Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
BarbarEdo
Messaggi: 454
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda BarbarEdo » 19 ott 2018 00:06

Timoteo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
maxer ha scritto:Amo il Pinot Noir e amo il Barolo !
Figurati il Barolo pinoteggiante o il Pinot Noir baroleggiante ..... :lol: :lol: :lol:


Ok, ma è come dire "amo il pesce e amo la f...a". :/quote]

se per f...a si intendesse la fica (figa sopra al rubicone) la informo che l'odore è lo stesso.
molto frequentemente.
quindi il paragone non è peregrino.

No, no, un attimo...
Con tutto sto movimento della fica naturale si sta confondendo per tipicità quello che è un difetto organolettico. Il sentore ittico è segno di contaminazione da gardnerella vaginalis. Quindi: metronidazolo ovuli vaginali 2 al giorno per due settimane.
E basta con ste fiche "senza antibiotici e senza detergenti".
Puzzano.
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8492
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda beluga » 19 ott 2018 00:12

BarbarEdo ha scritto:
Timoteo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
maxer ha scritto:Amo il Pinot Noir e amo il Barolo !
Figurati il Barolo pinoteggiante o il Pinot Noir baroleggiante ..... :lol: :lol: :lol:


Ok, ma è come dire "amo il pesce e amo la f...a". :/quote]

se per f...a si intendesse la fica (figa sopra al rubicone) la informo che l'odore è lo stesso.
molto frequentemente.
quindi il paragone non è peregrino.

No, no, un attimo...
Con tutto sto movimento della fica naturale si sta confondendo per tipicità quello che è un difetto organolettico. Il sentore ittico è segno di contaminazione da gardnerella vaginalis. Quindi: metronidazolo ovuli vaginali 2 al giorno per due settimane.
E basta con ste fiche "senza antibiotici e senza detergenti".
Puzzano.


Ti sento un po' inesperto con queste considerazioni sanitarie.
Chiedi consiglio a Timoteo che può farti un corso accelerato sull'argomento :wink:
Me ne importo
maxer
Messaggi: 1760
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda maxer » 19 ott 2018 02:28

maxer ha scritto:Amo il Pinot Noir e amo il Barolo !
Figurati il Barolo pinoteggiante o il Pinot Noir baroleggiante ..... :lol: :lol: :lol:

Come non detto :shock:
carpe diem 8)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20131
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pippuz » 19 ott 2018 08:54

pippuz ha scritto:
gambero_parlante ha scritto:Barbaresco Asili Ris. ’13 - Produttori del Barbaresco
Barolo Monprivato ’13 - Giuseppe Mascarello e Figlio

Per questi due confermo i premi :lol:

Ecco, come non detto. :lol: :evil:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
BarbarEdo
Messaggi: 454
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda BarbarEdo » 19 ott 2018 09:37

:lol:
beluga ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Timoteo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
maxer ha scritto:Amo il Pinot Noir e amo il Barolo !
Figurati il Barolo pinoteggiante o il Pinot Noir baroleggiante ..... :lol: :lol: :lol:


Ok, ma è come dire "amo il pesce e amo la f...a". :/quote]

se per f...a si intendesse la fica (figa sopra al rubicone) la informo che l'odore è lo stesso.
molto frequentemente.
quindi il paragone non è peregrino.

No, no, un attimo...
Con tutto sto movimento della fica naturale si sta confondendo per tipicità quello che è un difetto organolettico. Il sentore ittico è segno di contaminazione da gardnerella vaginalis. Quindi: metronidazolo ovuli vaginali 2 al giorno per due settimane.
E basta con ste fiche "senza antibiotici e senza detergenti".
Puzzano.


Ti sento un po' inesperto con queste considerazioni sanitarie.
Chiedi consiglio a Timoteo che può farti un corso accelerato sull'argomento :wink:

:lol: :lol: ok, chiudiamola qua.. :mrgreen:
Primum bibere deinde philosophari
Francesco M
Messaggi: 232
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda Francesco M » 19 ott 2018 11:49

Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?
La ragione ha torto
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7885
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda andrea » 19 ott 2018 12:40

Francesco M ha scritto:
Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?

Una bottiglia buona e tre fallate... e quel bel tipo se ne fotte e non le cambia.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
supersonic76
Messaggi: 501
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda supersonic76 » 19 ott 2018 12:53

andrea ha scritto:
Francesco M ha scritto:
Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?

Una bottiglia buona e tre fallate... e quel bel tipo se ne fotte e non le cambia.


:shock:
Memento Audere Semper
Francesco M
Messaggi: 232
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda Francesco M » 19 ott 2018 13:31

azzo, peccato però
La ragione ha torto
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20131
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pippuz » 19 ott 2018 13:42

andrea ha scritto:
Francesco M ha scritto:
Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?

Una bottiglia buona e tre fallate... e quel bel tipo se ne fotte e non le cambia.

Tipo ieri sera, li mortacci sua.
Per contro boccia di luglio (stesso cartone) stratosferica.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
supersonic76
Messaggi: 501
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda supersonic76 » 19 ott 2018 13:49

pippuz ha scritto:
andrea ha scritto:
Francesco M ha scritto:
Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?

Una bottiglia buona e tre fallate... e quel bel tipo se ne fotte e non le cambia.

Tipo ieri sera, li mortacci sua.
Per contro boccia di luglio (stesso cartone) stratosferica.


Di che annata?
Memento Audere Semper
Nebbiolino
Messaggi: 6727
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda Nebbiolino » 19 ott 2018 13:49

pippuz ha scritto:
andrea ha scritto:
Francesco M ha scritto:
Bruciato ha scritto:ma Monprivato non è uscito il 14?
io il 13 lo comprai l'anno scorso...


supersonic76 ha scritto:Prima lista premi Piemonte della Storia senza Massolino


era ora.

negli ultimi anni hanno preso una piega non piacevole


tipo?

Una bottiglia buona e tre fallate... e quel bel tipo se ne fotte e non le cambia.

Tipo ieri sera, li mortacci sua.
Per contro boccia di luglio (stesso cartone) stratosferica.


Filippo, ma è un problema di vino o di tappo? Da quando va così? Le ultime aperte di annate recenti e meno recenti (non tantissime in effetti, per carità) non mi hanno mai dato problemi.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20131
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pippuz » 19 ott 2018 14:05

Era il 2013. Problema di tappo subdolo molto alla lontana qualcuno lo ha sentito, io no. Vino spento, scarno e secco. Il confronto con quello da 95/100 di luglio, stessa annata e cartone, è impietoso; pure il nebbiolo suo 2016 bevuto 10 giorni fa gli da due piste.
Anche a me ultimamente erano capitate solo bottiglie molto buone, ieri ha dovuto rientrare per forza in media :evil:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
pipinello
Messaggi: 502
Iscritto il: 28 apr 2009 16:27

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pipinello » 19 ott 2018 14:28

Ho come l'impressione che stiate parlando di 2 produttori diversi (uno di Massolino e l'altro di Mascarello)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20131
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pippuz » 19 ott 2018 15:43

pipinello ha scritto:Ho come l'impressione che stiate parlando di 2 produttori diversi (uno di Massolino e l'altro di Mascarello)

Può essere. :lol:

Io comunque parlo di Mascarello.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Francesco M
Messaggi: 232
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda Francesco M » 19 ott 2018 16:02

la mia domanda era chiaramente rivolta a proposito dei vini di massolino :roll:
La ragione ha torto
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 494
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda tenente Drogo 2 » 19 ott 2018 16:09

BarbarEdo ha scritto:Non son sicuro che Alessandria e Rivella abbiano inviato i campioni.
Sono contento per Carlo Giacosa e Roberto Ferraris, loro secondo me se lo meritano il premio... Altri non so... (E altri ancora no...).
Qualcuno conosce il barolo Bricco Ambrogio di Negretti?
So che non troverò tanti sostenitori di questa tesi qui... Ma possibile che tra i Superiore '15 e '16 e gli Annata '17 usciti quest'anno, tutte belle annate, ci sia un solo Dogliani premiato? E tra l'altro sempre il solito... (Ovada batte Dogliani 2-1...)


in un mondo ideale le guide, essendo guide ed essendo pensate per orientare i consumatori, dovrebbero avere i fondi necessari per acquistare le bottiglie a scaffale (così saremmo anche esenti da eventuali fenomeni di campioni di qualità superiore riservati alle guide)

ovviamente la crisi dell'editoria non consente questo

l'unica guida che riesce a sostenersi con le vendite è la Michelin nel mondo dei ristoranti
si potrà non concordare con molti suoi giudizi ma è l'unica che manda gli ispettori in anonimato, come fossero clienti qualunque e si mette dunque dalla parte del consumatore

niente di tutto questo avviene nel mondo del vino

fatte salve naturalmente buona fede e competenza della maggior parte dei recensori, le guide restano incomplete se devono affidarsi solo alla benevolenza dei produttori

anno dopo anno continuano a perdere credibilità e vendere ancora meno

un cane che si morde la coda

mano male che Vinogodi c'è (e con lui altri amici virtuali e bevitori di cui fidarsi sul forum)
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
pipinello
Messaggi: 502
Iscritto il: 28 apr 2009 16:27

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda pipinello » 19 ott 2018 16:21

Francesco M ha scritto:la mia domanda era chiaramente rivolta a proposito dei vini di massolino :roll:


Sì, si è creata un po' di confusione :D
Mettiamola così: tutti i commenti a bottiglie fallate che non vengono cambiate si riferiscono a Mascarello (Monprivato).
La persona che invece si riferiva a un peggioramento di Massolino non so a quali problemi si riferisse.
Nebbiolino
Messaggi: 6727
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda Nebbiolino » 19 ott 2018 16:37

pippuz ha scritto:
pipinello ha scritto:Ho come l'impressione che stiate parlando di 2 produttori diversi (uno di Massolino e l'altro di Mascarello)

Può essere. :lol:

Io comunque parlo di Mascarello.


Ah.

Ecco.

:lol:
maxer
Messaggi: 1760
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda maxer » 19 ott 2018 16:49

beluga ha scritto:.

Li vedo confusi
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 454
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda BarbarEdo » 19 ott 2018 21:42

tenente Drogo 2 ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Non son sicuro che Alessandria e Rivella abbiano inviato i campioni.
Sono contento per Carlo Giacosa e Roberto Ferraris, loro secondo me se lo meritano il premio... Altri non so... (E altri ancora no...).
Qualcuno conosce il barolo Bricco Ambrogio di Negretti?
So che non troverò tanti sostenitori di questa tesi qui... Ma possibile che tra i Superiore '15 e '16 e gli Annata '17 usciti quest'anno, tutte belle annate, ci sia un solo Dogliani premiato? E tra l'altro sempre il solito... (Ovada batte Dogliani 2-1...)


in un mondo ideale le guide, essendo guide ed essendo pensate per orientare i consumatori, dovrebbero avere i fondi necessari per acquistare le bottiglie a scaffale (così saremmo anche esenti da eventuali fenomeni di campioni di qualità superiore riservati alle guide)

ovviamente la crisi dell'editoria non consente questo

l'unica guida che riesce a sostenersi con le vendite è la Michelin nel mondo dei ristoranti
si potrà non concordare con molti suoi giudizi ma è l'unica che manda gli ispettori in anonimato, come fossero clienti qualunque e si mette dunque dalla parte del consumatore

niente di tutto questo avviene nel mondo del vino

fatte salve naturalmente buona fede e competenza della maggior parte dei recensori, le guide restano incomplete se devono affidarsi solo alla benevolenza dei produttori

anno dopo anno continuano a perdere credibilità e vendere ancora meno

un cane che si morde la coda

mano male che Vinogodi c'è (e con lui altri amici virtuali e bevitori di cui fidarsi sul forum)


Chiarissimo. Sarebbe davvero così insostenibile economicamente una guida "ideale"? Cosa ci manca per fare la "nostra" RVF, secondo te? Non credo ci manchino gli esperti, né un'appetibilità internazionale della guida, se riconosciuta di valore... Oppure sì?
Primum bibere deinde philosophari
maxer
Messaggi: 1760
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda maxer » 19 ott 2018 23:24

BarbarEdo ha scritto:Chiarissimo. Sarebbe davvero così insostenibile economicamente una guida "ideale"? Cosa ci manca per fare la "nostra" RVF, secondo te? Non credo ci manchino gli esperti, né un'appetibilità internazionale della guida, se riconosciuta di valore... Oppure sì?

Probabilmente, in teoria, non ci mancherebbe niente.
Abbiamo però qualcosa in più, ad esempio rispetto ai francesi.
Ed è quel fardello di difetti nazionali ormai storici, che si riversano anche nel settore giornalistico e nel particolare della critica enologica :

la mancanza di serietà, l' individualismo esasperato, la ricerca del proprio interesse personale, la disponibilità alla corruzione ( anche di basso livello, magari per un cartone o due di bottiglie ), la riverenza secolare verso i potenti (leggasi grandi aziende del vino), quel senso di inferiorità nei confronti di ciò che è fuori dal nostro mondo provinciale e di autoreferenzialità arrogante e presuntuosa che spesso nasconde problemi di impotenza critica.

Tutto ciò, ed altro, ci porta anche nel settore delle guide ad una mancanza di credibilità, ormai sotto gli occhi di tutti, dimostrata oltretutto da un notevole calo delle vendite.
Aggiungiamoci una cronica difficoltà di reperire capitali neutri per affrontare un valido progetto editoriale e la frittata è pronta.

E non servita.
carpe diem 8)
zuppadilatte
Messaggi: 158
Iscritto il: 21 ago 2016 16:00
Località: Liguria

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda zuppadilatte » 20 ott 2018 00:04

Purtroppo hai perfettamente ragione...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12150
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda l'oste » 20 ott 2018 02:18

Sono contento per Gilberto Boniperti, se è contento lui, per me i suoi vini in certe occasioni sono perfetti.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
gp
Messaggi: 2658
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2019. Piemonte

Messaggioda gp » 22 ott 2018 11:20

maxer ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Chiarissimo. Sarebbe davvero così insostenibile economicamente una guida "ideale"? Cosa ci manca per fare la "nostra" RVF, secondo te? Non credo ci manchino gli esperti, né un'appetibilità internazionale della guida, se riconosciuta di valore... Oppure sì?

Probabilmente, in teoria, non ci mancherebbe niente.
Abbiamo però qualcosa in più, ad esempio rispetto ai francesi.
Ed è quel fardello di difetti nazionali ormai storici, che si riversano anche nel settore giornalistico e nel particolare della critica enologica :

la mancanza di serietà, l' individualismo esasperato, la ricerca del proprio interesse personale, la disponibilità alla corruzione ( anche di basso livello, magari per un cartone o due di bottiglie ), la riverenza secolare verso i potenti (leggasi grandi aziende del vino), quel senso di inferiorità nei confronti di ciò che è fuori dal nostro mondo provinciale e di autoreferenzialità arrogante e presuntuosa che spesso nasconde problemi di impotenza critica.

Tutto ciò, ed altro, ci porta anche nel settore delle guide ad una mancanza di credibilità, ormai sotto gli occhi di tutti, dimostrata oltretutto da un notevole calo delle vendite.
Aggiungiamoci una cronica difficoltà di reperire capitali neutri per affrontare un valido progetto editoriale e la frittata è pronta.

E non servita.

Sostanzialmente d'accordo.
Con la precisazione che bisogna accettare il fatto che tutte le guide dei vini hanno limiti intrinseci, dovuti soprattutto al lavoro necessariamente massivo, che sono uno scotto necessario se si vuole una "ortopanoramica" dei vini di un paese. E che un eccesso di diffidenza nei confronti delle guide in quanto tali, a prescidere da chi e come le fa e dai risultati concreti, assomiglia molto all'antipolitica: a fare il tiro al bersaglio ci possiamo divertire tutti, ma quando hai buttato via anche il bambino con l'acqua sporca e vedi che la vasca si riempie nuovamente di acqua non proprio limpida, magari qualche dubbio ti viene... Tanto più che, come già detto mille volte, in questo paese purtroppo le riviste sul vino sono ormai praticamente inesistenti, quindi trattare anche la migliore delle guide come se non esistesse significa dire che possiamo fare a meno della critica del vino. Per sostituirla magari con "amici virtuali e bevitori di cui fidarsi sul forum", come detto da qualcuno sopra, che hanno sicuramente il loro perché come complemento, ma non come sostituto.

Sta di fatto che -- con i limiti detti -- una guida dall'impianto metodologico serio, affidabile, abbastanza irriverente e fruibile (vedi l'attenzione al rapporto qualità-prezzo) ce l'avevamo, cioè la guida L'Espresso fino all'edizione 2016. E' un paradosso ancora una volta tutto italiano che vicende interne a un gruppo editoriale l'abbiano fatta uscire di scena, prima stravolgendola sulla base di un progetto editoriale inconsistente e poi chiudendola a partire da quest'anno (diventa una misera appendice della guida dei ristoranti). Che quella guida avesse particolari problemi economici non ci crede nessuno: anche col senno di poi è chiaro che i problemi economici li aveva il settore guide nel suo insieme, il cui responsabile (Vizzari) -- invece di essere sostituito come avviene nei paesi civili -- ha avuto licenza di scaricarli dove meglio credeva. La "difficoltà di reperire capitali neutri per affrontare un valido progetto editoriale" che dice Maxer ha fatto il resto, altrimenti è probabile che quella guida avrebbe trovato un altro editore. Già è tanto che si è trovato un editore come Giunti disposto a finanziare lo spin-off dei "vini da scoprire", di cui però quest'anno non si sente ancora parlare, dopo le due edizioni degli anni scorsi.
gp

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: lucalupo, MaurizioP, maxer, scagno1971 e 30 ospiti