LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3078
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda videodrome » 08 ott 2017 19:26

Vinos ha scritto:
Smarco ha scritto:
Vinos ha scritto:
Smarco ha scritto:
Vinos ha scritto: champagne dehours les maisoncelle 2007: naso non particolarmente intenso o complesso, ma bocca di tutto rispetto, con acidità tagliente sostenuta da una gran bella struttura e da una bolla finissima. Rispetto al base qua siamo su un altro livello. Sarei curioso di assaggiare altri lieux dits( magari in annate differenti). Se qualcuno li ha assaggiati e sa dirmi qualcosa....

Assaggiati tutti i lieux dits :mrgreen: il maisoncelle 2006 rispetto al 2007 è decisamente meglio, chiaramente la 07 non è una grande annata, forse tra i lieux Dits più buoni il croix joly bevuta una magnum 2006 splendidae il genevreaux, anche il loro solera trio s è favoloso e costa un quinto di selosse, fanno anche un interessante oeil de perdrix da un anno circa


Grazie Marco, domani a modena c'è lo stand, proverò qualcosa...comunque l'avevo presa da te tramite Fabio, non avevo dubbi che tu avessi assaggiato di tutto ;-)

Si Ho visto...spero per te non ci siano solo i base... che comunque quello 100% meunier è interessante, io sarò da loro a fine mese e spero di assaggiare la 2008 e magari uno dei loro oenotheque che non ho mai provato



Ci sara les geveneux 2009 e oeil de pedrix....

Entrambi di tutto rispetto
vinogodi
Messaggi: 25476
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 08 ott 2017 20:33

vinogodi ha scritto:...figa , poco fa che bella champagnata . Bel parterre de Roi fra gli invitati con qualche celebrità : Giuliano "Razzo Razzoli" , Alessandro Speri (rampollo della famosa casa vinicola) , Belen Rodriguez e Barak Obama . Qualche problema con i buttafuori accalcati fuori dalla sala assaggi , ma comunque non erano caciaroni . Domani due note... 8)


Preaperitivi :
- Champagne delaplace Brut : piacevolissimo come sempre , salino e beverino :D :D :D
- Riserva del Fondatore 976 Letrari : bel vino davvero, robusto e di struttura , chiaramente paga un pò in spunto e complessità rispetto agli sciampi :D :D :D

IN rapida successione :
- Bollinger Grande Année 2005 : strabiliante per compostezza, eleganza e quasi perfezione. Annata interpretata in maniera magistrale :D :D :D :D
- André beaufort Ambonnay 2005 naso mooooolto originale ma bocca fantastica :D :D :D :D
- Cristal 2007 :evil:
- Perrier Jouet Belle Epoque 2008 : perfettino , pettinato , fra i più impersonali della serata :D :D :D
- De Venoge Louis XV 2006 : agrumato e di bella materia :D :D :D :)
- Selosse Initiale : gran boccia di vigore e personalità :D :D :D :D
- Gosset "Celebris" 2002 : gran boccia , potente , di bella e rilassata eleganza , molto profondo :D :D :D :D
- Kug Grande Cuvée sboccatura vecchiotta (almeno 5-6 anni) : sua maestà si concede , grande godimento lussurioso :D :D :D :D :)
- Pol Roger Sir Winston Churchil 2002 : chiaramente , fin qui, vino della serata che faceva a botte con Krug per conquistare il territorio . Ampio, solenne , quasi perfetto in ogni componente :D :D :D :D :)

Vintage ... ha diviso equamente i presenti perchè tre grandissime bocce:
- Philippart RD 1988 : sorpresa di tutti e per alcuni vinod ella giornata. Perfetta tenuta , grande sfoggio di balsamicità , terziarizzazione perfetta : :D :D :D :D
- Charles Heidsieck Cuvée de Millenaire 1995 : stragiovane , tesissimo , complesso . Gran boccia :D :D :D :D
- Dom perignon 1990 : quasi perfetto. Oro carico , confetture di frutta gialla, acidità meravigliosa , beva compulsiva :D :D :D :D :)

Fuoriprogramma :
- Beaune Monopole Clos de la ChaumeGaufriot 2005 Antonin Guyon .... veramente bello, con una tensione e forza espressiva eccellenti . Persino Giovanni Speri ne è stato rapito ... :D :D :D :D

FINALE : doppia boccia di Asti spumante Cascina Fonda , rivelazione per tutti e ingollate entrambi senza ritegno...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Messner
Messaggi: 80
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Messner » 08 ott 2017 21:06

Les Pallieres: Gigondas Les Racines 2012
Bicchiere molto interessante, ribes nero, fiori appassiti, tabacco. Syrah che seppur in bassa quantità si fa sentire con sentori erbacei e di pepe nero (sì, è proprio lui, il Rotundone, un sesquiterpene). Vino con buona eleganza, tannino e acidità ben amalgamate con la struttura. Da bere sui 17 gradi per goderselo al meglio. Bevuta ottimale tra 4-5 anni

Passopisciaro: Contrada Rampante 2012
Annata di grazia sull'Etna, non ai livelli della 2014 ma poco ci manca. Naso caleidoscopico di mirtillo, ribes, fragolina di bosco, ciliegie, rosa appassita, scorza d'arancia, felce, cenere e cuoio: potente ma estremamente elegante (vino ottenuto da viti ultracentenarie ad alta densità d'impianto poste ad un altitudine superiore ai 1000m). Eravamo in due e la bottiglia è finita in un batter d'occhio, nonostante i 15,5° dichiarati: personalmente non gliene avrei dati più di 14. La Borgogna non è così lontana, poi a questo prezzo non vedo molti competitors francofoni :D
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5522
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda zampaflex » 08 ott 2017 23:09

Giovanni Manzone - Barolo Bricat 2009
Presa quella volta che andai in visita, giusto per non uscire a mani vuote, mi parve la meno peggio tra le 2009.
Diciamo che mi sembra, da questa soprattutto ma anche da altre bottiglie varie bevute in passato (attendo contraddittorio), che la barrique tenda a modificare il profilo olfattivo del nebbiolo sul frutto rosso, togliendo il lato floreale.
Il sorso è solido, energico, carico di tanta freschezza; ma anche ruvido, col tannino discretamente imbrigliato ma sicuramente in eccesso e un po' polveroso.
E' uno di quei casi in cui non sono sicuro che un vino possa mai migliorare, sbarazzandosi del tannino e integrandosi come si deve, prima di perdere il lato floreale e fruttato della prima età.
Comunque, onesta bevuta.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 9726
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Alberto » 09 ott 2017 07:18

vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:...figa , poco fa che bella champagnata . Bel parterre de Roi fra gli invitati con qualche celebrità : Giuliano "Razzo Razzoli" , Alessandro Speri (rampollo della famosa casa vinicola) , Belen Rodriguez e Barak Obama . Qualche problema con i buttafuori accalcati fuori dalla sala assaggi , ma comunque non erano caciaroni . Domani due note... 8)

...
Fuoriprogramma :
- Beaune Monopole Clos de la ChaumeGaufriot 2005 Antonin Guyon .... veramente bello, con una tensione e forza espressiva eccellenti . Persino Giovanni Speri ne è stato rapito ... :D :D :D :D

...tanto che da quel momento si è sentito un'altra persona... :mrgreen: :roll: :lol:
Bevitore, tra un raglio e l'altro...HI-HOOOOO...HI-HOOOOO...


Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
paperofranco
Messaggi: 5889
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda paperofranco » 09 ott 2017 10:25

Brunello ris 2001 Soldera.
Non bevevo da tempo un Soldera, ma una pulizia e una definizione aromatica come stavolta mi è capitata raramente. Quindi, bellissimo già al naso, con delle eleganti e non usuali note mentolate; la bocca è la quintessenza stessa del grande sangiovese (forse siamo di fronte al più grande di tutti ), con quel succo, quel ritmo, quella dolcezza tannica che per me non ha eguali a livello proprio di gustosità.
Infine, se mai ce ne fosse stato bisogno, ho avuto l' ennesima prova che il sangiovese, anche ai massimi livelli come in questo caso, ha una capacità di fondersi col cibo, soprattutto se c'è della ciccia di qualsiasi tipo, inarrivabile per tutti gli altri vini del mondo, non ci sono cazzi.

Musigny 2002 Mugner.
Vino che gioca un campionato a parte in termini di classe ed eleganza. Inutile provare a descriverlo aromaticamente, si potrebbe dire tutto, ma se c'è una coda di pavone era questa. Bocca setosa e avvolgente, anche qui la metafora abusata pugno di ferro in guanto di velluto è davvero la sua. Pura poesia, di quei vini che capita di bere una volta ogni tanto, almeno al sottoscritto.

Grazie Alessio.
michelep
Messaggi: 18
Iscritto il: 27 ott 2016 12:26

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda michelep » 09 ott 2017 11:04

zampaflex ha scritto:Giovanni Manzone - Barolo Bricat 2009
Diciamo che mi sembra, da questa soprattutto ma anche da altre bottiglie varie bevute in passato (attendo contraddittorio), che la barrique tenda a modificare il profilo olfattivo del nebbiolo sul frutto rosso, togliendo il lato floreale.

Curiosità: quando sono andato in visita non ricordo cosa mi avessero detto, però sul sito scrivono "botte grande e fusti da 500 e 700 l", mentre qualche shop online (forse vino75?) parla di barrique.
Hanno sbagliato loro sul sito?
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5522
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda zampaflex » 09 ott 2017 12:18

michelep ha scritto:
zampaflex ha scritto:Giovanni Manzone - Barolo Bricat 2009
Diciamo che mi sembra, da questa soprattutto ma anche da altre bottiglie varie bevute in passato (attendo contraddittorio), che la barrique tenda a modificare il profilo olfattivo del nebbiolo sul frutto rosso, togliendo il lato floreale.

Curiosità: quando sono andato in visita non ricordo cosa mi avessero detto, però sul sito scrivono "botte grande e fusti da 500 e 700 l", mentre qualche shop online (forse vino75?) parla di barrique.
Hanno sbagliato loro sul sito?


Io di barriques ne ho viste tante. Hanno però anche botti più grandi, non saprei dirti in quale proporzione.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinogodi
Messaggi: 25476
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 09 ott 2017 13:34

Alberto ha scritto:
vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:...figa , poco fa che bella champagnata . Bel parterre de Roi fra gli invitati con qualche celebrità : Giuliano "Razzo Razzoli" , Alessandro Speri (rampollo della famosa casa vinicola) , Belen Rodriguez e Barak Obama . Qualche problema con i buttafuori accalcati fuori dalla sala assaggi , ma comunque non erano caciaroni . Domani due note... 8)

...
Fuoriprogramma :
- Beaune Monopole Clos de la ChaumeGaufriot 2005 Antonin Guyon .... veramente bello, con una tensione e forza espressiva eccellenti . Persino Giovanni Speri ne è stato rapito ... :D :D :D :D

...tanto che da quel momento si è sentito un'altra persona... :mrgreen: :roll: :lol:
...ma si , ma si... Alessandro , Giovanni ... questi nomi "comuni" quasi tutti uguali ... si fosse chiamato Coche oppure Bernard , mica mi sbagliavo ... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
michelep
Messaggi: 18
Iscritto il: 27 ott 2016 12:26

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda michelep » 09 ott 2017 13:40

zampaflex ha scritto:
michelep ha scritto:
zampaflex ha scritto:Giovanni Manzone - Barolo Bricat 2009
Diciamo che mi sembra, da questa soprattutto ma anche da altre bottiglie varie bevute in passato (attendo contraddittorio), che la barrique tenda a modificare il profilo olfattivo del nebbiolo sul frutto rosso, togliendo il lato floreale.

Curiosità: quando sono andato in visita non ricordo cosa mi avessero detto, però sul sito scrivono "botte grande e fusti da 500 e 700 l", mentre qualche shop online (forse vino75?) parla di barrique.
Hanno sbagliato loro sul sito?


Io di barriques ne ho viste tante. Hanno però anche botti più grandi, non saprei dirti in quale proporzione.

In effetti non ho visto la cantina ma solo la sala degustazione (c'erano norvegesi che riempivano il baule di riserve, giustamente a noi pezzenti è toccato un trattamento gentilissimo ma un po' più di fretta).
Boh, toccherà tornare per chiedere se è sbagliato il sito :D
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1003
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 10 ott 2017 10:45

Pinot Bianco 2016 terlan :D :D :D
bevuto in accostamento a tortelli di ricotta in crema di funghi e pinoli tostati..si è comportato bene, naso delicato di fiori bianchi e qualche accenno formaggioso che ben si sposava con i tortelli..bocca citrina, di limone e pompelmo, grande freschezza acida che allungava piacevolmente il finale

Barolo massolino 13 :D :D :D :)
Bevuto con uno stufato/brasato di ganassa di manzo accompagnato da una Sala verde a base di prezzemolo olio e limone..viola e rosa macerate, naso leggermente evoluto, quasi dolcino, affiorano a tratti lievi sentori di cacao..bocca importante, austera, sapida, di buona lunghezza..mi è sembrato un base più corrazzato del solito
Lorenzo
AmoSlade
Messaggi: 385
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda AmoSlade » 10 ott 2017 14:40

Les Memoires 2015 - Domaine des roches neuves:
La curiosità e il fatto che ne avevo sentito parlar bene hanno avuto la meglio e l'ho aperto pur sapendo che l'avrei trovato giovane. Non me lo aspettavo però così inespressivo. Al naso la sensazione predominante è di vinosità, andandole proprio a cercare si trovano un po' di spezie fresche. Dopo parecchie ore queste sembrano sfociare in qualcosa di vagamente mentolato, e forse c'è qualche frutto rosso dolce sullo sfondo. In bocca i tannini sono setosi e sembra possedere una certa profondità e lunghezza, ma è tutto davvero ad uno stato troppo embrionale. Al momento mi ha detto davvero poco, sarei curioso di sentirlo fra un po' di anni, ma se devo basarmi su ciò che ho sentito ora non mi ha invogliato a prenderne un'altra bottiglia da lasciar riposare...
merlotto85
Messaggi: 34
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda merlotto85 » 10 ott 2017 14:49

Telegramme 2014 Vieux Telegraphe

bacche rosse fresche , succoso , dinamico e ben bevibile nonostante il grado alcolico importante
Ziliovino
Messaggi: 2747
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Ziliovino » 10 ott 2017 14:49

Barbera d'Asti Bricco Della Bigotta 2001 - Braida di Giacomo Bologna. Proprio bella: frutta scura ancora fragrante, freschezza e tannino vivo, glu, glu, glu...

Burgenland Gelber Muskateller 2014 - Tschida-Angerhof. delizioso aperitivo, aromaticità decisa ma non sparata, bello asciutto.

Taursi Radici Riserva 1999 - Mastroberardino. da magnum, con la grigliata mista è andato benissimo, sconta però una decisamente ridotta mobilità al naso, ancora giovane comunque.

Riserva Nobile Metodo Classico Brut 2013 - D'Araprì. sboccatura 2017. Interessante bevuta, ha un naso molto solare e floreale, peccato per la bollicina un po' scomposta e la bocca in cerca di equilibrio.

Gioia del Colle Primitivo 16 2008 - Polvanera. Questo produttore spara sempre un bel naso con accanto alla frutta ben matura anche macchia mediterranea e un po' di grafite. E l'alcol elevato è sempre ben gestito. questa volta però il sorso un po' troppo piacione, e sfericità e dolcezza di frutto affaticano la beva.

Rheingau Oestrich Doosberg Riesling Milestone 2008 - Querbach. Proprio un gran bel krukko secco: agrumi, pompelmo, zenzero, sorso equilibratissimo ed energico, fresco e asciutto, ma con una certa grassezza a riequilibrare, glu glu glu... (tappo corona)
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5522
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda zampaflex » 10 ott 2017 17:53

AmoSlade ha scritto:Les Memoires 2015 - Domaine des roches neuves:
La curiosità e il fatto che ne avevo sentito parlar bene hanno avuto la meglio e l'ho aperto pur sapendo che l'avrei trovato giovane. Non me lo aspettavo però così inespressivo. Al naso la sensazione predominante è di vinosità, andandole proprio a cercare si trovano un po' di spezie fresche. Dopo parecchie ore queste sembrano sfociare in qualcosa di vagamente mentolato, e forse c'è qualche frutto rosso dolce sullo sfondo. In bocca i tannini sono setosi e sembra possedere una certa profondità e lunghezza, ma è tutto davvero ad uno stato troppo embrionale. Al momento mi ha detto davvero poco, sarei curioso di sentirlo fra un po' di anni, ma se devo basarmi su ciò che ho sentito ora non mi ha invogliato a prenderne un'altra bottiglia da lasciar riposare...


I vini di Germain sono maaaaagri...devi aspettare un po' prima di berli.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gpetrus
Messaggi: 2030
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda gpetrus » 10 ott 2017 20:36

Granbussia riserva 2001 A. Conterno. Aperta alle 18 circa, molte perlessitá alle prime note di umido, foglie bagnate e mai sentito prima un accenno di candeggina.Vabbé, lasciamola lí e torniamo dopo.Dopo un paio d'ore si apre in tutta la sua maestositá ,naso variegato con note floreali, viola,sfumature di rhum e cognac poi.Finiamo con un leggero cappuccino dolce nel bicchiere.La bocca setosa, tannini risolti completamente, finale discretamente lungo con note leggiadre di rabarbaro e balsamiche. Insomma bt strepitosa :mrgreen:
Mike76
Messaggi: 754
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Mike76 » 10 ott 2017 23:57

Ariola - Lambrusco Marcello 2016
Aperto stasera, nel tête a tête con una francesina.
Uva fragola e succo di mora, primario che di più non si può...finito prima della cena.
Delicious.
BarbarEdo
Messaggi: 73
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda BarbarEdo » 11 ott 2017 00:05

Nebbiolo Giuseppe Cortese 2014 niente da fare. Al di là dei limiti dell'annata, credo ci sia stato qualche problema in cantina: al naso riduzione netta con sentori di sapone, (già sentiti in altre bottiglie), qualche frutto rosso, timbro alcolico marcato, assente invece quello floreale. In bocca dominano le acidità, scarno e anche meno tannico di quanto mi aspettassi.
L'avvelenata (freisa) 2011, vigneti Massa voluttuoso, potente, non nasconde i suoi 14,5° ma li offre generosamente, accompagnandoli con frutti rossi freschi, spezie dolci (cacao, caffè) e sensazioni minerali più seriose. In bocca ha un gusto pieno, un tannino vivo e va giù che è un piacere. 3,5/5
Derthona Montecitorio 2012 , vigneti Massa
Per nulla esplosivo al naso, parte anzi lento ma con costanza. Non svelandosi mai del tutto, si apre piano su note agrumate, fumé e rocciose; la suggestione è di una grande profondità.
In bocca è pura piacevolezza: struttura importante, alcolicità annullata da un'acidità citrina, dissetante, che alla fine del sorso resta attaccata alle gengive. Persistenza tra le più lunghe mai riscontrate in un vino bianco. Buonissimo! (e giovanissimo) 4/5.
miccel
Messaggi: 490
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda miccel » 11 ott 2017 12:58

AmoSlade ha scritto:Les Memoires 2015 - Domaine des roches neuves:
La curiosità e il fatto che ne avevo sentito parlar bene hanno avuto la meglio e l'ho aperto pur sapendo che l'avrei trovato giovane. Non me lo aspettavo però così inespressivo. Al naso la sensazione predominante è di vinosità, andandole proprio a cercare si trovano un po' di spezie fresche. Dopo parecchie ore queste sembrano sfociare in qualcosa di vagamente mentolato, e forse c'è qualche frutto rosso dolce sullo sfondo. In bocca i tannini sono setosi e sembra possedere una certa profondità e lunghezza, ma è tutto davvero ad uno stato troppo embrionale. Al momento mi ha detto davvero poco, sarei curioso di sentirlo fra un po' di anni, ma se devo basarmi su ciò che ho sentito ora non mi ha invogliato a prenderne un'altra bottiglia da lasciar riposare...

Lo hai bevuto davvero tanto presto; questo è un vino che sia Bettane-Desseauve che RVF recensiscono (e su più annate) come eccellente, e penso che fra qualche anno potrà offrire un’apertura completamente diversa da quella di oggi. O almeno spero, visto che ce l’ho anch’io… :mrgreen: :mrgreen:
miccel
Messaggi: 490
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda miccel » 11 ott 2017 13:05

Alice Bouvot - Domaine de L’Octavin – Vin de France CHARMAY
75 chardonnay, 25 gamay
Vino senza annata, e io mi butto senza paracadute. Uva, ciliegia, mela, sidro, castagna, cereali, affumicato. Naso balsamico, penetrante, a suo modo invitante. Appena, gradevolmente petillant. Leggero tannino. Finale armonico, buono (con una punta alcolica di troppo, forse), dove prevalgono le note rosse su quelle bianche, con retrogusto più fine del profumo, su liquirizia e piccoli frutti. L’acidità è perfetta, la bevibilità facile. Non trovo lo chardonnay, forse qualcosa che rimanda a un bianco all’inizio e alla fine, ma niente di più distinguibile (da me). Dopo la deglutizione un ritorno un po’ eccessivo da vino più vecchio, tipo frutta sotto spirito, un aspetto che in parte mi disturba e che, curiosamente, avevo trovato anche nell’ultimo Jura rosso bevuto (completamente diverso da questo sia per l’impostazione canonica che per i vitigni utilizzati).
Vino segnato da un’impronta naturale marcatissima, quindi si astenga chi non la gradisce, ma a cui non si può negare una piacevolezza quasi giocosa e che si beve davvero a garganella. A me è piaciuto.
ZEL WINE
Messaggi: 6336
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda ZEL WINE » 11 ott 2017 13:15

gpetrus ha scritto:Granbussia riserva 2001 A. Conterno. Aperta alle 18 circa, molte perlessitá alle prime note di umido, foglie bagnate e mai sentito prima un accenno di candeggina.Vabbé, lasciamola lí e torniamo dopo.Dopo un paio d'ore si apre in tutta la sua maestositá ,naso variegato con note floreali, viola,sfumature di rhum e cognac poi.Finiamo con un leggero cappuccino dolce nel bicchiere.La bocca setosa, tannini risolti completamente, finale discretamente lungo con note leggiadre di rabarbaro e balsamiche. Insomma bt strepitosa :mrgreen:


"Strepitosa" e' ironico ?
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7684
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda andrea » 11 ott 2017 13:58

ZEL WINE ha scritto:
gpetrus ha scritto:Granbussia riserva 2001 A. Conterno. Aperta alle 18 circa, molte perlessitá alle prime note di umido, foglie bagnate e mai sentito prima un accenno di candeggina.Vabbé, lasciamola lí e torniamo dopo.Dopo un paio d'ore si apre in tutta la sua maestositá ,naso variegato con note floreali, viola,sfumature di rhum e cognac poi.Finiamo con un leggero cappuccino dolce nel bicchiere.La bocca setosa, tannini risolti completamente, finale discretamente lungo con note leggiadre di rabarbaro e balsamiche. Insomma bt strepitosa :mrgreen:


"Strepitosa" e' ironico ?

L'errore è nel termine bt, voleva scrivere bq (barrique) :mrgreen: :mrgreen:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 3762
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Wineduck » 11 ott 2017 14:00

gpetrus ha scritto:Granbussia riserva 2001 A. Conterno. Aperta alle 18 circa, molte perlessitá alle prime note di umido, foglie bagnate e mai sentito prima un accenno di candeggina.Vabbé, lasciamola lí e torniamo dopo.Dopo un paio d'ore si apre in tutta la sua maestositá ,naso variegato con note floreali, viola,sfumature di rhum e cognac poi.Finiamo con un leggero cappuccino dolce nel bicchiere.La bocca setosa, tannini risolti completamente, finale discretamente lungo con note leggiadre di rabarbaro e balsamiche. Insomma bt strepitosa :mrgreen:


Bravo, belle note per una bottiglia superba. Complimenti.
Non farti condizionare dal mainstream di questo forum :wink:
"Ciò che conta non è il semplice fatto di aver vissuto ma il cambiamento che siamo stati in grado di imprimere alla vita degli altri" N. Mandela

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
gpetrus
Messaggi: 2030
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda gpetrus » 11 ott 2017 14:22

Wineduck ha scritto:
gpetrus ha scritto:Granbussia riserva 2001 A. Conterno. Aperta alle 18 circa, molte perlessitá alle prime note di umido, foglie bagnate e mai sentito prima un accenno di candeggina.Vabbé, lasciamola lí e torniamo dopo.Dopo un paio d'ore si apre in tutta la sua maestositá ,naso variegato con note floreali, viola,sfumature di rhum e cognac poi.Finiamo con un leggero cappuccino dolce nel bicchiere.La bocca setosa, tannini risolti completamente, finale discretamente lungo con note leggiadre di rabarbaro e balsamiche. Insomma bt strepitosa :mrgreen:


Bravo, belle note per una bottiglia superba. Complimenti.
Non farti condizionare dal mainstream di questo forum :wink:

bottiglia in stato di grazia , le note strane iniziali mi avevano fatto temere il peggio . Invece barolo di gran classe paragonabile a ( pochi ) monfortino bevuti....forse esagero ??? mah...
vinogodi
Messaggi: 25476
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 11 ott 2017 14:24

...ieri sera al Pan Brusé di Reggio Emilia (verso i monti) serata didattica di Borgogna . Eravamo in 24 per cui doppie (o triple) bocce di bei vini divertentissimi . Cosa?

Aperitivo : tripla bottiglia di Cremant De Bourgogne Blanc de Blanc Vitteau Alberti 2012 :D :D :D


Prima Batteria : Chablis (doppie bottiglie)
- Petit Chablis Cave de Chardonnay 2015 :D :D :D ...esilino ma mamma miache bevibilità...
- Chablis Premier Cru "Cote de Lechet" 2014 Domaine de L'Eglise :D :D :D :) : più complesso e di decisa mineralità
- Chablis Grand CRu "Les Clos" Moreau 2012 :D :D :D :D ... decisamente più poderosamente caratterizzato

Seconda Batteria : Beaune (doppie bottiglie)
- Mourgogne Blanc Domaine Leflaive 2013 : meravigliosamente selcioso con note affumicate splendide :D :D :D :D ... ed è un'Appelation Regionale :shock:
- Meursault 1er Cru "Blagny" 2015 Matrot :D :D :D :D ...nella sua sfrontata giovinezza , una frustata di minerale baldanza, frutta bianca, melone bianco , cioccolato bianco .... si , insomma , tendente al bianco senza mandarti ... in bianco
- Chassagne montrachet 2013 Ramonet : fiori , fiori , fiori , mentuccia , fiori , fiori , fiori ... :D :D :D :D

Rossi (doppie bottiglie) :
- Chassagne Montrachet Rouge 2012 Ramonet : :D :D :D :) ...fiori , fiori , fiori , mentuccia , fiori , fiori , fiori , lamponcini , fiori , fiori , fiori ....
- Chambolle Musigny Vieilles Vignes 2012 Magnien : più scuro di colore , molto ruffiano e puttanone :D :D :D :)
- Gevrey Chambertin 2010 Trapet : austero , colore splendidamente "ancien regime" , complesso , fragoline ma anche tabacco e rose macerate :D :D :D :D

FINALE (tripla bottiglia:
- Asti Spumante Cascina Fonda ... ovazione :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti