Cosa avete cucinato nel 2019

Ricette, consigli, suggerimenti per le ricette della tradizione o per nuove idee in cucina. Aspettiamo le vostre domande e i vostri interventi.

lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 27 mag 2019 18:01

maxer ha scritto: ... ti chiedo cortesemente di farmi avere, quando troverai il tempo, una cassa di questi splendidi 'croissant di gamberi'. Sempre, se puoi, in confezioni sottovuoto, ognuna da venti bocconcini.


:D :D :D :D :D Meno male che ogni tanto ti fai vivo tu in questa sezione....altrimenti e' come predicare nel
deserto... :mrgreen:
Sembra che qui ci sia solo gente che beve... e nessuno che mangia...
Morirete tutti di cirrosi epatica ...dannati!!! :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ( scherzo neh....)
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 27 mag 2019 20:47

lloyd142 ha scritto:
maxer ha scritto: ... ti chiedo cortesemente di farmi avere, quando troverai il tempo, una cassa di questi splendidi 'croissant di gamberi'. Sempre, se puoi, in confezioni sottovuoto, ognuna da venti bocconcini.


:D :D :D :D :D Meno male che ogni tanto ti fai vivo tu in questa sezione....altrimenti e' come predicare nel
deserto... :mrgreen:
Sembra che qui ci sia solo gente che beve... e nessuno che mangia...
Morirete tutti di cirrosi epatica ...dannati!!! :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ( scherzo neh....)

..... konfermo .....
(non scherzo mica, neh :? )
carpe diem 8)
md78d
Messaggi: 14
Iscritto il: 19 nov 2018 20:18

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda md78d » 28 mag 2019 21:50

lloyd142 ha scritto:
maxer ha scritto: ... ti chiedo cortesemente di farmi avere, quando troverai il tempo, una cassa di questi splendidi 'croissant di gamberi'. Sempre, se puoi, in confezioni sottovuoto, ognuna da venti bocconcini.


:D :D :D :D :D Meno male che ogni tanto ti fai vivo tu in questa sezione....altrimenti e' come predicare nel
deserto... :mrgreen:
Sembra che qui ci sia solo gente che beve... e nessuno che mangia...
Morirete tutti di cirrosi epatica ...dannati!!! :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ( scherzo neh....)


se ti puo consolare mia moglie legge sempre...
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 29 mag 2019 06:14

md78d ha scritto:
lloyd142 ha scritto:
maxer ha scritto: ... ti chiedo cortesemente di farmi avere, quando troverai il tempo, una cassa di questi splendidi 'croissant di gamberi'. Sempre, se puoi, in confezioni sottovuoto, ognuna da venti bocconcini.


:D :D :D :D :D Meno male che ogni tanto ti fai vivo tu in questa sezione....altrimenti e' come predicare nel
deserto... :mrgreen:
Sembra che qui ci sia solo gente che beve... e nessuno che mangia...
Morirete tutti di cirrosi epatica ...dannati!!! :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ( scherzo neh....)


se ti puo consolare mia moglie legge sempre...


Ohhhhhhhhhhhhhh.......per fortuna almeno 1 che legge!!!! :D :D :D
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 30 mag 2019 22:36

Immagine

Ravioli di ricotta e pecorino con emulsione di olio e pomodorini confit
X4

Per la pasta:
100 gr di farina 00
100 gr di semola di grano duro
2 uova
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio

Per la farcia:
150 gr di ricotta di pecora
50 gr di pecorino grattugiato
sale/pepe
2 cucchiai di olio.

Per condire:
50 gr di olio
100 gr di acqua (quella di bollitura dei ravioli)
20 gr di burro
½ cucchiaio di farina
timo

Per i pomodorini confit:
8 pomodorini ciliegia
olio evo
sale/pepe
1 cucchiaio di zucchero di canna
timo


