Merlot d'Italia...quali?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
trikki
Messaggi: 3400
Iscritto il: 11 dic 2012 18:17
Contatta:

Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda trikki » 28 feb 2014 16:17

Ho avuto modo di degustare una bottiglia di un'azienda che non conoscevo, ma di cui, in passato me ne avevano. L'azienda in questione è il Mottolo situata a Baone in provincia di Padova, e il vino che ho bevuto non molto tempo fa è Comezzara, un Merlot in purezza.

Un bel vino con un ottimo rapporto qualità/prezzo, una bella persistenza begl'odori di frutta rossa maturi, tabacco, caldo e ottimi tannini al punto giusto.
Vitigno per lo più abbinato al classico Cabernet, avevo già degustato vini con percentuale di Merlot (Lupicaia, Guidalberto etc) ma in purezza non mi era mai capitato.

Volendo provare altri Merlot in purezza, e senza svenarsi arrivando ad un MASSETO :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: , quali, secondo gli amici forumisti altre belle bottiglie di questo vitigno francese importato in Italia?
alì65
Messaggi: 11223
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda alì65 » 28 feb 2014 16:41

scrivi ad eno che avrà qualche info in più su Mottolo... :wink:

altri Merlot sempre i soliti, dipende quanto vuoi spendere, Messorio 150 è troppo? Miani 120 è troppo? Ricolma 40 è poco? Redigaffi 160 è troppo? Sansonina, Piantonaia, Graf de la Tour, ......e tanti altri...
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10946
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Alberto » 28 feb 2014 16:46

Che annata il Comezzara, per curiosità?

Sempre nei C.E. un altro ottimo merlot in purezza è il Sassonero di Franco Zanovello/Ca' Lustra. Ma ce ne sono altri di validi in zona.

In FVG, "patria" del merlot cisalpino, si potrebbero fare un'infinità di nomi, tra quelli ad alto livello che mantengono anche un prezzo vantaggiosissimo ti posso suggerire Toros, I Clivi, Antico Broilo, Skok, Le Due Terre, Ronco Severo, i due Keber, Tercic, Petrussa (quest'ultimo su uno stile un po' diverso, più "leggero")...altrimenti si sale fino a Radikon, Gravner, Miani. Un "classicone" ed una via di mezzo, anche come prezzo (35-40 in enoteca) è anche il Graf de la Tour di Villa Russiz, già citato da Claudio/Alì. Questo per rimanere in territorio italiano senza sconfinare in Slovenia.

Altri nomi che mi vengono in mente così di getto...in Trentino il Pivier di Cesconi ed in A.A. quello di Lageder (i numeri romani) anche se è parecchio che non lo assaggio.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
trikki
Messaggi: 3400
Iscritto il: 11 dic 2012 18:17
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda trikki » 28 feb 2014 16:57

alì65 ha scritto:scrivi ad eno che avrà qualche info in più su Mottolo... :wink:

altri Merlot sempre i soliti, dipende quanto vuoi spendere, Messorio 150 è troppo? Miani 120 è troppo? Ricolma 40 è poco? Redigaffi 160 è troppo? Sansonina, Piantonaia, Graf de la Tour, ......e tanti altri...

beh claudio, spendere 150, 160, 120 euri non è da tutti i giorni, e non sempre per tutte le tasche. Capisci bene.
Il Comezzara che ho bevuto è sull'ordine dei 8-10 euri (e per rispondere ad Alberto era 2010). A queste cifre può benissimo diventare vino quoditidiano. I tuoi citati, no.
Poi, mi ha parlato de Le Due Terre, a conferma di quello che diceva pure il buon Alberto. E qui siamo intorno ai 18-20 euro.
Discorsi più abbordabili, no???
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12627
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Kalosartipos » 28 feb 2014 17:07

trikki ha scritto:Discorsi più abbordabili, no???

VISTORTA in Friuli.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
apple
Messaggi: 1220
Iscritto il: 18 set 2010 14:52

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda apple » 28 feb 2014 17:15

Le pine... un bel merlot della zona di pomerola...ma credo ci sia pure un po' di cabernet franc... :mrgreen:
"Il salutista è uno che vive da malato per morire sano..."
Avatar utente
trikki
Messaggi: 3400
Iscritto il: 11 dic 2012 18:17
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda trikki » 28 feb 2014 17:21

apple ha scritto:Le pine... un bel merlot della zona di pomerola...ma credo ci sia pure un po' di cabernet franc... :mrgreen:


Château Le Pin - Pomerol ??????????????????????????????????????????????

:roll: :roll: :roll: :roll: :roll:
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12627
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Kalosartipos » 28 feb 2014 17:55

apple ha scritto:Le pine... un bel merlot della zona di pomerola...ma credo ci sia pure un po' di cabernet franc... :mrgreen:

Bischero di un toscanaccio.. :roll:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
alì65
Messaggi: 11223
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda alì65 » 28 feb 2014 18:04

trikki ha scritto:
alì65 ha scritto:scrivi ad eno che avrà qualche info in più su Mottolo... :wink:

altri Merlot sempre i soliti, dipende quanto vuoi spendere, Messorio 150 è troppo? Miani 120 è troppo? Ricolma 40 è poco? Redigaffi 160 è troppo? Sansonina, Piantonaia, Graf de la Tour, ......e tanti altri...

beh claudio, spendere 150, 160, 120 euri non è da tutti i giorni, e non sempre per tutte le tasche. Capisci bene.
Il Comezzara che ho bevuto è sull'ordine dei 8-10 euri (e per rispondere ad Alberto era 2010). A queste cifre può benissimo diventare vino quoditidiano. I tuoi citati, no.
Poi, mi ha parlato de Le Due Terre, a conferma di quello che diceva pure il buon Alberto. E qui siamo intorno ai 18-20 euro.
Discorsi più abbordabili, no???


se vuoi spendere meno di 8/10 euri c'è il merlot della Cavit in cartone, mi sembra 2.50.......è fatto bene, il colore del vino ce l'ha, l'odore pure per il resto non saprei.....
oppure dovrei avere ancora qualche bt da mio padre quello che faceva lui a costo quasi zero, fosse buono no di certo ma è naturale (di sicuro) e costava niente, solo qualche ora in vendemmia e un po' di ramato con la carriola a pompa......cazzo che ricordi!!!! :cry:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
trikki
Messaggi: 3400
Iscritto il: 11 dic 2012 18:17
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda trikki » 28 feb 2014 18:21

...e perché qualcuno ti ha detto che vorrei spendere meno di 8-10 euro?
se conosci il prezzo del Cavit in cartone, vuol dire che qualche volta lo hai comprato?
Chiedevo ai guru come te, altre espressione di Merlot. Non altre espressioni di bevande al gusto di uva.
:wink:
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10946
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Alberto » 28 feb 2014 18:30

alì65 ha scritto:se vuoi spendere meno di 8/10 euri c'è il merlot della Cavit in cartone, mi sembra 2.50.......

:wink:

Il Comezzara del Mottolo è davvero un gran bel merlot, per il costo ed in senso assoluto...è un "base" con 10 virgolette, avercene di vini di entrata a quel livello!

Un altro veneto che val la pena provare è il Corin 170 di Ghirardo (Colli Berici).
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
alì65
Messaggi: 11223
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda alì65 » 28 feb 2014 20:02

trikki ha scritto:...se conosci il prezzo del Cavit in cartone, vuol dire che qualche volta lo hai comprato? ....

:wink:


lo acquisto spesso, per cucinare è perfetto!!

sui Merlot non molto pronto se non su quelli conosciuti ai più, vitigno non dei miei preferiti e quelle poche volte che abbiamo messo bt a fianco Redigaffi 2000 e Masseto 98 e 2001 hanno massacrato di brutto i restanti senza possibilità di rivincita, non c'è mai stata gara......alche ho rinunciato e non ho più approfondito
per me il miglior vitigno "giornaliero" è Lambaro Sorbara e Sangiovese; mi piacerebbe il PN come vino quotidiano ma la vedo un attimo impegnativa
sto lavorando su Syrah e Grenache... :wink:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
trikki
Messaggi: 3400
Iscritto il: 11 dic 2012 18:17
Contatta:

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda trikki » 02 mar 2014 13:41

Grazie per i consigli 8)
stentenno71
Messaggi: 366
Iscritto il: 09 feb 2012 17:53

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda stentenno71 » 02 mar 2014 15:50

l' artiul di stefano novello ( ronco severo ) è un vino che, a mio modesto parere, non delude mai !
siamo attorno ai 20 €
stefano
eno
Messaggi: 2023
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda eno » 06 mar 2014 00:03

Trovo che il merlot sia ingiustamente bistrattato. Senza scomodare Pomerol, quando è fatto bene è bbono. quoto quelli segnalati, aggiungerei anche Fra i Broli dell'az. Piovene Porto Godi, Colli Berici, sui 16 euro, molto valido. si gira intorno ai Colli Euganei perchè li', circa 150 anni fa, arrivo' dalla Francia, fu tra le prime zone a coltivarlo, tra l'altro sotto il controllo e della scuola enologica di Conegliano
Avatar utente
Chicco76
Messaggi: 9808
Iscritto il: 25 ago 2008 18:01
Località: Padova

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Chicco76 » 06 mar 2014 01:19

alì65 ha scritto:
trikki ha scritto:...se conosci il prezzo del Cavit in cartone, vuol dire che qualche volta lo hai comprato? ....

:wink:


lo acquisto spesso, per cucinare è perfetto!!

sui Merlot non molto pronto se non su quelli conosciuti ai più, vitigno non dei miei preferiti e quelle poche volte che abbiamo messo bt a fianco Redigaffi 2000 e Masseto 98 e 2001 hanno massacrato di brutto i restanti senza possibilità di rivincita, non c'è mai stata gara......alche ho rinunciato e non ho più approfondito
per me il miglior vitigno "giornaliero" è Lambaro Sorbara e Sangiovese; mi piacerebbe il PN come vino quotidiano ma la vedo un attimo impegnativa
sto lavorando su Syrah e Grenache... :wink:


Perché siete stati poco lungimiranti e non li avete mai confrontati coi friulani ... :mrgreen:
gpetrus
Messaggi: 2339
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda gpetrus » 06 mar 2014 10:50

se non sbaglio nessuno ha citato un gran Merlot che e' quello di Vignai da Duline ...da provare anche se discretamente raro :)
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8587
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda arnaldo » 06 mar 2014 12:11

Kalosartipos ha scritto:
trikki ha scritto:Discorsi più abbordabili, no???

VISTORTA in Friuli.


100 Merlot ??? Mi viene il dubbio...non era un bordolese (fatto molto bene tra l'altro???)??? :roll:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 10946
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Alberto » 06 mar 2014 13:02

arnaldo ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:
trikki ha scritto:Discorsi più abbordabili, no???

VISTORTA in Friuli.


100 Merlot ??? Mi viene il dubbio...non era un bordolese (fatto molto bene tra l'altro???)??? :roll:

E' sempre stato un merlot in purezza...e il 2007 in effetti non è male, l'ho trovato con più polpa e spalla rispetto ad anni fa.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2100
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda kubik » 06 mar 2014 14:18

A Terre di Toscana Lunedì, Rossombroso 2010 (100% merlot), Az. Solatione, San. Casciano Val di Pesa.
Assaggiato solo su insistenza della moglie Francesca, simpaticissima così come il marito Fabio
(ero scettico, lo sono in generale con gli alloctoni, in questo caso a maggior ragione dopo l'assaggio del ch. 09 già stanco,
anche se il ris. 09 e già più integro ed interessante).
Non ci crederete ma mi ha colpito incredibilmente questo merlot, pareva un sangiovese ma di quelli belli cazzuti,
ha declinato la Toscana in senso assoluto.
Naso stretto, chiuso, quel pò di frutto di un integrità incredibile, raccolto in se,
anche il legno davvero pochissimo percebile (praticamente per 1000bt, una barrique nuova, una di primo e una di secondo passaggio).
Bocca tutta in tensione, ottima e spiccata acidità che dona succo e sapore per via della vena sapida rimarchevole, dritto, nessuna
concessione ad inutili morbidezze in questa fase, tannino da farsi ancora ma di ottima fattura e risoluzione,
sicuramente da risentire con calma, ma davvero una scoperta .
Il vino non era freddo per capirci :wink: , forse io un pò cotto si.. :mrgreen:
Lo fanno dal 2006 e continuano a farlo proprio per il buon successo che riscuote, tra cui anche diversi premi.
Riguardando gli appunti di Terre di Toscana 2013, il 2009 lo avevo trovato non male in bocca ma dal naso più maturo, biscottato ed etereo.
Sicuramente la 2010 ha portanto quella drittezza tipica di quest'annata un pò ovunque.
Mi pare di ricordare sui 28€ in cantina. Mi diceva che l'altro versante della collina di questo vigneto ( appunto zona Solatione, terreno molto calcareo, duro,
appunto SODO come dicevano i contadini per la presenza di queste rocce calcaree, da cui poi il nome trasformatosi in SOLATIONE)
ci sono le vigne di Antinori per Solaia e Tignanello.

Invece Palazzi 2011, sempre 100% merlot, di Trinoro, l'ho trovato imbarazzante, stanco, cotto e dolce al naso, così come estrattivo e
ingolfato al sorso, con tannino da sabbiatrice. Forse buta sfortunata (almeno per il naso).
Non così, ma anzi, il Tenuta di Tronoro 2011, dalla tipica souplesse ed eleganza.

Ricolma 2011 di San Giusto a Rentennano invece non mi è dispiaciuta, ha una certa dolcezza e maturità al naso ma declinate nella sensualità, così come in bocca,
dove la materia è imponente e il tannino bello tosto, ancora troppo.
Ultima modifica di kubik il 06 mar 2014 21:49, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5019
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda Andyele » 06 mar 2014 17:11

kubik ha scritto:A Terre di Toscana Lunedì, Rossombroso 2010 (100% merlot), Az. Solatione, San. Casciano Val di Pesa.
Assaggiato solo su insistenza della moglie Francesca, simpaticissima così come il marito Fabio
(ero scettico, lo sono in generale con gli alloctoni, in questo caso a maggior ragione dopo l'assaggio del ch. 09 già stanco,
anche se il ris. 09 e già più integro ed interessante).
Non ci crederete ma mi ha colpito incredibilmente questo merlot, pareva un sangiovese ma di quelli belli cazzuti,
ha declinato la Toscana in senso assoluto.
Naso stretto, chiuso, quel pò di frutto di un integrità incredibile, raccolto in se,
anche il legno davvero pochissimo percebile (praticamente per 1000bt, una barrique nuova, una di primo e una di secondo passaggio).
Bocca tutta in tensione, ottima e spiccata acidità che dona succo e sapore per via della vena sapida rimarchevole, dritto, nessuna
concessione ad inutili morbidezze in questa fase, tannino da farsi ancora ma di ottima fattura e risoluzione,
sicuramente da risentire con calma, ma davvero una scoperta .
Il vino non era freddo per capirci :wink: , forse io un pò cotto si.. :mrgreen:
Lo fanno dal 2006 e continuano a farlo proprio per il buon successo che riscuote, tra cui anche diversi premi.
Riguardando gli appunti di Terre di Toscana 2013, il 2009 lo avevo trovato non male in bocca ma dal naso più maturo, biscottato ed etereo.
Sicuramente la 2010 ha portanto quella drittezza tipica di quest'annata un pò ovunque.
Mi pare di ricordare sui 28€ in cantina. Mi diceva che l'altro versante della collina di questo vigneto ( appunto zona Solatione, terreno molto calcareo, duro,
appunto SODO come dicevano i contadini per la presenza di queste rocce calcaree, da cui poi il nome trasformatosi in SOLATIONE)
ci sono le vigne di Antinori per Solaia e Tignanello.

Invece Palazzi 2011, sempre 100% merlot, di Trinoro, l'ho trovato imbarazzante, stanco, cotto e dolce al naso, così come estrattivo e
ingolfato al sorso, con tannino da sabbiatrice. Forse buta sfortunata (almeno per il naso).
Non così, ma anzi, il Tenuta di Tronoro 2011, dalla tipica soupplesse ed eleganza.

Ricolma 2011 di San Giusto a Rentennano invece non mi è dispiaciuta, ha una certa dolcezza e maturità al naso ma declinate nella sensualità, così come in bocca,
dove la materia è imponente e il tannino bello tosto, ancora troppo.


Per alcune cose ti quoto in pieno, per altre assolutamente no! :mrgreen:

Ad esempio concordo con quanto hai detto per il Sassombroso che conosco piuttosto bene già dall'annata 2007. Sono amico di Fabio e so quanto ci tiene a questo vino che lui giudica il suo gioiellino (io glielo scazzo sempre dicendogli che il merlot mi fa "schifo" e è da femminucce) in realtà non è male e la componente "Toscana" viene fuori decisamente più preponderante rispetto al vitigno. Ha fatto anche dei nuovi impianti di merlot che sono entrati in produzione l'anno scorso proprio perchè crede molto in questo vino.
Non ho trovato invece il Chianti 2009 stanco ma invece in buona beva, la Riserva 2009 era per me molto buona anche se con ancora un po' di legno da riassorbire. L'altro ottimo vino della casa è il Vinsanto che però purtroppo non produce più dal'annata 2001. Forse ha ancora qualche bottiglia del 1999.

Il Palazzi 2011 invece a me è piaciuto un botto :roll: :lol: Tutto un altro stile, siamo d'accordo. Stanco e cotto però assolutamente no, su toni dolci sicuramente, però non ho trovato questi tannini così ruvidi e imbevibilità. Vino molto estratto e potente, questo senza dubbio, nello stile della casa...un vino "tanto" che ogni tanto a me fa godere. :wink:
paperofranco
Messaggi: 5962
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda paperofranco » 06 mar 2014 17:35

Andyele ha scritto:
kubik ha scritto:A Terre di Toscana Lunedì, Rossombroso 2010 (100% merlot), Az. Solatione, San. Casciano Val di Pesa.
Assaggiato solo su insistenza della moglie Francesca, simpaticissima così come il marito Fabio
(ero scettico, lo sono in generale con gli alloctoni, in questo caso a maggior ragione dopo l'assaggio del ch. 09 già stanco,
anche se il ris. 09 e già più integro ed interessante).
Non ci crederete ma mi ha colpito incredibilmente questo merlot, pareva un sangiovese ma di quelli belli cazzuti,
ha declinato la Toscana in senso assoluto.
Naso stretto, chiuso, quel pò di frutto di un integrità incredibile, raccolto in se,
anche il legno davvero pochissimo percebile (praticamente per 1000bt, una barrique nuova, una di primo e una di secondo passaggio).
Bocca tutta in tensione, ottima e spiccata acidità che dona succo e sapore per via della vena sapida rimarchevole, dritto, nessuna
concessione ad inutili morbidezze in questa fase, tannino da farsi ancora ma di ottima fattura e risoluzione,
sicuramente da risentire con calma, ma davvero una scoperta .
Il vino non era freddo per capirci :wink: , forse io un pò cotto si.. :mrgreen:
Lo fanno dal 2006 e continuano a farlo proprio per il buon successo che riscuote, tra cui anche diversi premi.
Riguardando gli appunti di Terre di Toscana 2013, il 2009 lo avevo trovato non male in bocca ma dal naso più maturo, biscottato ed etereo.
Sicuramente la 2010 ha portanto quella drittezza tipica di quest'annata un pò ovunque.
Mi pare di ricordare sui 28€ in cantina. Mi diceva che l'altro versante della collina di questo vigneto ( appunto zona Solatione, terreno molto calcareo, duro,
appunto SODO come dicevano i contadini per la presenza di queste rocce calcaree, da cui poi il nome trasformatosi in SOLATIONE)
ci sono le vigne di Antinori per Solaia e Tignanello.

Invece Palazzi 2011, sempre 100% merlot, di Trinoro, l'ho trovato imbarazzante, stanco, cotto e dolce al naso, così come estrattivo e
ingolfato al sorso, con tannino da sabbiatrice. Forse buta sfortunata (almeno per il naso).
Non così, ma anzi, il Tenuta di Tronoro 2011, dalla tipica soupplesse ed eleganza.

Ricolma 2011 di San Giusto a Rentennano invece non mi è dispiaciuta, ha una certa dolcezza e maturità al naso ma declinate nella sensualità, così come in bocca,
dove la materia è imponente e il tannino bello tosto, ancora troppo.


Per alcune cose ti quoto in pieno, per altre assolutamente no! :mrgreen:

Ad esempio concordo con quanto hai detto per il Sassombroso che conosco piuttosto bene già dall'annata 2007. Sono amico di Fabio e so quanto ci tiene a questo vino che lui giudica il suo gioiellino (io glielo scazzo sempre dicendogli che il merlot mi fa "schifo" e è da femminucce) in realtà non è male e la componente "Toscana" viene fuori decisamente più preponderante rispetto al vitigno. Ha fatto anche dei nuovi impianti di merlot che sono entrati in produzione l'anno scorso proprio perchè crede molto in questo vino.
Non ho trovato invece il Chianti 2009 stanco ma invece in buona beva, la Riserva 2009 era per me molto buona anche se con ancora un po' di legno da riassorbire. L'altro ottimo vino della casa è il Vinsanto che però purtroppo non produce più dal'annata 2001. Forse ha ancora qualche bottiglia del 1999.

Il Palazzi 2011 invece a me è piaciuto un botto :roll: :lol: Tutto un altro stile, siamo d'accordo. Stanco e cotto però assolutamente no, su toni dolci sicuramente, però non ho trovato questi tannini così ruvidi e imbevibilità. Vino molto estratto e potente, questo senza dubbio, nello stile della casa...un vino "tanto" che ogni tanto a me fa godere. :wink:


Ma non c'era un vino decente a codesta rassegna?
Avatar utente
manichi
Messaggi: 1480
Iscritto il: 06 giu 2007 12:45
Località: A.V.R.

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda manichi » 06 mar 2014 17:55

paperofranco ha scritto:
Andyele ha scritto:
kubik ha scritto:A Terre di Toscana Lunedì, Rossombroso 2010 (100% merlot), Az. Solatione, San. Casciano Val di Pesa.
Assaggiato solo su insistenza della moglie Francesca, simpaticissima così come il marito Fabio
(ero scettico, lo sono in generale con gli alloctoni, in questo caso a maggior ragione dopo l'assaggio del ch. 09 già stanco,
anche se il ris. 09 e già più integro ed interessante).
Non ci crederete ma mi ha colpito incredibilmente questo merlot, pareva un sangiovese ma di quelli belli cazzuti,
ha declinato la Toscana in senso assoluto.
Naso stretto, chiuso, quel pò di frutto di un integrità incredibile, raccolto in se,
anche il legno davvero pochissimo percebile (praticamente per 1000bt, una barrique nuova, una di primo e una di secondo passaggio).
Bocca tutta in tensione, ottima e spiccata acidità che dona succo e sapore per via della vena sapida rimarchevole, dritto, nessuna
concessione ad inutili morbidezze in questa fase, tannino da farsi ancora ma di ottima fattura e risoluzione,
sicuramente da risentire con calma, ma davvero una scoperta .
Il vino non era freddo per capirci :wink: , forse io un pò cotto si.. :mrgreen:
Lo fanno dal 2006 e continuano a farlo proprio per il buon successo che riscuote, tra cui anche diversi premi.
Riguardando gli appunti di Terre di Toscana 2013, il 2009 lo avevo trovato non male in bocca ma dal naso più maturo, biscottato ed etereo.
Sicuramente la 2010 ha portanto quella drittezza tipica di quest'annata un pò ovunque.
Mi pare di ricordare sui 28€ in cantina. Mi diceva che l'altro versante della collina di questo vigneto ( appunto zona Solatione, terreno molto calcareo, duro,
appunto SODO come dicevano i contadini per la presenza di queste rocce calcaree, da cui poi il nome trasformatosi in SOLATIONE)
ci sono le vigne di Antinori per Solaia e Tignanello.

Invece Palazzi 2011, sempre 100% merlot, di Trinoro, l'ho trovato imbarazzante, stanco, cotto e dolce al naso, così come estrattivo e
ingolfato al sorso, con tannino da sabbiatrice. Forse buta sfortunata (almeno per il naso).
Non così, ma anzi, il Tenuta di Tronoro 2011, dalla tipica soupplesse ed eleganza.

Ricolma 2011 di San Giusto a Rentennano invece non mi è dispiaciuta, ha una certa dolcezza e maturità al naso ma declinate nella sensualità, così come in bocca,
dove la materia è imponente e il tannino bello tosto, ancora troppo.


Per alcune cose ti quoto in pieno, per altre assolutamente no! :mrgreen:

Ad esempio concordo con quanto hai detto per il Sassombroso che conosco piuttosto bene già dall'annata 2007. Sono amico di Fabio e so quanto ci tiene a questo vino che lui giudica il suo gioiellino (io glielo scazzo sempre dicendogli che il merlot mi fa "schifo" e è da femminucce) in realtà non è male e la componente "Toscana" viene fuori decisamente più preponderante rispetto al vitigno. Ha fatto anche dei nuovi impianti di merlot che sono entrati in produzione l'anno scorso proprio perchè crede molto in questo vino.
Non ho trovato invece il Chianti 2009 stanco ma invece in buona beva, la Riserva 2009 era per me molto buona anche se con ancora un po' di legno da riassorbire. L'altro ottimo vino della casa è il Vinsanto che però purtroppo non produce più dal'annata 2001. Forse ha ancora qualche bottiglia del 1999.

Il Palazzi 2011 invece a me è piaciuto un botto :roll: :lol: Tutto un altro stile, siamo d'accordo. Stanco e cotto però assolutamente no, su toni dolci sicuramente, però non ho trovato questi tannini così ruvidi e imbevibilità. Vino molto estratto e potente, questo senza dubbio, nello stile della casa...un vino "tanto" che ogni tanto a me fa godere. :wink:


Ma non c'era un vino decente a codesta rassegna?

No , solo vini toscani :mrgreen: :mrgreen:
Finii con i campi alle ortiche
finii con un flauto spezzato
e un ridere rauco
ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto.
claudietto
Messaggi: 788
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda claudietto » 06 mar 2014 20:11

Bevuto da poco La Macchia 2004 Az. Agricola Bellaria
Su consiglio dell enotecario. Non vi dico la faccia quando mi propone questo merlot in purezza dell' Oltrepo' Pavese :shock:
Invece il vino, seppur non indimenticabile, si lascia bere. Un buon uso del legno lascia emergere il varietale (per quelli a cui piace) e anche la bocca non e' così pesante come mi aspettavo. A 19 euro sullo scaffale una bevuta discreta.
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2100
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: Merlot d'Italia...quali?

Messaggioda kubik » 06 mar 2014 21:41

Andyele ha scritto:
kubik ha scritto:A Terre di Toscana Lunedì, Rossombroso 2010 (100% merlot), Az. Solatione, San. Casciano Val di Pesa.
Assaggiato solo su insistenza della moglie Francesca, simpaticissima così come il marito Fabio
(ero scettico, lo sono in generale con gli alloctoni, in questo caso a maggior ragione dopo l'assaggio del ch. 09 già stanco,
anche se il ris. 09 e già più integro ed interessante).
Non ci crederete ma mi ha colpito incredibilmente questo merlot, pareva un sangiovese ma di quelli belli cazzuti,
ha declinato la Toscana in senso assoluto.
Naso stretto, chiuso, quel pò di frutto di un integrità incredibile, raccolto in se,
anche il legno davvero pochissimo percebile (praticamente per 1000bt, una barrique nuova, una di primo e una di secondo passaggio).
Bocca tutta in tensione, ottima e spiccata acidità che dona succo e sapore per via della vena sapida rimarchevole, dritto, nessuna
concessione ad inutili morbidezze in questa fase, tannino da farsi ancora ma di ottima fattura e risoluzione,
sicuramente da risentire con calma, ma davvero una scoperta .
Il vino non era freddo per capirci :wink: , forse io un pò cotto si.. :mrgreen:
Lo fanno dal 2006 e continuano a farlo proprio per il buon successo che riscuote, tra cui anche diversi premi.
Riguardando gli appunti di Terre di Toscana 2013, il 2009 lo avevo trovato non male in bocca ma dal naso più maturo, biscottato ed etereo.
Sicuramente la 2010 ha portanto quella drittezza tipica di quest'annata un pò ovunque.
Mi pare di ricordare sui 28€ in cantina. Mi diceva che l'altro versante della collina di questo vigneto ( appunto zona Solatione, terreno molto calcareo, duro,
appunto SODO come dicevano i contadini per la presenza di queste rocce calcaree, da cui poi il nome trasformatosi in SOLATIONE)
ci sono le vigne di Antinori per Solaia e Tignanello.

Invece Palazzi 2011, sempre 100% merlot, di Trinoro, l'ho trovato imbarazzante, stanco, cotto e dolce al naso, così come estrattivo e
ingolfato al sorso, con tannino da sabbiatrice. Forse buta sfortunata (almeno per il naso).
Non così, ma anzi, il Tenuta di Tronoro 2011, dalla tipica soupplesse ed eleganza.

Ricolma 2011 di San Giusto a Rentennano invece non mi è dispiaciuta, ha una certa dolcezza e maturità al naso ma declinate nella sensualità, così come in bocca,
dove la materia è imponente e il tannino bello tosto, ancora troppo.


Per alcune cose ti quoto in pieno, per altre assolutamente no! :mrgreen:

Ad esempio concordo con quanto hai detto per il Sassombroso che conosco piuttosto bene già dall'annata 2007. Sono amico di Fabio e so quanto ci tiene a questo vino che lui giudica il suo gioiellino (io glielo scazzo sempre dicendogli che il merlot mi fa "schifo" e è da femminucce) in realtà non è male e la componente "Toscana" viene fuori decisamente più preponderante rispetto al vitigno. Ha fatto anche dei nuovi impianti di merlot che sono entrati in produzione l'anno scorso proprio perchè crede molto in questo vino.
Non ho trovato invece il Chianti 2009 stanco ma invece in buona beva, la Riserva 2009 era per me molto buona anche se con ancora un po' di legno da riassorbire. L'altro ottimo vino della casa è il Vinsanto che però purtroppo non produce più dal'annata 2001. Forse ha ancora qualche bottiglia del 1999.

Il Palazzi 2011 invece a me è piaciuto un botto :roll: :lol: Tutto un altro stile, siamo d'accordo. Stanco e cotto però assolutamente no, su toni dolci sicuramente, però non ho trovato questi tannini così ruvidi e imbevibilità. Vino molto estratto e potente, questo senza dubbio, nello stile della casa...un vino "tanto" che ogni tanto a me fa godere. :wink:

A parte mi dispiace non averti riconosciuto, c'ero anche domenica.
Riconosco che questi due giorni sono stato alquanto suscettibile alla stanchezza dei vini, ovvero una prontezza anche un pelino oltre l'ho avvertita spesso così..
Come per il base 09 - di Solatione - l'ho sentito pronto e sulla scia del già stanchino, la riserva 09 no, mi è piaciuta.
Il sassombroso 2010 l' hai sentito?
Che ti devo dire, il palazzi aveva un naso per me quasi osceno in quel fruttone dolciastro maturo , poi ci sta che fosse la bottiglia precocemente evoluta.
Probabile che il tannino l'abbia avvertito eccessivo per somma di tannini, la mia bocca era provata si..

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti