il miglior vino italiano di sempre

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
alì65
Messaggi: 10793
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda alì65 » 10 gen 2017 23:24

gbaenergiaeco10 ha scritto:
alì65 ha scritto:sono abbastanza sicuro, le due riserva 83 di Case Basse e Quintarelli


claudio se dovessi fare una tua lista chi ci metteresti? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


quale lista?
se una classifica dei migliori sarebbe lunga...e in primis Sangiovese Ilcinese, in media vince su Barolo
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
darmagi90
Messaggi: 908
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda darmagi90 » 10 gen 2017 23:55

gbaenergiaeco10 ha scritto:È bello comunque vedere i diversi punti di vista..marco spartisce le prime 10 posizioni tra i bs riserva e monfortino, Claudio le due riserve 83 di soldera e quintarelli, andyele riserva 90 soldera..
Ma valentini e pergole sono così lontani?


Bondi Santi del cretacico non assaggiati, Monfortino 61 si :mrgreen:

Biondi Santi e Conterno hanno una storia che gli altri italiani non hanno, magari saranno anche allo stesso livello ma ci vogliono alcuni decenni per poterlo capire e documentare debitamente.

Ad oggi, secondo me, Biondi Santi e Conterno sono gli unici che stanno proponendo una continuità qualitativa paragonabile ai vini prodotti da fine '800 per BS e dai primi '900 per Conterno.

Poi ho strabuzzato occhi e paplille per Damilano e Serafino anni '50 o giù di lì.... ma oggi sono una cosa diversa da quella di allora.

Soldera e Quintarelli certamente grandi ma certi confronti li potranno fare solo i nostri figli (scusate il pluralia maiestatis, in effetti parlavo solo per me e forse per chi ha più o meno i miei anni).
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
vinogodi
Messaggi: 26931
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2017 09:02

stecca ha scritto:Sbaglio sulle annate o proprio sul vino? (preciso che non le ho bevute... nessuna delle due...andavo a memoria da quello che ricordo di aver letto in giro)
...entrambi.
Sassicaia entrerà nella storia dei bordolesi italiani ( e mondiali , come rappresentatnte "fuori zona") ma quando si scontra con i grandi epigoni di Bordeaux in grande annata , piange . Le annate più grandi di Sassicaia sono state:
1) 1985
2) 1988 (si può anche invertire la posizione perché simili. A volte mi è piaciuto più uno , qualche volta più l'altro)
3) 1978
4) 1990
5) 1998
6) 1977
7) 1979
8) 1982
9) 2001
10) 1999
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2616
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda Ludi » 11 gen 2017 11:10

vinogodi ha scritto:Sassicaia entrerà nella storia dei bordolesi italiani ( e mondiali , come rappresentatnte "fuori zona") ma quando si scontra con i grandi epigoni di Bordeaux in grande annata , piange . Le annate più grandi di Sassicaia sono state:
1) 1985
2) 1988 (si può anche invertire la posizione perché simili. A volte mi è piaciuto più uno , qualche volta più l'altro)
3) 1978
4) 1990
5) 1998
6) 1977
7) 1979
8) 1982
9) 2001
10) 1999


a testimonianza e prova di ciò che affermi, in una comparazione che feci qualche anno fa' Sassicaia 2001 prese schiaffi da Latour 2001 (con tutto che 2001 a Bordeaux non è certo grande come 2001 in Italia).
Spectator
Messaggi: 3611
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda Spectator » 11 gen 2017 12:39

vinogodi ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:tra queste, qual è quella più facilmente reperibile? (ammesso che ce ne sia una)
... solitamente ne trovo senza problemi al mercatino rionale di Acerra , ci sono almeno tre bancarelle ben provviste.
Altrimenti , se non sei da quelle parti il venerdì mattina, puoi rivolgerti ad ogni ora a Ciro Pettiniello , in via Vena della Fossa 41 bis interno 12 a Castellamare di Stabbia . Citofona e digli che ti mando io , ha vere e proprie chicche a prezzi onesti . Un'anfora di triremi romana del VI secolo AC la vende a 50.000 vecchie lire mentre una Riserva di Biondi Santi , inedita , del 1871 (prima annata "sognata" da Ferruccio Tancredi Biondi Santi) , con 115 Euro la porti a casa...


..Va bene..il ''mercatino di Acerra''.Ma,mi devi spiegare come fai a conoscere via Vena della Fossa 41 a Castellammare di Stabia?!Pure chi abita,ha difficolta' a trovarla !Specie di sera :mrgreen: :wink: :shock: .
vinogodi
Messaggi: 26931
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2017 12:54

Spectator ha scritto:
vinogodi ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:tra queste, qual è quella più facilmente reperibile? (ammesso che ce ne sia una)
... solitamente ne trovo senza problemi al mercatino rionale di Acerra , ci sono almeno tre bancarelle ben provviste.
Altrimenti , se non sei da quelle parti il venerdì mattina, puoi rivolgerti ad ogni ora a Ciro Pettiniello , in via Vena della Fossa 41 bis interno 12 a Castellamare di Stabbia . Citofona e digli che ti mando io , ha vere e proprie chicche a prezzi onesti . Un'anfora di triremi romana del VI secolo AC la vende a 50.000 vecchie lire mentre una Riserva di Biondi Santi , inedita , del 1871 (prima annata "sognata" da Ferruccio Tancredi Biondi Santi) , con 115 Euro la porti a casa...


..Va bene..il ''mercatino di Acerra''.Ma,mi devi spiegare come fai a conoscere via Vena della Fossa 41 a Castellammare di Stabia?!Pure chi abita,ha difficolta' a trovarla !Specie di sera :mrgreen: :wink: :shock: .
...è trent'anni che faccio "pelati" e altri derivati del pomodoro setacciando aziende nell'Agro Nocerino Sarnese ... :P
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
report
Messaggi: 3783
Iscritto il: 13 giu 2007 12:22

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda report » 11 gen 2017 13:05

e quello che sta ancora in cantina!

non esiste il miglior vino. :wink:
stecca
Messaggi: 367
Iscritto il: 01 nov 2008 12:49
Località: BS

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda stecca » 11 gen 2017 21:55

vinogodi ha scritto:
stecca ha scritto:Sbaglio sulle annate o proprio sul vino? (preciso che non le ho bevute... nessuna delle due...andavo a memoria da quello che ricordo di aver letto in giro)
...entrambi.
Sassicaia entrerà nella storia dei bordolesi italiani ( e mondiali , come rappresentatnte "fuori zona") ma quando si scontra con i grandi epigoni di Bordeaux in grande annata , piange . Le annate più grandi di Sassicaia sono state:
1) 1985
2) 1988 (si può anche invertire la posizione perché simili. A volte mi è piaciuto più uno , qualche volta più l'altro)
3) 1978
4) 1990
5) 1998
6) 1977
7) 1979
8) 1982
9) 2001
10) 1999


Marco, del Sassicaia non ho mai detto che sia meglio dei bordolesi con i quali condivide l'uvaggio, ho detto che è molto famoso, longevo, tuttosommato costante qualitativamente.
Penso che il suo pregio sia quello, pur ispirandosi ai bordolesi, di restare piuttosto "riconoscibile" e di restituire le caratteristiche del terroir di bolgheri, come dici tu un rappresentante "mediterraneo" di tutto rispetto.
Per le annate: sull'89 ho fatto confusione, ero incerto e mi son sbagliato, mentre ho scritto 2006 avendo più che altro in mente il ricordo di un tuo post intitolato qualcosa tipo "il coraggio di osare" ne l quale mi pare tu esprimessi ungiudizio molto molto positivo su questa annata.
Ho provato a cercarlo, ma non lo ritrovo....ad ogni modo ultimamente la mia mente mi fa scherzi...non avevo la pretesa di scrivere giudizi incontrovertirtibili...chiacchere da bar.
seeionoou2
Messaggi: 525
Iscritto il: 02 lug 2014 11:46
Località: PR

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda seeionoou2 » 13 gen 2017 12:26

di ciò che ho bevuto io

Solaia 1979
Un uomo senza vizi è un uomo finito (qds)
declar
Messaggi: 485
Iscritto il: 16 giu 2007 14:18

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda declar » 12 gen 2018 07:56

vinogodi ha scritto:...beh , se vogliamo una classifica "oggettiva" e non soggettiva (ma anche soggettiva) limitandoci ai primi 10 ed alla storia enologica conosciuta d'Italia ( nel senso di "bevuti" e non "sognati") , è abbastanza semplice :
1) Riserva Biondi santi 1955
2) Monfortino 1947
3) Monfortino 1961
4) Riserva Biondi Santi 1925
5) Monfortino 1971
6) Monfortino 1978
7) Monfortino 1964
8) Riserva Biondi Santi 1964
9) Riserva Biondi Santi 1945
10) Monfortino 1967

Outsiders : Monfortino e Riserva Biondi Santi 1982 - Kurni Vecchie Vigne 2001 e 2006 - Riserva Biondi Santi 1961 - Riserva Amarone Quintarelli 1974 - Taurasi Montemarano Riserva 1968 - Monfortino 1945 - Monfortino 1996 - Kurni Vecchie Vigne 2004

Ma secondo voi perche' biondi Santi non ha il riconoscimento internazionale che ha monfortino ad esempio ? Parlo anche di prezzi ,l' impressione che ho e' che comunque monfortino sia molto piu' ricercato e prende spesso voti piu' alti dalle guide americane mentre in Italia sembra che si mettano almeno sullo stesso piano . Esempio, riserva biondi Santi 2010 puo essere considerato un vino a livello monfortino 2010 ?
Se ho scritto delle idiozie ditemelo pure
vinogodi
Messaggi: 26931
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda vinogodi » 12 gen 2018 08:49

declar ha scritto:
vinogodi ha scritto:...beh , se vogliamo una classifica "oggettiva" e non soggettiva (ma anche soggettiva) limitandoci ai primi 10 ed alla storia enologica conosciuta d'Italia ( nel senso di "bevuti" e non "sognati") , è abbastanza semplice :
1) Riserva Biondi santi 1955
2) Monfortino 1947
3) Monfortino 1961
4) Riserva Biondi Santi 1925
5) Monfortino 1971
6) Monfortino 1978
7) Monfortino 1964
8) Riserva Biondi Santi 1964
9) Riserva Biondi Santi 1945
10) Monfortino 1967

Outsiders : Monfortino e Riserva Biondi Santi 1982 - Kurni Vecchie Vigne 2001 e 2006 - Riserva Biondi Santi 1961 - Riserva Amarone Quintarelli 1974 - Taurasi Montemarano Riserva 1968 - Monfortino 1945 - Monfortino 1996 - Kurni Vecchie Vigne 2004

Ma secondo voi perche' biondi Santi non ha il riconoscimento internazionale che ha monfortino ad esempio ? Parlo anche di prezzi ,l' impressione che ho e' che comunque monfortino sia molto piu' ricercato e prende spesso voti piu' alti dalle guide americane mentre in Italia sembra che si mettano almeno sullo stesso piano . Esempio, riserva biondi Santi 2010 puo essere considerato un vino a livello monfortino 2010 ?
Se ho scritto delle idiozie ditemelo pure
...tempi addietro e fino ad una ventina d'anni fa era esattamente l'opposto , il Brunello (Riserva)Biondi Santi era considerato il più grande vino italiano senza ma e senza se. Le sue vecchie riserve erano concupite da tutti gli appassionati del mondo , aste comprese . Era però terribile berlo da giovane , acido e citrino, scorbutico nella sua austerità , per cui la sua gloria in un mercato globale che anelava il "pronti e via" (vedi interi distretti cambiare i propri protocolli sia di coltivazione che di lavorazione pur di accondiscendere ai ricchi mercati anglosassoni ed emergenti ad est , con il grande Parker con lancia in resta a orientare ulteriormente il gregge) , decadde ingloriosamente soprattutto nell'immaginario collettivo di una massa di appassionati non sempre coerenti con lo spirito del berealto e della lunga e paziente attesa. Bere anche oggi vecchi Brunello di BS rimane una forte emozione e godimento .
PS: 2010 Riserva Biondi Santi bevuto solo una volta a casa di un amico : fin troppo "ottimo" da subito e anomalo rispetto a quello che è la mia conoscenza (sono cresciuto bevendo e nel mito di questo vino) : grande boccia comunque. Io preferisco Monfortino , soprattutto in questo stadio...vini probabilmente da attendere un secolo , per cui... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
declar
Messaggi: 485
Iscritto il: 16 giu 2007 14:18

Re: il miglior vino italiano di sempre

Messaggioda declar » 12 gen 2018 09:31

vinogodi ha scritto:
declar ha scritto:
vinogodi ha scritto:...beh , se vogliamo una classifica "oggettiva" e non soggettiva (ma anche soggettiva) limitandoci ai primi 10 ed alla storia enologica conosciuta d'Italia ( nel senso di "bevuti" e non "sognati") , è abbastanza semplice :
1) Riserva Biondi santi 1955
2) Monfortino 1947
3) Monfortino 1961
4) Riserva Biondi Santi 1925
5) Monfortino 1971
6) Monfortino 1978
7) Monfortino 1964
8) Riserva Biondi Santi 1964
9) Riserva Biondi Santi 1945
10) Monfortino 1967

Outsiders : Monfortino e Riserva Biondi Santi 1982 - Kurni Vecchie Vigne 2001 e 2006 - Riserva Biondi Santi 1961 - Riserva Amarone Quintarelli 1974 - Taurasi Montemarano Riserva 1968 - Monfortino 1945 - Monfortino 1996 - Kurni Vecchie Vigne 2004

Ma secondo voi perche' biondi Santi non ha il riconoscimento internazionale che ha monfortino ad esempio ? Parlo anche di prezzi ,l' impressione che ho e' che comunque monfortino sia molto piu' ricercato e prende spesso voti piu' alti dalle guide americane mentre in Italia sembra che si mettano almeno sullo stesso piano . Esempio, riserva biondi Santi 2010 puo essere considerato un vino a livello monfortino 2010 ?
Se ho scritto delle idiozie ditemelo pure
...tempi addietro e fino ad una ventina d'anni fa era esattamente l'opposto , il Brunello (Riserva)Biondi Santi era considerato il più grande vino italiano senza ma e senza se. Le sue vecchie riserve erano concupite da tutti gli appassionati del mondo , aste comprese . Era però terribile berlo da giovane , acido e citrino, scorbutico nella sua austerità , per cui la sua gloria in un mercato globale che anelava il "pronti e via" (vedi interi distretti cambiare i propri protocolli sia di coltivazione che di lavorazione pur di accondiscendere ai ricchi mercati anglosassoni ed emergenti ad est , con il grande Parker con lancia in resta a orientare ulteriormente il gregge) , decadde ingloriosamente soprattutto nell'immaginario collettivo di una massa di appassionati non sempre coerenti con lo spirito del berealto e della lunga e paziente attesa. Bere anche oggi vecchi Brunello di BS rimane una forte emozione e godimento .
PS: 2010 Riserva Biondi Santi bevuto solo una volta a casa di un amico : fin troppo "ottimo" da subito e anomalo rispetto a quello che è la mia conoscenza (sono cresciuto bevendo e nel mito di questo vino) : grande boccia comunque. Io preferisco Monfortino , soprattutto in questo stadio...vini probabilmente da attendere un secolo , per cui... 8)

Grazie mille Della risposta sempre un piacere leggere quello che scrivi . Cio' che mi lascia perplesso e' proprio il fatto che la riserva 2010 sembri piu' piacevole adesso vs monfortino in una grande annata Uno schizza con I prezzi alle stelle prende 100 pp e l altro nonostante sia aumentato di prezzo ai Prezzi attuali si fa fatica a vendere o almeno cosi' leggevo sul forum . Grazie ancora .

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Avvinazzato1970, Jean de Lillet, mikmanc, piergi e 27 ospiti