consiglio Borgogna rossa

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
bisolfito
Messaggi: 230
Iscritto il: 18 dic 2010 19:36
Località: ancona

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda bisolfito » 23 mar 2017 10:00

Comte Armand è uno di quelli che avevo messo nel mirino e mi piacerebbe aprire.
Ritenete veramente possibile che il vino sia imbevibile, chiuso e tannico tanto da risultare un vinello? O vinaccio?
miccel
Messaggi: 531
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda miccel » 23 mar 2017 10:23

bisolfito ha scritto:Comte Armand è uno di quelli che avevo messo nel mirino e mi piacerebbe aprire.
Ritenete veramente possibile che il vino sia imbevibile, chiuso e tannico tanto da risultare un vinello? O vinaccio?

Io l'ho preso 2 volte quando ancora si trovava a meno di 50 euro, annate 2000 e 2001, bevute entrambe intorno ai 10 anni di età ed erano perfettamente pronte. Ora non so questa famosa 2005 di quanto tempo abbia bisogno...
marcolanc
Messaggi: 644
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda marcolanc » 23 mar 2017 10:29

bisolfito ha scritto:Comte Armand è uno di quelli che avevo messo nel mirino e mi piacerebbe aprire.
Ritenete veramente possibile che il vino sia imbevibile, chiuso e tannico tanto da risultare un vinello? O vinaccio?

In generale, la 2005 è un'annata ancora piuttosto indietro (anche se nel 2016 ho cominciato a trovare qualche vino già più aperto: ricordo per esempio un Nuits St George 1er Cru Aux Thoray - che però sta nella parte nord del village, quindi più tendente alle caratteristiche di Vosne-Romanée dei vini dell'altra sponda di Nuits St. George - di De Montille già clamorosamente espressivo).
Il Clos des Epernaux, poi, è noto per essere tra i cru più lenti di Pommard ad aprirsi.
Questo è il motivo per cui io non l'ho inserito nella mia lista: aspetterei ancora qualche anno (a meno che tu non abbia un po' di bottiglie uguali, allora ci sta anche rischiare) e mi godrei al meglio una bottiglia che sulla carta potrebbe essere molto divertente, se aperta al momento giusto.
Ma è solo una mia idea...
landmax
Messaggi: 985
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda landmax » 23 mar 2017 10:54

paperofranco ha scritto:
landmax ha scritto:4) Gevrey Chambertin 1Er Cru Lavaux St Jacques (1999) Confuron Cotedidot: non capisco perchè nessuno l'abbia nominato. Annata 5 stelle, produttore ipertradizionalista, non diraspa (quindi maggior garanzia, se ben conservato, di lungo invecchiamento). Ok, Lavaux non è Clos, ma io sarei curiosissimo di berlo. Anzi, dovessi scegliere una sola bottiglia tra queste quattro, sarei molto indeciso tra questo e Le Beaux Monts di Clavelier.


Ti dico la mia motivazione.
Personalmente seguo questa regola: vini del villaggio da produttori del villaggio.


Franco, pensi quindi che chi non è del villaggio non possa produrre vini che rispecchino bene il carattere del villaggio (o del cru, in questo caso)?
Ultima modifica di landmax il 23 mar 2017 11:21, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 395
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda venicka » 23 mar 2017 11:13

bisolfito ha scritto:Comte Armand è uno di quelli che avevo messo nel mirino e mi piacerebbe aprire.
Ritenete veramente possibile che il vino sia imbevibile, chiuso e tannico tanto da risultare un vinello? O vinaccio?


è pur sempre un vino fatto da benjamin leroux, ergo imbevibile o vinaccio non lo sarà mai.
Chiuso e tannico però probabilmente si.
paperofranco
Messaggi: 5965
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda paperofranco » 23 mar 2017 12:30

landmax ha scritto:
paperofranco ha scritto:
landmax ha scritto:4) Gevrey Chambertin 1Er Cru Lavaux St Jacques (1999) Confuron Cotedidot: non capisco perchè nessuno l'abbia nominato. Annata 5 stelle, produttore ipertradizionalista, non diraspa (quindi maggior garanzia, se ben conservato, di lungo invecchiamento). Ok, Lavaux non è Clos, ma io sarei curiosissimo di berlo. Anzi, dovessi scegliere una sola bottiglia tra queste quattro, sarei molto indeciso tra questo e Le Beaux Monts di Clavelier.


Ti dico la mia motivazione.
Personalmente seguo questa regola: vini del villaggio da produttori del villaggio.


Franco, pensi quindi che chi non è del villaggio non possa produrre vini che rispecchino bene il carattere del villaggio (o del cru, in questo caso)?


Diciamo di si, sono possibilista, ma tendo a pensarlo, sulla base del bevuto, ovviamente.
bisolfito
Messaggi: 230
Iscritto il: 18 dic 2010 19:36
Località: ancona

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda bisolfito » 23 mar 2017 12:33

Venicka che mi dici di questi, gradita risposta anche degli altri.

Tortochot
Chambertin Grand Cru (2004)


Corton Grand Cru (2011)
Domaine Rapet Pere Et fils


Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py
bisolfito
Messaggi: 230
Iscritto il: 18 dic 2010 19:36
Località: ancona

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda bisolfito » 23 mar 2017 12:39

Dugat Py ho letto bene e male agli estremi.
Tortochot ho letto molto bene ma credo annata sfigata per i rossi....giusto?
Anche Rapet ho letto bene, perché nessuno lo consiglia? Forse livello più basso rispetto ai già segnalati
Avatar utente
venicka
Messaggi: 395
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda venicka » 23 mar 2017 13:13

bisolfito ha scritto:Venicka che mi dici di questi, gradita risposta anche degli altri.

Tortochot
Chambertin Grand Cru (2004)


Corton Grand Cru (2011)
Domaine Rapet Pere Et fils


Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py


non ho bevuto né il tortochot 2004 né il dugat-py 2010, di rapet invece ho sempre e solo bevuto i bianchi ergo non so che dirti, anzi sì, stappa quello che ti pare senza farti troppe pippe mentali :mrgreen:
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12738
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda Kalosartipos » 23 mar 2017 14:31

bisolfito ha scritto:Tortochot ho letto molto bene ma credo annata sfigata per i rossi....giusto?

:evil: :evil: :evil:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
bisolfito
Messaggi: 230
Iscritto il: 18 dic 2010 19:36
Località: ancona

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda bisolfito » 23 mar 2017 15:10

Marco a cosa ti riferisci
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12738
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda Kalosartipos » 23 mar 2017 15:16

2004 rossa io la evito come la peste bubbonica
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 27774
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda vinogodi » 23 mar 2017 15:34

Kalosartipos ha scritto:2004 rossa io la evito come la peste bubbonica
...qualcosa vorrei farti risentire , dopo tanti anni ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda Aramis » 04 apr 2017 14:18

bisolfito ha scritto:Buongiorno a tutti,
Un consiglio da voi esperti......
Devo scegliere 2 bottiglie tra quelle sotto elencate.
Quali secondo voi le più interessanti?
Grazie a chiunque vorrà rispondere.

Giorgio




Corton Grand Cru (2011)
Domaine Rapet Pere Et Fils
- Annataccia

Nuits St Georges 1Er Cru Boudots (2008)
Georges Noellat
- C'erano ancora i nonni del bravissimo ragazzo attualmente al timone, Maxime.

Chambolle Musigny 1Er Cru Les Chabiot (2010)
Frederic Magnien
- Non mi muove un sopracciglio.

Gevrey Chambertin Cazetiers 1Er Cru (2010)
Frederic Magnien
- Vigneto strepitoso, annata idem, si può tentare.

Pommard Rugiens 1er Cru (2011)
Lejeune
- Annata già di suo cruda, vinificato da Aubert Lefas coi raspi, vigneto però di livello Grand Cru.

Volnay 1er Cru Caillerets (2011)
Marquis D'Angerville
- Grande vigna, annata brutta, tenderei però a fidarmi

Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py
- Non sembra un Borgogna.

Vosne Romanee 1Er Les Beaux Monts (2009)
Bruno Clavelier
- Must assoluto, prima scelta della lista.

Chambolle Musigny 1Er Cru Les Gruenchers (2011)
Thibault Liger Belair
- Peccato per l'annata, Gruenchers è un bel vigneto.

Pommard 1Er Cru Clos Des Epeneaux Monopole (2005)
Comte Armand
- Penso sia duro come il cemento armato. Se piacciono i vini così. Non lo bevo da anni. Si potrebbe tentare.

Vosne Romanee 1Er Cru Clos De Reas (2009)
Domaine Michel Gros
- Mai piaciuto. Penso che il vigneto piaccia solo a Michel Gros, monopolista.

Gevrey Chambertin 1Er Cru Lavaux St Jacques (1999)
Confuron Cotedidot
- Mai bevuto, non sono un fan del vigneto. Annata ricca. Potrebbe sapere di cioccolata. Not in my name.

Chambertin Grand Cru (2004)
Tortochot
- Chambertin di ripiego, annata grama sebbene qui meno grama che altrove, mano grezza.

My 2 cents:
BeauxMonts Clavelier, Cazetiers Magnien, Clos des Epeneaux Comte Armand.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda Aramis » 04 apr 2017 14:23

venicka ha scritto:
bisolfito ha scritto:Venicka che mi dici di questi, gradita risposta anche degli altri.

