TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
alemusci
Messaggi: 155
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda alemusci » 06 set 2017 12:27

george7179 ha scritto:Cavoli ma voi siete dei romanticoni... :mrgreen:
Mia moglie di solito, quando vede la bottiglia, mi dice: "cosa aspetti ad aprirla?" :lol:


:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
È anche vero che essendo mia moglie incinta, negli ultimi 9 mesi il bicchiere ha dovuto riempirlo soprattutto di ricordi...
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
Avatar utente
Travolta
Messaggi: 170
Iscritto il: 07 lug 2014 22:07
Località: Genova,Genoa,Zena

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda Travolta » 06 set 2017 13:00

pstrada75 ha scritto:La cosa che per me disqualifica gia' Tannico in partenza e non mi invoglia assolutamente a comprare da loro e' questa politica dei prezzi ridicola, con prezzi iper-pompati e poi diminuiti con presunti mega sconti farlocchi.....bah.....



This.
Questo in effetti lo avevo colpevolmente dimenticato.
Sembra proprio che ti prendono per il culo prima ancora di iniziare :D
pstrada75
Messaggi: 415
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda pstrada75 » 06 set 2017 15:35

Travolta ha scritto:This.Questo in effetti lo avevo colpevolmente dimenticato.Sembra proprio che ti prendono per il culo prima ancora di iniziare


E gia'.....e da quanto ha capito da I commenti degli altri poi continuano a farlo per tutta la durata della transazione... :lol:
markov
Messaggi: 148
Iscritto il: 16 ott 2009 00:34
Località: Padova

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda markov » 07 set 2017 18:30

Gli anni scorsi, per vini recenti, ho comprato spesso da Callmewine. Il sito ha un'ottimo motore di ricerca, i prezzi sono buoni, le spedizioni rapide e nei rari casi di problemi con le bottiglie hanno compensato con buono acquisto di pari valore. Per molto tempo è stata la mia principale fonte di acquisti insieme a www.garofalowine.it.

Con garofalowine.it la ricerca è macchinosa e i tempi di spedizione MOLTO variabili. In compenso bella e variegata l'offerta. Apprezzabile l'offerta per Chianti e Barolo anche invecchiati e ovviamente vini campani. Buoni/ottimi i prezzi.

Raramente fatto acquisti su Xtrawine anche qui senza problemi.

Tannico scartato subito perché infastidito da prezzi aumentati del 40% per fare uno sconto del 30%.

Da qualche anno compro principalmente al FIVI. Assaggio, faccio due parole con il produttore e compro quello che mi piace. Sto bevendo dal novembre scorso con grande soddisfazione quanto comprato e aspetto con impazienza la prossima edizione per nuovi acquisti. Per i prezzi dipende dal produttore, rispetto ai prezzi on line sono a volte convenienti a volte no. Nell'insieme si spende bene.
TANNICO . IT
Messaggi: 1
Iscritto il: 08 set 2017 17:44

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda TANNICO . IT » 08 set 2017 18:27

Ciao a tutti,
in totale trasparenza vorrei rispondere a nome dell'azienda che rappresento alle critiche se sono state mosse verso il nostro portale e verso gli e-commerce in generale.

"tannico ocio che vendono sia vini disponibili in magazzino sia vini che loro devono ordinare e dopo poi te li spediscono, se uno è distratto (io per esempio lo sono) rischia diciamo semi-inculate"
Questa pratica, fatta in totale trasparenza, è ciò che ci permette di offrire ai nostri clienti un catalogo di oltre 12.000 etichette, di cui circa 8.000 sono in pronta consegna perché da noi acquistate preventivamente. Dichiariamo in anticipo il tempo che ci metteremo ad evadere l'ordine, solitamente 2 o 3 giorni aggiuntivi rispetto ai prodotti in stock. Non capisco dove sia l'inculata.

- Prezzi per la fascia alta demenziale (probabile non interessi loro se non come vetrina per mostrare al mondo catalogo ampio su tutti i livelli)
Su questo dissento, ma ognuno ha una sua percezione. Io a Milano in enoteca vedo solo prezzi più alti rispetto a Tannico, su qualsiasi fascia di prezzo. Da noi il Dom Perignon costa 115 euro! Bollinger Special Cuvee a 39,90, Ruinart Blanc de Blanc a 53 euro. Online siamo quasi sempre i più economici, ma più spesso addirittura gli unici ad avere certi prodotti.

i contenziosi (sempre più frequenti) soprattutto per bottiglie di fascia che "consideriamo" bassa, mentre con i venditori on line è un calvario unico e quasi dissuasivo nel protestare
Questo con Tannico NON succede mai. E' sufficiente segnalarci che un vino è difettoso per ottenere un rimborso o una sostituzione, a scelta del cliente. Su alcune bottiglie di particolare valore a nostre spese veniamo a riprendere la bottiglia a casa del cliente per poterla controllare. Settimana scorsa abbiamo rimborsato uno Chevalier Montrachet 2012 di Lefleive perché tappato. Sfido chiunque a dire che non abbiamo onorato un rimborso per bottiglia difettosa o rotta anche dopo anni dall'acquisto

una certezza ce l'ho: lasciate vivamente perdere Tannico, terribile sotto tutti i punti di vista: logistica, prezzi, disponibilità bottiglie, conservazione, spedizione... e non sanno neppure ciò che vendono!
Non ho mai acquistato su tannico ma la sensazione a pelle è proprio quella che hai descritto tu...

Ad una critica così generica è anche difficile poter dare una risposta, ma trovo bizzarro che qualcuno possa giudicare logistica, conservazione e spedizione di Tannico ammettendo comunque di non averlo mai provato...

Una volta che lo sai ci puoi comprare, mai avuto problemi anzi di buono c'è che il corriere a cui si affidano per le consegne ti permette di scegliere giorno e orario di consegna senza nessun costo aggiuntivo.
Grazie, il corriere che usiamo a Milano si chiama Milkman e con la loro collaborazione siamo l''unico e-commerce che consegna a Milano lo stesso giorno dell'ordine

usano dei bei cartoni antiurto che funzionano perfettamente contro gli spedizionieri maldestri... ma quando inizia il caldo è così difficile optare per un winebox serio in polistirolo che protegge un minimo dalle botte di calore?!? Non ci arrivano proprio...
Non è questione di non arrivarci. Abbiamo studiato e testato tutte le soluzioni di imballaggio. Il cartone è quello che ci garantisce il miglior compromesso tra prestazioni, praticità per il cliente e sostenibilità ambientale. I vini in ogni caso sostano "al caldo" solo per il tempo strettamente necessario ad essere consegnate, da quando lasciano il magazzino del nostro corriere nel giro di 1/2 ore sono già a casa del cliente. Non ci sono gli estremi per rovinare il vino, altrimenti non si potrebbe nemmeno più comprare vino in Piemonte a Luglio e metterselo nel bagagliaio per arrivare a Milano.
Il nostro stock invece è conservato in un magazzino a temperatura controllata.

La cosa che per me disqualifica gia' Tannico in partenza e non mi invoglia assolutamente a comprare da loro e' questa politica dei prezzi ridicola, con prezzi iper-pompati e poi diminuiti con presunti mega sconti farlocchi.....bah.....
E' difficile dire cosa sia un prezzo "iper-pompato". Noi ci basiamo su quelli che sono i prezzi medi di enoteca fisica. Acquisti diretti in cantina, sui forum da privati magari senza scontrino o nella GDO non sono il nostro riferimento.

Sarò un po' OT ma io il vino lo compro SOLO direttamente dal produttore... ogni volta che faccio una vacanza, mi sposto per lavoro etc, seleziono un po' di cantine e faccio scorta. È un'altra cosa, sarò retorico ma il vino, secondo me, lo capisci molto di più quando vedi chi lo fa e dove lo fa...
Concordo in pieno, ma purtroppo le giornate sono fatte per tutti di 24 ore al giorno e poter risparmiare del tempo comprando online un vino che magari già si conosce per visite precedenti credo faccia comodo a tutti

...il problema vero? Rimane culturale. Muoversi "verso" l'enoteca è uno sforzo, seppur minimo . Cliccare da casa è meno faticoso decisamente , e da quel senso di onnipotenza incontestabile , non si discute l'acquisto. il confronto personale può essere scomodo o mettere a disagio, in caso di incompetenza (da entrambe le parti) per cui può dar fastidio. Ecco che un click ti risolve anche i problemi relazionali o comunicativi. I miei figli comprano anche l'abbigliamento , on line . E fai prima ficcarglielo in culo che in testa che fra spese occulte e commissioni, trasporti, fallanze, contestazioni , scazzi infiniti (3 volte su 10) non sempre è quell'affare che sembra .
Io vedo un problema culturale al contrario ovvero la barriera che ancora c'è in Italia a fare acquisti online. La scelta che si ha è infinitamente superiore a qualsiasi negozio fisico. Inoltre per un confronto equo andrebbero considerati anche i costi dell'auto per arrivare al negozio, il ticket del parcheggio a pagamento, la mezz'ora di permesso dall'ufficio, la multa del divieto di sosta, il biglietto della metropolitana, etc. Credo che ognuno dovrebbe comprare dove si trova meglio e dove gli conviene, senza pregiudizi di sorta :-)

In Tannico se cerchi qualcosa e ti escono piu' bottiglie NON puoi ordinare per prezzo. In pratica scelgono loro l'ordine da mostrarti.
Hai ragione. Ci sono altri filtri, tra qui quello della fascia di prezzo, ma non l'ordinamento per prezzo. Lo puoi invece fare dall'app. I motivi sono di piattaforma e di layout molto più che di volontà a non farlo. Stiamo comunque lavorando per risolvere la cosa.

Grazie a tutti per l'attenzione
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda vinogodi » 08 set 2017 19:06

... ennò , non ci sto. Non che non apprezzi l'intervento diretto soprattutto a contestare rilievi alla propria struttura , che comprendo e , in fondo, approvo , perchè è una difesa legittima del proprio operato. Io Tannico non l'ho mai citato perchè non ho mai avuto a che fare con loro (Voi...). Giudico solo ciò che vedo. E alcuni prezzi di fascia alta sono semplicemente poco convenienti , perchè faccio riferimento a canali di vendita che sono affari miei e che mi convengono enormemente di più . Ma sono comuni a tanti sul forum, quindi in tanti sanno di cosa parlo. Ma enormemente più convenienti, sulla fascia alta (Dop Perignon qui è una fascia media). Fra le fonti di approvvigionamento il forum del Gambero Rosso , così come distributori (amici soprattutto) , persino enoteche di amici, produttori , importatori ecc. Quindi concordo , anzi addirittura solidarizzo se la difesa d'ufficio avviene circostanziata , soprattutto se gli addebiti di certuni sono generici e poco pertinenti (chi mi conosce sa come mi piacciono pochissimo le generalizzazioni) , ma la difesa d'ufficio non deve essere altrettanto generica. Su questo aspetto , per intervenire su QUESTO FORUM chiedo la massima attenzione , perchè si rischia un contraddittorio piuttosto strutturato ... quindi tocco solo i punti che mi interessano (anche direttamente , visto che sono stato citato , proprio perchè la mia opinione personale , da esperienza diretta o indiretta sugli E-Commerce, non può né deve essere contestata , perchè una opinione ce la si crea o per esperienza diretta oppure ... per preconcetto, e vi assicuro, non è questo il caso.
TANNICO . IT ha scritto:Ciao a tutti,
in totale trasparenza vorrei rispondere a nome dell'azienda che rappresento alle critiche se sono state mosse verso il nostro portale e verso gli e-commerce in generale.

- Prezzi per la fascia alta demenziale (probabile non interessi loro se non come vetrina per mostrare al mondo catalogo ampio su tutti i livelli)
Su questo dissento, ma ognuno ha una sua percezione. Io a Milano in enoteca vedo solo prezzi più alti rispetto a Tannico, su qualsiasi fascia di prezzo. Da noi il Dom Perignon costa 115 euro! Bollinger Special Cuvee a 39,90, Ruinart Blanc de Blanc a 53 euro. Online siamo quasi sempre i più economici, ma più spesso addirittura gli unici ad avere certi prodotti.

i contenziosi (sempre più frequenti) soprattutto per bottiglie di fascia che "consideriamo" bassa, mentre con i venditori on line è un calvario unico e quasi dissuasivo nel protestare
Questo con Tannico NON succede mai. E' sufficiente segnalarci che un vino è difettoso per ottenere un rimborso o una sostituzione, a scelta del cliente. Su alcune bottiglie di particolare valore a nostre spese veniamo a riprendere la bottiglia a casa del cliente per poterla controllare. Settimana scorsa abbiamo rimborsato uno Chevalier Montrachet 2012 di Lefleive perché tappato. Sfido chiunque a dire che non abbiamo onorato un rimborso per bottiglia difettosa o rotta anche dopo anni dall'acquisto

...il problema vero? Rimane culturale. Muoversi "verso" l'enoteca è uno sforzo, seppur minimo . Cliccare da casa è meno faticoso decisamente , e da quel senso di onnipotenza incontestabile , non si discute l'acquisto. il confronto personale può essere scomodo o mettere a disagio, in caso di incompetenza (da entrambe le parti) per cui può dar fastidio. Ecco che un click ti risolve anche i problemi relazionali o comunicativi. I miei figli comprano anche l'abbigliamento , on line . E fai prima ficcarglielo in culo che in testa che fra spese occulte e commissioni, trasporti, fallanze, contestazioni , scazzi infiniti (3 volte su 10) non sempre è quell'affare che sembra .
Io vedo un problema culturale al contrario ovvero la barriera che ancora c'è in Italia a fare acquisti online. La scelta che si ha è infinitamente superiore a qualsiasi negozio fisico. Inoltre per un confronto equo andrebbero considerati anche i costi dell'auto per arrivare al negozio, il ticket del parcheggio a pagamento, la mezz'ora di permesso dall'ufficio, la multa del divieto di sosta, il biglietto della metropolitana, etc. Credo che ognuno dovrebbe comprare dove si trova meglio e dove gli conviene, senza pregiudizi di sorta :-)


Grazie a tutti per l'attenzione
...torno sui prezzi "demenziali" . Man mano che scorrerò l'intero listino di proposte le segnalerò così vediamo cosa dicono anche gli altri amici forumisti o del Compra&Vendi , che non si lasciano certo influenzare dall'enoteca del centro a Milano oppure da Wine Searcher che , come ripeto , ha valutazioni medie di aree di vendita assolutamente improponibili per semplici appassionati "consapevoli" .
- Il problema culturale "al contrario" mi fa sorridere. Non è una questione di capacità informatica ma solo di filosofia personale. Chiaro che chi vende on line veda male chi è legato all'acquisto in negozio oppure all'acquisto "fisico" in enoteca e dalle altre fonti . E' una comodità e la prendo come tale . Se mi conviene la faccio , se no nisba. Qualcosa compro , la maggior parte uso altre fonti. Secondo me On line significa comprare da chi ha un'offerta strutturata esclusivamente sul web , quindi mediata . Se io telefono ad un produttore amico oppure gli compro dal suo sito , per me è come acquistare in enoteca o dal produttore diretto. Se ad ogni nostra azione fisica dovessimo associare un conto economico con spese palesi e occulte , staremmo a letto tutto il giorno e non ci muoveremmo di casa... certo , è ciò che auspicano i venditori di cataloghi on line : compri on line il vestito , il cibo , il bere , la macchina , l'arredamento, l'oggettistica ... oeh , c'è chi fa sesso on line e contesta chi ancora tromba "fisicamente" con adeguata penetrazione , con tutti i rischi che questo comporta dal punto di vista igienico sanitario , ma anche e soprattutto perchè fra corteggiamento, spostamenti, cenette romantiche , alberghi , vacanze ... non è meglio una bella chat con una porcona in web cam che ti fa risparmiare cifre considerevoli? Ma suvvia...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
george7179
Messaggi: 1400
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda george7179 » 08 set 2017 20:57

Giusto un esempio.... Bollinger Grande Annee 2007 astucciata alla modica cifra di 142,90 euro.... pagato meno di 100
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 201
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda Bordolese78 » 08 set 2017 23:39

Sono di parte...pur non disdegnando gli ecommerce (acquisto anche en primeur) e dico: viva i negozi, il contraddittorio, il poter parlare di passioni, vigne, acidità, mineralità (se piace il termine), tannino abbinamenti, fica con un altro essere umano...ed instaurato un rapporto su questo piano, poi, vi assicuro arrivano anche gli sconti ed i vini "introvabili"...e chi vi da queste cose?.
Viva le visite in cantina, veri "pozzi" senza fondo da cui attingere sapienza e passione...

Viva il vino! Che con se porta convivialità, confronto, stare insieme, conoscere storie e geografie di un luogo.

Ciao.
zuppadilatte
Messaggi: 73
Iscritto il: 21 ago 2016 16:00
Località: Liguria

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda zuppadilatte » 10 set 2017 08:18

Io ho comprato alcune volte da Vinissimus per gli spagnoli e Italvinus ( la consociata italiana ) e non mi sono trovato male....
Matteo
AlessandroMarzocchi
Messaggi: 188
Iscritto il: 25 giu 2016 21:57

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda AlessandroMarzocchi » 10 set 2017 12:38

Grande Marco! Sono anni che cerco di spiegare ai miei clienti quelli che sono i rischi, soprattutto culturali come dici giustamente tu, degli acquisti online, siano essi di vino, vestiti, libri o cibo. Certo, non tutti hanno la fortuna di avere un Mario Viani o un Guido Cerioni sotto casa, e capisco che a volte l''incompetenza del venditore possa dare fastidio e far propendere per l'acquisto su internet.

Ma quello che a me sembra così palese, e che nessuno di quelli con cui spesso mi confronto sembra tenere in conto, è il valore economico del processo: se io compro online (forse è vero solo in parte per Tannico, ma lo è sicuramente per Amazon o per i colossi veri del e-commerce) risparmio in un primo momento sul prezzo del prodotto rispetto al prezzo che potrei trovare in un negozio. Ma in questo modo i negozi delle città sono costretti a chiudere, e non per incapacità sia chiaro, ma per l'impossibilità di competere con una multinazionale che, lavorando su quantità enormi, può ovviamente fare il prezzo che vuole (e Parma in questo senso è un bell'esempio). Negozio chiuso quindi, diciamo tre o quattro dipendenti a casa, automaticamente sono tre o quattro persone che difficilmente potranno permettersi una cena fuori così spesso (con un danno per il ristoratore), un mobile artigianale (con un danno per il falegname), un paio di scarpe fatte a mano (con danno per il calzolaio), eccetera. A questo punto se io sono ristoratore, falegname o calzolaio, ho risparmiato con il mio acquisto online, ma allo stesso tempo ho creato un meccanismo per cui alla fine sarò sempre io a perderci.

L'accusa che mi rivolgono più spesso è di essere anacronistico e romantico; tant'è, io continuo ad andare da Mario e spesso l'acquisto della bottiglia passa nettamente in secondo piano. A volte parliamo pure di figa. Ma quelli di Tannico ce l'hanno un servizio così?
Avatar utente
teknopadre
Messaggi: 2292
Iscritto il: 29 mag 2009 06:08
Località: cagliari
Contatta:

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda teknopadre » 10 set 2017 15:15

Credo che si stia andando fuori tema,
e si stia mettendo in discussione il comodo e utile sistema di acquisto e vendita del web.
Rimaniamo in tema enoteca senza citare Amazon ecc
Ci sono moltissime zone d'Italia o all'estero dove le enoteche locali presenti sul territorio non hanno né la disponibilità ne la possibilità di avere determinati vini,
Le enoteche on-line mi permettono di poter acquistare quel vino che in altro modo non potrei fare.
Anche a me i grossi portali di vino mi stanno sulle palle,
Ti bombardano di banner e pubblicità quasi aggressiva
peggio del negoziante persistente che puoi trovare.
Se sto cercando un particolare vino il web mi da la possibilità di averlo. Poi se cerco una bottiglia di Barbera
o Chianti non specifico meglio rivolgersi all'enoteca di zona. E-commerce a comunque permesso a tutti di fare valutazioni sui prezzi che prima non era possibile.
Insomma ci sono vantaggi e svantaggi.
michelep
Messaggi: 8
Iscritto il: 27 ott 2016 12:26

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda michelep » 11 set 2017 17:02

vinogodi ha scritto:Grazie a tutti per l'attenzione
...torno sui prezzi "demenziali" . Man mano che scorrerò l'intero listino di proposte le segnalerò così vediamo cosa dicono anche gli altri amici forumisti o del Compra&Vendi , che non si lasciano certo influenzare dall'enoteca del centro a Milano oppure da Wine Searcher che , come ripeto , ha valutazioni medie di aree di vendita assolutamente improponibili per semplici appassionati "consapevoli" .[/quote]

intervengo in punta di piedi: da recente appassionato, senza una gran scelta di enoteche in città (una e mezzo, con catalogo non incredibile) e con una gran passione per visite in azienda, devo dire che i negozi online hanno il pregio di fornire un catalogo vastissimo su cui poter ragionare e rimuginare (e studiare).

Non si puo' confrontare quel prezzo con il prezzo che ti fa un distributore a cui compri casse e casse di vini della madonna da decine d'anni, come pure non si puo' confrontare con il prezzo del forum, che è un canale abbastanza specializzato (e a volte non ti spezza la cassa).
Altra cosa: non cercherei ipervini lassù. Non è il loro mestiere, lavorano per pubblico generalista e là fuori se dico di aver comprato una bottiglia a 25 euro mi dicono che sono matto col botto, il target è quello.
Mancano anche moltissimi piccoli produttori, che magari si trovano solo su uno store sfigato che ha solo quello di interessante.

Una volta capito che i prezzi sono un po' alti e molto scontati dopo e che la fascia forte è media, puo' essere divertente per cazzeggiare e trovare cose un po' diverse dal solito, anche una bottiglia sola per vino.

disclaimer: ho fatto un paio di ordini da tannico, 3-4 da wineowine e ho carrelli aperti un po' dappertutto. Mai problemi di tappi, per fortuna, quindi non so sull'assistenza.
quando riesco vado in qualche cantina, ma le ferie sono sempre 25gg l'anno e andare in sicilia, portarsi una cassa di de bartoli in giro per una settimana sotto il sole e caricarsela in aereo non mi sembra una scelta più felice che ordinarla da un professionista (infatti a luglio da lui ho preferito non comprare nulla).
Del forum ho fatto un ottimo ordine da Smarco, è stato come farlo su tannico MA senza garanzie, l'avessi fatto da un criminale cazzi miei, e sono andato in negozio da Roland, sempre sia lodato. Anche qui, cmq, ho liste che prima o poi sbloccherò da tanta gente...
Tanta roba la compro in un supermercato che ha l'enoteca più curata delle altre della città, figuriamoci (con poche referenze, purtroppo).

Per me sono tutti canali diversi, ognuno con le sue pecche, basta sapersi muovere e le soddisfazioni arrivano.

Michele
supersonic76
Messaggi: 154
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda supersonic76 » 18 set 2017 20:37

Provati un paio di quelli (pluri)citati...

DISASTRO TOTALE
:cry:

Conservazione pietosa. .
Non parlo ovviamente di bocce importanti (che neanche mi sognerei di comprare su interrrnèt) ma sulle bottiglie in finta offerta sui 10-15 euro.

Morale:comprate da Roland
fabiolivorno
Messaggi: 8
Iscritto il: 09 set 2015 20:21

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda fabiolivorno » 19 set 2017 00:07

Riguardo l'acquisto del vino on line io la penso così:
se devo pagare la stessa cifra per un determinato vino o poco di più, preferisco di gran lunga andare nella mia enoteca di fiducia e far guadagnare una piccola impresa piuttosto di un colosso, che sia esso un'enoteca on line o un supermercato.
Anche quando non ho un'idea precisa di cosa bere, mi reco ben volentieri dalla mia enoteca per farmi consigliare e talvolta stupire e raramente ho la sensazione di aver pagato troppo quel vino,anzi..
Per le bottiglie costose invece preferisco acquistarle in enoteca: andare lì, perderci un pò di tempo e scegliere quella determinata bottiglia mi da tutta un'altra soddisfazione rispetto ad un semplice "Click"!
A volte però online si trovano prezzi inarrivabili per l'enoteche fisiche ( in realtà NON mi capita molto spesso e si tratta quasi sempre di offerte a tempo limitato)
Se poi cerco vini particolari (es: mi è capitato con tazzelenghe e albana: DIversi enotecari in città, alcuni anche blasonati, non sapevano neanche cosa fosse il Tazzelenghe, mi guardavano strano :D :D ), spesso non si trovano, almeno nella mia città , specie se si tratta di vini fuori regione . IN questi casi le enoteche online rappresentano una manna dal cielo, specie per chi vuole andare un pò oltre alle grandi denominazioni.
Poi quando faccio dei viaggi mi fa sempre piacere visitare produttori ma anche enoteche del luogo e magari scopro delle chicche a me sconosciute.
Per quanto riguarda i siti che ho provato, ecco le mie opinioni:

Tannico: grande scelta di vini, prezzi non sempre i migliori ma si fanno anche buoni affari . spedizioni veloci( almeno che si scelgano vini che provengano dalle cantine dei produttori, lì si allunga l'attesa di qualche giorno, ma sempre specificato sul sito).
Per quanto riguarda i rimborsi in caso di bottiglie sciupate, sono serissimi: Ordinai delle bottiglie di Montebuono dell' 86, che si rivelarono ossidate. Li ho avvisati e nel giro di poco tempo mi rimborsarono l'esatto importo

-Vino75: ottima scelta, prezzi non sempre competitivi ma ogni tanto si fanno alcuni buoni affari anche qui se si sa cercare. spedizione medio-veloce

Garofalowine: ottima varietà anche qui, prezzi buoni con possibilità di "grandi affari", specie su annate più vecchiotte. spedizione in cantinetta di polistirolo.
Molto seri anche loro in caso di rimborsi, basta inviare loro le bottiglie difettate( con spedizione a loro carico) e ti contattano per chiedere se si preferisce rimborso in denaro o l'invio di altre bottiglie (sempre a loro carico). Molto disponibili anche per telefono

-Meteri: vini un po' più particolari e rari. prezzi medio-buoni.spedizione veloce.

Wineowine: scelta non ampissima ma vini molto rari.prezzi credo abbastanza buoni, ma difficile confrontarli proprio per la rarità di parecchi loro vini. spedizione veloce.

Vinatis: sito francese. prezzi buoni(di solito) con sconti talvolta molto elevati. spedizione nei tempi previsti.

Locandaitalia: DIscreto assortimento con delle chicche in particolare dal Nord Piemonte, prezzi molto buoni di solito, spedizione abbastanza veloce, da concordare per telefono con il corriere per giono e orari (senza sovrapprezzi)
Trentiner: sito trentino con prodotti della regione. prezzi buoni . spedizioni veloci ed imballaggio molto bello

Enogift:scelta un po' limitata, soprattutto vini di Valtellina.prezzi medi. spedizioni nei tempi previsti in cantinette di polistirolo
marcommelier
Messaggi: 39
Iscritto il: 01 apr 2016 17:21

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda marcommelier » 20 set 2017 14:26

Ma basta demonizzare le enoteche online!

Dietro possono esserci sì società importanti ma la maggior parte delle enoteche online è gestita da persone che hanno ANCHE un negozio fisico a tutti gli effetti e che cercano, giustamente, spazio anche sul web.

Ci sono enoteche che offrono vini davvero difficili da reperire e pertanto l'acquisto online è quasi indispensabile, ma è ovvio che quando posso privilegio il contatto diretto se non addirittura la visita in azienda.

Ma ricordatevi che dietro un'enoteca online ci sono persone, così come in un'enoteca reale.

Saluti!
alleg
Messaggi: 327
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda alleg » 20 set 2017 14:48

Esperienza personale con tannico:

- inizio giugno acquisto 6 barbacarlo anni 90 circa 30€ L uno (prezzo che mi sembra civile, smentitemi se sbaglio)
- qualche giorno fa vado in cantina e noto 1 bottiglia di 96 che per rifermentazione interna si è stappata da sola
- ieri faccio presente il problema è vengo immediatamente riborsato.

Anche volendo non saprei proprio di cosa lamentarmi!
Andrea C.
Messaggi: 4
Iscritto il: 11 set 2017 11:02

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda Andrea C. » 21 set 2017 14:34

Ma, quindi per vostra esperienza personale tra i vari siti di vendita On-line quale consigliate per prezzo e qualità del servizio?
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda vinogodi » 21 set 2017 14:41

Andrea C. ha scritto:Ma, quindi per vostra esperienza personale tra i vari siti di vendita On-line quale consigliate per prezzo e qualità del servizio?
... Asta Pandolfini... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Andrea C.
Messaggi: 4
Iscritto il: 11 set 2017 11:02

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda Andrea C. » 21 set 2017 14:51

vinogodi ha scritto:
Andrea C. ha scritto:Ma, quindi per vostra esperienza personale tra i vari siti di vendita On-line quale consigliate per prezzo e qualità del servizio?
... Asta Pandolfini... 8)


Ahahahahahah, ok. Un po' pretenzioso ma almeno spero sia di qualità
vinogodi
Messaggi: 25355
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda vinogodi » 21 set 2017 14:58

marcommelier ha scritto:Ma basta demonizzare le enoteche online!


Saluti!
...ma quando mai...

Saluti anche da parte mia... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
brifazio
Messaggi: 8374
Iscritto il: 06 giu 2007 13:20
Località: Roma
Contatta:

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda brifazio » 21 set 2017 15:53

Una sola volta ho comprato su tannico (2015) , è andata benissimo, ottimi tempi, pacchi perfetti, bocce tutte ok.
Prezzi nella media, alcuni più basii che in enoteca, altri un po' più alti. Ho notato successivamente che gli unici prezzi interessanti sono quelli dei prodotti esauriti. O, peggio, anche se disponibili, non li fa inserire nel carrello.
Specchio per le allodole. Lo fanno anche altri.
maxer
Messaggi: 90
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda maxer » 21 set 2017 17:18

Unici prezzi interessanti solo per le bottiglie esaurite = PACCO PERFETTO ...
Lo fanno in tanti 8) :| 8)
carpe diem 8)
La passione del vino
Messaggi: 996
Iscritto il: 06 nov 2012 18:43
Località: Milano Nord

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda La passione del vino » 22 set 2017 17:32

Scusatemi, ma io non ho tutta questa stima nei confronti delle enoteche sotto casa.
Prima cosa, spesso e volentieri anche loro offrono il servizio di vendita on-line.
Seconda cosa, spesso e volentieri vedo queste belle bottiglie di Sassicaia, Solaia e compagnia bella, belle dritte sullo scaffale a temperatura ambiente (in base alla stagione), soprattutto quando trovo una bottiglia che ha i suoi annetti, penso sempre alla stessa cosa: "Ma ti hanno lasciato li per tutti questi anni???"
Non so dalle vostre parti, ma nella zona di Milano, la maggior parte delle enoteche lavora così!
Detto questo, ci sono persone serie che conservano le bottiglie alla giusta temperatura, ma sono veramente poche!!!
coltrane
Messaggi: 141
Iscritto il: 12 gen 2010 15:53
Località: Torino

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda coltrane » 22 set 2017 18:10

Quelli che ....se la esponi, la conservi male...
Quelli che ....se la tieni in cantina, non si vede e quindi non hai un cazzo...
Quelli che ....se la vendi con il giusto ricarico da LISTINO... sei un ladro....
Quelli che ... Il Dom all'Esselunga costa molto meno (già... ivato meno del listino Moet...da ivare) e gli hai fatto fare una figura di merda con i colleghi...
Quelli che ... la Grande Annè gliela devi vendere a quanto te la da Meregalli (..75,5€) altrimenti sei un farabutto approfittatore ed evasore (ma non sei neanche ancora alla cassa...che ne sai?)
Quelli che .... lo sa che questa bottiglia la trovo in rete o dal produttore a molto meno ?
Quelli che .... mi hanno invitato a cena e non posso passare da casa (...e portare una di quelle bottiglie che compro dal produttore o in rete, altrimenti col cazzo che venivo da te...)
Quelli che .....pensano che i listini i produttori li aggiornino al rialzo solo quando entrano nel tuo negozio...
Quelli che ..... tornano dalle vacanze, ti chiedono i vini di stretto consumo locale a 1500 Km da dove hai l'esercizio e ti dicono che dovresti comprarlo perchè è tanto buono, e sei ce l'hai è quello del produttore che fa cagare perchè loro ne hanno bevuto uno migliore...

Insomma ragazzi, io sono enotecaro ed enoappassionato e di conseguenza abbastanza cagacazzo quando sono in un'altra enoteca. Però ci sta .... quello che da veramente fastidio è la malafede a tutti i costi. Parlare senza conoscere i listini dei produttori/distributori è già, ad esempio, un esercizio di poca sostanza. Siamo sempre a criticare senza mai soffermarsi e provare a fare qualche passo nei mocassini altrui (come dicevano i saggi nativi americani)

Scusate le quattro minchiate in libertà, vi voglio bene e vi leggo sempre molto volentieri
marco
La passione del vino
Messaggi: 996
Iscritto il: 06 nov 2012 18:43
Località: Milano Nord

Re: TANNICO, CALL ME WINE, ETC.PARERI?

Messaggioda La passione del vino » 22 set 2017 18:33

Ci sta che molte critiche possono essere discutibili, ma non voglio stare a perdere tempo sul vino conservato sullo scaffale per anni!!
Io faccio più o meno il tuo stesso lavoro e le bottiglie che trovi in ufficio sono solo quelle vuote che espongo per decorazione.
Quelle piene sono sotto terra climatizzate e umidificate.
Quando ho cercato la location, ho pensato alle bottiglie e non al fatto di essere visibile o meno (con internet arrivi da tutte le parti del mondo).
Ricordiamoci che abbiamo deciso di vendere vini, non bulloni, trapani e quant'altro e quindi se vuoi delle soddisfazioni, devi trattarlo bene..... Se poi per qualcuno è solo un business, le mie parole stanno a zero!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Brodsky, ciscuz500r, cruyff1974, flavmeister, gabresso, Horace, landmax, mikmanc, ninetto, Roland, Unodimille, zampaflex e 42 ospiti