Tagliare i pomodori a meta’ e disporli su una placca. Aggiungere poco olio, sale e pepe , lo zucchero , il timo e passarli al forno a 120° per circa un’ora.
Con gli ingredienti indicati approntare la pasta e tirarne delle sfoglie all’ultima tacca della Imperia.
Farcirle con la ricotta e il pecorino, lavorati e amalgamati con l’olio , il sale e il pepe.
Cuocere i ravioli in acqua salata per ¾ minuti
Intanto preparare un roux con il burro e la farina.
In una padella scaldare l’acqua e l’olio, unire il roux e un paio di rametti di timo sfogliati, unire i ravioli scolati e amalgamare.
Impiattare unendo mezzo pomodorino confit per ogni raviolo, salsando con il fondo di olio e acqua.
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 01 giu 2019 21:51

Immagine

Terrina di faraona con pistacchi e uvetta

400 gr di polpa di faraona
130 gr di lardo + una decina di sottilissime fettine dello stesso
una manciata di pistacchi
una manciata di uvetta ammollata in acqua tiepida
qualche cucchiaio di panna
sale/pepe
1 scorzetta di limone
2 cucchiai di cognac

Attrezzatura: una piccola terrina col fondo stondato (Medagliani)

Tagliare a dadi la polpa di faraona e il lardo e passarli al tritacarne.
Porre il composto in una boule ed unirvi i pistacchi (precedentemente sbollentatati e a cui sia stata tolta la pellicina ), l’uvetta scolata e strizzata e la scorzetta di limone tritata finemente e il Cognac . Lavorare il composto con le mani per amalgamarvi i vari componenti, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di panna per ammorbidirlo. Regolare di sale e pepe e tenere da parte.
Foderare intanto la terrina ( ne ho usata una da 32 cm a fondo stondato in acciaio) con le fette di lardo. Riempirla col composto pressando bene col dorso di un cucchiaio. Ricoprire con il lardo debordante, chiudere la terrina col suo coperchio e cuocerla a bagnomaria in forno a 170 gradi per circa un’ora.
Togliere la terrina dal forno, scolando il liquido che si sara’ formato all’interno. Pressare il composto con un peso e una volta raffreddato, far riposare in frigorifero ( il giorno dopo e’ senz’altro piu’ buona).
Affettarla e servirla con una misticanza di verdure cotte a vapore (spinaci, rucola, borragine).
Salsare leggermente con una vinaigrette preparata con olio E.V.O , aceto balsamico , sale e pepe.
Ultima modifica di lloyd142 il 02 giu 2019 10:43, modificato 1 volta in totale.
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 02 giu 2019 00:09

lloyd142 ha scritto:Immagine

Terrina di faraona con pistacchi e uvetta

..... e allora dillo che lo fai apposta ! :evil:

A quest' ora mi è tornata la fame ...

Provocatore ..... :mrgreen:

(avrei già scelto anche la bottiglia : Champagne Gaston Chiquet Insolent - raccolta 2013)
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 02 giu 2019 10:46

maxer ha scritto:
(avrei già scelto anche la bottiglia : Champagne Gaston Chiquet Insolent - raccolta 2013)

Son certo che ci starebbe bene!!! :D
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 03 giu 2019 15:10

Immagine

Spaghetto Milano /Reggio Calabria

I puristi storceranno il naso... ma se amate il piccante, con questi spaghetti stupirete tutti. La nota decisa della n'duja calabrese incontra la delicatezza del condimento nordico.
Tre ingredienti tre per un piatto esplosivo. Provare per credere!!

x2

160 gr di spaghetti
60/70 grammi di n'duja
100 gr di panna fresca.

Cuocete gli spaghetti in acqua bollente salata.
In una padella sciogliete a fuoco lentissimo la n'duja nella panna. Saltatevi gli spaghetti velocemente quando sono cotti e voila'...

p.s Abbinamento difficilissimo col vino. Dopo diversi tentativi ci ho rinunciato e ho scoperto che la birra con questo piatto ha una marcia in piu'
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 04 giu 2019 00:42

lloyd142 ha scritto:Immagine

Spaghetto Milano /Reggio Calabria

..... questi spaghetti n'duja - panna li avevo fatti anch' io, di ritorno da una vacanza in Calabria in tenda a Isola di capo Rizzuto (prime mie prove di pesca subacquea in apnea :? ).

Ma erano i primi anni '70, in piena esplosione anche in Italia della moda della 'nouvelle cousine' !
Nel mio mini a Padova, studente universitario (?), nelle frequentissime cene per otto-dieci amici/che, in quel periodo cucinavo tutto con la panna : da ogni tipo di condimenti per la pasta agli arrosti, dal pollo alle verdure, dai risotti ai dolci.
Gli amici, li vedevo sempre mangiare soddisfatti.
Però non son mai riuscito a capire se erano contenti per aver trovato del cibo gratis e consumato in piacevole convivio oppure se i miei piatti erano davvero buoni.
Comunque a me piacevano (anche se, devo dirlo, alla fine le cene risultavano un po' pesantine ... 8) )
Sugli abbinamenti che si proponevano con il vino è meglio che non mi pronunci : nessuno tra noi era non dico esperto, ma neanche lontanamente pallido conoscitore.
Un Cabernet valeva un Raboso, un Merlot un Bardolino : sapevamo almeno distinguere un bianco da un rosso.
Importante era stare insieme, mangiare, ridere, parlare di politica, chiacchierare di tutto, cantare, flirtare, bere superalcolici, divertirsi, fare tardi. La classica vita universitaria di quei tempi : tutto meno che studiare.

Ma mangiare degli splendidi spaghetti "Nouvelle Calabria".
Tornerò a farli (sperando di non commuovermi a questi bei ricordi di gioventù :wink: )

Penso che abbinerò il mio 'solito' amico Pelaverga di Burlotto : è talmente buono che mi risolve sempre ogni dubbio :)
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 04 giu 2019 05:51

maxer ha scritto:
Penso che abbinerò il mio 'solito' amico Pelaverga di Burlotto : è talmente buono che mi risolve sempre ogni dubbio :)


Prova e poi mi dirai , anche se sono convinto che il pur superabbinabile Pelaverga qui faccia fatica. Io col vino in abbinamento ci ho sempre risolto poco. Credo che il responsabile di questo sia la Capsaicina presente nel piatto in grande concentrazione vista la quantita' di peperoncino presente. E questo, quando bevi, lascia in bocca una nota amara e ferrosa... quasi come una sensazione di stare a mangiare vicino a qualcuno che stia facendo delle saldature ad arco fotovoltaico. Insomma non molto gradevole.
Con la birra invece tutto un'altro mondo. :D
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 04 giu 2019 08:52

lloyd142 ha scritto:
maxer ha scritto:
Penso che abbinerò il mio 'solito' amico Pelaverga di Burlotto : è talmente buono che mi risolve sempre ogni dubbio :)


Prova e poi mi dirai , anche se sono convinto che il pur superabbinabile Pelaverga qui faccia fatica. Io col vino in abbinamento ci ho sempre risolto poco. Credo che il responsabile di questo sia la Capsaicina presente nel piatto in grande concentrazione vista la quantita' di peperoncino presente. E questo, quando bevi, lascia in bocca una nota amara e ferrosa... quasi come una sensazione di stare a mangiare vicino a qualcuno che stia facendo delle saldature ad arco fotovoltaico. Insomma non molto gradevole.
Con la birra invece tutto un'altro mondo. :D

..... prima cercherò di allontanare con la forza il saldatore (tra l' altro astemio :shock: ), poi proverò con mezzo bicchiere di Pelaverga.
Ma mi sa che andrà a finire che aprirò una birra fresca (anche se non ne sono mai stato un grande amante) ..... :wink:
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 12 giu 2019 11:04

Immagine

Latte in piedi con ciliegie glassate al porto. x6

x il latte
400 gr di panna
200 gr di latte
75 gr di zucchero
1 bacca di vaniglia
una decina di amaretti
8 gr di colla di pesce (oppure 3 gr. di agar-agar. Se usate l'agar-agar. ricordatevi di scioglierlo quando il latte e la panna stanno iniziando l'ebollizione)

x le ciliegie
300 gr di Duroni di Vignola denocciolate
300 cc di Porto
75 gr di zucchero
4 chiodi di garofano


Mettere a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce.
Aprire in due longitudinalmente la bacca di vaniglia e con la punta di un coltello grattare via i semini. Metterli al fuoco in una casseruola con la panna, il latte, lo zucchero .
Spegnere al primo bollore , filtrare ad un passino ed aggiungere gli amaretti sbriciolati e la colla di pesce strizzata. Amalgamare con una spatola facendo sciogliere bene la colla di pesce e distribuire il composto in 6 stampini monoporzione ( vanno bene anche quelli in alluminio usa e getta.) e passarli in frigorifero per almeno tre ore.
Prepariamo le ciliegie. Mettere tutti gli ingredienti in una casseruola e cuocere a fuoco medio lasciando ridurre fino a pochi cucchiai di liquido sciropposo.
Spegnere e far raffreddare.
Sformare il latte al centro di un piatto e decorare con le ciliegie. Eventualmente se piace spolverare con zucchero a velo.
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 12 giu 2019 21:54

lloyd142 ha scritto:Immagine

Latte in piedi con ciliegie glassate al porto. x6

..... bello e buono, ma ricordarsi di avvertire gli altri cinque commensali :

☆ " micidiale per i diabetici " ☆

8) :wink: 8)
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 13 giu 2019 17:17

Immagine

Risotto alla pescatora
x4
300 gr di riso da risotti
2 seppie
2 calamari
una dozzina di gamberi
scampetti
cozze
250 cc di polpa di pomodoro
sale/pepe/peperoncino
olio Evo
1 scalogno
1 spicchio d'aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
prezzemolo

Sgusciate i gamberi e gli scampetti. Con i carapaci, preparate un po' di brodo facendoli rosolare in 2 cucchiai di olio e allungando poi con un mezzo litro di acqua fredda. Cuocere per circa 15 minuti poi filtrare e tenere da parte il brodo.
Aprite le cozze in una padella . Appena aperte, toglietele e tenete da parte. Filtrate il liquido da loro emesso e unitelo al brodo precedentemente preparato.
Pulire e tagliate a piccoli dadi seppie e calamari. In una casseruola imbiondire l'aglio. Unire seppie e calamari e rosolare bene. Aggiungere il pomodoro e cuocere per una mezz'ora a fuoco basso. Un paio di minuti prima di spegnere, unire gamberi, scampi e cozze. Regolare di sale ,pepe e peperoncino e spegnere lasciando coperchiato . Tenere da parte.
Avviare il risotto.
Tritare lo scalogno e imbiondirlo in due cucchiai di olio. Unire il riso e dopo 1 minuto sfumarlo col vino. Continuare la cottura aggiungendo il brodo di pesce al bisogno e dopo una decina di minuti unire tutto il sugo di pesce preparato. Terminare la cottura e fuori dal fuoco unire un cucchiaio di prezzemolo tritato mantecando con un altro paio di cucchiai di olio.
maxer
Messaggi: 2555
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda maxer » 13 giu 2019 22:03

lloyd142 ha scritto:Immagine

Risotto alla pescatora

... 250 cc di polpa di pomodoro ...

... aggiungere il pomodoro ...

..... per la prima volta mi trovo in disaccordo, praticamente insolubile, con una tua ricetta :shock:

Ebbene sì, non sopporto il risotto alla pescatora in rosso !
Motivo : la presenza della polpa di pomodoro che, secondo il mio gusto, copre i sapori dei frutti di mare :?
Se cucino un risotto al pesce (molluschi, crostacei, filetti vari) non uso mai il pomodoro : scelgo un condimento in "bianco", semplicissimo.
Olio evo, scalogno, acciughina (una, facoltativa), pochissimo vino bianco per il riso (carnaroli), brodetto di pesce, sale. I frutti di mare, freschi e in generosa quantità, dopo averli precedentemente cotti a parte per cinque minuti a fuoco vivo con poco olio, li aggiungo al risotto solo cinque minuti prima dell' impiattamento (così non si stracuociono). Mantecatura con olio, un po' di prezzemolo e peperoncino, e via, in tavola.
L' è prunt !

Che ti devo dire ? De gustibbusse ...

Il risotto alla pescatora lo cucino solo così.
Al ristorante poi chiedo sempre se, proditoriamente, osano infiltrarvi del pomodoro : se sì, scelgo altro :wink:
carpe diem 8)
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 14 giu 2019 14:08

maxer ha scritto:..... per la prima volta mi trovo in disaccordo, praticamente insolubile, con una tua ricetta :shock:

Ebbene sì, non sopporto il risotto alla pescatora in rosso !
:wink:



Ma si...ci sta!!! Ci mancherebbe altro. Credo peraltro di non aver mai fatto un risotto di pesce in bianco. E quindi lo prendo come stimolo a provarlo.
Mi piace cosi' tanto che usare il pomodoro per me e' un fatto automatico... ma in effetti a volte e' straabusato.
Prometto che alla prima occasione....Riso alla pescatora senza pomodoro!!! :D :lol:
lloyd142
Messaggi: 490
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: Cosa avete cucinato nel 2019

Messaggioda lloyd142 » 17 giu 2019 13:56

Immagine

Zuppa inglese

Preparazione Pandispagna:
240 gr. di uova intere a temperatura ambiente ( circa 4 uova grandi)
160 gr. di zucchero
160 gr. di farina
1 pizzico di sale
1/2 baccello di vaniglia

Mettere all'interno di una planetaria le uova intere, e lo zucchero cominciando a battere a velocita' media con la frusta. Quando il composto comincia ad imbianchire, unire i semini di vaniglia e il sale. Continuare a battere a velocita' un po' piu' elevata ( io col Ken uso la 4) per una ventina di minuti fino a quando il composto risultera' molto gonfio e togliendo la frusta dalla macchina, questo formera' un cordone che rimane sospeso sopra l'ìimpasto stesso. ( tecnicamente si dice che il composto "scrive"). A questo punto incorporare in tre o quattro volte la farina setacciandola e inglobandola nell'impasto con una spatola in gomma ( leccapentole).
Versare quindi l'impasto in una tortiera alta da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere in forno statico a 180° per circa 25 minuti. Per verificare ceh il pandispagna sia ben cotto, infilarvi uno stecchino che deve uscire ben asciutto.
Sformare su un gratella e lasciar raffreddare.

Il resto degli ingredienti:
6 uova
6 cucchiai di zucchero
fecola
farina 00
1 cucchiaio di cacao amaro
ciliegie candite
cioccolato fondente
alkermes
¾ fragole per guarnire
750cc di latte
½ baccello di vaniglia ( o buccia di limone)


Battere i tuorli e lo zucchero in una boule, assieme a un cucchiaino di fecola e ad un paio di cucchiai di farina 00 ottenendo un composto chiaro e spumoso.
Unire il latte che intanto avrete portato ad ebollizione, con i semini raschiati dall’interno della 1/2 bacca di vaniglia. Riportare su fuoco dolce e con l’aiuto di una frusta riportare a lenta ebollizione.
Se la crema risultasse un po’ troppo fluida, unire ancora un mezzo cucchiaio di farina setacciata.
Continuare a togliere e mettere al fuoco la casseruola cercando di mantenere il composto al limite dell’ebollizione, continuando a frustare senza interruzioni , dando tempo alla farina di arrivare a cottura ( 5 minuti circa) quindi dividere il composto in due e aggiungere il cacao ad una parte, ottenendo una crema piu’ scura. Lasciare raffreddare completamente le due creme, e poi, a quella chiara, unire il cioccolato fondente tagliato a pezzettini. Tagliare a pezzettini una decina di ciliegie candite ed unirle anch’esse alle creme.
Tagliare a fette il pandispagna foderando il fondo di un recipiente in vetro simile a quello della foto. Bagnare con l’Alkermes diluito al 50% con acqua e unire qualche cucchiaio di crema, alternando via via strati di pandispagna, ( sempre inumidito con alkermes ) e di crema di diverso colore. Terminare con uno strato di crema.
Ho guarnito con qualche candito, del cioccolato a piccole scaglie, qualche fragola, e del pandispagna tagliato a dadini e irrorato con alkermes.
E’ consigliabile far riposare questo dessert in frigorifero per qualche ora prima di consumarlo.

p.s. Risulta molto gradevole anche se un po' piu' laboriosa, la presentazione in monoporzioni, utilizzando al posto della boule dei pirottini in alluminio e seguendo il medesimo procedimento

Torna a “Ricette: le vostre richieste”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite