Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 07 set 2017 19:30

bruber73 ha scritto:questo thread sta prendendo una brutta piega :(
secondo me i nomi autoctoni rendono il prodotto più riconoscibile, sicuramente non hai il dubbio sulla provenienza della bottiglia. :D
...mi hai convinto: inoltre, puoi sempre fotografare l'etichetta e mostrarla all'enotecario che , avvicinando il tuo smartphone alla bottiglia sullo scaffale, riuscirà ad identificarla senza problemi , chiaramente cercando di sovrapporre l'etichetta fotografata da quella sulla bottiglia nello scaffale , vicine , per non sbagliare qualche consonante con relativo scambio di un produttore o un vino rispetto ad un altro... ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
maxer
Messaggi: 90
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda maxer » 07 set 2017 22:24

Per secoli il Sudtirol è stato di matrice austro-germanica, si è sempre parlato il tedesco o i dialetti locali, le tradizioni e la storia parlano indiscutibilmente chiaro.
Poi, agli inizi del Novecento, un italiano (B.M.) si è messo in testa di colonizzarlo, trasferendovi decine di migliaia di connazionali, spesso provenienti dal Sud Italia: con storie e tradizioni diversissime, che non si sono certo comportati come verginelle, ma da veri e propri colonizzatori, provocando una grande "simpatia" dei residenti nei confronti degli italiani conquistadores.
Questo per la storia.
Poi d'accordissimo per la situazione attuale:
il fiume di denaro di cui può disporre la Provincia di Bolzano, una certa supponenza nei ns. confronti (spesso motivata dalla ns. politica miserabile), un residuo storico dell'odio verso l'invasore che però dopo quasi un secolo e con tutti i miliardi ricevuti dovrebbe essere cessato: tutto questo rompe veramente le balle !
Per i vini, se non siamo prevenuti, ci sono tante cantine (piccole e grandi) molto ruffiane ma anche alcune chicche interessanti come Hofstetter, Donà, Dipoli ...
Per quanto riguarda la lingua tedesca delle denominazioni e delle cantine, non ci sarà mai niente da fare: è come chiedere a un francese o a un tedesco di chiamarsi Leroio o Donnoffo o magari Conte Romanetto.
carpe diem 8)
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3058
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda videodrome » 07 set 2017 22:54

andrea ha scritto:Che noia, che barba

Cha barba, che noia.....
(grande Sandra)
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 9604
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Alberto » 07 set 2017 22:56

...difatti i nomi dei produttori e dei vini alsaziani notoriamente sono stati tutti francesizzati per spirito patriottico, nonché per agevolarne il marketing...e come no... :roll:

Discorsi lunari, forse uno strascico del gran caldo di quest'Estate.
Bevitore, tra un raglio e l'altro...HI-HOOOOO...HI-HOOOOO...


Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
littlewood
Messaggi: 889
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda littlewood » 08 set 2017 07:31

Il mio cuore nomi tedeschi o no dei vini continuera' a battere lassu'! Ma e' anche chiaro che il concetto di heimat restera' incomprensibile x qualsivoglia walchen di passaggio!!!!
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 08 set 2017 08:58

Alberto ha scritto:...difatti i nomi dei produttori e dei vini alsaziani notoriamente sono stati tutti francesizzati per spirito patriottico, nonché per agevolarne il marketing...e come no... :roll:

Discorsi lunari, forse uno strascico del gran caldo di quest'Estate.
...mica vero : volevo certo fare lo spiritoso, inizialmente , poi scrivendo i nomi per fare esempi, mi sono autoconvinto che esiste una difficoltà oggettiva nell'approccio alla lingua e del perché , nel 87,91 % degli italiani, la resistenza a chiedere questi vini (quindi un limite commerciale ... nazionale) è indubbio . Il problema non è mio o di chi compra , quindi. Finchè esportano l'80% all'estero o al Nord - Nord (sotto la Lombardia e Veneto non trovi un'enoteca che sia una , neanche cercandola con il lanternino, che tenga in scaffale i vini citati (anche se premiati da parecchie guide) . Ripeto, nessun problema , non è affar mio . Mi basta sforzarmi nel ricordare quelli interessanti, come hai citato, di Alsazia, Mosella , Nahe , Pfaltz e circondario... sforzo ben ripagato. Non ci fossero le Alpi , che adoro , l'Alto Adige , per come sono stato trattato le volte (tante) che ci sono andato e ci vado ( e non sono né di colore , né magrebino né ... meridionale come il loro "colonizzatori" ) , lo farei riannettere all'Austria , così da farli sentire anche loro un po' "terroni" , come considerano gli austriaci i sudtirolesi... senz'altro per le casse italiane sarebbe un sollievo e avremo qualche servizio pubblico con più risorse ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5425
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda zampaflex » 08 set 2017 09:37

Südtiroler Spitzbua ha scritto:reddito capite più alto, non è vero
trattengono tutte le tasse, non è vero (l'unica regione mi risulta essere la Sicilia...)
sono esentati dalla solidarietà verso le regioni più deboli, non è vero (vedi Accordo di Milano)
hanno benefit dall'europa che noi italiani ci sogniamo (tipo?)


1) Nel 2015 la provincia di Bolzano era al secondo posto in Italia dietro alla sola Milano
2) No, "solo" il 90%, come la Valle d'Aosta e dietro solo alla Sicilia che trattiene il 100% (ma le imposte pagate in Sicilia non bastano affatto alla gestione, mentre in VdA e AA ne avanzano eccome)
3) «La regione e le province concorrono al conseguimento degli obiettivi di perequazione e di solidarietà e all’esercizio dei diritti e dei doveri dagli stessi derivanti nonché all’assolvimento degli obblighi di carattere finanziario posti dall’ordinamento comunitario, dal patto di stabilità interno e dalle altre misure di coordinamento della finanza pubblica stabilite dalla normativa statale [... ]". Non ho trovato rapidamente fonti per stabilire QUANTO sia l'ammontare della solidarietà, ma lo stesso documento, di fonte universitaria, riporta una situazione del 2007: "Le imposte pro capite lombarde sono pari a 7.923 euro mentre la spesa dello Stato per ogni cittadino è 1.782 euro. In Trentino la situazione è ben diversa: 5.796 di imposte e 7.181 euro di spesa statale per ogni alto-atesino. Un direttore sanitario in Trentino guadagna 228 mila euro all’anno, mentre nel resto d’Italia si arriva a 120 mila. Nella Provincia autonoma di Trento il direttore generale della Asl guadagna 215 mila euro mentre nel resto del paese si arriva a 150 mila euro.
E ancora: gli studenti delle medie superiori del Trentino Alto Adige possono andare a studiare per un anno in Austria, Germania, Gran Bretagna e Francia con borse di studio della Regione che coprono le spese di vitto , alloggio, tasse scolastiche, libri e utilizzo di tutte le attrezzature scolastiche. "
4) A cercare questi casi si possono perdere ore; ma va notato che, nonostante il Trentino Alto Adige sia la seconda regione più ricca d'Italia, percepisca comunque fondi Europei: "Fondo sociale europeo (FSE) 2014-2020; Nell’attuale periodo di programmazione l’Alto Adige avrà a disposizione circa 136 milioni di Euro per creare nuovi posti di lavoro, garantire una migliore istruzione e formazione, integrare persone nel mondo del lavoro, ...."

Quindi, va bene tutto, ma una certa obiettività imporrebbe di riconoscere che la situazione di privilegio della regione rispetto ai connazionali sia evidente.
Lo spreco di risorse pubbliche (rispetto alle regioni più efficienti ed efficaci) è evidenziato da questo report di Confcommercio: http://www.confcommercio.it/documents/10180/3599445/La+spesa+pubblica+regionale/f2e5335b-c8a1-4cc8-a299-9977da3abd2f.
E che le regioni autonome del Nord spendano più di quanto incassino sul territorio è evidenziato da quest'altro paper della Regione Lombardia (tabella a pag. 27) http://www.consiglio.regione.lombardia.it/c/document_library/get_file?uuid=ffb27df6-3133-4ed4-bef7-e31037fd9b24&groupId=38960
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 90
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda maxer » 08 set 2017 09:38

Sottoscrivo totalmente la tua soluzione: riannessione all'Austria del Sudtirol !
Purtroppo la vuole solo Eva Klotz e una infima minoranza dei residenti di lingua tedesca. Stanno troppo bene cosi ... :mrgreen:
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5425
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda zampaflex » 08 set 2017 09:40

maxer ha scritto:Per secoli il Sudtirol è stato di matrice austro-germanica, si è sempre parlato il tedesco o i dialetti locali, le tradizioni e la storia parlano indiscutibilmente chiaro.
Poi, agli inizi del Novecento, un italiano (B.M.) si è messo in testa di colonizzarlo, trasferendovi decine di migliaia di connazionali, spesso provenienti dal Sud Italia.


Mi risulta però che la Micaela Biancofiore venisse dall'antica casata meranese Weissenblumen, e che abbia scelto di italianizzare il cognome perché animata da fervore patriottico :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
littlewood
Messaggi: 889
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda littlewood » 08 set 2017 10:12

Magari se smettete di chiamare quella zona con l' orribile nome di Alto Adige sarebbe gia' un buon passo avanti. Se si va in quelle zone col RISPETTO delle loro montagne e tradizioni e no alla romana " ho pagato e faccio che cazzo me pare,, sarebbe un ulteriore passo avanti. Poi hanno piu' soldi? Certo ma alme nn gli sprecano come mezza italia fa'!!!
maxer
Messaggi: 90
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda maxer » 08 set 2017 10:14

Per favore, lasciamo perdere quella "brava ragazza" della Biancofiore ... :evil:
Da trentino posso confermare quanto hai scritto: contributi a pioggia per tutti (in primis produttori di mele e vino, albergatori, impianti invernali), dipendenti provinciali che raggiungono i 70.000 su una popolazione di 500.000 superpagati = controllo politico-elettorale totale.
In Trentino un' impresa di quelle descritte sopra non fallisce mai: c'è sempre la Provincia o la Cassa Rurale di turno che interviene.
La triade Provincia, Credito, Curia (la cosiddetta "mafia bianca") è immanente: i partiti, di qualsiasi colore, sono comitati di affari.
Girano sempre gli stessi personaggi da decenni: vedasi i direttori delle Cantine vinicole, che dopo ogni "fallimento" vengono riciclati in un'altra cantina. Anche in questo campo Cavit e Cantina di Mezzolombardo sono i due colossi che tutto decidono, lasciando solo le briciole (meno del 10 % della produzione) ai piccoli vignaioli indipendenti, costantemente ostacolati nella loro attività.
Questa è la situazione nel politico-sociale in Trentino: soldi tanti, distribuzione del potere zero. :mrgreen:
carpe diem 8)
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 11716
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Kalosartipos » 08 set 2017 10:21

Smettiamo di parlare di "regione Trentino-Alto Adige".. si tratta di due province autonome, Trento e Bolzano.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 5425
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda zampaflex » 08 set 2017 10:52

maxer ha scritto:Per favore, lasciamo perdere quella "brava ragazza" della Biancofiore ... :evil:
Da trentino posso confermare quanto hai scritto: contributi a pioggia per tutti (in primis produttori di mele e vino, albergatori, impianti invernali), dipendenti provinciali che raggiungono i 70.000 su una popolazione di 500.000 superpagati = controllo politico-elettorale totale.
In Trentino un' impresa di quelle descritte sopra non fallisce mai: c'è sempre la Provincia o la Cassa Rurale di turno che interviene.
La triade Provincia, Credito, Curia (la cosiddetta "mafia bianca") è immanente: i partiti, di qualsiasi colore, sono comitati di affari.
Girano sempre gli stessi personaggi da decenni: vedasi i direttori delle Cantine vinicole, che dopo ogni "fallimento" vengono riciclati in un'altra cantina. Anche in questo campo Cavit e Cantina di Mezzolombardo sono i due colossi che tutto decidono, lasciando solo le briciole (meno del 10 % della produzione) ai piccoli vignaioli indipendenti, costantemente ostacolati nella loro attività.
Questa è la situazione nel politico-sociale in Trentino: soldi tanti, distribuzione del potere zero. :mrgreen:


Per esempio... https://www.questotrentino.it/articolo/13635/lavis_lo_scandalo_e_ufficiale.htm
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Timoteo
Messaggi: 1465
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Timoteo » 08 set 2017 10:55

Ma er vino è bono?
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda vinogodi » 08 set 2017 11:00

Timoteo ha scritto:Ma er vino è bono?
...certo : ma questo è un thread politico , se parli di vino sei OT... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Südtiroler Spitzbua
Messaggi: 590
Iscritto il: 06 giu 2007 14:43
Località: Südtirol

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Südtiroler Spitzbua » 08 set 2017 11:10

poveri trentini, ormai ci invidiano anche loro :lol:
Avatar utente
davidef
Messaggi: 7396
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda davidef » 08 set 2017 11:20

Südtiroler Spitzbua ha scritto:poveri trentini, ormai ci invidiano anche loro :lol:


Però ha scritto anche cose giuste e non lo si può negare dai
Avatar utente
Südtiroler Spitzbua
Messaggi: 590
Iscritto il: 06 giu 2007 14:43
Località: Südtirol

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Südtiroler Spitzbua » 08 set 2017 11:53

Sì certo, io volutamente un po' ho provocato, ma solo perché ha iniziato Marco, che ormai fa le stesse battute da 15 anni..
Parlare del Sudtirolo non è facile, è una realtà molto complessa e troppo diversa da quella delle altre regioni.
Sicuramente siamo dei privilegiati, ma non si può negare che le risorse siano amministrate bene, meglio che in molte altre regioni, meglio perfino che nel vicino Trentino che ormai ci invidia.
maxer
Messaggi: 90
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda maxer » 08 set 2017 12:13

P.S. : l'unico merito che riconosco alla Biancofiore, e di cui la ringrazio pubblicamente, è stato quello di aver portato Forza Italia al 2 % circa alle ultime elezioni ... :lol: 8) :lol:
Grazie Micaeeela !
Poi convengo che nel panorama un po' asfittico dei vini bianchi nazionali i bianchi sudtirolesi hanno una buona posizione nella media della produzione e alcuni rossi si difendono bene.
Teniamo anche conto della latitudine e delle differenze di temperature giorno/notte, che i viticoltori sanno ben sfruttare.
Sulle rese per ettaro e sull'uso di zolfo, erbicidi ed altri prodotti chimici ci sarebbe più di qualcosa da dire ...
carpe diem 8)
Avatar utente
davidef
Messaggi: 7396
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda davidef » 08 set 2017 13:05

maxer ha scritto:Sulle rese per ettaro e sull'uso di zolfo, erbicidi ed altri prodotti chimici ci sarebbe più di qualcosa da dire ...


Mi espliciti questa parte ?
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 19781
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda pippuz » 08 set 2017 13:25

Timoteo ha scritto:Ma er vino è bono?

Stavo per scriverlo. Cazzo me ne frega dell'AA, ci vado (andavo) solo a sciare.

I vini invece ? A parte il GW che vieterei di coltivare.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Massimiliano Nicli
Messaggi: 2520
Iscritto il: 10 giu 2007 17:22
Località: �?rzig e Weissenkirchen

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Massimiliano Nicli » 08 set 2017 14:03

Il disco da vent'anni è sempre quello ... sarebbe ora di cambiarlo!
Quei vini che tu definisci "pure espressioni di sangiovese" per me sono invece "pure espressioni di Gambelli" (della sua ricetta, del suo standard, chiamalo come vuoi)."L'anatra del vino"
Massimiliano Nicli
Messaggi: 2520
Iscritto il: 10 giu 2007 17:22
Località: �?rzig e Weissenkirchen

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda Massimiliano Nicli » 08 set 2017 14:15

Vini bianchi rossi e rosè da non bere pieni di "zolfo pesticidi diserbanti" e soprattutto di alcool la peggior cosa che un essere umano possa introdurre nel proprio corpo. Bevete tè come faccio io almeno vi evitate zolfo ed alcool.
Quei vini che tu definisci "pure espressioni di sangiovese" per me sono invece "pure espressioni di Gambelli" (della sua ricetta, del suo standard, chiamalo come vuoi)."L'anatra del vino"
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8123
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda arnaldo » 08 set 2017 15:05

Massimiliano Nicli ha scritto:Vini bianchi rossi e rosè da non bere pieni di "zolfo pesticidi diserbanti" e soprattutto di alcool la peggior cosa che un essere umano possa introdurre nel proprio corpo. Bevete tè come faccio io almeno vi evitate zolfo ed alcool.


Sempre detto che sei cambiato!!! Non sei nemmeno piu' tu..... :D :D ciao Maxxxxxxxxxx
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
iulo
Messaggi: 670
Iscritto il: 06 giu 2007 11:47
Località: PESARO

Re: Tre Bicchieri 2018. Alto Adige

Messaggioda iulo » 08 set 2017 15:06

Südtiroler Spitzbua ha scritto:Ma non avete ancora capito che il Sudtirolo non è Italia?


Purtroppo il Sud Tirolo è (geograficamente) Italia, considerato che è posto (a differenza del Tirolo propriamente detto e dell'Est Tirolo) a sud dello sparti acque alpino.
Ammetto che è (prevalentemente) popolato da genti di origine germanica.
Potremmo forse applicare il principio "cuius regio, eius religio" emanato con l'Editto di Worms (i.e. chi non si sente abbastanza Italiano venda tutto e se ne vada a Vienna).

saluti
VOLARE NECESSE EST VIVERE NON EST NECESSE

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Brodsky, cruyff1974, eutopia, flavmeister, landmax, MaurizioP, ninetto, zampaflex e 49 ospiti