, sburocratizzare e via

2)Le degustazioni: apparte quella di venturelli (splendida non me la dimenticherò finché campo)quelle a pagamento sullo champagne erano a mio parere ridicole, roba senza senso: ammassare chilate di bocce serie tutte rigorosamente giovanissime dell’ultima annata per me è solo un modo di buttare soldi e allontanare gli appassionati.
Alzare il prezzo ma alzare la qualità, facciano verticali storiche, facciano panoramiche sui vari territori facciano il cazzo che gli pare ma insomma si procurino bottiglie buone anche da bere non solo da instagrammare.

3)prezzi troppo bassi: ok a me i ragazzetti con la morosa venuti per pigliarsi una sbronza non danno fastidio anzi fan pure simpatia :mrgreen: ma c’era un po’ troppa caciara.

Infine dai 4 assaggi: fleur de passion è sempre una degli champi del mio cuore, jacquesson avrei sequestrato tutto madonna che carri armati e val frison si conferma gran bella mano, in più lei simpatica e gentilissima ergo ho già deciso che appena risalgo da quelle parti ci scappa la visita.

Che bella l’emilia era tanto che non ci andavo ed è sempre un posto che ti riempie il cuore di gioia.
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda landmax » 09 ott 2017 19:01

venicka ha scritto:Mah.
Senza polemica, anzi fanculo i buonismi, con polemica ma senza offesa.
Insomma ma che v’aspettavate?
Io so che non è politicamente corretto da dire ma sticazzi, iniziative simili so già che in linea di massima se non son fatte a milano son destinate ad andare un po’ in vacca.
Ma stavolta sinceramente leggo polemiche eccessive.
Sono andato a modena per la mitica verticale di trebbiani metodo classico e sorbara del prof venturelli, bocce dagli anni 70 in su, roba che non ha prezzo altro che champi.
Tuttavia un occhio, e non solo, alle bolle serie l’ho dato.
Premesso che per un limite mio (e lo dico senza ironia eh) io con quei quantitativi di vino nel bicchiere (si parla di non più di 0,2 max cl a calice, 6/7 gocce per capirci) a naso non riesco a distinguere un prosecco del supermercato da un krug, infatti ho fatto QUATTRO assaggi contati e mi son levato dal cazzo.
Però per chi è o un ottimo degustatore, o più semplicemente uno che vuole farsi una panoramica un po’ a cazzo di cane sullo champagne la cosa non era organizzata male, anzi: c’era una quantità enorme di produttori, e non con le solite cuvèe base ma con decine di cuvèe de prestige serie.
La fete de champagne organizzata da liem a londra e ny per una roba simile chiede botte di mille euro o quasi.
Qui si pagava una mazza e c’era un inferno di roba.
Per me le cose da migliorare assolutamente sono:

1)vabbè qui chi c’era lo sa l’ingresso era una roba da monty python, dimenticare e passare oltre, sburocratizzare e via

2)Le degustazioni: apparte quella di venturelli (splendida non me la dimenticherò finché campo)quelle a pagamento sullo champagne erano a mio parere ridicole, roba senza senso: ammassare chilate di bocce serie tutte rigorosamente giovanissime dell’ultima annata per me è solo un modo di buttare soldi e allontanare gli appassionati.
Alzare il prezzo ma alzare la qualità, facciano verticali storiche, facciano panoramiche sui vari territori facciano il cazzo che gli pare ma insomma si procurino bottiglie buone anche da bere non solo da instagrammare.

3)prezzi troppo bassi: ok a me i ragazzetti con la morosa venuti per pigliarsi una sbronza non danno fastidio anzi fan pure simpatia :mrgreen: ma c’era un po’ troppa caciara.

Infine dai 4 assaggi: fleur de passion è sempre una degli champi del mio cuore, jacquesson avrei sequestrato tutto madonna che carri armati e val frison si conferma gran bella mano, in più lei simpatica e gentilissima ergo ho già deciso che appena risalgo da quelle parti ci scappa la visita.

Che bella l’emilia era tanto che non ci andavo ed è sempre un posto che ti riempie il cuore di gioia.


Soccia che snob che mi sei diventato! Poi ti spiegherò perché, appena ho 2 minuti. Senza offesa, eh, è una battuta! :mrgreen: :wink:
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 09 ott 2017 19:16

Non ho problemi a pagare 100 euro anziché 50 (ma anche 200, 300 o più, se ne vale la pena) per una degustazione e credo che anche su questo forum ci sia chi lo può confermare.
Ma una volta che ho pagato 5 o 500 euro, per me non fa differenza: PRETENDO di essere trattato in modo decente. Non dico eccellente: dico decente.
Altrimenti, anziché pubblicizzare per mesi l'evento, abusando di termini altisonanti (Club Excellence... ma dove?), si poteva dichiarare tranquillamente: signori, ci date 50 euro e venite in qua, al mercato del bestiame... anzi, se ci date i soldi e non venite, ancora meglio.
Una fila di OLTRE UN'ORA per accedere ad una degustazione è semplicemente scandalosa: ci ho messo (molto, ma molto) meno per entrare al concerto di Vasco Rossi quest'estate. E visto che l'evento doveva anche essere una buona occasione per produttori e distributori di fare assaggiare i propri vini a clienti finali, al loro posto sarei piuttosto incazzato.
Riguardo le quantità dei vini, nella maggior parte dei casi per me era assolutamente sufficiente a farmi un'idea di quel che avevo nel bicchiere (tanto per fare un esempio, da Charles Hidesick non solo mi hanno dato un assaggio quantitativamente corretto, ma mi hanno rabboccato il bicchiere altre due volte con assoluta cortesia e simpatia). Per cui, niente da dire su chi era dietro i banchi d'assaggio. Poi ci sono stati anche quelli che mi hanno versato tre gocce, ma grazie al cielo si è trattato della minoranza. Altrimenti c'era davvero da mandare tutti a quel paese.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 293
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda venicka » 09 ott 2017 19:52

landmax ha scritto:Soccia che snob che mi sei diventato! Poi ti spiegherò perché, appena ho 2 minuti. Senza offesa, eh, è una battuta! :mrgreen: :wink:


ti aspetto col fucile puntato :mrgreen:

marcolanc sull'ingresso poco da dire, vergognoso, io comunque dopo quindici minuti mi sono imbucato stile ladro dietro due produttori ergo non posso lamentarmi :mrgreen:
Sulla quantità degli assaggi è un limite mio però alcuni stand... insomma giusto per non fare nomi proprio il mio amato fleur de passion m'hanno dato meno di due dita della parte stretta della flute, ovvero un qualcosa quantificabile come "uno sputo".
Però in generale è proprio un modo di bere che non fa per me, capisco comunque chi riesce lo stesso a capire ed apprezzare i vini.
Più in generale secondo me dovremmo essere un po' più indulgenti quando si tratta di una prima volta, è stata un'iniziativa in cui ho visto alcune cose molto positive, altre così così e altre da lasciar perdere, però non mi sembra giusto bocciare tutto senza appello, anzi spero che la rifacciano l'anno prossimo con dei miglioramenti, secondo me non è tutto da buttare via.
vinogodi
Messaggi: 25466
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda vinogodi » 09 ott 2017 20:29

venicka ha scritto:
landmax ha scritto:Soccia che snob che mi sei diventato! Poi ti spiegherò perché, appena ho 2 minuti. Senza offesa, eh, è una battuta! :mrgreen: :wink:


... secondo me non è tutto da buttare via.
...lo Champagne non si butta mai via a prescindere... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Smarco
Messaggi: 2440
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda Smarco » 09 ott 2017 20:32

Ho visto su FB che c'era il mitico Gardini :lol:
Timoteo
Messaggi: 1487
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda Timoteo » 09 ott 2017 21:05

Smarco ha scritto:Ho visto su FB che c'era il mitico Gardini :lol:


avranno dovuto spolverare.
Timoteo
Messaggi: 1487
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda Timoteo » 09 ott 2017 21:11

Smarco ha scritto:
Timoteo ha scritto:
Smarco ha scritto:Ho visto su FB che c'era il mitico Gardini :lol:


avranno dovuto spolverare.

:lol: :lol: :lol: sembrava più informa che mai :mrgreen:


Immagine
Smarco
Messaggi: 2440
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda Smarco » 09 ott 2017 21:12

Timoteo ha scritto:
Smarco ha scritto:Ho visto su FB che c'era il mitico Gardini :lol:


avranno dovuto spolverare.

:lol: :lol: :lol: sembrava più informa che mai :mrgreen:
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 09 ott 2017 21:37

venicka ha scritto:
landmax ha scritto:Soccia che snob che mi sei diventato! Poi ti spiegherò perché, appena ho 2 minuti. Senza offesa, eh, è una battuta! :mrgreen: :wink:


ti aspetto col fucile puntato :mrgreen:

marcolanc sull'ingresso poco da dire, vergognoso, io comunque dopo quindici minuti mi sono imbucato stile ladro dietro due produttori ergo non posso lamentarmi :mrgreen:
Sulla quantità degli assaggi è un limite mio però alcuni stand... insomma giusto per non fare nomi proprio il mio amato fleur de passion m'hanno dato meno di due dita della parte stretta della flute, ovvero un qualcosa quantificabile come "uno sputo".
Però in generale è proprio un modo di bere che non fa per me, capisco comunque chi riesce lo stesso a capire ed apprezzare i vini.
Più in generale secondo me dovremmo essere un po' più indulgenti quando si tratta di una prima volta, è stata un'iniziativa in cui ho visto alcune cose molto positive, altre così così e altre da lasciar perdere, però non mi sembra giusto bocciare tutto senza appello, anzi spero che la rifacciano l'anno prossimo con dei miglioramenti, secondo me non è tutto da buttare via.

Solo un quarto d'ora di fila??? Che tu sia maledetto! :D
A parte gli scherzi, sono d'accordo con te: c'erano molte cose positive (dalla gamma degli champagne presenti alla buona idea di effettuare masterclass), ma il mio voto non può andare oltre il 4, per la scelta della location, che ha compromesso tutto il resto. Davvero, per quell'ora fuori in fila, mi sono letteralmente preso in giro.
Riguardo le quantità degli champagne versati, ho notato parecchia variabilità: da Larmandier-Bernier, che mi ha dato letteralmente tre gocce di rosé (e sfido chiunque a capirci qualcosa, con così poco...), agli esempi positivi che ho fatto prima. Tutto sommato, non mi lamento: per me, queste sono principalmente occasioni in cui assaggiare un po' di roba che mi possa guidare al successivo acquisto e/o scoprire produttori che altrimenti faticherei a trovare.
Come te, anch'io spero che ripetano l'evento nei prossimi anni, ma prima di tornarci dovrò avere la garanzia che dal punto di vista organizzativo sia almeno decente.
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8152
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda arnaldo » 10 ott 2017 07:54

marcolanc ha scritto:, ma prima di tornarci dovrò avere la garanzia che dal punto di vista organizzativo sia almeno decente.


:lol: :lol: Perdonami la risata....te la manderanno personalmente la garanzia.....ma dai...per cosa credi che ho smesso da mo' di andare a certi "eventi"?? Per questi motivi che hai elencato,ovvio. E' un enorme bussiness, ma enormissimo.....un po' come Merano che ha perso da parecchio tempo interesse ed appeal a favore di questi modus.A questi non gliene frega niente delle file,delle dosi micro e di tutto il resto. Anzi, ti diro' di piu'. L'enorme fila che si accalcava in ingresso, opportunamente fotografata e fatta girare sui social, ha suscitato curiosita',interesse,invidia a tanta gente....fidati...e la prossima volta sara' ancora peggio!!! :wink: :wink:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
marcolanc
Messaggi: 455
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda marcolanc » 10 ott 2017 08:09

arnaldo ha scritto:
marcolanc ha scritto:, ma prima di tornarci dovrò avere la garanzia che dal punto di vista organizzativo sia almeno decente.


:lol: :lol: Perdonami la risata....te la manderanno personalmente la garanzia.....

No, aspetterò un paio di anni e sentirò i commenti di chi ci andrà.
0891ricky
Messaggi: 2070
Iscritto il: 25 dic 2012 18:57

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda 0891ricky » 10 ott 2017 09:17

...anche secondo me l' organizzazione è stata scandalosa e addirittura la fila degli addetti al settore con invito era lunga il triplo della fila normale.
UN CASINO TOTALE!!!!! forse la prossima volta i nomi dei produttori faranno meglio a scriverli in alto perché era impossibile leggere qualcosa!!!!!
detto questo i miei preferiti sono stati
LEGRAS
DUVAL-LEROY
PALMER

...speriamo che la prossima volta sia organizzato meglio :roll:
landmax
Messaggi: 757
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda landmax » 10 ott 2017 14:56

landmax ha scritto:
venicka ha scritto:Mah.
Senza polemica, anzi fanculo i buonismi, con polemica ma senza offesa.
Insomma ma che v’aspettavate?
Io so che non è politicamente corretto da dire ma sticazzi, iniziative simili so già che in linea di massima se non son fatte a milano son destinate ad andare un po’ in vacca.
Ma stavolta sinceramente leggo polemiche eccessive.
Sono andato a modena per la mitica verticale di trebbiani metodo classico e sorbara del prof venturelli, bocce dagli anni 70 in su, roba che non ha prezzo altro che champi.
Tuttavia un occhio, e non solo, alle bolle serie l’ho dato.
Premesso che per un limite mio (e lo dico senza ironia eh) io con quei quantitativi di vino nel bicchiere (si parla di non più di 0,2 max cl a calice, 6/7 gocce per capirci) a naso non riesco a distinguere un prosecco del supermercato da un krug, infatti ho fatto QUATTRO assaggi contati e mi son levato dal cazzo.
Però per chi è o un ottimo degustatore, o più semplicemente uno che vuole farsi una panoramica un po’ a cazzo di cane sullo champagne la cosa non era organizzata male, anzi: c’era una quantità enorme di produttori, e non con le solite cuvèe base ma con decine di cuvèe de prestige serie.
La fete de champagne organizzata da liem a londra e ny per una roba simile chiede botte di mille euro o quasi.
Qui si pagava una mazza e c’era un inferno di roba.
Per me le cose da migliorare assolutamente sono:

1)vabbè qui chi c’era lo sa l’ingresso era una roba da monty python, dimenticare e passare oltre, sburocratizzare e via

2)Le degustazioni: apparte quella di venturelli (splendida non me la dimenticherò finché campo)quelle a pagamento sullo champagne erano a mio parere ridicole, roba senza senso: ammassare chilate di bocce serie tutte rigorosamente giovanissime dell’ultima annata per me è solo un modo di buttare soldi e allontanare gli appassionati.
Alzare il prezzo ma alzare la qualità, facciano verticali storiche, facciano panoramiche sui vari territori facciano il cazzo che gli pare ma insomma si procurino bottiglie buone anche da bere non solo da instagrammare.

3)prezzi troppo bassi: ok a me i ragazzetti con la morosa venuti per pigliarsi una sbronza non danno fastidio anzi fan pure simpatia :mrgreen: ma c’era un po’ troppa caciara.

Infine dai 4 assaggi: fleur de passion è sempre una degli champi del mio cuore, jacquesson avrei sequestrato tutto madonna che carri armati e val frison si conferma gran bella mano, in più lei simpatica e gentilissima ergo ho già deciso che appena risalgo da quelle parti ci scappa la visita.

Che bella l’emilia era tanto che non ci andavo ed è sempre un posto che ti riempie il cuore di gioia.


Soccia che snob che mi sei diventato! Poi ti spiegherò perché, appena ho 2 minuti. Senza offesa, eh, è una battuta! :mrgreen: :wink:


Eccomi qua :D

Beh, diciamo che Marcolanc ha già detto (quasi) tutto.

Mi è rimasta un pò sul gozzo questa tua affermazione, che ho trovato insopportabilmente snob: "Insomma ma che v’aspettavate?
Io so che non è politicamente corretto da dire ma sticazzi, iniziative simili so già che in linea di massima se non son fatte a milano son destinate ad andare un po’ in vacca".


Innanzitutto non è vero. Basta che tu vada (immagino l'avrai fatto) a Piacenza al mercato dei vini FIVI per renderti conto che si può fare benissimo un evento di massa bello e non di merda. Ti potrei citare anche Cerea e Villa Favorita. Tutti eventi grandi, dove non ho mai fatto più di 10 minuti di fila. Insomma, anche veneti e emiliano-romagnoli sull'organizzazione, quando vogliono, si sanno fare valere... 8)

Poi, come ha già scritto Marcolanc, puoi chiedermi 55 euro o 100, ma nel momento in cui ho pagato pretendo un trattamento quantomeno decente. 1 ora e 5 minuti di attesa per entrare su 5 ore complessive di manifestazione non sono, secondo i miei standard, un trattamento decente.

E vogliamo parlare della logistica? Nell'ala dove c'erano (tra gli altri) Jacquesson e Bollinger ci saranno stati 30 gradi, con una calca disumana. Calca che c'era un pò dappertutto, comunque.

Insomma, io MI INCAZZO se tu, organizzatore, sapendo perfettamente che quel posto non può reggere quel numero di persone, te ne sei fregato altamente e hai voluto lucrare, vendendo molti più biglietti del dovuto. Tu, organizzatore, non puoi non saperlo e non credo minimamente a una semplice "disorganizzazione".

Capitolo prezzo. A casa mia 55 euro non sono pochi. A casa mia, s'intende. Io sono nato povero (Dio ti ringrazio!) e quando sento certa gente dire "ma che cosa ti aspettavi con 55 pulciosi euro?", io mi incazzo di nuovo. 55 euro per certa gente è il lavoro di 2 giorni. Sarebbe meglio che queste manifestazioni costassero di più? Ci può stare. Ma certi discorsi sono, di nuovo, insopportabilmente snob.

Ultima notazione sulle quantità: effettivamente in certi casi erano davvero omeopatiche, come ad es. al banco di Larmandier-Bernier. In altri un pò più generose, certo con quantità del genere non mi azzarderei mai a scrivere recensioni compiute, ma per me, come per Marcolanc, era più che altro un modo per farsi un'idea su certi produttori, per poi acquistare successivamente e approfondire.

Senza offesa, venicka, sai che mi sei simpatico! :mrgreen: :wink:
Avatar utente
venicka
Messaggi: 293
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda venicka » 10 ott 2017 17:27

landmax tranquillo che non solo non mi offendo ma anzi mi diverto ad argomentare con chi la vede diversamente da me in modo civile e ironico.
Punto per punto in breve.
Secondo me villa favorita o la fivi con la cosa di modena c'entrano poco per una semplice parola: champagne.
Puoi prendere due astemi e saranno perfettamente in grado di distinguere una bottiglia di cristal da una di dom.
Puoi dire lo stesso con boh, rouget e mugnier?
Dubito, anzi, sono sicuro di no.
Champagne è qualcosa che va oltre il vino, se fai una degustazione (grossa e con tanta pubblicità come quella di domenica ) di champagne indipendentemente dal valore delle bocce la cosa diventa come dire... "popolare", numericamente importante.
Ecco, se devo fare un paragone mi viene in mente, in piccolo ovviamente, il vinitaly: in entrambi i casi il numero di gente che va lì senza essere minimamente appassionata di vino è alto, molto.
Ecco io il vinitaly lo sposterei a milano non domani ma oggi, ora, subito.
A modena giustamente do tempo perché era la prima volta, tuttavia rimango dell'idea che certe cose a milano le sappiano fare come da nessuna altra parte d'italia.
E te lo dice un siciliano, che dalle mie parti pure la sagra del cefalo ballerino diventa un inferno kafkiano.
i 55 pulciosi euro: ho controllato ora quanto costa la fete a londra: 300 sterline per una ventina di produttori, che probabilmente portano solo i base.
Ora ok che lì è più caro ma c'è una differenza abissale, a modena c'erano tonnellate di produttori e tonnellate di cuvée de prestige.
Organizzata a cazzo di cane, caldo, folla, fila, rabbia giustificata ma il prezzo era obiettivamente molto basso (ovviamente non in assoluto ma per quello che offrivano).
Io avrei preferito togliere le cuvée de prestige ma offrire dosi sensate e organizzare degustazioni serie con bocce serie.
Spero che gli organizzatori mi leggano. :mrgreen:
Per il resto va bene tutto ma sullo snobismo avresti dovuto vedermi mentre ruttavo soddisfatto il mitico lambrusco canova moretto con tagliatelle al ragù, finalmente felice e sensorialmente appagato, altro che sputi di champagne.
Vabbè l'anno prossimo se rifanno sta cosa dello champagne organizziamo una mega lambruscata con tagliatella e rutto libero e fanculo ai francesi :mrgreen:
0891ricky
Messaggi: 2070
Iscritto il: 25 dic 2012 18:57

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda 0891ricky » 10 ott 2017 17:46

meraner wine festival costa 100 euro ma è sicuramente organizzato mooooolto meglio e all' interno di un palazzo storico.
comunque io farei pagare di più con più selezione della gente....55 euro su internet e 60 alla cassa non mi sembra un prezzo proibitivo sopratutto per quelle persone che non spendono nemmeno 20 euro per una bottiglia e li hanno trovato il ben di Dio firmato Francia!!!!!!
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7681
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: MODENA CHAMPAGNE EXPERIENCE....

Messaggioda andrea » 10 ott 2017 17:50

Ma non era riservata agli operatori HORECA e ai giornalisti/blogger?
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: agamennone, george7179, maxer, symbolic, Travolta, Ziliovino e 24 ospiti