Tortochot
Chambertin Grand Cru (2004)


Corton Grand Cru (2011)
Domaine Rapet Pere Et fils


Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py


non ho bevuto né il tortochot 2004 né il dugat-py 2010, di rapet invece ho sempre e solo bevuto i bianchi ergo non so che dirti, anzi sì, stappa quello che ti pare senza farti troppe pippe mentali :mrgreen:


I rossi di Vincent Rapet sono a mio giudizio molto interessanti, in particolare il longevisismo Corton e il Pernand-Vergelesses 1er "Ile des Vergelesses", chiaramente la migliore vigna da rosso del comune.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
bisolfito
Messaggi: 230
Iscritto il: 18 dic 2010 19:36
Località: ancona

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda bisolfito » 04 apr 2017 18:16

Anche Armando che onore.
La cena ma soprattutto la bevuta è stata fatta, ringrazio tutti per i preziosi consigli.
I bevuti:

Pommard Rugiens 1er Cru (2011)
Lejeune
-Sarà pure annata sfigata ma è risultato di incredibile finezza. Floreale e radici con tannino levigato. Forse anche troppo esile ma piacevolissimo. Mi aspettavo qualcosina in più comunque. Beccato in degustazione l'utilizzo dei raspi....piccola soddisfazione

Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py
- Non sembrerà un Borgogna ma ha colpito tutti e più di tutti. Per me ottimo vino e cru minore.

Vosne Romanee 1Er Les Beaux Monts (2009)
Bruno Clavelier
- Must assoluto, prima scelta della lista e confermo. Il miglior vino, completo e complesso seppur giovane.
Già al naso si era capito tutto.

Vosne Romanee 1Er Cru Clos De Reas (2009)
Domaine Michel Gros
- Non ha entusiasmato neanche me, anche se devo ammettere che è fatto bene, nessun difetto.
Più sparato del precedente, sia al naso che in bocca, leggermente squilibrato nelle componenti. Mi ha dato l'idea che abbisogna di ulteriore vetro. Non lo boccerei così però.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 395
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda venicka » 04 apr 2017 22:01

Aramis ha scritto:
I rossi di Vincent Rapet sono a mio giudizio molto interessanti, in particolare il longevisismo Corton e il Pernand-Vergelesses 1er "Ile des Vergelesses", chiaramente la migliore vigna da rosso del comune.


Ottimo, vedrò di procurarmi qualche boccia, la borgogna "minore" dà spesso soddisfazioni a cifre umane vediamo un po' che trovo.
Ah, e buono pure che non sono l'unico che ha notato uno stacco qualitativo netto tra i vini di georges noellat pre e post maxime, ultimamente stan tirando fuori vini splendidi.
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda Aramis » 05 apr 2017 11:03

bisolfito ha scritto:Anche Armando che onore.
La cena ma soprattutto la bevuta è stata fatta, ringrazio tutti per i preziosi consigli.
I bevuti:

Pommard Rugiens 1er Cru (2011)
Lejeune
-Sarà pure annata sfigata ma è risultato di incredibile finezza. Floreale e radici con tannino levigato. Forse anche troppo esile ma piacevolissimo. Mi aspettavo qualcosina in più comunque. Beccato in degustazione l'utilizzo dei raspi....piccola soddisfazione

Gevrey Chambertin Les Evocelles Vieilles Vignes (2010)
Dugat Py
- Non sembrerà un Borgogna ma ha colpito tutti e più di tutti. Per me ottimo vino e cru minore.

Vosne Romanee 1Er Les Beaux Monts (2009)
Bruno Clavelier
- Must assoluto, prima scelta della lista e confermo. Il miglior vino, completo e complesso seppur giovane.
Già al naso si era capito tutto.

Vosne Romanee 1Er Cru Clos De Reas (2009)
Domaine Michel Gros
- Non ha entusiasmato neanche me, anche se devo ammettere che è fatto bene, nessun difetto.
Più sparato del precedente, sia al naso che in bocca, leggermente squilibrato nelle componenti. Mi ha dato l'idea che abbisogna di ulteriore vetro. Non lo boccerei così però.


Lejeune: lo ritrovo in pieno.
Dugat Py: colpire è il verbo giusto.
Clavelier: molto contento dell'esito, meriterebbe altra fama.
Gros: il sale del 2009, timbro del millesimo, è ciò di cui questo vino ha bisogno disperato, e ciò che lo salva. altrimenti è un "premier cru" regalato. E' un terroir di categoria "Villages" per me; comunque un Villages di Vosne, non dico che sia Casale del Giglio.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: consiglio Borgogna rossa

Messaggioda gp » 05 apr 2017 11:46

Aramis ha scritto:comunque un Villages di Vosne, non dico che sia Casale del Giglio.

Certo che no: d'altronde sappiamo bene che Casale del Giglio è strettamente imparentato con Bordeaux, "territori[o] espost[o] all’influenza della costa, esattamente come l’Agro Pontino, che beneficia dell’influenza del Mar Tirreno" (cito dalla brochure aziendale). :D
gp

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ale Lenzi, gpetrus, littlewood, Lorenzo81, Nexus1990, quellocheaspetta, simba e 25 ospiti